20/09/2019 - 16:14

"Ci auguriamo che il Gip decida di non accogliere, come già avvenuto in passato, la richiesta della Procura di archiviazione sul caso Ilaria Alpi. Pensiamo ci possano essere le condizioni per non archiviare”. Lo dichiara Walter Verini, componente Pd in Commissione Giustizia alla Camera e presidente del Comitato della Commissione Antimafia a difesa dei giornalisti minacciati.  

“Qualunque sarà la decisione – continua - che rispetteremo, diciamo però che anche noi non archiviamo. Per questo anche stamattina eravamo davanti a Piazzale Clodio, insieme a FNSI, Articolo 21, Libera, Usigrai, Mariangela Grainer, a ribadire questo. Purtroppo, per la prima volta, senza Luciana, mamma di Ilaria, che ci ha lasciato.

La magistratura, secondo noi, potrebbe ancora scavare a fondo contro i depistaggi e le omissioni di troppi anni. Ma il giornalismo d'inchiesta non si fermerà comunque, e scaverà, per la libertà d'informazione e per la verità e giustizia che si devono a Ilaria e Miran, ma anche all'Italia. E il Parlamento potrà fare la sua parte, con lo strumento della Commissione Parlamentare d'inchiesta sulle ecomafie”.

“Questo impegno sarebbe anche un segnale importante per la tutela di quei - troppi - giornalisti minacciati dalle mafie, dai neonazisti. Uno per tutti: Paolo Borrometi che proprio in questi giorni è oggetto di delegittimazioni, gravi minacce che giungono persino da detenuti al 41 bis", conclude.

01/08/2019 - 17:04

"Alle risse quotidiane su TAV, Europa, sicurezza, manovra, autonomie, si è aggiunta quella sulla giustizia, terreno di scontro incandescente tra Lega e 5 Stelle, due estremismi che si combattono”. Lo dichiara Waler Verini, componente Pd delle commissioni Giustizia e Antimafia della Camera.

“Da un lato – spiega - la Lega, che colpisce gli immigrati e strizza l'occhio a misure pericolose, che cancellano diritti e indeboliscono la lotta ai corrotti. Cogliendo magari l'occasione per dare un colpo all'indipendenza della magistratura. Dall'altro Cinque Stelle, che vorrebbe un'Italia piena di manette, dove la presunzione di innocenza viene cancellata”.

“Così fanno del male al Paese, non combattono corruzione e criminalità,  peggiorano la situazione della Giustizia italiana", conclude.

31/07/2019 - 09:57

Vogliono colpire indipendenza magistratura

"Tra le risse quotidiane di una maggioranza sfinita, finita e che sta sfinendo il Paese, si affaccia oggi quella sulla Giustizia. La riforma che si preannuncia - se vedrà la luce - non affronta i problemi che impediscono una durata ragionevole dei processi e quelli di una semplificazione del processo civile e penale. Altri temi di scontro vengono accantonati: sulle intercettazioni si butta a mare il lavoro dei nostri governi e del Parlamento, che aveva trovato un punto serio di equilibrio tra due diritti: quello alla informazione trasparente e quello alla privacy, con la pubblicazione delle intercettazioni con rilevanza penale e di contesto”.

Così il deputato PD Walter Verini, membro della Commissione Giustizia della Camera  

“La questione stessa della separazione delle carriere – continua Verini - viene brandita da Lega & c. contro una magistratura che - anche per proprie responsabilità - sta attraversando un momento di forte debolezza. Lo si fa per colpirne autonomia e indipendenza, invece di aiutarla a proporre e sollecitare, senza tabù, autoriforme e riguadagnare credibilità. E' l'ennesima prova di un governo irresponsabile".

23/07/2019 - 12:40

La sofferta decisione di Raffaele Cantone di lasciare l’Anac suscita grande amarezza. Il suo lavoro in questi anni è stato prezioso e tutte le forze politiche non possono che essergli grati per il suo impegno contro il malaffare. Le sue parole, invece, fanno chiarezza sul fatto che con questo governo la lotta alla corruzione è stata fortemente indebolita. Non è una priorità del governo degli “onesti” e della “trasparenza”. Siamo molto preoccupati perciò che si corra il rischio di vanificare tutti i significativi passi avanti compiuti dall’Anac nella prevenzione di un fenomeno molto diffuso che è una piaga e un freno alla crescita dell’Italia. Il Pd si impegnerà in ogni modo perché questo patrimonio non vada disperso e la lotta contro la corruzione torni al centro dell’attenzione in Parlamento e nel Paese.

Lo afferma il deputato del Pd Walter Verini.

20/07/2019 - 14:54

“Tutti coloro che hanno a cuore il rispetto della legalità e delle regole, della Giustizia, e tengono saldi i principi della Costituzione rendono omaggio a Francesco Saverio Borrelli,  magistrato integerrimo e uomo rigoroso”. Lo dichiara Walter Verini, componente Pd delle Commissioni Giustizia e Antimafia della Camera.

