18/07/2019 - 12:27

"Stigmatizziamo il comportamento della presidente Businarolo che non ha voluto riprendere il sottosegretario Sibilia per la sua indegna mancanza di rispetto nei confronti della collega Boldrini. In segno di protesta il Partito democratico è presente in commissione solo con i due capigruppo di Affari costituzionali e Giustizia per vigilare su tutte le forzature della maggioranza che stanno impedendo all’opposizione il diritto di poter dare il proprio contributo e stanno dimostrando la totale subalternità dei presidenti 5stelle ai desideri di Salvini. Litigano sulla stampa, ma quando è il momento di votare sono asserviti alla Lega, trattando la materia delle Ong come una vera e propria ossessione superiore a quella dedicata a criminali veri e non a persone che meritano solo il nostro ringraziamento perché dedite alla salvezza di esseri umani".

Lo afferma Gennaro Migliore, capogruppo Pd in commissione Affari costituzionali della Camera.

09/07/2019 - 14:42

Migliore: presentato pacchetto emendamenti, porti non possono essere chiusi per chi salva vite umane

Il gruppo del Pd è fortemente contrario al decreto sicurezza bis del governo e farà dura opposizione per evitare che questo provvedimento venga approvato. Per questo oggi è stato presentato un corposo  pacchetto di emendamenti volto a respingere un provvedimento incostituzionale e disumano che conferma il “fallimento delle politiche del governo in materia di sicurezza”.

Sulla questione migrazione gli emendamenti del Pd prevedono che i porti non potranno mai essere chiusi alle navi coinvolte in operazioni Sar, a quelle battenti bandiera italiana, alle Ong impegnate in operazioni di ricerca e soccorso in mare e alle a navi che abbiano effettuato salvataggi di esseri umani in concreto pericolo di vita. Inoltre, in presenza di oggettive necessità, sarà il presidente del consiglio e non il ministro dell’interno a disporre la chiusura dei porti. Gli emendamenti del Pd intervengono anche sul sistema sanzionatorio eliminando le multe e, in subordine,  riducendole in modo significativo perché, è lo spirito che ha guidato tutti la stesura di tutti gli emendamenti, sicurezza, porti, non si può punire e colpevolizzare i comandanti delle navi che stanno sempre nel giusto e non possono essere sanzionati o puniti per aver salvato vite in mare.

Per il capogruppo democratico nella commissione affari costituzionali della Camera, Gennaro Migliore - “questo provvedimento conferma il fallimento delle politiche del governo. Salvini non presidia né la sicurezza né l’ordine pubblico ma realizza un sistematico incremento della percezione di insicurezza perché ha bisogno ogni giorno di un nemico diverso. Un ministro dell’interno - conclude - si occupa di risolvere le questioni e non di crearne ad arte di nuove in particolare quando si parla di sicurezza dei cittadini”. 

04/07/2019 - 16:31

“Fare immediata luce sull’utilizzo del social network russo Vkontakte da parte di un’attivissima community sovranista specializzata nella creazione di ‘meme’ e verificare se non si tratti di un caso di ingerenza di potenze straniere nella gestione dei dati e delle informazioni sulla rete, e di manipolazione della formazione del consenso in particolare sul web”. Lo chiedono i deputati del Partito democratico Alessia Morani, Raffaella Paita, Alessia Rotta, Carmelo Miceli, Gennaro Migliore, Emanuele Fiano, Ivan Scalfarotto e Angela Schirò con un’interrogazione al presidente del Consiglio dei ministri e al ministro dell’Interno.

