10/08/2020 - 17:27

L’Inps dica i nomi, no a gogna indiscriminata

“Nel decreto Agosto siamo pronti a intervenire con un emendamento che costringa alla restituzione chi ha percepito il bonus avendo già un reddito cospicuo, parlamentari e non solo”.

Lo dichiara Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

“Per i 'furbetti del Parlamento', i parlamentari che hanno chiesto e ottenuto i 600 euro di bonus destinati alle Partite Iva, l’Inps dica i nomi. Non si può consentire a nessuno di gettare Parlamento e parlamentari in questo verminaio. Al di là della legittimità o meno della loro richiesta, per nutrire la fiducia dei cittadini nell'amministrazione occorre il massimo della trasparenza. Chi ha sbagliato chieda scusa, restituisca il denaro percepito e si dimetta.

L'Inps non può non dire i nomi, e i presidenti delle camere si attivino per questa immediata necessità di trasparenza. I redditi ed i patrimoni dei parlamentari sono pubblici, la cosiddetta privacy non c’entra nulla. Noi siamo già tenuti a dichiarare ogni reddito percepito oltre l'indennità parlamentare. Non ci sto a questo assurdo gioco. Paghi chi ha sbagliato - conclude Pezzopane - e si tutelino Parlamento e parlamentari da una assurda gogna generalizzante”.

07/08/2020 - 15:03

“Le bollette del gas che stanno arrivando alle famiglie del cratere dopo ormai 4 anni di sospensione dei pagamenti delle utenze rappresentano una mazzata insostenibile. Sia perché siamo ben lontani da una situazione di normalità, con una ricostruzione ancora ai primi passi, sia per un’emergenza Covid che ha gelato i timidi germogli di ripresa che cominciavano ad affacciarsi. Oggi vedersi gravati di ulteriori oneri per migliaia di euro, tra l’altro dilazionabili in tempi molto stretti, e di altri in arrivo per Acqua ed energia elettrica getta nello sconforto e produce malessere in chi crede ancora in un futuro del proprio territorio e lotta nelle condizioni più difficili per questo obiettivo. Il governo deve intervenire tempestivamente per
mettere riparo a questa situazione garantendo una ulteriore sospensione e prevedendo il pagamento con dilazioni sufficientemente lunghe (almeno 5 anni) da non essere evidentemente insostenibili.
Prendiamo atto che la sottosegretaria Morani si è già attivata perché nel decreto agosto possa essere ricompresa
una misura risolutiva di tale incresciosa situazione. Ovviamente contiamo che nello stesso decreto trovino accoglimento le ulteriori misure già segnalate al decreto rilancio e da noi ritenute prioritarie e necessarie per garantire una prospettiva credibile al processo di ricostruzione (personale, misure economiche, eco sisma bonus)”. Lo dichiarano i deputati del Pd Stefania Pezzopane e Mario Morgoni Deputati, della Commissione Ambiente ed entrambi delle aree terremotate.

06/08/2020 - 14:22

“Chiediamo l’intervento di Governo e Regione per trovare una soluzione urgente al problema per cui le forti mareggiate spesso e volentieri erodono la costa adriatica distruggendo pezzi di spiaggia e costringendo gli operatori a rimuovere file di ombrelloni con conseguenti danni economici enormi”. Lo dichiara la deputata abruzzese del Pd, Stefania Pezzopane, che ha presentato una interrogazione ai ministri competenti.
“È urgente un intervento - prosegue Pezzopane - perché gli stessi balneari hanno lamentato un susseguirsi di passerelle politiche della destra in regione che poi però sono finite nel nulla, lasciando Alba Adriatica e la costa colpita in balia degli eventi. È necessario fare il punto della situazione e soprattutto fare cose concrete per proteggere la costa salvaguardando l’ambiente. Già il Covid ha colpito tanto questo settore turistico, ora questa indifferenza lascia di stucco. Mi appello anche ai ministri dell’Ambiente e dei Lavori pubblici, Costa e De Micheli, perché sollecitino la regione e sostengano utili azioni di salvaguardia della costa”.

