03/06/2020 - 18:30

“Sostenere, finanziare e promuovere l’intero settore sportivo dilettantistico  che rappresenta per il Partito Democratico  una straordinaria infrastruttura sociale per le nostre comunità”. E’ quanto si legge in una nota del gruppo del Pd alla Camera che attraverso i deputati Andrea Rossi, Luca Lotti e Patrizia Prestipino assieme ai loro colleghi delle commissioni Scuola e Cultura hanno presentato un pacchetto di emendamenti al Decreto Rilancio.
“Con l’introduzione di diverse norme, il decreto  ha posto una giusta e doverosa attenzione per far fronte all’emergenza – si legge nella nota del Pd -   a partire dai 600 euro per i lavoratori dello sport e dei contributi a fondo perduto sia per la sanificazione degli ambienti che per l’attività sportiva o il raddoppio dei fondi da 70 a 140 milioni per il bando sport e periferie." Tra le misure proposte, l’incremento di 100 milioni a favore delle associazioni e delle società  sportive dilettantistiche iscritte al registro del Coni, al fine di consentire a tali società  di beneficiare di una copertura pari al 100 per cento degli importi finanziati , sia in garanzia diretta che in riassicurazione. Il Pd ha proposto inoltre la revisione dei rapporti di concessione di impianti pubblici in scadenza al 31 luglio 2023, di estendere fino al 30 novembre 2020 la sospensione dei termini per il pagamento dei canoni di locazione e concessori e di incrementare, dagli attuali 13,2 milioni di euro, a 50 milioni di euro, l’importo destinato allo sport bonus con l’innalzamento del credito d’imposta dall’attuale 65 per cento all’80 per cento. Inoltre, sarà  consentita agli operatori dello sport dilettantistico di mantenere livelli di liquidità idonei a fronteggiare le difficoltà derivanti dalla chiusura degli impianti sportivi . Tra le altre proposte del Pd, anche quella di innalzare l'età dei ragazzi dai 18 ai 24 per la detrazione delle spese per l'attività sportiva per le famiglie.  E’ inoltre previsto l’introduzione del  credito d’imposta  per  le spese di sponsorizzazione delle associazioni e società sportive dilettantistiche, al fine di incentivare gli investimenti privati. . Il Partito democratico ha infine proposto di estendere alle associazioni e società sportive iscritte al registro del Coni i benefici fiscali concernenti  l’efficientamento energetico, l’adeguamento sismico e l’installazione di pannelli solari

15/05/2020 - 13:37

Dichiarazione dei deputati Pd commissione Cultura della Camera

Ezio Bosso è stato un grande artista e un grande esempio di umanità. Difficilmente dimenticheremo le straordinarie emozioni che ci ha regalato con la sua musica.
Ha continuato a suonare fino alla fine, pur prigioniero di una terribile malattia. La sua vita, non solo quella musicale, è per tutti noi esempio di come si può vivere intensamente nonostante le avversità.
I deputati del partito democratico della commissione Cultura della Camera Flavia Piccoli Nardelli, Rosa Maria Di Giorgi, Lucia Ciampi, Patrizia Prestipino, Andrea Rossi, Matteo Orfini.
 

13/05/2020 - 18:44

“Il lavoro svolto dal Governo finora per fronteggiare l’emergenza Coronavirus per il mondo dello sport è ottimo, ma c’è ancora molto da fare. Non dobbiamo dimenticare che lo sport è stato uno dei settori più penalizzati e che il mondo dello sport non è solo Seria A e Olimpiadi, ma è fatto di tante piccole realtà associative che hanno dei margini di profitto molto bassi poiché l’attività sportiva si svolge a prezzi stabiliti dagli enti locali. Per queste piccole realtà dobbiamo prevedere interventi più radicali e risolutivi. Per esempio andrebbero prorogate per almeno tre anni le concessioni per gli impianti sportivi in scadenza, anche quelli oltre il 30 luglio 2023, perché questa misura, a costo zero, da un lato garantirebbe il recupero graduale dei mancati incassi e l’ammortamento degli investimenti effettuati e programmati, dall’altro permetterebbe di rinegoziare i mutui in essere con le banche, credito sportivo in primis, con la conseguente riduzione dell’importo delle rate.

