05/09/2019 - 15:20

“Ci è voluto un nuovo governo per togliere a Susanna Ceccardi il doppio incarico retribuito alla Presidenza del Consiglio di Ministri come consulente di Matteo Salvini: da oggi infatti l’esponente della Lega dovrà rinunciare ai 65 mila euro annui che percepiva da quasi un anno e che si sommavano allo stipendio di parlamentare Ue”. Lo scrive su Facebook Lucia Ciampi, deputata del Partito democratico.

“Una retribuzione aggiuntiva che Susana Ceccardi ha prima smentito e successivamente sminuito. E’ bene ricordarlo per evidenziare chi sono i veri politicanti attaccati alle poltrone”, conclude.

16/07/2019 - 18:55

"L'approvazione oggi alla Camera della legge per la promozione della Cultura, a prima firma del deputato Pd Piccoli Nardelli, è una opportunità formidabile per offrire ai cittadini e soprattutto ai giovani uno strumento di crescita sociale e di benessere collettivo. Nel nostro paese si investe troppo poco in cultura: recenti studi hanno infatti confermato che 6 ragazzi su 10 non partecipano ad attività culturali, ricreative e sportive. Per contrastare questo declino la lettura assume una funzione strategica in una logica di lungo periodo, dal momento che è stata dimostrata l'esistenza di una relazione diretta tra gli indici di lettura di uno stato e la sua situazione socio - economica": è quanto dichiara Lucia Ciampi, deputato del Partito Democratico in Commissione Cultura.
"Con questa legge, che il Senato deve approvare definitivamente in tempi brevi, vengono valorizzati ed implementati in particolare i 'patti per la lettura' promuovendo un’alleanza con tutti i soggetti della filiera, implementando la funzione pubblica sociale e formativa delle biblioteche. Viene quindi sancito un nuovo formidabile diritto: il diritto di tutti di poter leggere, perché leggere è un’attività etica, libera e necessaria e uno strumento indispensabile per esercitare una cittadinanza responsabile": conclude Lucia Ciampi.

12/07/2019 - 15:16

"Mi recherò prima possibile presso le autorità competenti per denunciare di aver subito atti vandalici e minacce che hanno coinvolto anche i miei familiari”. Lo dichiara Lucia Ciampi, deputata del Partito democratico.

“Questi atti spregevoli e vigliacchi – continua - che certamente non mi intimidiscono sono stati annunciati e preceduti da e-mail minacciose che ho ricevuto in seguito alle mie critiche civili nei confronti dell'eurodeputato della Lega Susanna Ceccardi.  È emerso che lo stesso account mail che ha minacciato me, con il nome molto probabilmente falso di Massimo Maccari, aveva precedente insultato e minacciato la candidata del centrosinistra Cristina Bibolotti alle elezioni, Ue che aveva sfidato la stessa Ceccardi, e che è stata anche lei vittima di minacce e atti vandali da parte di ignoti. Sulla vicenda gravissima di Cristina Bibolotti sono già state fatte interrogazioni parlamentari. Ora è il momento di dire basta. Susanna Ceccardi prenda le distanze da questi suoi follower, denunci la situazione alla polizia postale o continuerà a dare copertura politica a questi delinquenti”.

“Chiedo anche al ministro dell'Interno di intervenire per impedire che chi manifesti democraticamente il dissenso contro esponenti della Lega sia tutelato e protetto”, conclude.

10/07/2019 - 19:03

“La questione del cumulo di cariche e relativi compensi manda così in confusione Susanna Ceccardi che, dopo essersi auto-assolta rispetto ai rilievi mossi, è riuscita nell’impresa di dire nel giro di pochi giorni una cosa a un quotidiano e il suo opposto a un altro”. Lo dichiara Lucia Ciampi, deputata del Partito democratico, a proposito delle dichiarazioni della parlamentare europea leghista riportate su La Nazione di oggi e sul Tirreno del 28 giugno scorso.

“Su un giornale – spiega – la Ceccardi ha detto di aver abbandonato l’incarico di consulenza con il Viminale da settimane; su un’altra testata, la stessa Ceccardi ha dichiarato di prendere ‘un buon stipendio ma equivalente a quello di funzionario’. Davanti a una contraddizione così vistosa, la prima considerazione fare è che le ricostruzioni della ex sindaca di Cascina sono cangianti, da adattare alla testata a cui si rivolge. La seconda, è capire quale delle due versioni sia quella vera. La reticenza sulla cifra percepita fa suppore che la Ceccardi continui a collaborare con il Viminale, altrimenti che bisogno avrebbe di non rivelare l’importo del suo incarico?”.