05/08/2020 - 11:11

“Sergio Zavoli è stato un grande giornalista e scrittore ma per me è stato un grande amico che per 15 anni ho avuto l’onore di avere al mio fianco nella giuria del Premio L’Aquila di poesia, di cui sono presidente. Sergio era un grande uomo e anche un grande poeta. Sedeva accanto a me negli scranni del Senato; per 5 anni ho imparato da lui, maestro di democrazia, giornalismo e maestro di vita. Un uomo eccezionale, vigile, lucido, forte che durante le sedute d’Aula più violente, durante le bagarre, riusciva ad “isolarsi” e a scrivere poesie. Più di una volta mi faceva leggere poesie ed articoli in anteprima. Sento ancora ora l’emozione di questo privilegio. Grazie Sergio per quello che mi hai insegnato, porterò sempre questo ricordo con me”. Lo dichiara la deputata del Pd, Stefania Pezzopane.

04/08/2020 - 17:10

“Oggi si è tenuto un importante incontro a Palazzo Chigi per mettere a punto nei prossimi decreti le azioni più utili per le aree terremotate. La riunione ha messo al centro la necessità di inserire nel decreto Semplificazioni alcune norme tecniche per favorire ed accelerare la ricostruzione. Inoltre nel decreto di agosto abbiamo sollecitato il governo ad inserire le norme già presentate al decreto Rilancio e che in quel testo non furono inserite: innanzitutto la proroga del personale che opera nelle ricostruzioni, la proroga dell'emergenza nel Centro Italia, l’inserimento della norma del 5% per lo sviluppo economico del Centro Italia, la proroga della zona Franca Urbana, ZES, ed altro. Con i sottosegretari Castaldi e Morani, presenti all'incontro con il commissario Giovanni Legnini, continueremo a lavorare sulle norme da inserire per dare una risposta alle popolazioni di tutte le aree sottoposte a terremoti ed in ricostruzione, dal terremoto del 2009 a L'Aquila a quello in Emilia Romagna del 2012, Centro Italia 2016/17 ed i più recenti ad Ischia, in Molise e a Catania.”

31/07/2020 - 15:36

“L’Aquila è a ferro e fuoco. Da ieri mani criminali hanno procurato incendi ad Arischia, Collebrincioni, da un’ora circa anche un nuovo focolaio in altra zona a Pettino, sempre attorno all’abitato dell’Aquila. Centinaia di ettari di bosco distrutti dalle fiamme. E la Meloni che fa? Viene oggi a L’Aquila come se nulla fosse, indifferente al fatto che canadair, protezione civile, esercito e forze dell’ordine fossero da ore impegnate in una battaglia difficile contro il fuoco distruttivo. Mentre i boschi bruciavano, lei con Marsilio e Biondi in pompa magna davanti all’Emiciclo regionale è venuta a raccontare quanto siano bravi Biondi e Marsilio a spendere soldi, e ad avvisare la Lega di stare zitti e buoni che ora la leader è lei. Nel merito degli enunciati e della insulsa propaganda dell’azione amministrativa del presidente di Regione e del sindaco, ci torneremo nelle prossime ore. Ma ora mi interessa dire che quella di oggi è stata una inutile e cinica passerella fatta mentre L'Aquila brucia. In particolare il presidente della Regione e il sindaco, invece di autoincensarsi, sarebbero dovuti essere a fianco di chi sta cercando di spegnere i fuochi. Non solo, questo evento di stamattina dimostra il cinismo di Meloni Biondi e Marsilio, i quali di fronte ad una tragedia hanno preferito al buon operare la passerella pre elettorale. La guerra che Fratelli d’Italia sta facendo alla Lega si consuma ai danni di città e cittadini. E mentre L'Aquila brucia la Meloni si fa i selfie. Nel frattempo da stamattina sono al lavoro in contatto con Prefettura , VVFF e Protezione Civile perché di faccia ogni cosa per salvare L’Aquila dal fuoco. “

Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.
 

