01/07/2020 - 19:49

Dall’Egitto abbiamo ricevuto: - oggetti non di Regeni spacciati come suoi; - una richiesta offensiva sulle sue attività di ricerca; - un rinvio (dopo 14 mesi!!!) sulle rogatorie. L’Italia non si faccia prendere in giro. Questa non è una “soddisfacente cooperazione giudiziaria”.

Così su Twitter la capogruppo democratica in commissione Esteri alla Camera Lia Quartapelle.

25/06/2020 - 18:42

“L’accettazione da parte degli USA della proposta dell'Alto rappresentante della politica estera della Ue, Josep Borrell, di creare un canale formale di dialogo Usa-Ue sulla Cina costituisce una notizia estremamente positiva, e getta le premesse affinché si rafforzi la collaborazione transatlantica sui principali dossier su tavolo, a cominciare dalla Libia e dal 5G. L’apertura del segretario di Stato Mike Pompeo di oggi deve essere colta, rafforzando in tal senso il processo della cooperazione euro-atlantica, *al di là delle scadenze elettorali e del dibattito interno in corso in ciascun paese* in un’ottica di soluzione comune dei principali dossier Internazionali”. Lo dichiarano in una nota congiunta il deputato Enrico Borghi, della presidenza Pd a Montecitorio e componente del Copasir, e la deputata Lia Quartapelle, capogruppo Pd in commissione Esteri alla Camera.

25/06/2020 - 18:30

La commissione Esteri incontri ambasciatori di Israele e Palestina

“La prospettiva di un'annessione unilaterale di parte della Cisgiordania è molto preoccupante. Come dichiarato dal Segretario Generale dell'ONU Guterres, essa sarebbe una grave violazione del diritto internazionale che danneggerebbe la prospettiva di una soluzione a due Stati e la ripresa dei negoziati.

Qualsiasi percorso per una pace duratura tra Israele e Palestina dovrà passare da decisioni condivise e da un processo negoziale, all'interno del quale le priorità siano la difesa del diritto a esistere di Israele, la costruzione di uno stato palestinese e l'avvio di un dialogo alla pari tra i legittimi interessi di ambedue le parti in causa.

A tale scopo l'Italia potrà dare un forte contributo, dato il suo ruolo storicamente rilevante e riconosciuto di mediatore. Per queste ragioni come PD abbiamo proposto che la commissione Esteri incontri in due audizioni gli Ambasciatori di Israele e Palestina, prima della data annunciata per l'annessione, con l'obiettivo di confermare la disponibilità italiana a facilitare il dialogo e raccogliere elementi sullo stato dell’arte”.

Così in una nota le deputate e i deputati del Partito democratico della commissione Esteri.

25/06/2020 - 13:08

“Nel 2019, 37mila donne in Italia si sono licenziate perché non riuscivano a conciliare gli impegni di lavoro con le necessità di prendersi cura dei figli. Se ci fosse anche solo una donna in queste condizioni sarebbe una ingiustizia da sanare immediatamente. Ma il fatto che questo succeda in modo sistematico, a decine di migliaia di donne, è una vergogna che dovrebbe essere al centro dell’impegno del governo. Per questo, bisogna aumentare i servizi di assistenza per i bambini, a partire dai nidi e dalle materne, e sui congedi parentali e introdurre il congedo di paternità obbligatorio a tre mesi, una proposta questa che abbiamo lanciato insieme a Rossella Muroni, Paolo Lattanzio, Alessandro Fusacchia ed Erasmo Palazzotto. Con la Legge di Bilancio del 2019 abbiamo lanciato un piano nazionale per ampliare l’offerta dei nidi, le risorse del Piano europeo per lo sviluppo devono essere spese in questa direzione. Ma non dimentichiamo che questa è la fotografia del 2019, un anno ‘normale’. Immaginate cosa sta succedendo nel 2020. È urgente che alla difficoltà delle donne italiane in questo anno fuori dalla norma si risponda riaprendo nidi e materne e riformando il congedo Covid come abbiamo proposto con Chiara Gribaudo. La vita delle mamme che lavorano in Italia è normalmente molto dura. Vanno aiutate e sostenute sempre, e in questi mesi di più”.

 

Così la deputata dem, Lia Quartapelle, in un post su Facebook dal titolo “37mila ingiustizie che ci riguardano”.

14/06/2020 - 16:38

“Per fortuna che l’Italia non è come gli Usa e certe cose non si fann... Ah no: Rai Radio2 il 6 giugno ha mandato in onda uno sketch blackface. Complimenti al servizio pubblico. Finché non contrasteremo il razzismo ridanciano e la noncuranza caciarona non abbatteremo i pregiudizi”.

