14/11/2017 - 16:34

“Alla prima forte nevicata, migliaia di famiglie e aziende dell’Appennino emiliano, da ieri, sono senza corrente elettrica  e riscaldamento. E’ una situazione vergognosa che invito i vertici dell’Enel a risolvere rimuovendo i responsabili che non hanno saputo gestire la distribuzione sul nostro territorio”.   E’ quanto dichiara in una nota, Paolo Bolognesi, deputato Pd, presidente dell’Associazione 2 agosto 1980 sul balck.out che da ieri interessa i comuni della provincia di Bologna e 30 mila utenze. “Come già raccontato, nella stessa situazione, nel 2015,  il motivo sarebbe la caduta degli alberi sui cavi elettrici a causa della neve”, afferma Bolognesi. “Come tutti sanno, i comuni dell’Appennino emiliano non si trovano al mare e la presenza della neve è una costante naturale. Di conseguenza, i responsabili Enel avrebbero dovuto predisporre un'azione di prevenzione e manutenzione dei territori dove sono ubicate le centraline e i cavi elettrici per evitare i black-out.  E' evidente che ciò non è stato fatto ed allora", conclude Bolognesi "chiedo ai vertici dell'Ente di rimuovere i funzionari incapaci di prevedere e gestire questa situazione di cui pagano le ingiuste conseguenze  migliaia di famiglie e aziende". 

14/11/2017 - 16:06

“Quando ci sono imprese, come Monini , produttore di olio extravergine di oliva, che si mostrano sensibili al raggiungimento dell’obiettivo di educare i giovani a mangiare in modo sano e a impegnarsi sul fronte della prevenzione, per me è una grande soddisfazione. Significa che la legge di cui sono stata promotrice, sul recupero delle eccedenze alimentari, trova una sua più ampia applicazione”. Lo ha detto oggi la deputata Pd Maria Chiara Gadda durante la conferenza stampa a Montecitorio di presentazione del progetto di educazione alimentare promosso dall’Azienda Monini,  dedicato alle scuole dell'infanzia di tutta Italia, anche attraverso un cartone animato :"Mó e la favola dell'olio Extra Vergine di Oliva", per insegnare ai più piccoli e ai genitori come nasce un vero olio extravergine d'oliva e le regole base della buona alimentazione. Durante la conferenza stampa sono stati premiati alcuni istituti scolastici, tra gli oltre 2.378, che hanno aderito a questa iniziativa avviata due anni fa. Tra gli altri presenti,  Zefferino Monini, Mariaflora Monini e lo chef Gianfranco Vissani.

“ Il cibo - ha spiegato Gadda - non è soltanto soddisfazione di un bisogno, ma è  storia della nostra terra, cultura, è persino legalità quando si pensa alle modalità con le quali viene prodotto. E’ un bene prezioso che non va sprecato. La legge antisprechi richiama ciascuno alle proprie responsabilità nel promuovere anche una  maggiore condivisione del cibo. Ad un anno dall’entrata in vigore di questa legge si sono raggiunti risultati importanti in termini di maggiori quantitativi donati e di nuove occasioni di recupero nelle navi da crociera, dagli eventi sportivi, dai mercati all’ingrosso o dai luoghi di divertimento. Ci sono ancora troppi bambini, anche nel nostro Paese, che riescono a seguire una dieta alimentare  equilibrata soltanto mangiando nella mensa scolastica, perché le loro famiglie fanno fatica ad arrivare alla fine del mese. La legge sul recupero delle eccedenze è una delle risposte che la politica ha dato e che imprese ed enti caritativi hanno colto. Sono convinta - ha concluso Gadda - che scelte responsabili come quella di Monini, sul fronte dell’educazione e della promozione di iniziative sulla donazione delle eccedenze per solidarietà sociale, potranno essere da esempio anche per altre imprese del settore agroalimentare”.