23/07/2020 - 15:10

“Domani e sabato saremo a Roccaraso, in Abruzzo, per gli Stati Generali. Obiettivo: rimettere al centro dell’agenda politica le aree interne e la montagna. Roccaraso, per due giorni, sarà capitale della Montagna italiana. Il governo e il ministro Francesco Boccia hanno scelto la nostra terra per questo importante appuntamento all’indomani del clamoroso risultato ottenuto sul Recovery Fund e in un momento cruciale per gli interventi da programmare nel Masterplan della ricostruzione post pandemia che andrà presentato in Ue ad ottobre. In quella sede saranno indicate tra le priorità le aree più svantaggiate del Paese, che sono però bacino di sostenibilità, di aria, acqua, risorse naturali integre e fonte di salute e benessere. In questo ultimo anno abbiamo aumentato le risorse per le Aree interne e la montagna, ma adesso bisogna capovolgere la piramide. Con la pandemia ci siamo resi ancor di più conto di quanto siano importanti questi territori, che per anni non sono stati rispettati e ai quali sono stati tagliati servizi sociali, sanitari, scuole, provocando spopolamento e concentrazione nelle aree urbane. Dobbiamo ridefinire i Lep e rispettare la Costituzione, il diritto alle pari opportunità e all’eguaglianza dei diritti. La montagna deve avere un Fondo nazionale dotato almeno di 100 milioni di euro l’anno. Oggi abbiamo 20 milioni, in diverse fonti di finanziamento e non servono nuove norme”.

Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

“Occorre armonizzare quanto esiste - aggiunge la deputata Dem abruzzese - e attuare la legge sui piccoli Comuni, il Codice forestale, la Strategia delle Green Communities e migliorare quella nazionale per le Aree interne aumentando i territori coinvolti.  Inoltre Anas, Rfi, Enel e gli altri operatori devono investire, e così anche le aziende dello Stato. Bisogna accelerare sul Piano banda ultralarga e scrivere un’Agenda digitale specifica per la Montagna. Puntare su una modernizzaazione del sistema degli Enti locali, ponendo le comunità al centro, con un’attenzione speciale sulle vulnerabilita, come quelle delle aree appenniniche colpite dal sisma che qui in Abruzzo ha devastato due volte in pochi anni, nel 2009 e nel 2016/17. Saranno due giorni importanti per il Paese e per l’intero Abruzzo. Grazie alla bella Roccaraso e al suo coraggioso sindaco, Francesco Di Donato, - conclude Stefania Pezzopane - che accoglieranno gli Stati generali della Montagna”.

22/07/2020 - 16:13

Dichiarazione On. Stefania Pezzopane, dell’ufficio di presidenza gruppo Pd Camera e componente la Commissione Ambiente e Territorio

 

“Si discute del Parco Regionale Sirente Velino e si parla di riduzione dei suoi confini, la regione ha assunto già una delibera in tal senso, ma nel frattempo il Parco è commissariato da anni, svuotato di risorse, senza un Piano del Parco e privo anche di quello   socio economico. Così non va. Ho sottoscritto convintamente la petizione online delle associazioni ambientaliste ed aderisco alla mobilitazione a tutela del Parco.  Il Parco Sirente Velino deve uscire dal commissariamento, vanno ripristinati gli organi democratici coinvolgendo sindaci, associazioni, competenze, vanno poi approvati il Piano del Parco e quello  Socio economico e vanno richiesti alla regione adeguati finanziamenti per il suo rilancio. Si trovano soldi per tutto in Regione, per fare cartoni animati ed ospitare il Napoli Calcio. Ma il Parco Sirente è invece abbandonato. Va previsto un piano straordinario di supporto per questi territori di Parco, peraltro ancora in piena crisi post terremoto. Nel Recovery Plan, ambiente ed aree protette, saranno protagonisti. Ed il Sirente Velino può starci a pieno titolo. Per un altro impegno con Anpi, in ricordo del compagno Mimmo Bafile, non potrò partecipare fisicamente, ma aderisco al sit-in delle associazioni. Il progetto APE-Appennino parco d’Europa nacque 25 anni fa ed il suo lancio avvenne a L’Aquila, promosso dalla Regione Abruzzo in cui rivestivo il ruolo di Assessore Regionale ai Parchi, da Legambiente e tanti altri. Quel progetto mantiene ancora integra la sua visione di futuro e rimane salda la sue strategia di conservazione della natura e di sviluppo territoriale sostenibile. Il nostro Appennino può conquistare attenzione europea, grazie ad una nuova centralità della montagna sollecitata dalla grave crisi climatica e grazie all’affermarsi di una nuova contemporaneità fatta di digitale, riscoperta dei borghi, filiere forestali e agroalimentari, desiderio di salute, di spazi ampi, di vita sana, nel segno della sostenibilità. Ripartiamo da grandi idee, e forse risolveremo anche quei contrasti nei territori che, se non gestiti, portano a soluzioni estreme, sbagliate,  che ci riportano indietro.”