E ancora perché non equiparare le associazioni sportive alle micro e PMI? Penso al credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro. O alle agevolazioni sulle tariffe energetiche, di cui le società sportive non possono beneficiare. Ora il grande obiettivo è far ripartire insieme il mondo dello sport introducendo tutte quelle norme di cui il settore è carente e che l’ emergenza Covid ha messo in ginocchio. E per questo il Partito democratico è in prima linea sostenendo a pieno titolo l’operato del Governo e mi auguro come donna e non solo come rappresentante del Paese che riparta anche il campionato femminile”.

Lo detto intervenendo in Aula la deputata del Pd, Patrizia Prestipino, sulle parole del ministro dello Sport Spadafora.

16/04/2020 - 12:02

“Con le sue favole ha scaldato il cuore dei ragazzi. Con la sua penna magica quello di tanti adulti come me, che fino alla fine restavo incatenata alle sue parole. Uno straordinario cantastorie sospeso tra realtà e fantasia e sospinto da passioni e ideali forti. Ciao, Sepulveda”. Così su twitter la deputata del Pd, membro della commissione Cultura di Montecitorio, Patrizia Prestipino, professoressa di lettere, commenta la morte dello scrittore Luis Sepulveda.

15/04/2020 - 15:04

“Lo sport ha il potere di cambiare il mondo e di unire le persone, di ridarci la speranza, come diceva Nelson Mandela. Lo sport puo’ portare speranza dove una volta c’era solo disperazione. Ed eccoci qui tutti all’unanimità ad insistere su una legge olimpica come straordinaria occasione di ripartenza per il Paese, perché i grandi eventi sportivi hanno davvero un forte impatto socio-economico, valorizzano il territorio che li ospita, sono anche una strumento di rigenerazione urbana, l’occasione per investire in nuove infrastrutture e modernizzare quelle già esistenti. La costituzione della società in-house Milano-Cortina 2020-2026 persegue appunto questo fine, la realizzazione delle opere infrastrutturali per i Giochi 2026, che devono essere un volano di crescita e riqualificazione per i territori ospitanti. Milano-Cortina sarà davvero un binomio straordinario di sport e turismo. L’Italia sta dimostrando di essere un paese che non si arrende e che proprio dall’unità trova la sua forza. Lo Stato c’è e vuole aiutare tutti i settori più colpiti dalla crisi. Lo studio commissionato dalla presidenza del Consiglio dei ministri all’Università La Sapienza di Roma presentato un anno fa afferma che gli investimenti previsti ammontano a 346 milioni di euro, finanziati il 58 per cento dalle amministrazioni locali e il restante 42 dai privati. Dall’altro lato c’è poi l’indotto economico che i giochi olimpici genereranno pari a 5 miliardi e 600 milioni di euro, oltre che 22 mila posti di lavoro creati ad hoc per l’evento. Le Olimpiadi faranno crescere il nostro Pil. Queste cifre, pensate in un momento così di emergenza, sono una vera e propria boccata di ossigeno per il Paese.
A Torino gli Atp finals costituiscono l’evento che chiude l’anno tennistico. Torino sarà la 15esima città dal ‘70 che ospiterà l’evento e ci sarà un indotto economico di circa 600 milioni di euro in 5 anni, una spesa di circa 150-200 milioni. Ma le atp finals non sono solo una fonte di guadagno, ma un evento prestigioso per l’Italia.
E la Fit gestirà l’evento. Per questo nel 2020 sono stati destinati alla Fit 3 milioni di euro che ha il compito di gestire con la massima trasparenza, facendo un rapporto consuntivo ogni anno.
Milano-Cortina e le finals di Torino saranno una opportunità per rilanciare il turismo, una fonte di ricchezza che non si limiterà alle attività olimpiche, ma un aumento in termini di ricchezza immobiliare, commerciale, crescita occupazionale e valorizzazione del brand Italia”. Lo ha detto in Aula la deputata Pd, Patrizia Prestipino.

25/03/2020 - 16:40

“A causa del coronavirus il governo ha sospeso le attività scolastiche dal 5 marzo, e al momento non è possibile prevedere quando verranno riprese. Tutti gli insegnanti a cui mando, a nome del Partito democratico la nostra totale vicinanza, hanno dovuto far fronte all’emergenza sanitaria, chiamati a trovare un’alternativa alla didattica tradizionale, ad utilizzare strumenti tecnologici per garantire agli studenti la prosecuzione delle lezioni attraverso l’utilizzo di strumenti digitali, attraverso video lezioni, video interrogazioni. Al fine di assicurare a tutti gli studenti il diritto allo studio, abbiamo chiesto alla ministra Azzolina quali misure siano stati messi in campo per garantire anche agli studenti meno abbienti dispositivi digitali individuali per le lezioni a distanza”.

