05/07/2020 - 10:44

Grazie a emendamento Pd. Stati generali della montagna a Roccaraso.

“Nel decreto  Rilancio, approvato un altro emendamento importate per le aree interne. La nuova strategia è davvero partita e a fine luglio a Roccaraso in Abruzzo si terranno gli Stati generali della Montagna  promossi dal Governo. Il Fondo per il sostegno alle popolazioni e alle imprese residenti nei comuni svantaggiati delle aree interne italiane viene incrementato di 30 milioni. È stato infatti approvato l'emendamento presentato dal Partito Democratico in commissione Bilancio, a prima firma Enrico Borghi,  consigliere del governo per la montagna.  Grazie a questo ulteriore intervento, viene portata complessivamente a 90 milioni la dotazione del Fondo per sostenere iniziative di enti pubblici e imprese finalizzate a contrastare lo spopolamento, la deprivazione sociale e l'invecchiamento dei comuni piu' emarginati d'Italia. L'emendamento Pd, oltre ad incrementare il fondo, stabilisce che sara' un decreto del Presidente del Consiglio, su proposta del Ministro del Sud e della Coesione Territoriale, ad emanare le norme per la ripartizione delle risorse. Gli interventi che potranno godere del sostegno finanziario saranno l'adeguamento di immobili da concedere in comodato d'uso gratuito per l'apertura di attivita' commerciali, artigianali o professionali; l'avvio di attivita' commerciali, artigianali ed agricole; la concessione di contributi per il trasferimento della residenza e dimora abituale nei comuni delle aree interne (il cosiddetto "incentivo insediamento").  Il testo di legge, inoltre, dispone la possibilita' nei Comuni svantaggiati delle aree interne di concedere alle persone fisiche immobili pubblici in comodato d'uso gratuito, da adibire ad abitazione principale, nonche' la concessione in uso gratuito di locali appartenenti al patrimonio pubblico, al fine di esercitare ogni forma di lavoro agile, con oneri manutenzione a carico dei concessionari. E’ un ulteriore potenziamento della strategia a sostegno delle aree interne, perche' l'emergenza COVID19 ci dice che ci sono tantissimi Italiani che in presenza di servizi e di pari dignita' sarebbero pronti a ripopolare questi paesi, contribuendo in tal senso ad un equilibrio ambientale, demografico e democratico del Paese. Intendiamo dare seguito alle previsioni della legge nazionale sui piccoli comuni che abbiamo voluto nella scorsa legislatura. Il governo e la maggioranza si predispongono agli Stati Generali della Montagna previsti per fine luglio a Roccaraso, nel miglior modo possibile.” Così la deputata democratica Stefania Pezzopane su emendamento al Decreto Rilancio che stanzia altri 30 milioni per le aree interne e porta a 90 milioni il Fondo a supporto della strategia di valorizzazioni dei territori interni e montani.

04/07/2020 - 12:31

“Grazie ad un  emendamento, anche da me firmato e poi riformulato dal governo, sarà possibile per tutti i comuni rientranti nelle zone rosse istituite con provvedimento non solo nazionale, ma anche regionale, di accedere ad un fondo di solidarieta' appositamente istituito, qualora la chiusura sia durata almeno 15 giorni, nonche' a tutti gli altri comuni particolarmente colpiti da un punto di vista sanitario. Questo consentira', tra l'altro, con un prossimo Decreto del Ministero dell'interno, di estendere anche alle zone rosse in Abruzzo , la possibilita' di beneficiare delle nuove risorse del fondo dedicato all'emergenza Coronavirus. Una misura giusta per la sensibilita' e l'attenzione riscontrata dalla maggioranza e dal governo.  Era una modifica necessaria per assicurare pari livelli di tutele e sostegno a tutte le aree d'Italia provate duramente dalla pandemia, cosi' da non lasciare soli i territori del Paese”.

