01/03/2017
Alessandro Mazzoli
Terrosi
3-02842

 Al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:
   in data 11 febbraio 2017 a Vignanello, in provincia di Viterbo, si è registrato un gravissimo episodio di violenza che ha scosso tutto il comprensorio;
   un ragazzo di Vallerano di 24 anni è stato aggredito nei pressi di un esercizio commerciale da un folto gruppo di ragazzi;
   il ragazzo è stato costretto alle cure del pronto soccorso e gli è stata diagnosticata una prognosi di 30 giorni;
   secondo le prime ricostruzioni da parte degli inquirenti, l'aggressione sarebbe avvenuta da parte di giovani vicini ad ambienti di estrema destra;
   la vittima dell'aggressione si sarebbe resa responsabile di aver condiviso su facebook una frase goliardica di parodia ai tipici manifesti neofascisti;
   purtroppo non è la prima volta che in questo comprensorio si registrano episodi di violenza perpetrati in questi termini, comprese una rilevante quantità di intimidazioni minacce, insulti e botte, non sempre denunciate per paura ed omertà;
   cause scatenanti possono essere, a giudizio degli interroganti, un concerto, una maglietta di sinistra o anche una semplice condivisione di opinioni contrarie alla matrice di estrema destra;
   si è inoltre registrata nella notte tra sabato 18 e domenica 19 febbraio 2017 una esplosione di un ordigno ai danni della sede di Casapound Cimini a Vallerano che ha arrecato danni alla porta di ingresso;
   su tale episodio sono in corso indagini da parte delle forze dell'ordine;
   il salire della tensione e della violenza di stampo politico aumenta la preoccupazione dei Sindaci e di tutta la società civile che avverte la necessità di una maggiore presenza dello Stato in grado di porre fine a tale escalation –:
   se il Governo sia a conoscenza degli episodi riportati in premessa e quali iniziative intenda assumere in merito, anche convocando il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica al fine di contrastare tali fenomeni e aumentare l'attività di intelligence e di controllo del territorio onde prevenire nuovi episodi di violenza.