21/07/2020 - 18:48

Dichiarazione on. Stefania Pezzopane, dell’ufficio di presidenza del gruppo Pd Camera

"La natalita' è al minimo storico, è certificata ogni giorno  dall'Istat, noi non siamo stati indifferenti. Finalmente un sogno coltivato per anni diventa realtà. Già da senatrice fui tra i presentatori di un apposito ddl a prima firma Lepri, poi di nuovo qui alla Camera. Se continuiamo di questo  passo chiuderanno  asili, scuole e servizi pubblici, mentre calano Pil e consumi e  le pensioni non potranno piu' essere garantite. Serve dunque una risposta, non piu' rinviabile, da parte dello Stato. L'assegno unico per i figli, che abbiamo votato oggi alla Camera, mettera' l'Italia alla pari delle maggiori nazioni europee, riconoscendo finalmente una misura robusta, semplice e universale a chi mette al mondo e cresce dei figli. Con questo provvedimento abbiamo raggiunto un  obiettivo storico. E l'Italia finalmente entra a far partr dei paesi piu' avanzati  in cui lo Stato sociale e' realmente al fianco delle famiglie con figli. Ora i genitori potranno contare su un sostegno economico certo. Bisogna contrastare la denatalita' e dare una risposta positiva a chi intende diventare genitori , e migliori garanzie alle mamme lavoratrici. L'Italia ha urgente bisogno di questa legge, sostenere le famiglie superando la logica dei bonus e prevedendo invece un sostegno forte  ed ordinario come quello approvato oggi. Con il nuovo assegno unico si superano  le 8 misure oggi in vigore per comprenderle in un unico assegno . Una bella pagina di vita parlamentare.”

21/07/2020 - 13:59

“Ricorderemo il 21 luglio 2020 come una giornata storica per l’Europa e per l’Italia. Il nostro Paese ha ottenuto 209 miliardi di euro tra fondo perduto e finanziamenti. Un risultato straordinario. Ecco cosa prevede il Recovery Fund: 750 miliardi di debito comune Ue; 390 miliardi di sussidi a fondo perduto; 360 miliardi di prestiti. Un pacchetto di misure che fino a qualche mese fa era inimmaginabile. Entriamo in un nuovo capitolo della storia dell’Unione. Non solo usciamo definitivamente dalle politiche economiche europee degli ultimi anni contraddistinte dalla parole austerità e rigore, ma tracciamo finalmente un nuovo percorso nel nome della solidarietà e della responsabilità comune. Diciamo grazie al presidente del Consiglio Conte, al ministro Amendola e al commissario Gentiloni. Ora impegniamoci per dimostrare a tutti i nostri partner europei di saper spendere presto e bene queste preziose risorse”.

Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

17/07/2020 - 14:36

“Con il decreto Semplificazione la ricostruzione dei territori colpiti dal sisma del Centro Italia può avere un importante impulso. Si recuperano alcuni emendamenti già proposti al Decreto rilancio. Questo può avvenire grazie alle deroghe urbanistiche valide ora per tutti i 138 comuni del cratere e non solo per quelli più danneggiati; per le nuove regole sulla certificazione di conformità urbanistica che renderà più semplice e rapido il lavoro dei tecnici dei Comuni. La ripresa dell'attività edilizia sostenuta per tutto il Paese ha poi qui un valore particolare se pensiamo in particolare cosa questo significhi per gli interventi ora possibili in modo più tempestivo per scuole e chiese. Per quanto riguarda invece le opere pubbliche complesse, è stato introdotto un indubbio vantaggio con l'estensione dei poteri in deroga al Commissario Straordinario. Inoltre è da sottolineare come sia di particolare interesse la norma che dà ai cittadini e alle imprese la possibilità di scegliere il percorso più semplice fra legislazione ordinaria e speciale nell'attività di ricostruzione. Novità importanti all’interno di un decreto che produce anche una semplificazione di procedure per l’edilizia pubblica in tutto il paese. Lavoreremo per rafforzare il decreto semplificazione nella discussione parlamentare. Inoltre ribadisco la necessità e l’ urgenza di recuperare nel nuovo scostamento di Bilancio anche gli emendamenti riguardanti la stabilizzazione e la proroga del personale della ricostruzione del terremoto 2009 e 2016/17 nonché le norme per il rilancio socio economico dei territori colpiti: 5% per sisma CentroItalia, zone franche urbane e super bonus terremoto. Certa che il governo manterrà gli impegni, mi appello al Presidente Conte affinché in questa fase convulsa ai terremotati dei diversi territori vengano date le giuste risposte, perché i ritardi della ricostruzione in tempi di pandemia sono insopportabili”. Lo dichiara la deputata democratica Stefania Pezzopane, responsabile dipartimento Ricostruzione del Pd.

15/07/2020 - 16:26

“E’ stato davvero un onore e un'emozione speciale presentare quest’oggi alla Camera, insieme agli organizzatori, il 36° Festival Tagliacozzo. Dopo tanto tempo, finalmente un rivedersi per un evento di straordinario valore. E oltre alla emozione, a loro va il mio plauso. La pandemia ha interrotto tante cose e la cultura ha subito un grave contraccolpo. Non hanno mai mollato e si sono presentati oggi con un programma di straordinaria forza. Da Stefano Bollani a Vinicio Capossela, Nina Zilli, Massimo Ranieri, Laura Morante, Alessio Boni, solo per citarne alcuni, a partire dal 2 agosto oltre  30 appuntamenti in 22 giorni divisi tra Musica, Teatro, Letteratura con ospiti di grande valore artistico. Tutti dobbiamo essere loro grati, sono stati bravissimi. Ringrazio lo straordinario Direttore artistico Jacopo Sipari, il Maestro Ettore Pellegrino ed il Sindaco Giovagnorio e l’Assessore Nanni di Tagliacozzo per la loro presenza oggi alla Camera e per il loro prezioso lavoro.  Il distanziamento sociale e le regole vanno osservate, ma questo non può mortificare la vita culturale. A loro dico: siete un grande esempio”.

Così Stefania Pezzopane, della presidenza del Gruppo Pd alla Camera, a margine dell'evento di presentazione.

