12/02/2020 - 18:30

“Un abbraccio grande a Lucia. Sono indignata per il violento attacco contro di lei. Le siamo vicine e tutte unite ci dobbiamo battere per fermare questo linguaggio brutale, di odio e sessista. A Lucia la mia piena solidarietà”. Lo dichiara la deputata democratica Barbara Pollastrini, della presidenza del Gruppo.

05/12/2019 - 20:14

“Considero la decisione della Corte costituzionale in merito alle norme della Regione Lombardia restrittive della libertà di culto, una sentenza con un profondo senso costituzionale. La Corte, infatti, ha dichiarato lesivo del principio di libertà religiosa il divieto voluto dalla Regione Lombardia con la sua giunta di centrodestra. Eppure l’ex ministro dell’Interno persevera col suo linguaggio irricevibile, apostrofando la Corte come ‘Consulta islamica’. A chi strumentalizza il concetto di sicurezza per fini elettorali, segnalo che moschee costruite nelle regole aiutano la trasparenza, il dialogo, e la coesione. Capisco, però, che per Salvini i principi liberali siano meno di un dettaglio”.

Lo dichiara Barbara Pollastrini, della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

20/11/2019 - 18:45

“Dalla propaganda alla serietà, ecco quello che abbiamo pensato ascoltando l’intervento della ministra Lamorgese in commissione Affari costituzionali alla Camera. Il suo intervento ha segnato una vera e propria discontinuità, a partire dalla richiesta di dialogo, di ascolto e di equilibrio. Davvero un’altra lingua, così lontana dalla destra salviniana”.

Lo dichiara Barbara Pollastrini, della presidenza del gruppo Pd alla Camera, a margine dell’audizione in commissione.

“Penso che il suo stile possa aiutare soluzioni coraggiose e utili su molte delle questioni da affrontare – prosegue l’esponente dem - dal rafforzamento dei corridoi umanitari, alla regolarizzazione dei flussi, al superamento dei decreti sicurezza, al sostegno allo ius culturae, ai programmi di integrazione per donne, minori e migranti da sottrarre a sfruttamenti di ogni genere.  Anche così – conclude Pollastrini - si contrastano illegalità e criminalità, garantendo dignità e sicurezza”

18/07/2019 - 12:57

“Abbiamo lasciato nelle commissioni congiunte Affari costituzionali e Giustizia solo i capigruppo Pd Migliore e Bazoli per vigilare sull’andamento dei lavori ma abbiamo abbandonato con indignazione i lavori dopo 21 ore di discussione durante la quale nessuno dei nostri emendamenti è stato accolto, neppure quello che conteneva la richiesta di rafforzare ed estendere i corridori umanitari e quello di riconoscere tutele per i bambini e per i minori stranieri non accompagnati. A questo si sono aggiunti costanti e gravi strappi regolamentari per impedire alle opposizioni di svolgere serenamente il loro ruolo, culminati questa mattina con l’offesa rivolta all’on. Boldrini da parte del sottosegretario M5S Sibilia che non solo ha voltato le spalle all’ex presidente della Camera, ma ancora più irrispettoso ha detto che non avrebbe voluto ascoltare i suoi interventi. Nei fatti la presidenza ha eseguito costanti diktat dal ministro Salvini che ha voluto questo decreto come un abito tagliato su misura per se e il proprio potere e per umiliare i diritti umani riconosciuti dalla nostra costituzione e dalle carte sovranazionali”.

Lo ha detto la deputata della presidenza del gruppo Pd alla Camera, Barbara Pollastrini, dopo aver abbandonato i lavori delle commissioni.

06/08/2018 - 14:51

“Gli emendamenti presentati dal Partito democratico, oltre ad un alto contenuto simbolico, hanno un indirizzo concreto: si subordina la cessione delle motovedette a precise garanzie e alla richiesta alla Libia di sottoscrivere finalmente la Convenzione di Ginevra relativa allo statuto dei rifugiati. Precise garanzie sull’uso delle motovedette, sulla necessità che in quelle motovedette sia presente un osservatore internazionale, sull’estensione nei campi libici di presenze dell’Unhcr e dell’Oim. Oggi il Parlamento ha la responsabilità di decidere come praticare il memorandum costruito negli anni dai precedenti da esecutivi che hanno avuto la nostra stima. Se lo faranno con la rimozione della dignità di ogni essere umano, con una sorta di negazionismo dei diritti umani, allora non lo faranno in nostro nome!”.

Così la deputata Dem Barbara Pollastrini, intervenendo in Aula nel dibattito sul decreto legge per la cessione di motovedette alla Guardia costiera libica.