14/11/2017 - 16:04

“Sono molto fiduciosa del nuovo piano aziendale di Poste Italiane. Da sindaco, e parlamentare, ho condotto una battaglia per la difesa degli uffici postali dei piccoli comuni, convinta che rappresentino, oltre ad un servizio essenziale per i cittadini, anche la presenza dello Stato sul territorio”. Lo ha detto Magda Culotta, sindaco di Pollina e deputato Pd al termine dell’audizione dell’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante alle Commissioni riunite Ambiente e Trasporti. L’Ad ha infatti escluso chiusure e rimodulazioni orarie degli uffici postali nei Comuni sotto i 5 mila abitanti. “Il piano di Poste è in linea con l’articolo 9 della legge sui Piccoli Comuni che prevede la tutela e lo sviluppo economico delle piccole comunità. Per questo, - continua Magda Culotta - dovremo monitorare la situazione, affinché ci sia la piena applicazione di quanto affermato dall’amministratore delegato, così da salvaguardare gli uffici postali locali che nelle piccole comunità rappresentano un servizio essenziale alla popolazione”.

14/11/2017 - 16:00

Cosa dicono Raggi e Di Maio?

“Cosa dicono la sindaca Raggi e il candidato premier Di Maio in merito al metodo mafioso invocato dal pentastellato Fabio Talamoni verso i consiglieri del Partito Democratico dell’XI municipio?
- Lo chiede Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico, alla notizia di quanto avvenuto oggi in Consiglio dell’XI municipio di Roma -
“Se da un lato i vertici del Movimento 5Stelle affermano di non volere i voti della mafia e la sindaca di Roma indice manifestazioni contro la criminalità e le mafia, dall’altro il consigliere pentastellato chiede di allontanare la delegazione municipale del Pd proprio col “metodo Spada”. Come al solito gli esponenti pentastellati giocano più parti in commedia per non scontentare nessuno, ma – sottolinea Di Salvo - in questo caso la scelta è tra mafia e legalità. È arrivato il momento di dire alle cittadine e ai cittadini la verità e spiegare quale delle posizioni in campo è quella originale del M5s”.
“In attesa di chiarimenti ufficiali – conclude Di Salvo – voglio esprimere la mia piena solidarietà a Veloccia, Lanzi, Fainella e Vastola, i consiglieri Dem del mio municipio, minacciati con quello che anche la procura ha chiamato metodo mafioso”.
 

14/11/2017 - 15:11

“La nascita di una difesa comune europea è un traguardo ambito da decenni e che oggi sta avendo finalmente concretezza grazie ad un forte protagonismo italiano.”.
E’ quanto dichiara Laura Garavini, deputata PD eletta in Europa e componente della Presidenza del Gruppo PD alla Camera, in merito alla sottoscrizione da parte di 23 paesi membri, della Pesco, la Cooperazione Strutturata Permanente sulla Difesa, promossa dall’Italia e consegnata a Federica Mogherini dai rispettivi Ministri alla Difesa.

“L’accordo prevede la condivisione di azioni tangibili che, in futuro, potranno confluire nella previsione di un vero e proprio esercito europeo. Nel frattempo – prosegue la deputata - gli stati membri potranno promuovere investimenti specifici finalizzati alla ricerca e alla costruzione comune di strumenti di difesa, adottando congiuntamente decisioni strategiche”.

“Si tratta di un risultato estremamente proficuo, soprattutto in considerazione dell’attuale situazione geopolitica. Tutti i sondaggi confermano come i cittadini europei avvertano l’esigenza di una politica di sicurezza comune a livello europeo, che li faccia sentire al sicuro alla luce del pericolo rappresentato dal terrorismo internazionale, soprattutto in un’epoca caratterizzata dalle profonde crisi democratiche in corso in alcuni paesi, alcuni a noi molto vicini”. “Non possiamo che apprezzare lo sforzo profuso dal nostro governo, in particolare dal presidente Gentiloni e dal ministro Pinotti, nel farsi promotori dell’iniziativa e nell’aver creduto fin dal primo momento nel suo valore. Un bellissimo successo che, oggi, possiamo definire raggiunto grazie all’impegno italiano”.
 