Lo dichiara la deputata democratica Stefania Pezzopane, della presidenza del Gruppo 

03/07/2020 - 17:45

“Siamo molto soddisfatti per il grande lavoro svolto in commissione sul decreto Rilancio. Gli emendamenti approvati vanno nella giusta direzione, e su questo il Partito democratico ha portato avanti una battaglia decisiva. Aver inserito le seconde case, gli impianti sportivi, il terzo settore è un segno importante. Il sisma bonus, le misure per favorire l'efficientamento energetico, gli incentivi al fotovoltaico e alle colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici, la cura e l'attenzione per prevenire i danni ambientali e favorire il risparmio energetico, e certamente non ultimo la possibilità per l'Italia di dotarsi di un grande piano strategico antisismico, sono tutti risultati di una straordinaria importanza, che i cittadini italiani aspettavano da anni”.

Lo dichiara Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

“Queste sono misure, inoltre, che aiutano le imprese in questa fase di difficoltà e aiutano l’Italia ad essere un Paese più sostenibile, più attento all'ambiente e alle sue risorse. Anche così si prevengono le catastrofi naturali. Infine - conclude Pezzopane - una personale soddisfazione nel vedere che gli emendamenti presentati con il collega Borghi sono stati in gran parte accolti e inseriti nella nuova riformulazione. Vuol dire che il lavoro fatto è diventato patrimonio di tutti, e di questo siamo molto soddisfatti”.

01/07/2020 - 16:08

Approvato in  Commissione Bilancio emendamento riformulato

Dichiarazione on. Stefania Pezzopane, deputata Pd

Durante l'esame del Decreto Rilancio avevo presentato un sub-emendamento che rendeva validi fino al 31 ottobre 2020 anche i documenti unici di regolarità contributiva in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020. Il Decreto limita la validità di questi documenti essenziali per l'accesso al credito e per ricevere pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione al 15 giugno, ostacolando di fatto le imprese in un momento in cui hanno estremo bisogno di supporto, anche in termini di semplificazione e sburocratizzazione. Apprendo con soddisfazione la notizia che la Commissione ha approvato un emendamento riformulato dai colleghi Donno e Faro del Movimento 5 Stelle che recepisce la mia proposta. Ancora una prova di come il Parlamento sia sensibile alle istanze delle imprese e fornisca risposte concrete in piena collaborazione con il Governo. E' quanto mai urgente, in questo momento, semplificare le procedure a sostegno del tessuto produttivo del Paese.

26/06/2020 - 12:47

“Ecco una notizia importante per le aziende del cratere del sisma 2009. Nel Decreto Rilancio all’esame della Commissione Bilancio della Camera è stato presentato dal relatori del provvedimento un emendamento da me sollecitato, su richiesta delle categorie imprenditoriali e delle forze sociali e condiviso dal ministro Vincenzo Amendola, che dà un ulteriore tempo, fino al 31 luglio, per predisporre la documentazione necessaria a ottenere l’abbattimento al 40% delle tasse sospese nel post terremoto 2009. La richiesta delle categorie è giunta quando ormai erano scaduti i margini per presentare emendamenti e, quindi, l’unico modo era ricorrere alla disponibilità dei relatori. Disponibilità che ho subito ottenuto e ora l’emendamento verrà approvato direttamente in commissione. L’abbattimento al 40% delle tasse sospese è un risultato storico, un esito positivo di cui sono davvero orgogliosa, per il quale ci siamo battuti da 10 anni e che abbiamo ottenuto grazie a una serrata trattativa guidata dal ministro Amendola con la Commissione Europea e con l’apporto delle forze sociali e categorie. Ma subito dopo aver ottenuto il risultato, la diffusione della pandemia ha messo in difficoltà le aziende e i professionisti nel predisporre le pratiche di documentazione. Segnalato il problema, lo abbiamo prontamente risolto con la presentazione di questo apposito emendamento. Prosegue dunque il lavoro per dare certezze e futuro al nostro territorio. Ringrazio gli operatori economici per lo sforzo grande che stanno facendo in questo difficile momento”.

Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, commentando la presentazione da parte dei relatori in Commissione Bilancio dell’emendamento per prorogare la presentazione delle certificazioni sui danni subiti dalle aziende del cratere 2009 nel post terremoto.
 