“La sua vita e il suo lavoro di magistrato lo hanno reso punto di riferimento  nell’impegno quotidiano contro la corruzione e le organizzazioni criminali. E questo non potrà e non dovrà essere dimenticato”, conclude.

18/07/2019 - 16:43

"A Ostia il Municipio guidato da 5 Stelle ha censurato e cancellato da un murale antimafia, dedicato a cultura e legaltà i volti di persone su questo impegnate e per questo - come Federica Angeli . minacciate. Ciò, prima che vergognoso, è incredibile. Si tratta di un'opera che onora la realtà e la memoria di quella comunità, frutto di un percorso didattico e partecipato con scuole e associazioni, realizzata su una parete della Lido Nord. Spinto dai neofascisti di CasaPound, il municipio grillino adopera la censura, offende la storia ed il presente di Ostia e colpisce, con Federica Angeli, giornalisti coraggiosi che con il loro lavoro aiutano a combattere l'illegalità e la criminalità".

Così il deputato Walter Verini, Presidente in Commissione Antimafia  del Comitato per la tutela dell'informazione minacciata dalle mafie.

17/07/2019 - 17:21

“Ancora una volta il giornalista Nello Trocchia, da sempre impegnato sul fronte delle inchieste sulla criminalità organizzata, è stato vittima di un inquietante furto nella sua abitazione. Ci associamo a Fnsi, Articolo 21 e altre associazioni nel chiedere al Ministro dell’Interno, alle strutture preposte di non sottovalutare  questo ennesimo episodio che colpisce - con Trocchia - quel mondo dell’informazione impegnato su fronti delicati, pericolosi e di grande valore civile e democratico. E chiediamo che vengano intraprese tutte le iniziative utili alla piena tutela di Trocchia e del suo lavoro”.

Così il deputato Pd Walter Verini, Presidente del Comitato per la difesa dell’informazione minacciata dalla criminalità organizzata della Commissione Antimafia.

17/07/2019 - 15:51

“Che rispondere al vicepremier e capo politico del M5S Luigi Di Maio, che anche oggi mette in fila parole a casaccio senza alcun fondamento e senza alcuna ragione, per mettere sullo sfondo anche lui le enormi vicende che hanno investito il suo alleato Salvini, a partire dalla recente vicenda dei legami Russia-Lega?” Così il deputato del Pd Walter Verini replica al vicepremier Luigi Di Maio che ha denunciato sui social un presunto attacco sessista nei confronti della presidente della commissione Giustizia della Camera.

“Di Maio fugge per proteggere Salvini, che da mesi lo umilia e vende per l’ennesima volta l’anima. Fugge da una vicenda di gravissimo rilievo, che può avere messo in discussione l’autonomia e l’interesse nazionale. Salvini, che calpesta la Costituzione e i diritti del Parlamento. Di Maio difenda il Parlamento e si occupi delle tante crisi aziendali che dopo un anno di sua guida del ministero, aumentano e si aggravano”.

03/07/2019 - 13:00

"Altro che riforma. Salvini vuole una giustizia sotto controllo, che indaghi e condanni i suoi avversari politici, che magari chiuda un'occhio sui reati compiuti dalla Lega e dagli ambientini vicini. C'è bisogno di una riforma, ma dalla parte dei cittadini. E' quello che avevamo iniziato a fare negli anni scorsi: processi più veloci, pene certe, lotta alla corruzione, alle mafie, carceri che rieduchino chi ha sbagliato così da non farlo tornare a delinquere. E basta con nomine dei magistrati che non siamo basate sul merito e sulla trasparenza. E' il contrario di quello che ha in testa questo Ministro, che a Lampedusa, sulla vicenda Sea Watch, anche alla luce degli sviluppi giudiziari si conferma come l'unico ad aver commesso reati che ci fanno vergognare, come quello di disumanità".

Così il deputato Dem Walter Verini, della commissione Giustizia della Camera.

28/06/2019 - 16:16

“Alla drammatica vicenda dei naufraghi Sea Watch e alla insensata conduzione di questa emergenza da parte del governo italiano e della maggioranza Lega-M5s sta rispondendo con una splendida gara di solidarietà tanta parte del Paese. Come dimostrano anche i numeri dei fondi già raccolti per la copertura delle spese legali della capitana, Carola Rackete, e del suo equipaggio. Una presa di posizione che sta vedendo tutto il Partito democratico in prima linea, con i deputati guidati dal presidente del Gruppo alla Camera, Graziano Delrio, saliti a bordo della nave o giunti a Lampedusa e il segretario, Nicola Zingaretti, impegnato nel mettere il presidente del Consiglio dinnanzi alle sue responsabilità. A tutto questo si aggiunge anche la disponibilità di tanti avvocati democratici pronti a offrire assistenza legale. Il circolo Pd Giustizia di Roma, con la segretaria e componente della direzione nazionale del Pd, Cristina Michetelli, sta svolgendo su questo attività di coordinamento. Restare umani, porre fine subito a questa violazione dello stato di diritto deve essere la nostra priorità”.