14/11/2017 - 15:08

“Si è aperta, su esplicita richiesta del gruppo del PD in VIII commissione, una nuova fase di rapporto tra i territori italiani e l'azienda Poste Italiane S.p.a.  Si tratta di un passaggio importante, perché le garanzie in tal senso fornite in sede parlamentare dal nuovo amministratore delegato e direttore generale dottor Matteo Del Fante aprono la porta a una nuova stagione che lascia alle spalle un periodo fatto di incomprensioni, disservizi e disaffezione e che si deve incanalare su un’ interpretazione del territorio come vero e proprio asset industriale e come variabile di politica economica.
La nuova legge sui Piccoli Comuni ha già dato una importante prova di sé, con la garanzia oggi fornita che chiusure di uffici postali e riduzioni del servizio nei piccoli Comuni non fanno più parte del Piano Industriale trasmesso dall'azienda all'Agcom. Ora bisogna mettere a terra tutte le altre potenzialità che la legge 158/2017 mette in cantiere: i servizi connessi con l'arrivo della banda larga e della infrastruttura tecnologico-informatica in tutto il Paese, le potenzialità del nuovo Piano Nazionale della logistica in rapporto alle peculiarità dei territori, i possibili servizi di cittadinanza innovativi che possono essere erogati  sfruttando la capillare presenza di Poste Italiane in tutto il territorio nazionale con i sui 12.822 uffici postali, partendo dalle tesorerie comunali che oggi non fanno più parte del business delle banche e degli istituti di credito e che sulla scorta della norma possono essere affidati all'azienda creando nuovi spazi di presenza della medesima sui territori.
Oggi il dottor Del Fante ha risposto positivamente alla nostra richiesta di aderire in maniera sostanziale, e non solo formalistica, alla nuova legge, e bisogna quindi proseguire lungo questo percorso. Così Enrico Borghi,  capogruppo Pd in Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera e delegato della Presidenza del Consiglio per le aree interne., nonché co-presentatore e relatore della legge sui piccoli Comuni

14/11/2017 - 15:06

“Davanti alle varie ipotesi circolate in queste ore, restiamo convinti che la soluzione migliore per risolvere il problema delle bollette telefoniche a 28 giorni, sia la formulazione concordata dal Partito democratico, poi condensata nell’emendamento presentato da Stefano Esposito”. Lo dichiara Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera, per commentare l’annuncio di un emendamento con cui il governo intende porre fine alla pratica della fatturazione a 28 giorni da parte degli operatori di telefonia e pay tv.

“Per sminuire la portata del provvedimento qualcuno sta provando a fare passare il messaggio che la pratica dei 28 giorni potrà essere utilizzata dai settori gas e luce che però non hanno mai fatturato le bollette a 28 giorni e che sono notoriamente calcolate sulla base dei consumi. Quella indicata dal Pd è una soluzione efficace e chiara. Dal nostro punto di vista, riteniamo non siano per questo necessarie altre modifiche”, conclude.

14/11/2017 - 12:07

Far Web è il saggio pop che indaga da vicino il fenomeno dell’inquinamento della Rete in tutte le sue manifestazioni, per spiegarci di cosa parliamo quando parliamo di odio e social media.

L’ultimo libro di Matteo Grandi verrà presentato oggi, martedì 14 novembre, alle ore 13.00 alla Sala Conferenze Stampa della Camera dei Deputati.

“Spesso Internet diventa il luogo in cui scaricare rabbia e frustrazione pensando di rimanere impuniti – dice l’On. Anna Ascani, Responsabile del Dipartimento Cultura PD e promotrice dell’evento – ma Internet può essere anche un luogo di formazione, educazione e sensibilizzazione. Un giano bifronte, insomma: da un lato zona franca dove poter attaccare ferocemente, dall’altro potentissimo mezzo per creare opinione e accendere la luce su un tema. Penso ad esempio alle tantissime donne che stanno denunciando anni di molestie ed abusi, che senza i social media probabilmente non avrebbero avuto questa attenzione, e alle quali da donna e da rappresentante delle Istituzioni, va tutta la mia solidarietà”.

14/11/2017 - 11:08

“I dati sul Pil ci consegnano la fotografia di un Paese in ripresa. La crescita, superiore ad ogni aspettativa, riguarda non solo l’ultimo trimestre ma anche il dato tendenziale annuo, più positivo di quanto ogni previsione potesse lasciare sperare, che segna il suo massimo dal 2011”.