“Un'inchiesta del quotidiano on line ‘Il Paese sera’ – spiegano - fa emergere nei social media italiani il fenomeno consistente nella ‘migrazione’ di numerosi utenti su altre piattaforme come Vkontake, un social russo, molto simile alla vecchia versione di Facebook del 2009. Analizzando il profilo dell’utente che avrebbe condiviso per primo su Vk la foto di Carola Rackete, risulterebbe che dietro al suo account si celi una attivissima comunity di utenti italiani ed europei specializzata nella creazione di ‘meme’ razzisti e post di minacce - anche di morte - verso ‘Pidioti, magistrati, immigrati, ebrei …’. Sempre secondo l'articolo citato ‘la cosa sorprendente, o a questo punto neanche tanto, è la presenza attiva di elementi che pubblicano post molto violenti. Sono sostenitori, guardando le loro foto-profilo, di Casapound, Forza Nuova, Lega. A unirli, la loro ‘amicizia’ con il filosofo e politologo russo Alexander Dugin, consigliere di Putin, considerato quasi un corrispettivo di Steve Bannon’. Vkontake, in Italia, è salito vertiginosamente nei contatti nelle ultime ore: qui è stato postato per la prima volta l’immagine di Carola Rackete, durante il fotosegnalamento successivo al suo arresto. Uno dei profili più attivi sarebbe riconducibile a un ex finanziere, oggi in pensione, che pubblica immagini di mitragliatori e pistole, minacciando di uccidere ‘magistrati, politici del Pd ed immigranti clandestini’. A oggi Vkontake è diventato una sorta di luogo di ritrovo virtuale di estremisti che sostengono apertamente formazioni di estrema destra del panorama politico italiano: immagini di Adolf Hitler e Mussolini e Putin, minacce al Papa e ad esponenti politici del Pd agli “europeisti”, ovviamente non può mancare il filantropo George Soros”

“Guardando a quanto accade sul sito russo si deduce immediatamente come la rete europea ‘pro-russa’ sia molto frequentata dai ‘fan’ on line dell’attuale Ministro dell’Interno italiano, e cioè proprio il Ministro che dovrebbe indagare e combattere questo nuovo tipo di estremismo”, concludono.

02/07/2019 - 17:18

“È indecente che ci sia un partito come la Lega che chiede di non audire, in seduta congiunta della I e II commissione sul decreto sicurezza bis, le Ong, in particolare la Sea Watch. Le velleità autoritarie della Lega sono incompatibili con l’autonomia dei singoli deputati che hanno fatto la proposta e con i presidenti delle Commissioni. I leghisti, invece di parlare a vuoto, faranno bene ad ascoltare chi ha qualcosa da dire”.

Lo dichiara Gennaro Migliore, capogruppo del Partito Democratico in Commissioni Affari Costituzionali alla Camera.

26/06/2019 - 19:08

“In questi mesi il susseguirsi di atti in un’escalation da parte di Casapound, un’organizzazione che si richiama esplicitamente al fascismo, costituisce il motivo per un intervento più radicale da parte delle autorità competenti e del ministero dell’Interno, a partire dallo sgombero di spazi abusivamente occupati, che gravano per parecchi milioni di euro sulle casse pubbliche, fino ad arrivare allo scioglimento della stessa organizzazione”
È quanto ha chiesto Gennaro Migliore, capogruppo del Partito Democratico in Commissione Affari Costituzionali della Camera dei deputati, in un’interrogazione al ministro dell’Interno illustrata oggi in Commissione
“L’aggressione ai danni di 4 ragazzi del cinema America è stata seguita da un altro atto intimidatorio nei confronti di un’altra esponente del collettivo. Sono state aggressioni di stampo politico – spiega il deputato Dem - come confermato dall’attività investigativa delle forze dell’ordine che hanno individuato tempestivamente, e con un lavoro qualificato, i soggetti aggressori come parte di Casapound. Oltre all’attività repressiva è arrivato il momento di mettere fine a simili comportamenti che minano la sicurezza delle persone. Piuttosto che riferirsi ai singoli episodi il ministero dell’Interno dovrebbe intervenire per mettere fuori dal contesto civile queste organizzazioni. Ora deve essere dato un segnale chiaro e netto – conclude Migliore - perché il fascismo è un crimine e non un’opinione politica”.