Così il deputato Dem Walter Verini, della commissione Giustizia della Camera.

26/06/2019 - 19:18

"Il vero reato che si vede a Lampedusa è quello di disumanità che compie Matteo Salvini, disonorando il nostro Paese e le sue tradizioni di civiltà e umanità".

È quanto dichiara Walter Verini, componente Pd in Commissione Giustizia, in merito alla vicenda della Sea Watch 3.

03/05/2019 - 17:42

“Ancora una volta Salvini manganella la magistratura. Cerca di intimidirla”. Lo dichiara Walter Verini, componente Pd in Commissione Giustizia, a proposito dei commenti del ministro dell'Interno Matteo Salvini in merito alla sentenza di Bologna sui richiedenti asilo.

“È stata – continua - una sequenza: attacca i magistrati che indagano su di lui, quelli che si occupano delle malefatte finanziarie della Lega, sfugge dai processi che lo riguardano. Ora è la volta dei magistrati di Bologna, che il Ministro dell’Interno cerca di delegittimare. É una vergogna, che può accadere solo nei paesi autoritari, dove non si tollera l’indipendenza della magistratura e della libera informazione”.

“Ed è gravissimo che tutto ciò avvenga, ancora una volta, senza che chi dovrebbe tutelare questa indipendenza - il Ministro della Giustizia - si alzi davvero a tutela di questo principio e della Costituzione”, conclude.

30/04/2019 - 16:42

Interrogazione su mancata operatività estradizione da Emirati

“Come mai il governo italiano non rende ancora operativo il trattato di estradizione con gli Emirati arabi uniti, nonostante la ratifica parlamentare e la trasformazione in legge dello Stato? E’ vero che questa assenza di operatività è dovuta al mancato approntamento da parte dell’esecutivo degli strumenti attuativi del trattato medesimo? Il governo è a conoscenza che a causa di questa inadempienza si continua a permettere le latitanze ‘d’oro’ di alcuni condannati, tra i quali anche Raffaele Imperiale, ritenuto dagli inquirenti uno dei maggiori narcotrafficanti internazionali, e Amedeo Matacena, condannato in via definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa? Il ministro della Giustizia non ritiene necessario e urgente attivarsi per predisporre gli strumenti attuativi e vedere assicurati alla giustizia italiana pericolosi criminali latitanti e altri personaggi inquisiti e condannati per gravi reati legati alla criminalità organizzata e alle mafie?”.

Sono le domande alle quali intende dare risposta l’interrogazione a risposta scritta presentata dai deputati Dem, Walter Verini e Lia Quartapelle, al ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.

“L’autorizzazione del Parlamento alla ratifica del trattato - ricordano Verini e Quartapelle - avvenuta tramite l’approvazione definitiva di una proposta di legge a nostra firma presentata all’inizio di questa legislatura, e che giunge al termine di una lunga battaglia che ha visto in prima linea  associazioni come Libera, l’ex deputato Pd Davide Mattiello e i ministri dei governi a guida Pd, in particolare il ministro della Giustizia Orlando, rappresenta un passo fondamentale per fare rispettare quanto stabilito dalla giustizia italiana”.

26/04/2019 - 11:39

“Sulla legittima difesa Presidente della Repubblica, ancora una volta, tiene fede ai principi della Costituzione e della convivenza civile. I richiami rivolti alle Camere sono giusti e fondati e ribadiscono principi intangibili: nessuna giustizia fai da te, nessun arbitrio soggettivo, rispetto della proporzione tra offesa e reazione. Sono principi per i quali il Pd, i mondi della magistratura, dell’Avvocatura, dell’Universitá e delle associazioni si sono battuti, contro il cinismo pericoloso ed elettoralistico di Salvini e la grave condivisione di 5 Stelle”.

24/04/2019 - 17:27

Verini, Ministro chiarisca immediatamente il suo pensiero

“Quando Salvini dice ‘si sciacqui la bocca chi accosta mafia e lega’, sta parlando al M5s, a Di Maio, al presidente Conte o, ma non vogliamo neanche ipotizzarlo, ai titolari dell’inchiesta antimafia che vede Armando Siri, sottosegretario ai Trasporti, indagato per corruzione?”. Così il democratico Walter Verini commenta le parole del ministro d Matteo Salvini che oggi ha detto “Chi parla di Lega deve sciacquarsi la bocca, con la mafia non abbiamo nulla a che vedere. Non accostate mai il mio nome, o quello della Lega, alla mafia".

“C’è un’indagine in corso – prosegue Verini -  sarà solo la magistratura ad accertare le responsabilità tuttavia è allarmante che il ministro dell’interno parli con questi toni di una inchiesta antimafia. Le sue parole hanno tanto il sapore della minaccia, chiediamo di chiarirle immediatamente”.

Pagine