Così Lia Quartapelle, capogruppo dem in commissione Esteri alla Camera, su Twitter in cui posta anche la foto del programma ‘Tutti Nudi’ andato in onda sull’emittente del servizio pubblico.

12/06/2020 - 13:17

“Bene l'approvazione del Family Act sia perché contiene l'assegno unico per le famiglie proposto dal Partito Democratico, sia per l'approccio sistemico. Ma non possiamo aspettare il 2021, le famiglie hanno bisogno di risposte subito. Dobbiamo semplificare i congedi e i bonus baby sitter, rendendoli utilizzabili a ore. Il governo e le maggioranza sostengano l'emendamento presentato con la collega Chiara Gribaudo al Decreto Rilancio. Serve anche riaprire subito asili nido e garantire la riapertura ordinata delle scuole dai primi di settembre, oltre a erogare e ampliare le risorse già stanziate ai comuni per i centri estivi. Le famiglie aspettano risposte immediate.” Lo dichiara in una nota Lia Quartapelle, capogruppo dem in commissione Esteri alla Camera.

09/06/2020 - 18:02

“La vendita delle due fregate militari della Marina Italiana all’Egitto porta con sé grossi rischi. Non solo gli sforzi internazionali dovrebbero andare verso la de-escalation militare nella regione, ma l’Egitto non è un nostro alleato: nel Mediterraneo abbiamo interessi diversi, con gli egiziani che fanno parte di un’asse regionale reazionaria e che in Libia sostengono il governo di Haftar, mentre l’Italia quello internazionalmente riconosciuto di Serraj. A ciò si aggiunge la mancanza di collaborazione da parte egiziana sia sulla vicenda di Giulio Regeni che quella di Patrick Zaky, a testimonianza di una scarsa attenzione verso le richieste italiane. È quindi sia una questione di interesse nazionale che di prestigio della nostra nazione: per farci rispettare ed avere giustizia, avremmo dovuto dire di no. Come Commissione d’Inchiesta sulla morte di Giulio Regeni abbiamo convocato all’unanimità il Presidente Conte perché riferisca sulla vendita delle due fregate”.

Così Lia Quartapelle, capogruppo del Pd in commissione Esteri alla Camera.
 

05/06/2020 - 18:29

“Durante le settimane della quarantena, abbiamo chiesto molto alle famiglie e in particolare alle donne. Con i congedi parentali e il bonus baby sitter, utilizzabili per pagare anche i centri estivi, il governo ha messo loro a disposizione degli aiuti per organizzare meglio la cura dei bambini e il tempo dedicato al lavoro”.

Lo dichiara Lia Quartapelle, capogruppo Pd in commissione Esteri alla Camera.

“Sono strumenti ancora poco usati - prosegue l’esponente dem - perché troppo poco flessibili: i bonus baby sister sono stati richiesti da 155mila persone; i congedi parentali da 264mila lavoratori. Per questo, serve rendere più utilizzabile questo strumento. Abbiamo presentato un emendamento per chiedere di poter usare i congedi a ore; di poter usufruire di bonus e congedi anche se in cassa integrazione; di poter combinare l’uso di bonus e congedi; di estenderne il tempo per la richiesta dopo il 31 luglio”.

“Infine - conclude Quartapelle - abbiamo presentato un altro emendamento per chiedere di aggiungere 300 milioni di euro ai fondi destinati all’organizzazione dei campi estivi. Le famiglie non possono essere lasciate in solitudine a gestire questa fase così complicata per la logistica familiare e la cura dei figli”.

05/06/2020 - 17:29

Alla c. a. del Ministro della Giustizia

On. Avv. Alfonso BONAFEDE

Roma

Gentile signor Ministro,

siamo 32 deputate di diversi gruppi parlamentari e facciamo parte dell’Intergruppo per le Donne, i Diritti e le Pari opportunità, nato alla Camera per porre le questioni di genere al centro del dibattito politico-legislativo e per lavorare insieme su provvedimenti ed emendamenti a sostegno delle donne italiane.

Ciò che accade nel nostro paese – e che l’emergenza sanitaria ha acuito in maniera allarmante – dimostra ogni giorno di più quanto sia gravemente estesa la sottorappresentazione delle donne in ogni campo: le posizioni apicali continuano a essere appannaggio quasi esclusivo degli uomini, e non sono rappresentative dell’intera platea professionale di cui le donne fanno parte a pieno titolo.

A questo proposito, abbiamo da più parti raccolto preoccupazioni circa il persistere di un assetto sostanzialmente declinato al maschile anche nei luoghi dell’Autogoverno e nelle posizioni di vertice della Magistratura, malgrado essa sia composta per il 53,8 per cento da donne.