31/05/2019 - 13:30

“L’annuncio della chiusura del sito Whirlpool di Napoli, che mette a rischio 430 lavoratori e le loro famiglie, costituisce un atto gravissimo da parte della proprietà, che si era impegnata ad affrontare con nuovi investimenti il piano di sviluppo e di rilancio dell’azienda su tutto il territorio nazionale. Intervenga immediatamente il governo e il ministro di Maio per evitare che l’ennesimo abuso nei confronti di lavoratori, che hanno sempre garantito il massimo della produttività, porti alla chiusura di uno dei siti industriali più importanti del Mezzogiorno”

Così il deputato napoletano Gennaro Migliore, capogruppo del Partito Democratico in Commissione Affari Costituzionali alla Camera, commenta l'annuncio della chiusura dello stabilimento Whirlpool di Napoli

16/05/2019 - 16:31

“Quanti sono stati esattamente i voli utilizzati dall’inizio del suo mandato dal ministro dell’Interno e quanto sono costati ai contribuenti italiani?”. Lo chiedono i deputati del Partito democratico Raffaella Paita, Emanuele Fiano e Gennaro Migliore, con un’interrogazione al presidente del Consiglio.

“La Procura della Corte dei Conti del Lazio – spiegano – avrebbe aperto un’inchiesta sul frequente ricorso da parte del ministro dell’Interno di un velivolo in dotazione della Polizia di Stato, il P-180 denominato anche ‘La Ferrari dei cieli’, per poter partecipare a diverse iniziative nell'arco della giornata”.

“Gli spostamenti del Ministro con questi velivoli, per quanto leciti per ragioni di sicurezza si accompagnerebbero spesso a iniziative con profilo prettamente politico-elettorale”, concludono.

16/04/2019 - 13:15

Alle 16 conferenza stampa alla Camera con Delrio, Ceccanti, Migliore, Giorgis

I deputati del Pd hanno abbandonato i lavori della commissione Affari costituzionali alla Camera dove è in corso la discussione sulla legge costituzionale che riduce il numero dei parlamentari. “C’è un limite alla farsa, la maggioranza sta impedendo alle opposizioni di poter svolgere il proprio ruolo’ ha denunciato il democratico Stefano Ceccanti uscendo dalla commissione. 

10/04/2019 - 16:09

arantire il rispetto della legalità nonché quelle igienico sanitarie alle tante persone e famiglie regolari che vivono all’interno dell’Hotel House di Recanati”. Lo chiedono i deputati del Partito democratico Mario Morgoni, Gennaro Migliore, Ettore Rosato e Alessia Morani, con un’interrogazione al ministro dell’Interno.

“In questi giorni gli organi di informazione – ricordano - hanno dato conto dell’esultanza della Lega, in particolare del commissario regionale Marche Paolo Arrigoni, per l’approvazione del bilancio del condominio Hotel House, attribuendone il merito all’azione del ministro Salvini. In realtà, nelle sue varie visite, prima come esponente dell’opposizione e oggi come membro del governo, il ministro leghista si è limitato a evocare propagandisticamente la ruspa con il risultato di accrescere magari il proprio consenso elettorale ma non certo di contribuire a risolvere i gravi problemi di quella struttura. L’approvazione del bilancio è infatti merito esclusivo del nuovo, volenteroso amministratore di condominio Enzo Franchi e non c’entra dunque nulla con il ministro Salvini. Anche per quanto riguarda il ripristino della legalità gli interventi delle forze dell’ordine hanno avuto impulso negli anni 2015/2016, quelli del commissario Passerotti alla guida del Comune, e già venerdì 18 maggio 2018 (cioè prima dell’insediamento di Salvini) il nuovo questore di Macerata Antonio Pignataro, era sul posto nel corso di una operazione dedicata alla situazione dell’Hotel House. Infine, giova ricordare che sono in corso i lavori di riqualificazione dell’area circostante il complesso, lavori per un milione di euro finanziati dal governo Renzi per un progetto promosso dallo stesso commissario Passerotti per il Comune di Porto Recanati nell’ambito degli interventi previsti per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate dal Dpcm il 15 ottobre 2015”.

