31/07/2020 - 12:50

Interrogazione alla ministra Teresa Bellanova

“Il settore, uno dei principali dell’isola, ha subito fortemente la crisi COVID con una riduzione del 70% delle vendite. A questo momento di difficoltà si è aggiunta una  nuova disposizione comunitaria, che liberalizzando il sistema delle denominazioni d’origine e le indicazioni territoriali-geografiche mette a rischio 5 DOP sarde: i vitigni che ne fanno parte potranno essere utilizzati in altri territori e nelle indicazioni in etichetta dei vini prodotti in territori al di fuori della Sardegna.” Lo dichiara il deputato dem Andrea Frailis, primo firmatario di un’interrogazione alla ministra delle Politiche agricole Bellanova riguardo il rischio, a seguito dell’approvazione del regolamento delegato UE 33/2019, di perdere 5 DOP nel settore vinicolo”.

“Chiedo quindi alla ministra Bellanova - sottolinea Frailis - di trovare soluzioni alternative che permettano alle aziende vitivinicole isolane di tutelare queste denominazioni, proteggendo dei prodotti  fortemente rappresentativi della Sardegna all’estero. Oltre al fattore economico, vedere i nomi dei vini sardi in etichette non locali sarebbe un’enorme dolore, non solo per gli operatori del settore ma per tutto il popolo sardo”.

28/07/2020 - 17:15

“Con l’approvazione decreto del ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia ieri in Conferenza unificata ci sono 14,5 i milioni di euro destinati alle isole minori per il 2020, 14 per il 2021 e 13 per il 2022, per un totale di 41,5 milioni. E’ una buona notizia per l’Italia ed è una buona notizia per la nostra regione. I Comuni delle nostre isole minori vivono situazioni di difficoltà e grazie a queste risorse potranno migliorare l’offerta di servizi ai cittadini”. Lo dichiara il deputato democratico Andrea Frailis

“Grazie a questa soluzione – continua l’esponente democratico -, secondo gli stanziamenti previsti dal decreto, avremo per il comune di Carloforte nell’isola di San Pietro 443.408,62 euro, per Sant'Antioco € 524.917,41 euro, per il comune di Calasetta Sant'Antioco  274.170,76 euro; per i comuni dell’isola  La Maddalena: La Maddalena, Caprera, Santo Stefano, Spargi, Santa Maria, Budelli, Razzoli, Mortorio  782.131,93 euro; per Tavolara e Molara € 124.040,00, e per l’Asinara € 248.606,28. Un intervento e un sostegno concreti che rispondono a una esigenza reale”.

23/07/2020 - 18:10

“Esprimo grande soddisfazione per la decisione del Consiglio dei Ministri, che con una nuova autorizzazione paesaggistica ha rimosso il vincolo che bloccava lo sviluppo dell'area del Porto Canale cagliaritano. Una decisione che avevo sollecitato con un'interrogazione al governo. Ora servono progetti chiari e immediatamente cantierabili per attrarre nuovi investimenti e fare del Porto Canale un volano di sviluppo per l'intera economia del sud Sardegna.”

Lo dichiara Andrea Frailis deputato del Partito democratico.

15/07/2020 - 19:46

“Permettetemi di rivolgere un deferente e grato ricordo ai nostri caduti nelle missioni internazionali. L'impegno dei nostri militari è un impegno su più fronti, teso ad evitare che la situazione nelle numerose aree di crisi possano degenerare. Destano preoccupazione, e a questa deve corrispondere una attenta e rinnovata azione diplomatica e militare, le dinamiche in atto in Libia, in Siria, nello Yemen, dove si registra un’accresciuta presenza di attori stranieri intenti a trasformare quei conflitti locali in uno strumento per aumentare la propria influenza regionale e strategica. Per questo è forte, come evidenziato dal ministro della Difesa, l'esigenza di mantenere una proiezione internazionale, capace da un lato di prevenire le minacce alla nostra sicurezza nazionale e dall'altro di collaborare con le altre nazioni nelle organizzazioni di riferimento per la stabilizzazione delle aree a rischio”.

Lo dichiara Andrea Frailis deputato del Partito democratico, intervenendo in Aula sul rinnovo della partecipazione italiana alle missioni internazionali.

“Il Libano, ad esempio, è un elemento essenziale per mantenere un equilibrio ragionevole, in una situazione già difficile e dove sono presenti attori in grado di condizionarne dall'esterno gli equilibri, con tentativi di infiltrazioni jihadista. In questo quadro, la presenza della nostra missione UNIFIL si rivela ancora una volta elemento cardine per garantire una condizione di effettiva stabilità”.

“La nostra iniziativa politico diplomatico sul fronte libico si basa sulla necessità di raggiungere una tregua e un cessate il fuoco tra le parti in conflitto. Condivisibile, dunque, l’adesione dell’Italia alla missione IRINI, per dare attuazione all’embargo delle armi in Libia. Necessario anche il nostro impegno in Sahel, con la task force TAKUBA. La situazione in Afghanistan sembra arrivata alla vigilia di una svolta, che dovrebbe concludersi con un accordo di pace, e che potrebbe consentire una riflessione sulla nostra presenza, da condividere con gli alleati. Per queste ragioni, dunque, esprimo il voto favorevole del Partito democratico”.