18/06/2020 - 12:40

“Per i familiari delle vittime e dei superstiti del disastro di Rigopiano del 18 gennaio 2017 ho appreso dal Comitato Vittime di Rigopiano che sono ancora bloccati i fondi già stanziati di 10 milioni di euro a titolo di elargizione per tutti coloro che nel disastro di Rigopiano hanno riportato lesioni gravi o gravissime. A seguito di tale stanziamento si è proceduto, in ossequio alla previsione di cui all’art. 4 bis D.L. 135/2018, alla formazione di una apposita Commissione costituita dai Sindaci dei Comuni interessati di modo che questa potesse procedere, d’intesa con la Presidenza, alla individuazione dei soggetti beneficiari della predetta elargizione. Ad oggi pero’ ancora non è giunta alcuna comunicazione alla Presidenza del Consiglio. Si tratta di fondi già stanziati ed è urgentissimo che vengano distribuiti fra le famiglie delle vittime che sono in grandissime difficoltà economiche acuite dall’emergenza Coronavirus. Ci sono famiglie che attendono nel silenzio e nel rispetto delle Istituzioni da più di tre anni un aiuto da parte dello Stato; ad oggi, tuttavia, non è più possibile procrastinare: c’è l’assoluta necessità che i predetti fondi vengano distribuiti e pertanto con la presente formalmente si sollecita ad una celere distribuzione dei fondi tra gli aventi diritto. Chiediamo pertanto di dare immediato adempimento alla norma succitata. Sto anche lavorando sulla mia proposta di legge per dare risposte alle famiglie delle vittime dei terremoti 2009 e 2016 che ancora non sono riconosciute, sarebbe opportuno dare una svolta a questa vicenda così triste e drammatica ancora senza un riconoscimento dello Stato”. Lo dichiara la deputata del Pd, Stefania Pezzopane.

16/06/2020 - 18:08

Il ministro Speranza intervenga

“Ritengo doveroso che il ministro della Salute, per quanto di sua competenza, intervenga presso la regione Abruzzo per chiarire il motivo della mancata indagine epidemiologica sugli operatori sanitari. Per far luce su questa mancanza ho quindi presentato un'interrogazione scritta”.

Lo dichiara Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

“Viviamo una fase molto delicata di ripartenza, tutti ci stiamo abituando alle nuove regole per scongiurare una nuova ondata di covid-19. Bene dunque che nella ASL1 della regione Abruzzo tutti i pazienti che entrano negli ospedali vengano sottoposti ad esami strumentali per escludere l’esposizione al covid-19, a maggior ragione però - prosegue l'esponente dem - stupisce il mancato controllo sugli operatori sanitari”.

“Federspecializzandi e FIMMG, dopo aver denunciato tale gestione superficiale, si sono messi a disposizione per effettuare in autonomia tamponi e test sierologici ma nessuna risposta è arrivata dalla ASL 1 Abruzzo. Un silenzio inaccettabile - conclude Pezzopane - che espone a un pericolo molto grave pazienti ed operatori”.

13/06/2020 - 15:47

“Ci troviamo di fronte alla necessità di affrontare una doppia ricostruzione: quella per i danni provocati dal terremoto e quella per i problemi economici e sociali della pandemia. I territori colpiti dal sisma non vanno lasciati soli. Devono stare a pieno titolo nel cosiddetto Recovery Plan. Il Decreto Rilancio deve essere essere l’inizio, una prima parte, del più complessivo Recovery Plan per l’Italia. Ecco alcuni degli emendamenti più importanti che abbiamo presentato, a cominciare da quelli sulla proroga e la stabilizzazione dei lavoratori precari della ricostruzione 2009. Questo tema va messo nero su bianco e va iniziata un’istruttoria concreta. Dopo 11 anni, acquisiti i requisiti della legge Madia, il tema va affrontato e risolto definitivamente. Per questo ho incontrato la Cgil e i lavoratori ed ho assunto un preciso impegno, tra decreto rilancio e decreto semplificazione il problema deve trovare soluzione. Un altro emendamento si occupa della proroga della zona franca urbana dell’area del terremoto del 2016/2017. Un altro prevede un super ‘superbonus’ che consente di poter creare uno strumento equivalente al contributo sulla ricostruzione privata, ma attraverso uno strumento più rapido sulla parte autorizzata dagli uffici. Poi c’è quello che istituisce un fondo permanente per il rilancio socio economico del cratere 2016/17, garantendo ogni anno il 5% dei fondi della ricostruzione pubblica per interventi socio economici. Ho inoltre sottoscritto con altri colleghi emendamenti su scuole paritarie, seconde case e rafforzamento super bonus eco e sisma, sull’aumento degli specializzandi in medicina, sul raddoppio del contributo alle scuole paritarie e sugli interventi per le piccole emittenti e le imprese del Sud. Chiedo al governo la massima attenzione su questi temi delle aree terremotate. Nessuno territorio deve rimanere indietro”.