Lo dichiara Patrizia Prestipino, deputata Pd, intervenendo in Aula per il question time.

Nella replica, la deputata Piccoli Nardelli, capogruppo Pd in commissione Cultura, ha sottolineato come molti gruppi in Aula abbiano insistito sul tema della didattica, “perché siamo convinti che anche quando la situazione d’emergenza da coronavirus sarà superata anche la didattica tradizionale non sarà più la stessa. L’accelerazione che l’epidemia ha prodotto sulla didattica digitale è gigantesca, siamo tutti proiettati in una gara contro in tempo. L’intera comunità educante è impegnata in una sfida enorme. L’importante, lo voglio sottolineare, è che queste novità non aumentino ulteriormente un divario già esistente e che noi dobbiamo con tutti i nostri sforzi ridurre. E’ un processo che va seguito con attenzione e accompagnato”.

18/03/2020 - 17:54

“Chiediamo alla sindaca Raggi e al Prefetto la convocazione di un tavolo tecnico per continuare a garantire l’approviggionamento ai senzatetto che in questi giorni di quarantena sono stati totalmente abbandonati al loro destino. È un momento difficile per tutti ma mentre tutta la popolazione in quarantena può mangiare a qualsiasi ora, i senzatetto sono anche senza cibo. Ce lo chiedono loro e ce lo chiedono le onlus che hanno giustamente posto la questione alla nostra attenzione e sono disponibili a continuare il loro volontariato”. Lo scrivono in una nota congiunta i deputati romani del Pd, Patrizia Prestipino, Marianna Madia e Matteo Orfini e i Presidenti dei municipi del centrosinistra Sabrina Alfonsi, Francesca Del Bello, Amedeo Ciaccheri e Giovanni Caudo, indirizzata alla sindaca di Roma Virginia Raggi e al Prefetto di Roma Gerarda Pantalone.

 
17/03/2020 - 18:01

“Non mancano nel decreto Cura Italia i provvedimenti a tutela del mondo dello sport. E per questo rigraziamo tutto il Governo per il lavoro svolto”.

Lo dichiarano i deputati del Pd, Patrizia Prestipino e Andrea Rossi, i quali spiegano il provvedimento:

“Cassa integrazione in deroga per i lavoratori dipendenti del mondo dello sport; 600 € di indennità per autonomi e collaboratori, compresi anche i collaboratori delle società sportive e della associazioni dilettantistiche e degli enti di promozione sportiva, compresi anche coloro che restano sotto la soglia di 10mila euro l’anno. Sospensione dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per assicurazione obbligatoria fino al 30 aprile 2020. I versamenti sospesi sono effettuati senza applicazione di sanzioni e interessi in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020 o mediante rateizzazione (massimo 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di giugno 2020). Sospensioni dei canoni fino al 31 maggio 2020 di pagamenti di locazione e concessori relativi all’affidamento di impianti sportivi pubblici dello stato e degli enti territoriali per associazioni e società sportive professionistiche dilettantistiche. Norme concernenti misure di sostegno finanziario alle piccole e medie imprese colpite dall'epidemia di COVID-19 e il riconoscimento di un credito d'imposta per le spese di sanificazione degli ambienti di lavoro. Ulteriore misura che consentirà ai Comuni beneficiari dei finanziamenti per il piano "Sport e Periferie" a valere sui Fondi di Sviluppo e Coesione, di aumentare la quota di anticipazione dal 10% al 20%.

Un prima risposta importante a un settore vitale per la socialità e l'aggregazione delle nostre comunità, che dovrà vedere altri iniziative a partire dal prossimo decreto annunciato dal ministro Gualtieri per aprile”, concludono i deputati democratici.