- lo dichiara Titti Di Salvo, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico, commentando i dati diffusi dall’istituto di statistica –

“È una crescità che sta portando il Paese fuori dalla crisi, non solo con una forte accelerazione del Pil, ma – sottolinea la deputata Dem - con l’aumento dell’occupazione, dei conti pubblici, dei consumi e del potere d’acquisto delle famiglie. Ora è il momento di consolidare questa tendenza e di convogliare tutti gli sforzi per sciogliere i nodi ancora in campo”.
“Il Pil da solo non porta la felicità, ma è evidente che è stato messo in moto un circolo virtuoso grazie al percorso riformatore del governo Renzi prima e di Gentiloni ora. C’è ancora tanto da fare per l’Italia, per dare sicurezza alle famiglie e certezze ai più giovani – conclude Di Salvo - il nostro impegno per risollevare l’economia e per garantire lavoro, cultura e diritti è in campo”

14/11/2017 - 10:44

“Il Pil cresce e lo fa con una accelerazione superiore alle attese, dandoci la misura di una ripresa continua e costante”.

- lo dichiara Silvia Fregolent, vicepresidente dei deputati del Partito Democratico, commentando i dati diffusi dall’Istat –

“I dati dell’Istituto di statistica ci consegnano un quadro positivo, non solo rispetto agli anni precedenti, ma – sottolinea la deputata dem - anche relativamente alla crescita di Paesi come Francia o Gran Bretagna. Il dato tendenziale annuo si attesta come il più alto degli ultimi sei anni. La crisi che ha segnato la vita delle famiglie e delle imprese sta lasciando il passo alla ripresa, grazie all’impegno profuso in questi anni dal governo Renzi prima e da Gentiloni ora”.

“Se è vero che il Pil è solo un dato economico che non ci consegna la felicità, ci permetterà, però, di proseguire nel percorso delle riforme che – conclude Fregolent - potranno dare respiro e sostegno a chi in questi anni ha pagato sulla propria pelle una crisi globale. L’impegno del governo e del Partito Democratico perché nessuno più resti indietro è già in campo”.
 

14/11/2017 - 10:38

“Soddisfazione per il lavoro fatto, un forte incoraggiamento per quello che c’è da fare in futuro. Questo ci dicono i dati dell’Istat sulla crescita più forte da 6 anni. Guardiamo avanti con spirito unitario e senza pregiudizi perché per proseguire su questa strada il Paese non può affidarsi ad avventurieri inadeguati alla complessità delle cose da fare, ma ha bisogno della serietà e dell'impegno di chi ha dimostrato di saper portare l'Italia fuori dalla crisi”.

Lo dichiara il deputato dem Marco Di Maio, della presidenza del gruppo Pd della Camera.

13/11/2017 - 19:49

“Dispiace che su questi temi non ci sia l’unanimità del Parlamento”, sostiene David Ermini, deputato del Pd, commentando la decisione di alcune forza politiche di non sostenere la legge sul whistleblowing che prevede “la tutela di chi, non in forma anonima, ha il coraggio di segnalare casi di illecito. L’interesse tutelato è quello della integrità della amministrazione pubblica e del mondo dell’imprenditoria privata. Non ci sono premi in denaro per chi segnala ma solo tutela a non essere sottoesposto a ritorsioni o discriminazioni per aver fatto il proprio dovere. Qualora qualcuno segnalasse episodi o fatti falsi incorre nei reati di calunnia o diffamazione e non avrebbe diritto ad alcuna tutela”, conclude Ermini.

13/11/2017 - 13:04

“Con il Premier Paolo Gentiloni, lunedì 20 novembre, sarò a Volpedo per discutere delle finalità della legge a mia prima firma sui Piccoli Comuni. Per guardare l’Italia con  nuovi occhi, partendo dalle comunità e dai territori.

La legge 158/2017 ci  offre nuovi strumenti per  valorizzare le potenzialità del nostro Paese e fare  della bellezza, dell’innovazione e della creatività radicata nei nostri borghi la chiave del futuro.

Volpedo (Al) sarà, per un giorno, la capitale dei Piccoli Comuni grazie all’iniziativa promossa dal Sindaco e che si terrà nella sede della Società di Mutuo Soccorso voluta e fondata da Giuseppe Pellizza, l’autore del “quarto Stato”.

La legge è frutto di un impegno corale del Parlamento.  Un testo a lungo atteso, nato a partire da una mia proposta di legge cui, durante l’esame a Montecitorio, si è collegata quella analoga della collega Terzoni e di cui  a Montecitorio sono  stati relatori i colleghi Borghi, Iannuzzi e Misiani e, a Palazzo Madama, il senatore Vaccari. 