14/07/2020 - 17:59

La parlamentare abruzzese del Pd, Stefania Pezzopane, ha presentato una interrogazione al ministro Patuanelli e scritto alla Direzione nazionale e regionale di Poste Italiane.
“Gli Uffici postali devono completare la riapertura dal lunedì al venerdì. E’ urgente e necessario colmare tutti i ritardi sin qui accumulati”.  Lo ha chiesto, attraverso  una interrogazione urgente  al ministro Stefano Patuanelli e alla Direzione nazionale e regionale di Poste italiane, la deputata del Pd Stefania Pezzopane. “Ho fatto presente a Poste Italiane , nella delicata  fase di emergenza - ha precisato Pezzopane in una nota- che occorre garantire i servizi a tutti i cittadini, mettendo in atto un ulteriore e più diffuso sforzo organizzativo e logistico.” Pezzopane ha inoltre evidenziato,  sia al ministro Patuanelli che alla direzione delle Poste, che “da più sindaci e Comuni sono giunte sollecitazioni per le riaperture e sappiamo quanto le Istituzioni locali già supportino da sempre Poste Italiane”.  Per Pezzopane “le riaperture sono necessarie e gli uffici postali devono tornare operativi e a pieno regime su tutto il territorio della provincia dell’Aquila e dell’intera Regione Abruzzo. La riapertura  degli uffici postali in diversi uffici – prosegue Pezzopane-   è stata possibile anche grazie all’adozione di idonee misure di sicurezza come, ad esempio, l’installazione di pannelli schermanti in plexiglass e il posizionamento di strisce di sicurezza che garantiscano il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro, nonché di accurate procedure di sanificazione delle sedi, e  adesso nulla   può giustificare la mancata riapertura”.

10/07/2020 - 17:51

“Riteniamo fondamentale per l’Abruzzo il completamento della Strada Statale che collega l'Aquila con Amatrice, e insieme al collega senatore Luciano D’Alfonso abbiamo avuto un proficuo colloquio con il sottosegretario al MiT Salvatore Margiotta, il quale si è dichiarato d’accordo”.

Così Stefania Pezzopane, della presidenza del Gruppo Pd alla Camera, a margine dell'iniziativa tenuta a Pescara da Base riformista sul tema delle infrastrutture.

“Su questa importante arteria statale - prosegue l'esponente dem - abbiamo lavorato in questi anni in maniera incessante, riuscendo a programmare il terzo ed il quarto lotto. Ora dobbiamo completarla ed è necessario che governo e regione si adoperino. Con il sottosegretario ho approfondito la questione e presto terremo un incontro a L'Aquila. Va fatto un lavoro tutti insieme, istituzioni ed Anas. Al sottosegretario ho consegnato una nota specifica. Per noi è una priorità e continueremo a lavorare fino al risultato. Ho avuto l'onore di inaugurare l’ultimo lotto da Presidente della Provincia - conclude Pezzopane - poi con Pierpaolo Pietrucci abbiamo lavorato per finanziare il lotto ulteriore, ora dobbiamo programmare il completamento”.

06/07/2020 - 17:23

“La mancata approvazione delle modifiche volute dalla maggioranza è dovuta a semplici motivi tecnici legati all’anticipazione della chiusura dei lavori della commissione Bilancio, anticipazione voluta tra l'altro dalle opposizioni, con la conseguente mancata  bollinatura della Ragioneria generale dello Stato per mancanza di tempo. Ma la sostanza politica non cambia, il completamento della ricostruzione nei territori colpiti dal sisma del 2009 e del 2016-2017 è una priorità assoluta per il Partito democratico, è per noi una questione nazionale”.

Lo dichiarano in una nota Graziano Delrio, capogruppo Pd alla Camera, e Stefania Pezzopane, della presidenza del Gruppo.

“Con il decreto Sisma di novembre, infatti, abbiamo innovato profondamente il quadro normativo, il che ha consentito al commissario per la ricostruzione Giovanni Legnini di poter emanare ordinanze ad hoc di forte semplificazione. Gli emendamenti presentati dal Pd e dalla maggioranza al decreto Rilancio vanno esattamente nella direzione di completare questo quadro. Vogliamo ricordare le nostre priorità: proroghe e stabilizzazione del personale; ulteriore semplificazione delle procedure; rilancio socio economico con la zona franca urbana ed il fondo del 5% per il rilancio socio economico, il sisma bonus rafforzato. Abbiamo chiesto con forza al governo, che già  nei decreti in corso d'opera, primi tra tutti il decreto Semplificazioni e lo scostamento di bilancio, inserisca subito gli emendamenti più importanti ed urgenti”.

Pagine