Sono in discussione in questo periodo proposte di riforma del sistema elettorale del Csm, e avremmo pertanto piacere di incontrarLa, signor Ministro, per capire quali prospettive di soluzione sono attualmente sul tavolo, che possano recuperare una non più sostenibile situazione di squilibrio nella rappresentanza di genere all’interno dell’organo di Autogoverno della Magistratura.

La ringraziamo per l'attenzione prestata alla nostra istanza.

Un saluto cordiale.

DEPUTATE

Laura BOLDRINI, Stefania PEZZOPANE, Stefania ASCARI, Enza BRUNO BOSSIO, Doriana SARLI, Vittoria CASA, Antonella PAPIRO, Flora FRATE, Vita MARTINCIGLIO, Susanna CENNI, Fabiola BOLOGNA, Elena CARNEVALI, Lucia ANNIBALI, Maria Teresa BALDINI, Paola DEIANA, Lucia CIAMPI, Nadia APRILE, Rosa Maria DI GIORGI, Debora SERRACCHIANI, Virginia VILLANI, Rossella MURONI, Angela SCHIRÒ, Giuseppina OCCHIONERO, Celeste D’ARRANDO, Rina DE LORENZO, Chiara GRIBAUDO, Elisa TRIPODI, Azzurra CANCELLERI, Veronica GIANNONE, Yana EHM, Lia QUARTAPELLE, Tiziana CIPRINI.

27/05/2020 - 15:17

“L’Europa sta mostrando di avere la forza di progettare il nostro futuro.

Il Recovery Plan servirà per crescita verde, investimenti digitali e contro la disoccupazione. L’Italia è tra i promotori della svolta. Continuiamo a essere il motore di un’Europa nuova. #NextGenerationEU”

Lo scrive su twitter Lia Quartapelle, capogruppo Pd in commissione Esteri alla Camera.

27/05/2020 - 15:00

“I ritardi della Lombardia sulla cassa integrazione non sono una leggenda, ma sono leggendari. Fontana è stato l’ultimo presidente a inviare all’Inps le domande per la cassa. Ciò è ancora più grave perché la Lombardia è la prima regione italiana per numero di imprese. È per questo, e non per merito di Fontana, che la Lombardia sia la prima regione per numero di domande lavorate sulla cassa integrazione. Basta con la propaganda. La Lega ha già fatto danni incalcolabili alla salute dei lombardi, non ci aggiunga quelli al tessuto economico dovuti a ritardi e alla cattiva amministrazione di Fontana”.

Così la deputata dem, Lia Quartapelle.

18/05/2020 - 19:14

Dichiarazione on.li Alessia Rotta, Beatrice Lorenzin e Lia Quartapelle , deputate Pd

Purtroppo, i servizi educativi da 0 a 6 anni non sono stati inseriti nelle attività di riapertura previste dalla Fase 2. Tale scelta determina problemi enormi che richiedono da parte dal governo una risposta chiara e urgente. Si tratta, infatti, di servizi essenziali per il benessere psico-fisico dei bambini e di sostegno per le famiglie che devono tornare al lavoro. Ma c'è anche un aspetto non trascurabile che è legato alla sopravvivenza economica di un servizio così importante e che impegna migliaia di lavoratori. In tal senso, C'è un segmento dei servizi educativi che sta soffrendo la crisi in forma ancora maggiore rispetto alle scuole paritarie e alle scuole statali e comunali, quello degli asili nido privati che -con quasi 10 mila strutture- assolve ad oltre il 50% della domanda. Parliamo delle piccole imprese dell'educazione, per lo più di imprenditoria femminile, che oggi sono allo stremo e che non hanno prospettive di rilancio concrete per il futuro. Infatti, oltre a non essere stata prevista nessuna riapertura, gli ammortizzatori sociali non saranno prorogati per tutto il tempo necessario. Il Decreto Rilancio, infatti, stabilisce  che gli ammortizzatori non siano prorogati oltre la misura di 5 settimane da utilizzare fino al 31 agosto: questo significa che per i nidi e le scuole d'infanzia private, chiusi da fine febbraio in alcune regioni, e da inizio marzo in altre, la cassa integrazione non coprirà oltre fine maggio/inizio giugno.
È del tutto evidente come, senza un piano per le riaperture e la proroga della cassa integrazione, si rischia il collasso delle imprese dell’educazione e la perdita di migliaia di posti di lavoro.