Si tratta ora di rendere operative le molte misure previste dalla normativa attraverso un confronto con il Governo, le Regioni, i vari e soggetti ed enti competenti. A cominciare dalla difesa dei servizi essenziali per le comunità e dagli investimenti nelle nuove tecnologie.

I nostri Piccoli Comuni non sono  un peso per il nostro Paese, ma una straordinaria opportunità  per un’Italia più attenta alla coesione e  allo sviluppo sostenibile,  per un’economia più a misura d’uomo”.

Lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, annunciando la sua partecipazione all’iniziativa sui Piccoli Comuni promossa dal Sindaco di Volpedo, Caldone, per il 20 novembre, alle ore 15, e alla quale interverranno il Presidente del Consiglio Gentiloni e il Presidente dell’Anci Decaro. Saranno inoltre presenti molti Sindaci di Piccoli Comuni.

13/11/2017 - 10:27

“Venerdì scorso Leonardo, la più importante azienda italiana ad alta tecnologia nei settori dell'Aerospazio, Difesa e Sicurezza, ha perso in Borsa oltre 1/5  del suo valore.
Ciò potrebbe comportare un costo rilevante per lo Stato. Quello che conta di più, tuttavia, è l'elevato grado di incertezza che grava su uno dei pochissimi gruppi industriali globali del nostro Paese. L'Italia, dopo aver subito colpi pesanti nel settore chimico e farmaceutico, non può permettersi di indebolire il suo patrimonio aerospaziale.
Colpisce la sottovalutazione della politica. Leonardo e le decine di migliaia di operai, tecnici, ricercatori, ingegneri che vi lavorano, vanno difesi come le pupille dei nostri occhi.
Colpisce che anche nel centrosinistra il confronto sulla politica industriale abbia scarso diritto di cittadinanza. Bassi salari, bassi investimenti, bassa tecnologia, bassa crescita: questa è la nostra storia degli ultimi 15 anni. Serve una svolta.
Esasperati personalismi e tafazziani conformismi sono le malattie infantili del centrosinistra italiano. Così la finanza comanda, i tecnici eseguono e i politici rilasciano interviste a giornali e TV.
Con il voto in Sicilia la campana è suonata per tutti. Senza un colpo di reni all'insegna della coesione di tutto il centrosinistra, pur nei limiti consentiti dalla legge elettorale, l'alternativa al centrodestra sarà rappresentata dal Movimento 5 Stelle. Chi non vede questo pericolo è politicamente incapace o, peggio, in malafede.
Mi auguro che oggi la Direzione Nazionale del Pd dia prova di unità, realismo e consapevolezza, discutendo i problemi che preoccupano gli italiani e indichi a tutto il centrosinistra l'unica rotta possibile, superando le contorsioni di questi giorni: il gioco di squadra. Ci sarà bisogno di tutti per contrastare le disuguaglianze e vincere le prossime sfide.
Non esiste problema politico, che non abbia una soluzione politica”.

Lo dice Daniele Marantelli componente della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

11/11/2017 - 16:22

 "Il Sindaco di Roma, Virginia Raggi, porta la responsabilità di aver compromesso con la sua condotta pasticciona e irresponsabilmente priva di ogni senso delle istituzioni la manifestazione di oggi ad Ostia contro la criminalità.Infatti, tale manifestazione poteva essere una grande occasione per dare una risposta pronta e larga a quanto accaduto e per dare fiducia ai cittadini di Ostia. Invece, inizialmente la Raggi ha promosso la manifestazione come un evento del suo partito, il M5S. Poi, evidentemente consigliata, l’ha trasformata in una iniziativa istituzionale. Nel farlo ha pensato bene di far inviare dal Dipartimento al Personale di Roma Capitale un “invito” alla partecipazione a tutti i dipendenti del Municipio X.”. Così il deputato del Partito Democratico, Roberto Morassut, in una nota.
“La Raggi - continua Morassut - Ha scambiato ancora una volta  il Comune per un partito. Che modo di fare è mai questo? Un ennesimo pasticcio che svela un modo di concepire la politica che può produrre solo ulteriori danni. Un’occasione di mobilitazione democratica importante e che doveva svolgersi in forme istituzionali e corrette è stata compromessa da strumentalizzazioni elettorali, pasticci formali e protervia partitica. Questo è il risultato di avere una classe dirigente che non ha mai amministrato nulla e scambia il governo con il potere".

Pagine