09/08/2019 - 15:35

"Un megalomane che pensa di poter fare di tutto a spese dello Stato convinto che il clima vacanziero possa distrarre gli italiani dal pericolo: Salvini dopo aver fatto oltre un anno campagna elettorale con lo stipendio da Ministro e promettendo riforme mai attuate sta infatti portando il paese sull'orlo del disastro.

Lo spread che esplode è il primo segnale pericolosissimo di una ondata di speculazioni a danno dell'Italia. Ed a pagare il conto saranno soltanto i cittadini": è quanto dichiara Silvia Fregolent, deputato Pd in Commissione Finanze.

07/08/2019 - 16:56

"Se fossimo stati degli ingenui ci saremmo aspettati che, con il Si alla Tav, il M5S avrebbe sfiduciato, come peraltro annunciato, il governo Conte in Parlamento e il sindaco Appendino a Torino”. Lo dichiara Silvia Fregolent, deputata del Partito democratico, a proposito dei voti del Senato sulle mozioni relative alla Tav.

“Purtroppo non sarà così perché gli interessi personali dei parlamentari e consiglieri comunali grillini prevalica il bene del paese. E infatti l'unica a prendere posizione in tal senso è il consigliere regionale del M5S Frediani, sicura in caso di elezioni anticipate nazionali e comunali a tenere salda la poltrona. Quello di cui siamo sicuri è che oggi, con la conferma della Tav, viene ribadita la posizione del Pd che è riuscita a far approvare un progetto capace di coniugare sviluppo e progresso con il rispetto dell'ambiente e delle comunità locali”, conclude.

01/08/2019 - 18:16

"Mentre il vice premier Di Maio denigra e chiede il licenziamento i collaboratori dei parlamentari chiamandoli spregiativamente ‘portaborse’, nonostante tutti abbiano conseguito ormai almeno quella laurea che lui però non possiede, il licenziamento la presidenza del Consiglio dei Ministri ha ancora come consulente a 65mila euro annui l'eurodeputata della Lega Susanna Ceccardi, che già riceve un ottimo stipendio da parlamentare Ue". Lo dichiara Silvia Fregolent, deputata del Partito democratico.

31/07/2019 - 17:08

“Il Ministero dell'Economia e delle Finanze potrebbe aprire un’ispezione sulla svendita di azioni della partecipata Iren da parte del Comune di Torino”. Lo dichiara Silvia Fregolent, deputata del Partito democratico, a proposito della risposta del governo rispetto all’interrogazione da lei presentata nel corso dell’odierno question time alla Camera.

“Le azioni Iren – spiega - che a gennaio 2018 quotavano circa 2,50 euro, furono infatti vendute poco tempo dopo a 1,85 euro: una operazione speculativa completamente errata, decisa dal sindaco Appendino, che ha generato almeno 20 milioni di euro in meno di entrate potenziali per le casse del comune oltre a far perdere a Torino una significativa rappresentanza in una delle maggiori multi utility nazionali a nei settori dell'energia elettrica, dei servizi idrici integrati, ambientali e tecnologici”.

“Il Ministero dell’Economia e delle Finanze nella sua risposta ha sottolineato che ‘alla luce delle criticità evidenziate e delle perplessità espresse dalla Corte dei Conti’ valuterà l’inserimento dell’ispezione richiesta”, conclude.

24/07/2019 - 12:47

“E’ inammissibile che il Comune di Torino tartassi e scoraggi i commercianti regolari ma permetta agli ambulanti irregolari di vendere nell’illegalità e nel degrado. La vicenda del mancato spostamento del Suk, che dura ormai da 6 mesi nonostante una apposita delibera comunale e sulla quale ho presentato da tempo una interrogazione al ministro dell’Interno ancora senza risposta, è la prova inconfutabile che il sindaco Appendino e Salvini intervengono soltanto quando c’è da fare una passerella per i media (come per lo sgombero flop delle Palazzine Ex Moi), ma non si degnano di far rispettare la legge quando non sono presenti le telecamere”: è quanto dichiara Silvia Fregolent, deputata Pd.