16/03/2020 - 15:51

“In queste ore difficili per tutte le lavoratrici e i lavoratori, vogliamo sottolineare anche lo sforzo fatto a tutela e sostegno dell’associazionismo sportivo e dei suoi lavoratori. In accordo con i ministri Gualtieri e Spadafora, abbiamo chiesto che ci fossero misure di sostegno per le società e associazioni sportive, e un fondo ad hoc per i loro lavoratori, cococo e 133”.
Lo dichiarano in una nota le deputate Pd Lia Quartapelle, capogruppo in commissione Esteri, e Patrizia Prestipino. “Sono tantissimi gli istruttori e i tecnici sportivi, specie quelli senza altra fonte di reddito, che lavoravano ogni giorno nei centri sportivi e sui campi da gioco e che ora temono per il loro futuro. Nel decreto del governo a sostegno di imprese, lavoratori e famiglie, ci sono numerosi interventi a favore dell’associazionismo sportivo, sugli impianti pubblici, sui mutui contratti con il Credito Sportivo; e, per la prima volta, una misura a favore di tutti quei precari del mondo dello sport, quali istruttori, allenatori, collaboratori, che lavorano con e per le associazioni sportive. In sostanza, coloro che fino a ieri incontravamo nelle palestre, nelle piscine, sui campi da gioco e che, avendo un contratto di lavoro atipico, rischierebbero, in questo momento così drammatico per tutti, di essere esclusi da ogni forma di sostegno. Abbiamo lavorato in squadra - proseguono le esponenti del Pd - per trovare insieme al governo una soluzione adeguata per questi lavoratori, che sono il motore della pratica sportiva. Siamo e restiamo al fianco dello sport e di tutti gli sportivi, con misure concrete. Insieme ce la faremo ad uscire da questa difficilissima situazione”.

 

21/02/2020 - 13:51

“Giorgia Meloni in tema di fisco dovrebbe fare qualche ripasso e non esagerare con le sparate elettorali, se non vuole finire dietro la lavagna. Il governo ha infatti ridotto proprio quelle tasse che gli italiani avrebbero dovuto pagare per colpa della destra. Stop all’aumento dell’Iva, riduzione delle tasse per i lavoratori, via il superticket per la sanità, sono interventi che la leader di FdI non riesce a ricordare. Il ministro Gualtieri, insieme a tutto il governo, lavora per ridurre le tasse non a parole e per un fisco più equo che con la flat tax di Maurizio Leo avrebbe tolto ai più deboli per dare ai ricchi: una colossale ingiustizia”. Lo dichiara la deputata dem Patrizia Prestipino, che aggiunge: “Per non parlare dell’enorme disavanzo aggiuntivo, 1 miliardo e 200 milioni, lasciato a Roma dalla giunta Alemanno con cui gli uomini e le donne della Meloni andavano a braccetto. Non accettiamo certo lezioni da loro”.

12/02/2020 - 16:43

Post su Fb dell'on. Patrizia Prestipino, deputata Pd

Da deputata della commissione scuola, ma sopratutto da docente del Liceo Pascal di Pomezia, voglio esprimere la mia vicinanza alla comunità scolastica tutta, a cominciare dalla bravissima Preside Laura Virli, per la orribile scritta antisemita comparsa stamattina sul piazzale antistante la scuola.
Ogni atto di razzismo e antisemitismo  va condannato senza se e senza ma, soprattutto se si verifica in una agenzia educativa quale è la scuola, spiegando ai ragazzi la storia del 900, gli orrori della storia e il rispetto dei diritti di ogni individuo.
E bene ha fatto la Preside a reagire con forza e i nostri studenti a rispondere con messaggi chiari contro questo ignobile atto, compiuto come sempre nell’anonimato.  Ho insegnato 5 anni al Pascal e non ricordo una giornata della memoria che non sia stata celebrata con grande senso di comunità.
Come non posso scordare le lacrime di tanti miei alunni davanti a Sami Modiano che raccontava i particolari della Shoah, mostrando loro il tatuaggio della detenzione nel campo di concentramento.
Sono convinta che la mia scuola, come tutte le scuole che devono affrontare tali brutti momenti , saprà dare anche stavolta prova di unità, sensibilità e forza contro ogni aberrazione culturale e sociale di questo genere.

03/02/2020 - 18:58

“Mi associo alla richiesta delle Associazioni animaliste Animalisti Italiani – sede Roma, ENPA sezione di Roma, EARTH, LAV Roma, OIPA Roma, Lipu Roma, Io Libero Avcpp, ACL – Associazione Canili Lazio Onlus, Guardie Zoofile Ambientali Norsaa Roma, AmiCOniglio onlus e Pegasus, che hanno scritto alla Sindaca di Roma Virginia Raggi per chiedere la revoca dell’incarico al referente per la tutela del benessere e i diritti degli animali del Comune”. Lo scrive in una nota Patrizia Prestipino, deputata dem e responsabile dipartimento Difesa degli animali del Partito Democratico.