“Se ne deduce che la Ceccardi, nonostante lo stipendio da parlamentare europea, non abbia alcuna intenzione di rinunciare alla sua consulenza. Glielo chiediamo ancora una volta: ritiene giusto tenersi lo stipendio europeo e insieme quello di una consulenza che, considerato il suo impegno a Bruxelles, sarà anche complicato portare avanti?“, conclude.

25/06/2019 - 15:56

“Conte e Salvini chiariscano se la presidenza del Consiglio dei ministri continuerà ad erogare alla neo-eletta deputata europea Stefania Ceccardi i circa 5400 euro mensili che percepisce come consulente di governo dallo scorso mese di settembre”. Lo chiede Lucia Ciampi, deputata del Partito democratico, con un’interrogazione al presidente del Consiglio dei ministri.

“Abbiamo sollecitato la stessa Ceccardi a fare chiarezza su questa vicenda, ma non abbiamo ricevuto alcun riscontro. E’ chiaramente inopportuno, anche se non esplicitamente vietato dalla legge vigente, continuare ad erogare ad un parlamentare dell’UE, che già gode di retribuzioni ed indennità, per un incarico prettamente politico e fiduciari”, conclude.

17/06/2019 - 16:11

“A tre settimane dalle elezioni europee Susanna Ceccardi, a quanto riportano i siti istituzionali di riferimento, continua a mantenere, oltre a quella di neo parlamentare Ue, anche la carica di Sindaco di Cascina e di consigliere per il programma di governo e le attività parlamentari del vice premier Matteo Salvini”. Lo dichiara Lucia Ciampi, deputata del Partito democratico.

“Se la legge prevede la non compatibilità tra i primi due ruoli, ci chiediamo però se l’attuale commissario della Lega in Toscana continuerà a percepire i 65mila euro annui previsti per la consulenza governativa o riterrà opportuno, per rispetto verso i suoi elettori, rinunciare almeno a questa ulteriore ed ingente retribuzione pubblica”, conclude.

10/06/2019 - 13:27

“Il risultato delle lezioni amministrative in Provincia di Pisa va oltre ogni più rosea aspettativa. Il 21 a 0 del Pd nei confronti del centrodestra è un risultato inequivocabile che premia la classe politica locale del Partito Democratico e punisce severamente l'arroganza di chi ha pensato per mesi che con gli slogan sui social si potessero ingannare all'infinito i cittadini. Questo 'cappotto' che riguarda sia i piccoli che i grandi comuni del territorio è ancora più sorprendente se paragonato al notevole risultato della Lega in provincia di Pisa nelle elezioni Europee”: è quanto dichiara Lucia Ciampi, deputata del Pd.

“E' quindi evidente che i nostri elettori abbiano sonoramente bocciato tutti quei piccoli 'Salvini' che hanno creduto di attrarre consensi solo scimmiottando le frasi fatte del loro 'Capitano' senza però occuparsi concretamente dei problemi quotidiani delle persone. Ha sicuramente influito sul voto locale anche l'attuale disastrosa esperienza amministrativa di Pisa del sindaco Conti. Tra qualche mese sarà chiamato al voto il comune di Cascina attualmente guidato dalla Lega: vedremo se i cittadini premieranno una giunta che in questi anni ha fatto di tutto fuorché amministrare la città, preferendo spesso i palazzi della politica romana rispetto ai banchi del consiglio comunale”.

02/05/2019 - 14:19

“Il governo ha bloccato per mesi ingenti risorse già stanziate dagli esecutivi a guida Pd per l’edilizia scolastica mettendo a repentaglio, come ha giustamente sostenuto l’Associazione nazionale dei Presidi, la sicurezza di milioni di studenti, professori e personale tecnico”. Lo dichiara la deputata del Partito Democratico in commissione Cultura Lucia Ciampi, prima firmataria di numerosi atti parlamentari su tale tematica.

“Nei giorni scorsi il ministero dell’Istruzione pubblica ha avuto il coraggio di venire in commissione Cultura a Montecitorio a vantarsi di aver emanato, con un ritardo di oltre quattro mesi, un decreto di ripartizione dei cosiddetti ‘mutui Bei’: risorse già predisposte dal precedente governo, ma bloccate dall’inefficienza e dal dilettantismo di M5s e Lega. Ancora una volta ritardi ingiustificabili stanno causando gravissimi problemi al mondo della scuola e agli enti locali che hanno da tempo programmato ingenti investimenti”.

19/03/2019 - 13:39

“E’ inaccettabile e gravissimo che venga militarizzata la provincia di Pisa per scortare la campagna elettorale della Lega, tenendo impegnati decine di agenti delle Forze dell’ordine che non potranno quindi essere impiegati per altre importanti e necessarie azioni di pubblica sicurezza”.