Così la deputata Stefania Pezzopane, da pochi giorni capo dipartimento Aree terremotate del Pd, questa mattina in conferenza stampa a L’Aquila nella sede dem insieme alla segretaria, Emanuela Di Giovambattista, per presentare il pacchetto di emendamenti rivolti alle zone colpite dal sisma.

12/06/2020 - 14:50

“La categoria dei bagnini, pur essendo lavoratori stagionali a tutti gli effetti si troverebbe in una situazione drammatica, essendo esclusa finora dalle misure messe in campo dal governo, in particolare per quanto riguarda l’accesso ai cosiddetti bonus stagionali. Da contatti con le organizzazioni sindacali e con singoli operatori e da un incontro con la Filcams Cgil Teramo si apprende che finora non c’è stata nessuna indennità per i circa 200 bagnini della costa teramana, pur essendo lavoratori stagionali a tutti gli effetti. Il ministero ha rivisto già i codici ed ha riammesso delle categorie prima escluse. Ho scritto alla ministra del Lavoro e delle Politiche sociali Nunzia Catalfo ed ho presentato una interrogazione per sollecitare una rapida soluzione. Quali azioni intende intraprendere il governo per sanare questa situazione includendo nell’accesso al bonus questi lavoratori che hanno una caratterizzazione inequivocabile di stagionalità? E cosa intende fare per assicurare,  alla ripresa della stagione estiva, la presenza della figura del bagnino vista l’importanza del loro ruolo per la tutela e la sicurezza di chi vive le spiagge durante l’estate?” Lo scrive in una nota la deputata dem Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

“Le cooperative di cui sono dipendenti - sottolinea la deputata dem - non hanno i settori ateco di riferimento previsti dalla circolare Inps 49, la circolare che definiva quali lavoratori avevano il diritto di percepire il ‘bonus stagionali’. Si è dunque creata una situazione paradossale che mette in crisi lavoratori che devono affrontare una stagione anomala tra incertezze e responsabilità raddoppiate, non avendo ancora una data di inizio per la stagione.”

11/06/2020 - 11:18

“Voglio ringraziare il Segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti e tutti il gruppo dirigente nazionale per la nomina a responsabile del Dipartimento per le Aree terremotate. Grazie per la fiducia e garantisco fin da ora il massimo impegno a servizio del Partito e del Paese. Con questa nomina cogliamo l’occasione per dare un messaggio importante alle zone colpite dal sisma, perché un Partito che sceglie appositamente di creare un Dipartimento ad hoc e di seguire, con una sua responsabile, le fasi di ricostruzione per gli eventi sismici dell’Aquila del 2009, dell’Emilia e del Centro Italia, di Ischia, Catania a cui adesso si aggiunge la fase post coronavirus, ci costringe ad un’azione decisa per accelerare il ritorno alla normalità.” Lo dichiara la deputata dem  Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

“In tal senso - sottolinea la deputata dem - l’iter di conversione in legge sia per il Dl rilancio che per il Dl Semplificazione, sarà oggetto, anche in virtù del nuovo ruolo, di una specifica azione parlamentare, di concerto con gli altri colleghi eletti nelle zone colpite dai terremoti, e con tutto il gruppo parlamentare e la maggioranza per introdurre nuove necessarie norme. Il messaggio al governo e all’Italia è chiaro, per il Partito Democratico la ricostruzione è una priorità nazionale.”