24/07/2019 - 11:32

“Le minacce dei No Tav sono inaccettabili, eversive e non vanno sottovalutate. Le azioni dei teppisti hanno già creato feriti, danni e disordini ai cantieri della Torino-Lione. C’è ora il pericolo che, con il via libera definitivo all’opera, si possano verificare altri atti di violenza. Matteo Salvini, se ne è capace, inizi a fare seriamente il ministro dell’Interno e prenda le necessarie precauzioni per garantire la legalità, l’ordine pubblico e la sicurezza degli italiani”.

 

Così la deputata Dem, Silvia Fregolent.

23/07/2019 - 12:37

"Con il mandato 'zero' Casaleggio e Di Maio scaricano definitivamente Chiara Appendino impedendo di fatto una ricandidatura alle elezioni comunali di Torino che avrebbe portato una sconfitta sicura per il M5S: è quanto scrive su twitter Silvia Fregolent, deputato Pd.

20/07/2019 - 14:35

"Salvini è una persona spregevole e vigliacca, capace soltanto di incitare gogne mediatiche verso chi lo critica”. Lo dichiara Silvia Fregolent, deputata del Partito democratico, a proposito del post scritto su Facebook da Matteo Salvini contro Maria Elena Boschi.
“Ancora una volta invece di rispondere sul merito, intimorito dal dissenso, si fa difendere dalla peggiore feccia del paese dimenticando di rappresentare lo Stato e tutti i cittadini. Gli insulti vili e spregevoli di cui è oggetto Maria Elena Boschi, colpevole soltanto di aver chiesto una mozione di sfiducia nei suoi confronti non solo non vengono rimossi dalle pagine social del vicepremier ma volutamente amplificati", conclude.

19/07/2019 - 20:27

"Finalmente una buona notizia per Torino con la sostituzione di William Graziosi al Regio con la nomina di Sebastian Schwarz a nuovo Sovrintendente”. Lo Silvia Fregolent, deputata del Partito democratico, a proposito delle indiscrezioni relative alla nomina del nuovo sovrintendente del Teatro Regio di Torino.

“Grazie anche alla nostra segnalazione – spiega - oggetto di un'indagine ministeriale, la città volta pagina almeno nella lirica. Chiediamo al nuovo sovrintendente rispetto per le professionalità che il teatro esprime e di far fare ritornare il Regio al suo storico prestigio”.

“Ci auguriamo che il nuovo sovraintendente possa chiedere scusa al maestro Noseda, umiliato da Graziosi, a nome della città”, conclude.

19/07/2019 - 15:44

"L'ecobonus sugli interventi di efficienza energetica sicuramente rappresenta un volano di crescita per la filiera industriale legata al settore delle costruzioni e dell'impiantistica, ma piccole e medie imprese, soprattutto artigiane, potrebbero in 5 anni avere problemi a recuperare come credito d'imposta lo sconto applicato. Come Partito democratico dunque abbiamo chiesto al governo, unitamente alle associazioni di categoria molto preoccupate, fra cui Ater, Coordinamento Free e Italia Solare, di adottare delle iniziative per non danneggiare troppo le imprese piccole in favore delle grandi. E quindi abbiamo chiesto che ci sia la possibilità per le aziende che eseguono opere di ristrutturazione di poter usare forme di cessione del credito alle banche e istituti finanziari e la trasformazione di tali crediti in rimborsi fiscali cedibili a terzi o utilizzabili in operazione di credito per i soggetti titolari dell'efficientamento energetico. Ma sembra che il governo e la maggioranza tutta siano totalmente sordi alle nostre proposte e a quelle delle imprese considerando che durante l'esame parlamentare sono state presentate numerosi emendamenti da parte del gruppo del Partito democratico volti a dare seguito alle questioni sollevate dalle associazioni, ma il Governo e la maggioranza hanno respinto come al solito tutte le proposte senza alcuna chiara motivazione".

Lo scrivono in una nota i deputati Pd della commissione Attività produttive di Montecitorio, Benamati, Fregolent, Moretto e Fragomeli, che hanno presentato una risoluzione nelle commissioni congiunte Attività produttive e Finanze della Camera.