E’ quanto denuncia al ministro dell’Interno, Matteo Salvini, la deputata del Pd, Lucia Campi, in una interrogazione parlamentare depositata oggi.

“Il questore di Pisa su indicazione del prefetto - riferisce la parlamentare Dem - in vista delle prossime elezioni amministrative che riguardano nella provincia ben 26 comuni, ha infatti disposto (a quanto sappiamo per Giuliano Terme e Calcinaia, ma molto probabilmente anche per tutti gli altri territori interessati dal voto) una capillare e continua assistenza soltanto alle iniziative promosse dalla Lega Nord. Volantinaggi, banchetti e gazebo saranno quindi ‘protetti’ da non si bene quale minaccia in luoghi pacifici dove non si sono mai registrati particolari episodi di violenza causati dalle differenti ideologie politiche. Chiaramente un utilizzo così massiccio non solo agenti di Polizia e Carabinieri ma anche di polizia locale e Guardia di Finanza, non potrà essere impiegato in altre operazioni a sostegno dell’ordine pubblico e per assicurare sicurezza e tutela, quelle vere, ai cittadini. Forse Salvini e i suoi seguaci presenti nella nostra provincia - conclude Lucia Ciampi - hanno paura che i presidi della Lega possano essere anche oggetto di civili e pacate contestazioni visti i disastri che il governo nazionale sta causando da mesi e che iniziano a ripercuotersi in ogni territorio. Ed il massiccio uso delle forze dell’ordine, proprio come nei regimi autoritari, viene utilizzato come deterrente per sconsigliare qualsiasi tipo di dissenso”.

30/01/2019 - 17:25

"Il governo ha annunciato la volontà di non introdurre nei prossimi decreti legislativi, e quindi anche nel cosiddetto Fer2, i finanziamenti per la geotermia a media ed alta entalpia”. Lo dichiara Lucia Ciampi, deputata Pd e firmataria di una interrogazione sugli incentivi alle fonti energetiche rinnovabili presentata dalla collega del Partito Democratico Susanna Cenni che è stata discussa oggi, mercoledì 30 gennaio, in Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati.

"Si tratta di una decisione gravissima che, se verrà confermata, rischia di mettere in crisi interi territori, soprattutto in Toscana, la cui economia è basata su questa tipologia di geotermia e che ha fino ad oggi assicurato occupazione di qualità, risparmio energetico e lo sviluppo di numerose piccole e medie imprese in diversificati settori produttivi", conclude.

24/01/2019 - 16:04

Sbagliato tornare a discrezionalità nell’attribuzione dei fondi

Ecco il testo dell’appello pubblico che i parlamentari Pd delle commissioni Cultura di Camera e Senato hanno rivolto al ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Alberto Bonisoli.

“Onorevole signor Ministro Bonisoli,

il Consiglio Superiore del Cinema e dell’Audiovisivo, soppresso nella notte in Senato con un emendamento a firma Lega, era un importante organo di indirizzo e controllo sulla destinazione delle risorse pubbliche e totalmente a costo zero. Un’opportunità, votata in modo bipartisan nella scorsa legislatura, per poter porre fine alla discrezionalità nell'attribuzione dei fondi a sostegno dell’industria cinematografica e audiovisiva. L’articolo soppresso assegnava al Consiglio la definizione di linee guida condivise tra le categorie del settore per la distribuzione dei fondi a carattere selettivo e automatico.

In un comparto come quello del cinema e dell’audiovisivo - che da oltre 50 anni attendeva una riforma strutturale come quella introdotta dalla Legge 220/2016 - il Consiglio Superiore, organo consultivo del Ministro, era una forte garanzia di trasparenza e offriva inoltre consulenza e supporto nella elaborazione e attuazione delle politiche di settore e nella predisposizione di indirizzi e criteri generali sulla destinazione delle risorse pubbliche.

Gli organi consultivi e di indirizzo sono strumenti necessari nei governi democratici.

Onorevole signor Ministro, esprimiamo la nostra indignazione per la soppressione di questo organo, avvenuta con un emendamento inserito all'interno di un provvedimento omnibus esaminato non dalla commissione di merito, ossia la Cultura, ma dalle commissioni riunite Affari Costituzionali e Lavori Pubblici.

Le chiediamo con forza di rivedere questa scelta che potrebbe danneggiare irrimediabilmente un settore cui tanta attenzione si era riservata nella scorsa legislatura, un settore fondamentale per la tutela della nostra identità culturale e determinante per l’economia e per il lavoro di centinaia di migliaia di persone nel nostro paese".