È gravissimo ignorare l’esistenza di chi offre servizi importanti per bambini e famiglie e che crea occupazione. Per questo, ci aspettiamo che nei prossimi giorni il governo dia un segnale forte e concreto al mondo dei nidi privati. Se così non fosse, sarà il Parlamento a trovare una soluzione che tuteli il diritto di impresa e il lavoro.Nelle prossime ore chiederemo che un coordinamento degli asili nido privati venga audito, Presenteremo un' interrogazione ed eventuali emendamenti ai provvedimenti in arrivo. Nel frattempo, siamo convinte che si lavorerà in tempi rapidissimi a un piano di riapertura sicura di servizi educativi e scuole, come del resto, sta avvenendo in gran parte d' Europa.

17/05/2020 - 16:23

“In Egitto prosegue la repressione delle voci libere. Poco fa è stata arrestata Lina Attalah, editor in chief di Mada Masr, al termine di una intervista alla madre di un attivista. Il ministero degli Esteri italiano intervenga per chiedere il rilascio immediato e il rispetto dei diritti civili e politici”.

Così Lia Quartapelle, capogruppo dem in commissione Esteri alla Camera.

10/05/2020 - 15:09

Scuole e servizi infanzia non possono restare senza indicazioni

“Ad un settimana dall’ingresso nella cosiddetta “Fase Due”, molti lavoratori e lavoratrici hanno ripreso le proprie attività professionali. Le scuole ed i servizi per l’infanzia restano, però ad oggi, ancora chiusi, senza un’indicazione chiara delle tempistiche e modalità della loro riapertura. Siamo ben consapevoli di come il contenimento del contagio sia il principale presupposto per il ritorno alla normalità. È però altrettanto vero che la necessità di affidare i figli a qualcuno durante la giornata lavorativa sta già portando alla nascita di moltissimi asili abusivi e altri “centri gioco”, assolutamente impossibili da tracciare. Nel migliore dei casi, invece, i bambini sono affidati ai nonni, che appartengono proprio alla classe d’età a più alto rischio. Non possiamo fare finta che tutto ciò non stia accadendo”.

Così in una lettera appello al Professor Locatelli e al Comitato Tecnico Scientifico, pubblicata sull’Huffington Post, le deputate e i deputati del Partito democratico Lia Quartapelle, Laura Boldrini, Elena Carnevali, Rosa Maria Di Giorgi, Chiara Gribaudo, Vanna Iori, Beatrice Lorenzin, Debora Serracchiani, Paolo Siani, Serse Soverini, Alessia Rotta.

“Sono circa 8 milioni i minori di 14 anni che con le loro famiglie attendono delle risposte. Nel caso della chiusura delle scuole - si legge nella lettera - riteniamo che il costo sociale, educativo, relazionale ed umano sia troppo alto perché essa possa protrarsi con tempistiche indefinite, e senza alcuna misura di alleviamento degli effetti collaterali. L’impatto negativo della chiusura su bambini e ragazzi è molto preoccupante. Specie per gli allievi più giovani, nella fascia 0-6, i rischi per la salute fisica e psicologica sono più che rilevanti: mancanza di apporti educativi, di socializzazione, assenza quasi totale di attività motoria, peggioramento delle abitudini alimentari, gravi gap formativi. La stessa condizione di indigenza famigliare porta con sé la possibile o probabile assenza di una stabile connessione internet o di dispositivi informatici fondamentali per la didattica a distanza. Un’ultima grave preoccupazione riguarda la condizione dei bambini con bisogni educativi speciali o affetti da disabilità”.

“Vi consegniamo dunque un accorato invito a riflettere sulle riaperture scolastiche e dei servizi per l’infanzia non solo da una prospettiva epidemiologica, ma soppesando attentamente le gravi conseguenze educative, psicologiche e di salute che il perdurare dell’isolamento può avere sui bambini e sulle loro famiglie. Ci auguriamo dunque che il suo Comitato si attivi per la definizione di protocolli specifici e lavori con solerzia a un piano per la riapertura delle attività educative già da maggio”.

23/04/2020 - 20:04

“Lavorare con serietà e coraggio paga: il Recovery Fund Europeo sarà realtà. La caparbietà di Italia, Francia e Spagna nel chiedere strumenti ambiziosi e comuni per la crescita è stata tradotta grazie ai commissari Gentiloni e Breton in questo grande fondo in grado di finanziare la ripresa, a vantaggio di tutti. Davanti a noi abbiamo delle sfide enormi, ma ci stiamo armando degli strumenti giusti per affrontarle, ponendo le basi di un'Europa più forte e più solidale”.

Così in una nota Lia Quartapelle, capogruppo Pd in commissione Esteri alla Camera.

Pagine