09/06/2020 - 17:30

“Ringrazio il ministro Provenzano e il governo per questa importante iniziativa che giunge al termine di un lungo percorso che ha visto questo territorio protagonista e l’Abruzzo in prima fila. La Zes per la Regione Abruzzo rappresenta una grande opportunità per lo sviluppo del territorio regionale e per il rilancio di tutta l’economia locale e del tessuto produttivo, danneggiati dal blocco improvviso causato dall’emergenza Coronavirus. Con l’istituzione della Zes si avrà la possibilità di accedere a regimi fiscali agevolati che permetteranno la ripartenza economica delle nostre aziende e del nostro territorio”. Lo dichiara la deputata abruzzese del Pd, Stefania Pezzopane, a proposito dell’approvazione odierna del decreto istitutivo della Zes per la Regione Abruzzo da parte del ministro Provenzano. “Il rafforzamento del sistema portuale sarà utile a tutto l’Abruzzo, e le zone interne saranno cerniera fra i due mari e tra le aree portuali di Ancona e Civitavecchia. Dobbiamo lavorare molto ora e non perdere tempo. Un disegno preciso, che guardi all’intero Abruzzo, ecco cosa ci serve. Con un progetto coraggioso che non giri le spalle alle aree interne ma che vada a rafforzare le direttrici e i collegamenti con la capitale”.

09/06/2020 - 15:04

“La misura adesso è davvero colma. La maggioranza di centrodestra che governa la Regione Abruzzo deve informare i cittadini sulla tempistica per la riapertura di tutte le funzioni dei presidi sanitari di Pescina e Tagliacozzo e dei relativi Punti di Primo Soccorso, ancora tutt'oggi sospesi dall'inizio dell'emergenza.” È questa la domanda principale dell’interrogazione parlamentare che Stefania Pezzopane, deputata abruzzese, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera intende porre al ministro della Saluta Roberto Speranza.

“I presidi ospedalieri - prosegue la deputata dem - sono chiusi da tre mesi e della questione se ne stanno occupando anche i sindaci ed i gruppi di opposizione in consiglio regionale. Sono state raccolte anche migliaia di firme. Stiamo parlando di zone interne e di montagna, con popolazione anziana e con mille bisogni quotidiani. La montagna di scuse e bugie che sta ricoprendo la verità sulla chiusura di Pescina e Tagliacozzo deve essere demolita. Non possiamo attendere oltre e faremo di tutto per ottenere la riapertura al più presto. Lo dobbiamo ai nostri cittadini stanchi ormai di una gestione sanitaria da dilettanti”.

“Chiederò al ministro Speranza - conclude Pezzopane - se il programma operativo per la gestione dell'emergenza è stato redatto dalla Regione Abruzzo e trasmesso al ministero della Salute. All'interno di tale programma quale ruolo avranno il Presidio di Avezzano, Pescina e Tagliacozzo. In che modo le strutture di Pescina e Tagliacozzo verranno interessate nella fase 2 per assicurare il celere smaltimento delle liste di attesa, alla luce delle riprogrammazioni disposte dalla fase uno e con quali tempistiche. Se la Regione intende disporre lo spostamento di alcuni reparti come lungodegenza e geriatria nelle strutture di Pescina e Tagliacozzo, con lo scopo decongestionare il carico di lavoro e al fine di assicurare ai pazienti No-COVID una maggiore sicurezza.”

06/06/2020 - 19:46

“Voglio esprimere tutta la mia, e la nostra, solidarietà a Emanuele Fiano, deputato prestigioso e infaticabile, ignobilmente ingiuriato. Ti siamo vicini, siamo con te in questa battaglia. Alla luce di questi rigurgiti antisemiti, desta sconcerto la manifestazione svolta oggi a Roma al Circo Massimo. Non è più accettabile autorizzare questi raduni neofascisti e para fascisti. I violenti vanno immediatamente individuati e puniti. A tutte le forze politiche, al mondo della cultura e ovviamente al Partito democratico da sempre in prima linea, lancio un appello per combattere tutti insieme questi linguaggi di odio, violenti. Non devono trovare più spazio nella nostra vita democratica”.