09/07/2020 - 17:05

“Il sottosegretario di Stato alla Difesa Guido Calvisi, rispondendo ad una mia interrogazione in commissione Difesa, ha reso noto che all’interno della base aerea di Decimomannu, vicino Cagliari, diventerà operativa una scuola di volo internazionale di eccellenza. Questo è un fatto importante per il futuro del sud della Sardegna. Il progetto è frutto della partnership tra Aeronautica Militare e Leonardo S.p.A. e avrà una durata operativa di almeno 20 anni. È previsto un investimento iniziale per l’adeguamento delle infrastrutture di una decina di milioni di euro, mentre nel decennio si prevede un forte aumento occupazionale e una ricaduta economica di oltre cento milioni di euro. Desidero ringraziare il ministro della Difesa Lorenzo Guerini per il concreto intervento.“

Lo scrive in una nota il deputato del Partito Democratico Andrea Frailis.

07/07/2020 - 14:55

“Considero positivo l’interesse dimostrato dal governo nei confronti della Sardegna, perché l’acqua è una risorsa essenziale non solo per la vita di tutti noi ma anche per lo sviluppo del nostro territorio.” Lo dichiara in una nota il deputato dem Andrea Frailis commentando le parole del premier Conte in merito al commissariamento di 9 dighe in Sardegna.

“Accolgo con favore questo intervento - sottolinea il deputato dem - che riguarda anche la messa in sicurezza di grandi dighe esistenti e mi auguro che quando arriverà il tempo di scegliere i commissari il governo condivida i nomi con la Regione Sardegna.”

30/03/2020 - 17:01

"In questo momento drammatico la Sardegna non può permettersi anche di subire il blocco dei collegamenti col Continente: sarebbe un danno enorme per il trasporto di merci, cibo e medicinali e delle persone autorizzate agli spostamenti".

Con questa preoccupazione i deputati del Partito Democratico, Gavino Manca, Romina Mura Andrea Frailis e Davide Gariglio, hanno presentato un'interrogazione urgente al presidente del Consiglio dei Ministri e al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. La Compagnia italiana di navigazione (Cin) ha bloccato con decorrenza immediata tutte le corse programmate dalla Tirrenia sulle linee in convenzione con la Sardegna, la Sicilia e le Tremiti: la compagnia, creata al momento dell’alienazione di Tirrenia da parte dello Stato e poi acquisita dall’armatore napoletano Vincenzo Onorato, afferma in una nota che i commissari della vecchia società hanno avviato un sequestro conservativo della new company. Nel documento si legge che «la società è liquida ma il blocco dei conti correnti ne impedisce l'operatività: in seguito a questa decisione il servizio di continuità territoriale via mare per le Isole è stato paralizzato. Pertanto, con decorrenza immediata, sarà impossibile continuare lo svolgimento di detto servizio e già le corse programmate per oggi su tutte le linee in convenzione con la Sardegna, la Sicilia e le Tremiti non verranno effettuate".

Per questo motivo, i deputati chiedono se il Governo intenda convocare tutte le parti interessate e agire con i Commissari di Tirrenia per sbloccare la situazione nelle prossime 24 ore. Tutto questo per evitare il blocco dei collegamenti che provocherebbe un drammatico isolamento dei sardi.

11/02/2020 - 17:29

“Il governo deve scongiurare il disastro economico provocato dalla liquidazione di Air Italy nel settore dei trasporti. È necessario impedire la perdita di oltre mille posti di lavoro e garantire il trasporto da e per un'isola già in difficoltà per i ritardi sulla continuità territoriale di imminente scadenza. Visti gli sviluppi degli ultimi giorni, la notizia di oggi purtroppo non ci ha sorpreso. Le difficoltà incontrate dall’azienda pare abbiano avuto la meglio. A nulla sono valsi i piani industriali degli azionisti, i due soci hanno soltanto potuto constatare un forte calo del fatturato (si stima del 60%). E se è vero che il primo azionista Aga Khan (51%) ha già confermato la sua intenzione di non versare più neanche un euro nella società è altrettanto vero che, per le leggi della Ue che impediscono a una compagnia non europea di avere oltre il 50%, il secondo azionista Qatar Airways (49%) non può salire oltre la quota del 49% perché perderebbe la licenza di vettore dell’Unione. La situazione è precipitata in modo drammatico. Ed è grave che a pagarne il prezzo siano soprattutto i dipendenti della compagnia e tutti i sardi che vedono ulteriormente complicarsi il quadro dei trasporti. Chiediamo con forza al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e al ministro del Lavoro e delle politiche sociali di fare tutto il possibile per gestire una situazione davvero inconcepibile”.

Così Gavino Manca, che insieme ai deputati sardi del Pd, Romina Mura e Andrea Frailis, ha presentato un’interrogazione urgente ai ministri competenti Paola De Micheli e Nunzia Catalfo.