“Chiediamo dunque che il governo, d’ intesa con gli enti locali interessati, effettui una seria valutazione sulla soluzione più idonea per il futuro dello stabile, idonea comunque a garantire le condizioni minime di decoro e dignità per tutti coloro che hanno titolo a risiedervi. Altrimenti la ruspa non servirà altro che a rimuovere l’enorme quantità di propaganda che la Lega è capace di accumulare”, concludono.

22/03/2019 - 19:50

“Corrisponde al vero la notizia secondo cui il direttore del Dubbio Sansonetti sarebbe stato rimosso dalla sua carica dopo che il rifiuto del ministro della Giustizia Bonafede di concedere un’intervista al giornale?”. Lo chiedono i deputati del Partito democratico Alessia Morani e Gennaro Migliore con un’interrogazione al ministro della Giustizia.

“Apprendiamo da un articolo pubblicato dal Fatto Quotidiano – spiegano – che il direttore del Dubbio, quotidiano del Consiglio Nazionale Forense, organismo che rappresenta istituzionalmente gli avvocati italiani e che ha sede presso il Ministero della Giustizia, Piero Sansonetti, che del giornale fu anche fondatore nel 2016 per volontà del Presidente del CNF, Mascherin, sarebbe stato improvvisamente rimosso dalla sua carica. Sempre secondo quanto riportato dal Fatto Quotidiano, tale decisione sarebbe maturata dopo il rifiuto di Bonafede di rilasciare un’intervista al Dubbio, perché in disaccordo con la linea editoriale del giornale, considerata probabilmente troppo ostile al Governo, e perché ‘Il CNF ha bisogno di relazioni politico istituzionali che Sansonetti non poteva garantire’".

“Se le circostanze riportate dal Fatto corrispondessero a verità, saremmo davanti a un grave vulnus alle garanzie per la libertà e l’indipendenza della stampa, tutelate dalla nostra carta costituzionale, nei confronti del potere dell’esecutivo”, conclude.

26/02/2019 - 17:57

Incontro Gruppo Pd con comunità Rom e Sinti

In Italia aumentano molto i casi di discriminazione e razzismo, lo dicono tutti gli enti di ricerca, e le aggressioni verbali e fisiche riguardano in particolare persone di colore e sinti/Rom. Ogni giorno la cronaca ne riporta episodi più o meno gravi. A tutto questo va posto subito un freno. Il razzismo va frenato, prevenuto e poi represso. La legge deve essere uguale per tutti, l’Art. 3 della Costituzione deve essere sempre difeso, e quando si tratta di esaminare casi di criminalità bisogna comportarsi sempre con lo stesso metro di giudizio. Per questo oggi una nostra delegazione con il capogruppo Graziano Delrio, i deputati Emanuele Fiano e Gennaro Migliore ha testimoniato la vicinanza alla comunità Sinti e Rom che iniziato uno sciopero della fame contro la discriminazione nei loro confronti.

13/02/2019 - 14:52

“Esprimo la mia solidarietà per gli attacchi indegni che ha ricevuto il Garante per le Persone Detenute Mauro Palma”.
Così Gennaro Migliore, capogruppo del Partito Democratico in Commissione Affari Costituzionali alla Camera
“La solidarietà, sia alla persona sia all’istituto che rappresenta,  non deve essere solo un atto formale, ma - sottolinea- una presa di coscienza di un clima irrespirabile che si sta diffondendo nei confronti di chi svolge con passione e serietà una funzione essenziale per la tenuta democratica del nostro Paese”.
“Auspico - conclude - una rapida individuazione degli autori delle minacce e degli insulti sulla pagina Facebook del Sappe”.