Lo dichiara Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

06/06/2020 - 13:21

“Siamo soddisfatti dell’approvazione del decreto Scuola, un provvedimento che permette di concludere quest’anno scolastico in maniera ordinata, nonostante le difficoltà di questi mesi, e di guardare alla riapertura del prossimo anno con rinnovata fiducia, grazie anche alle risorse e alle norme approvate oggi. Dobbiamo continuare su questa strada, continuare a lavorare affinché a settembre la campanella suoni per tutti gli studenti italiani”.

Lo dichiara Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

“Tutto il mondo della scuola, dagli studenti, ai docenti, al personale amministrativo ha dovuto affrontare molte difficoltà a causa di questa pandemia, e delle restrizioni che ne sono conseguite. Lo ha fatto con abnegazione e spirito di sacrificio. Vogliamo che tutto ciò si trasformi anche in un’occasione per immaginare strade nuove, per innovare e migliorare la scuola italiana, in una dialettica costante e virtuosa con tutte le sue componenti”.

“Senza dimenticare, però, che in alcune parti del Paese al disagio da Covid, si è aggiunto il disagio di avere scuole provvisorie, scuole in prefabbricato. Penso, ad esempio, alle zone terremotate, per le quali serve un’attenzione doppia, anche per garantire la riapertura a settembre. Serve una particolare accortezza nelle linee guida, nel rapporto docenti-alunni, nelle modalità con le quali garantire la sicurezza. Dobbiamo accelerare la ricostruzione - conclude Pezzopane - questa senza dubbio è la strada maestra”.

05/06/2020 - 17:29

Alla c. a. del Ministro della Giustizia

On. Avv. Alfonso BONAFEDE

Roma

Gentile signor Ministro,

siamo 32 deputate di diversi gruppi parlamentari e facciamo parte dell’Intergruppo per le Donne, i Diritti e le Pari opportunità, nato alla Camera per porre le questioni di genere al centro del dibattito politico-legislativo e per lavorare insieme su provvedimenti ed emendamenti a sostegno delle donne italiane.

Ciò che accade nel nostro paese – e che l’emergenza sanitaria ha acuito in maniera allarmante – dimostra ogni giorno di più quanto sia gravemente estesa la sottorappresentazione delle donne in ogni campo: le posizioni apicali continuano a essere appannaggio quasi esclusivo degli uomini, e non sono rappresentative dell’intera platea professionale di cui le donne fanno parte a pieno titolo.

A questo proposito, abbiamo da più parti raccolto preoccupazioni circa il persistere di un assetto sostanzialmente declinato al maschile anche nei luoghi dell’Autogoverno e nelle posizioni di vertice della Magistratura, malgrado essa sia composta per il 53,8 per cento da donne.

Sono in discussione in questo periodo proposte di riforma del sistema elettorale del Csm, e avremmo pertanto piacere di incontrarLa, signor Ministro, per capire quali prospettive di soluzione sono attualmente sul tavolo, che possano recuperare una non più sostenibile situazione di squilibrio nella rappresentanza di genere all’interno dell’organo di Autogoverno della Magistratura.

La ringraziamo per l'attenzione prestata alla nostra istanza.

Un saluto cordiale.

DEPUTATE

Laura BOLDRINI, Stefania PEZZOPANE, Stefania ASCARI, Enza BRUNO BOSSIO, Doriana SARLI, Vittoria CASA, Antonella PAPIRO, Flora FRATE, Vita MARTINCIGLIO, Susanna CENNI, Fabiola BOLOGNA, Elena CARNEVALI, Lucia ANNIBALI, Maria Teresa BALDINI, Paola DEIANA, Lucia CIAMPI, Nadia APRILE, Rosa Maria DI GIORGI, Debora SERRACCHIANI, Virginia VILLANI, Rossella MURONI, Angela SCHIRÒ, Giuseppina OCCHIONERO, Celeste D’ARRANDO, Rina DE LORENZO, Chiara GRIBAUDO, Elisa TRIPODI, Azzurra CANCELLERI, Veronica GIANNONE, Yana EHM, Lia QUARTAPELLE, Tiziana CIPRINI.

Pagine