15/01/2019 - 14:08

“La risposta del governo alle interrogazioni sull'incendio del Monte Serra dello scorso settembre, che si sono svolte oggi alla Camera dei Deputati, è francamente imbarazzante: è stato confermato che non verrà stanziata nessuna risorsa, che non verrà varato nessun provvedimento per risarcire i danni causati alle aziende ad ai privati e che non verranno nemmeno sospesi i tributi ed i mutui per le abitazioni distrutte”: è quanto dichiara Lucia Ciampi, deputato Pd e primo firmatario (assieme ai colleghi Susanna Cenni e Stefano Ceccanti) dell’interrogazione discussa nell’Aula di Montecitorio.

“Il governo ha addirittura lodato la Regione Toscana per le risorse stanziate e la Protezione civile territoriale per l’impegno profuso ammettendo quindi il suo disinteressamento totale rispetto a questo evento tragico nonostante gli impegni assunti con i sindaci e la popolazione dal Ministro Centinaio. E’ una vergogna avallata dai parlamentari del territorio di Lega e M5S che nei provvedimenti e nei decreti discussi in questi mesi non hanno fatto niente per sostenere i cittadini e le aziende in difficoltà”: conclude Lucia Ciampi.

06/12/2018 - 17:45

“Questa Legge di bilancio abbandona gli studenti con disabilità”. Lo denuncia la deputata democratica Lucia Ciampi nel corso della conferenza stampa in cui il Pd, attraverso il capogruppo Pd Graziano Delrio, ha definito la Legge di Bilancio ‘impietosa per scuola, cultura, ricerca e editoria’. “Non solo il ministro Bussetti non è intervenuto su questo grave problema delle scuole italiane ma ha anche bocciato tutte le nostre proposte per assumere nuovi insegnanti di sostegno e risolvere così l’annoso problema per cui, ad oggi, ci sono solo 60 Mila docenti di sostegno, molti peraltro con contratti precari, a fronte degli oltre 253 Mila alunni con disabilità. Per evitare gli eccessivi cambi e rotazioni degli insegnanti avevamo presentato un emendamento che prevedeva un incremento dell’organico a decorrere dal prossimo anno scolastico ma il governo lo ha ingiustificatamente bocciato”.

23/11/2018 - 16:39

“La notizia di oggi è che il governo di Lega e M5s non ha ancora stanziato nessuna risorsa per i danni subiti da aziende e privati a causa dell’incendio del Monte Serra, in provincia di Pisa, dello scorso mese di settembre. Il ministro Centinaio ieri ha soltanto consentito formalmente che la Regione Toscana potesse stanziare appositi fondi europei, ottenuti grazie alla sua lungimirante programmazione, per alcuni danneggiamenti agricoli ed ambientali. Rimango francamente esterrefatta da un ministro che dopo aver promesso molteplici interventi e risorse alla popolazione ed ai sindaci cerca di sviare l’opinione pubblica vantandosi di aver firmato un atto formale di esclusivo buonsenso, in cui non viene concesso alcun aiuto ulteriore rispetto a quelli già previsti dalla Ue, mentre i deputati leghisti del territorio esultano, consapevoli di aver ingannato ancora una volta la buona fede e la fiducia dei cittadini”.

Così la deputata Dem, Lucia Ciampi, sul decreto per i danni dell’incendio in provincia di Pisa annunciato dal ministro delle Politiche agricole, Centinaio.

05/11/2018 - 14:11

“Adesso è ufficiale: il governo non ha inserito nessuna risorsa nella Legge di Bilancio per i territori colpiti dall’incendio del Monte Serra in provincia di Pisa; Lega e M5S stanno illudendo da mesi i cittadini e le imprese devastate dalle fiamme ma non hanno avuto nessuna vergogna ad approvare nel Decreto Emergenze il condono edilizio per Ischia. Gli unici finanziamenti stanziati fino ad oggi sono stati assicurati dalla Regione Toscana”: è quanto dichiara la deputata del Pd, Lucia Ciampi sulla manovra che è stata trasmessa ufficialmente nelle scorse ore al Parlamento.

“Come abbiamo già fatto per il Decreto Emergenze ripresenteremo anche alla Legge di Bilancio emendamenti per risarcire i primi danni alle aziende ed ai privati e per contrastare il dissesto idrogeologico nella zona del Monte Serra. Ai giovani politicanti del territorio, soprattutto della Lega, che in queste settimane hanno continuato ad inventare scuse sui mancati risarcimenti, chiedo almeno un sussulto di orgoglio per cercare di convincere governo e maggioranza a dare risposte concrete ai cittadini ed alle imprese danneggiate”: conclude Lucia Ciampi.

Pagine