04/02/2019 - 17:02

“L’autonomia differenziata, su cui il governo ha annunciato un decreto per il 15 febbraio, rischia di essere un disastro per il Sud, Abruzzo compreso”. Così Gennaro Migliore, capogruppo Dem in commissione Affari costituzionali, dove sta seguendo la discussione sul percorso legislativo scaturito dai referendum promossi in Lombardia e Veneto, lancia l’allarme in conferenza stampa all’Aquila, con la collega Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, e i candidati al Consiglio regionale Pierpaolo Pietrucci e Patrizia Masciovecchio.

“Sul decreto del governo - spiega Stefania Pezzopane - abbiamo un problema politico che riguarda beni e diritti fondamentali. Che farà il prossimo presidente della Giunta abruzzese quando si troverà a discutere l’autonomia differenziata? Ci vuole un presidente autonomo e autorevole come Legnini per difendere gli interessi dell’Abruzzo. E non abbiamo alcun bisogno di personaggi sbiaditi, succubi dei referenti nazionali e del governo Lega-M5s come Marsilio e Marcozzi. Ci vogliono consiglieri regionali finti o chi invece si batterà per la propria terra, come ha dimostrato di sapere fare Pietrucci?”.

“La richiesta di residuo fiscale sui territori - aggiunge Gennaro Migliore - è una baggianata. Ci sono aziende abruzzesi che pur essendo sul territorio hanno la sede al Nord, e quindi gli introiti delle tasse che pagano rimarrebbero là. C’è il pericolo concreto di un taglio di servizi che andrebbe a penalizzare le regioni del Mezzogiorno, Abruzzo compreso. Una cosa è parlare di competenze, come si è fatto inizialmente, un altro di soldi, perché i soldi servono a garantire i servizi, come la sanità e l’istruzione. Così si affossano le regioni del Sud e si affossa tutto il Paese”.

18/01/2019 - 14:24

“Il ministro Salvini intervenga per chiarire l’esatta dinamica di quanto accaduto a Empoli e che ha portato alla morte di un uomo di 32 anni durante un controllo di polizia”.

Lo chiede Gennaro Migliore, capogruppo del Partito Democratico in Commissione Affari Costituzionali della Camera, in una interrogazione al ministro dell’Interno.

“Questa notte Arafet Arfaoui è morto per un arresto cardiaco nel corso di un controllo di polizia in un money transfer, con le manette ai polsi e le gambe bloccate da una corda. Restiamo in attesa delle indagini degli organi inquirenti, ma - conclude Migliore - è necessario fare luce su quanto accaduto”

16/01/2019 - 15:57

Interrogazione al ministro dell’Interno

“Con la bomba alla pizzeria Sorbillo la criminalità ha voluto colpire quello che è ritenuto un simbolo di legalità e rinascita. È necessario che il ministro dell’Interno garantisca mezzi e uomini per ripristinare quanto prima la legalità e il pieno controllo del territorio a Napoli e provincia”.

Lo dichiara Gennaro Migliore, deputato napoletano del Partito Democratico, che, insieme a Emanuele Fiano, Piero De Luca, Paolo Siani e Raffaele Topo, ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno.

“Questa notte non solo sono stati causati danni per migliaia di euro, ma sono stati gettati nello sconcerto i residenti del centro storico di Napoli, spaventati e sotto shock a seguito dell’attentato compiuto verso la sede di un marchio famoso in tutto il mondo e che è già stato oggetto di aggressioni mafiose 5 anni fa”.

“La bomba fatta esplodere contro i locali della pizzeria Sorbillo – si legge nell’interrogazione - è solo l’ultimo di una serie di gravi attentati compiuti negli ultimi mesi nella provincia di Napoli, dei quali ben 8 contro attività commerciali nella sola città di Afragola, uno dei maggiori centri dell'entroterra napoletano, che testimoniano l’escalation di violenza contro imprenditori e cittadini e la necessità di un intervento forte e urgente dello Stato – conclude Migliore - per difendere e sostenere con convinzione e mezzi adeguati gli imprenditori onesti e tutti quei cittadini che quotidianamente si oppongono con il loro lavoro alla mafia e ai traffici illeciti in questi territori”.

Pagine