“In una lettera aperta indirizzata alla prima cittadina – prosegue Prestipino - le associazioni sostengono che l’attuale delegata non dialoghi con loro e, tra le altre cose screditi le Associazioni animaliste e i cittadini che le rappresentano. Il dialogo tra le istituzioni e i cittadini è alla base della civile convivenza soprattutto quando riguarda soggetti che nel tempo hanno dimostrato competenza e amore nella tutela degli animali. Ricordo, con una certa nostalgia, la diversa considerazione per gli animali sotto le giunte di Francesco Rutelli e Walter Veltroni, quando l’ufficio diritti degli animali funzionava bene e c’era attenzione per il benessere degli animali. Addirittura la Città di Roma rese patrimonio biologico i gatti.”

“L’attuale giunta – conclude Prestipino – non solo sembra disinteressata a qualsiasi cosa, ma si disinteressa anche di esseri senzienti come gli animali, in una città dove le famiglie ne ospitano centinaia di migliaia. La premura per i nostri animali deve essere massima, mi auguro davvero che Virginia Raggi sappia ascoltare e promuova un confronto tra le parti al più presto.”

03/02/2020 - 14:14

“I tentativi di Meloni, Leo e compagnia bella di cimentarsi con il tema delle tasse ha del grottesco. Gualtieri ha evitato l’aumento di 23 miliardi di Iva e avviato una consistente riduzione delle tasse sul lavoro permettendo concreti aumenti in busta paga per 16 milioni di lavoratori. Tutto ciò, fra l’altro, per rimediare a una situazione disastrosa lasciata proprio dal centrodestra”. Lo dichiara la deputata democratica Patrizia Prestipino.

“Gli esponenti di FdI – continua -  fanno veramente fatica a confrontarsi con la realtà. Anche per evitare questi scivoloni studiare la storia sarebbe di grande aiuto. Per esempio aiuterebbe a ricordare una delle stagioni peggiori per l’amministrazione romana, insieme a quella attuale della Raggi, quella di Alemanno. Proprio quando Leo spiccava con un ruolo di primo piano nella Giunta capitolina”.

15/01/2020 - 17:06

“Da insegnante di liceo sono letteralmente basita da quanto pubblicato sul sito di Leggo e rilanciato da Repubblica a proposito di una scuola romana che nella presentazione online delle varie sedi farebbe distinzione tra le classi sociali degli alunni che le frequentano. È sconcertante intanto perché la scuola è il luogo di inclusione per eccellenza, dove tutti sono uguali e nella mia esperienza personale di docente, laddove si riscontravano dei casi di gravi difficoltà economiche e sociali degli alunni, si provvedeva con molta discrezione e senza pubblicizzare la cosa a donare libri e materiali per studiare. Distinguere poi delle sedi di uno stesso istituto in base alle persone che potrebbero accedervi a seconda del ceto sociale fa riflettere sul tipo di insegnamento e utilità sociale dell’Istituto stesso. Ci auguriamo che l’Istituto rettifichi la notizia e dia una spiegazione quantomeno plausibile sull’accaduto, perché distinguo di questo genere, per giunta in un luogo di inclusione come la scuola, in un momento in cui la coesione sociale e il rispetto dell’altro sono sempre più spesso messi a rischio da episodi di razzismo e di violenza, fa rabbrividire le coscienze e cuori di chiunque abbia un cuore e una coscienza”. Lo dichiara la deputata del Pd, Patrizia Prestipino, membro della commissione Scuola e Istruzione di Montecitorio.

05/12/2019 - 15:46

“Nell’ennesima crisi emergenziale dei rifiuti a Roma la Sindaca Raggi, totalmente incapace di gestire qualunque situazione, ha nuovamente individuato Falcognana come insediamento di una discarica. Noi come PD del 9 Municipio diciamo no ad una nuova discarica a Falcognana. E ricordiamo all’on. Brunetta che abita nel villone di Castel di Leva proprio nel 9 municipio e quindi giustamente difende il suo territorio che quella discarica fu voluta dai suoi colleghi di centrodestra con l’allora presidente della Regione Lazio Storace e quindi invece di prendersela con il centrosinistra dovrebbe prima informarsi meglio”. Lo dichiara la deputata Pd, Patrizia Prestipino.

“La sottoscritta - prosegue Prestipino - fin da quando è stata presidente del 9 municipio ha condotto numerose battaglie per difendere i cittadini del territorio, a cui già troppo è stato chiesto e che da troppo tempo è stato trattato come discarica di rifiuti. Fummo noi del Pd i primi che iniziammo la raccolta porta a porta in via sperimentale proprio nel 9 municipio perché siamo sempre stati sostenitori di un’economia circolare e perché vogliamo tutelare i nostri concittadini e non solo la propria abitazione come l’on. Brunetta”.

Pagine