19/07/2019 - 13:50

"La sceneggiata di ieri in consiglio comunale a Torino è l'ultimo atto di un gruppo di irresponsibili ed incompetenti che pur di salvare la poltrona stanno conducendo la città verso un declino inarrestabile. Nel corso del dibattito non è stato affrontato nessun nuovo programma di rilancio economico ed occupazionale ma esclusivamente l'ennesima spartizione di incarichi. Ormai, nella migliore delle ipotesi, Torino è destinata a divenire la periferia di Milano. Le opposizioni devono ora verificare se esistano i presupposti in Consiglio comunale per presentare una mozione di sfiducia al sindaco Appendino": è quanto dichiara Silvia Fregolent, deputato Pd.

19/07/2019 - 09:20

"Finalmente una buona notizia per Torino con la sostituzione di William Graziosi al Regio con la nomina di Sebastian Schwarz a nuovo Sovrintendente”. Lo Silvia Fregolent, deputata del Partito democratico, a proposito delle indiscrezioni relative alla nomina del nuovo sovrintendente del Teatro Regio di Torino.

“Grazie anche alla nostra segnalazione – spiega - oggetto di un'indagine ministeriale, la città volta pagina almeno nella lirica. Chiediamo al nuovo sovrintendente rispetto per le professionalità che il teatro esprime e di far fare ritornare il Regio al suo storico prestigio”.

“Ci auguriamo che il nuovo sovraintendente possa chiedere scusa al maestro Noseda, umiliato da Graziosi, a nome della città”, conclude.

17/07/2019 - 16:40

“Da molti mesi sei interrogazioni sull'operato di Chiara Appendino a mia prima firma sono ferme in Parlamento in attesa di risposta”. Lo dichiara Silvia Fregolent, deputata del Partito democratico.

“Ben sei di queste chiamano in causa il Ministro Salvini, che evidentemente non vuole confrontarsi con le Camere, e riguardano la vicenda oscura del suo ex portavoce Pasquaretta; lo sgombero flop delle palazzine Ex Moi; i colpevoli ritardi sullo spostamento del mercato etnico 'Barattolo'; l'appoggio ufficiale del comune di Torino alle manifestazioni No Tav; i gravi problemi causati agli esercenti commerciali di Torino per l'organizzazione della festa patronale di San Giovanni. Una interrogazione riguarda infine la svendita delle quote della partecipata multiservizi Iren”.

“Ho già sollecitato più volte agli uffici competenti di Montecitorio una risposta a questi atti, ora mi appello al Presidente Fico affinché sblocchi questa situazione inaccettabile e intervenga sul governo per far luce al più presto sulle scelte ambigue e controproducenti dell’amministrazione comunale di Torino”, conclude.

15/07/2019 - 13:15

"Come avevamo largamente anticipato Chiara Appendino non si dimette e non si dimetterà mai. Non sorprende che la colpa del suo ultimo fallimento sia stata data esclusivamente al suo vice, così come ha già fatto in precedenza con altri assessori o stretti collaboratori, nonostante sia stata proprio la sindaca a scegliere ed appoggiare Montanari di cui conosceva da sempre idee e posizioni. Appendino è ormai consapevole che la sua avventura in politica è finita e cercherà in ogni modo di arrivare alla scadenza naturale del mandato. Quello che deve servire da monito per il Partito Democratico in questa vicenda è che non è possibile, sia a livello locale che nazionale, imbastire alcuna ipotesi di alleanza anche post voto con questa categoria di incapaci, dilettanti ed arrivisti": è quanto dichiara Silvia Fregolent, deputato Pd.

12/07/2019 - 17:12

"Salvini critica Appendino? Meglio tardi che mai”. Lo dichiara Silvia Fregolent, deputata del Partito democratico, a proposito delle parole di Matteo Salvini sulla sindaca di Torino Chiara Appendino.

“Tuttavia, non dimentichiamo che fu proprio il Ministro dell'Interno ad appoggiare la candidata del M5S al ballottaggio e che proprio Salvini sta evitando accuratamente da mesi di rispondere a numerose interrogazioni sull'operato della sindaca e che lo chiamano direttamente in causa”, conclude.

Pagine