21/05/2020 - 13:05

La parlamentare del Pd Alessia Rotta ha presentato una interrogazione urgente al ministro Speranza

“Ho presentato una interrogazione  al Ministro Speranza per denunciare una serie di anomalie nell'ambito del concorso pubblico indetto per l'assunzione di 4 dirigenti medici di chirurgia vascolare, in forza al sistema sanitario regionale veneto. “. È quanto di legge in una nota della.on. Alessia Rotta, vicepresidente dei deputati Pd. “In tal senso - aggiunge la parlamentare democratica - , sembra non siano stati garantiti i principi di correttezza e imparzialità nella formazione della commissione giudicatrice. Si tratta di criteri indispensabili per qualsiasi commissione chiamata a valutare i candidati di un concorso pubblico. Ritengo doveroso da parte del Ministro, a fronte dei fatti indicati nell'interrogazione, -conclude Rotta- promuovere una verifica da parte dell'ispettorato per la funzione pubblica, al fine di garantire un corretto svolgimento delle prove concorsuali.”
 

21/05/2020 - 12:42

“Siamo estremamente soddisfatti per l'approvazione in Commissione Finanze di una nostra proposta di modifica al DL Liquidità, per innalzare a 30 anni il periodo per la restituzione dei prestiti alle imprese da 25mila a 800mila euro garantiti dallo Stato”.

Lo scrive in un post sul suo profilo Facebook il deputato dem, Piero De Luca.

“È un grande risultato - prosegue De Luca - frutto del lavoro di squadra tra Governo e Parlamento, con il contributo decisivo del Partito Democratico. A seguito di numerosi incontri avuti con varie categorie produttive, era emersa una preoccupazione legata al termine di 6 anni inizialmente previsto per la restituzione dei finanziamenti bancari erogati con la garanzia pubblica. Questo termine era troppo breve e non avrebbe consentito a tante imprese di accedere a tali prestiti per l'impossibilità o la difficoltà di restituirli in tempo. Abbiamo lavorato ininterrottamente per modificare e migliorare il Decreto su questo punto. Ho seguito in prima persona il profilo di compatibilità con le regole europee, che ha portato il Governo ad ottenere il preventivo via libera della Commissione rispetto alla normativa sugli aiuti di Stato. Finalmente nelle scorse ore siamo riusciti a far approvare questo emendamento, decisivo per garantire la necessaria liquidità a migliaia di aziende italiane, con lo scudo di una garanzia fino al 100% tra intervento pubblico e dei Confidi. Nessun Paese europeo ha fatto di meglio per sostenere le proprie imprese - conclude il deputato dem - ora si semplifichino le procedure per assicurare i finanziamenti da parte delle banche. Non c'è neppure un minuto da perdere”.

21/05/2020 - 12:09

“Finalmente sono stati sbloccati i fondi per la ricostruzione privata nel cratere 2009, 78 milioni di euro per la ricostruzione privata all’interno del cratere e 13 milioni per la ricostruzione  privata fuori dal cratere. I mandati di pagamenti verso le banche sono rivolti  a circa 80 interventi. Sono stata permanentemente in contatto con l’ing. Raffaello Fico dell’Usrc e con i Sindaci e l’Ance. Ho sollecitato il Mef e il sottosegretario Baretta per sbloccare i soldi fermi nelle burocrazie. Il presidente dell’Ance dell’Aquila Cicchetti aveva giustamente sollecitato lo sblocco dei fondi per le zone del cratere fuori dal comune dell’Aquila per la ricostruzione privata. Si era creato un blocco per il cumulo delle ordinanze a causa dell’emergenza Covid-19. Tuttavia, abbiamo agito con solerzia e i soldi ora ci sono e verranno assegnati proprio mentre si riaprono i cantieri, davvero una felice coincidenza. Ringrazio quindi il sottosegretario Pier Paolo Baretta e il viceministro Antonio Misiani. Ho riconfermato a tutti che deve essere un impegno prioritario far arrivare i fondi con la giusta costanza e far ripartire i cantieri delle zone del cratere. A soli pochi giorni dallo stanziamento di 92 milioni  per la ricostruzione pubblica con il Cipe, ecco i fondi per il cratere ricostruzione privata. Sono due fatti importanti degli ultimi giorni che dimostrano serietà e attenzione da parte nostra. Sono felice ed auguro buon lavoro all’ufficio speciale, ai sindaci, alle imprese ed ai lavoratori. Una altra grande boccata d’ossigeno per la ricostruzione.”

Lo dichiara Stefania Pezzopane, deputata abruzzese, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

21/05/2020 - 11:54

“La doppia presentazione di ieri mattina delle strategia sulla biodiversità e di Farm to Fork (dal produttore al consumatore) da parte della Commissione Europea, è una buona notizia su cui lavorare con determinazione in Europa e negli Stati Membri. Riduzione dell’uso di pesticidi, riduzione dell’uso dei fertilizzanti, aumento della produzione Biologica, interventi per la biodiversità, riduzione antimicrobici per allevamenti ed acquacoltura, sono tutti obiettivi importanti affinché lo sviluppo dei sistemi alimentari cresca secondo obiettivi di sostenibilità”. Lo dichiara Susanna Cenni, vice presidente della commissione Agricoltura della Camera e responsabile Agricoltura del Pd.

“Importante che sia stato toccato anche il tema di etichette con l’obbligo dell’origine, da sempre battaglia del nostro Paese, a patto che diventi davvero obbligatoria e non si generi confusione nel consumatore, come avvenuto in passato con  fantasiose ipotesi nutrizionali tutt’altro che chiare oggi- prosegue Cenni - mentre stiamo progettando la ripartenza dopo la crisi Pandemica, fondare sul Green New Deal  le strategie economiche e sociali è una scelta giusta e lungimirante. Ma deve pero essere chiaro che le imprese agricole dovranno essere protagoniste, e non comparse di questa stagione.”

“Sostenere la transizione ecologica dei sistemi alimentare significa investire con determinazione e chiarezza nel rafforzamento delle filiere ‘produttore-consumatore’, significa innovare macchinari obsoleti e tecnologie di produzione utili a ridurre il consumo idrico e l’uso di input chimici, significa incentivare la rottamazione di pratiche e materiali inquinanti, significa connessione certa nelle aree agricole e maggior sostegno all’agricoltura e alla biodiversità nelle aree interne e montane. Significa fare scelte, anche di carattere fiscale che non penalizzino gli agricoltori e rafforzino le filiere dal produttore al consumatore.”

21/05/2020 - 11:36

“La garanzia statale per l’accesso al credito da parte degli enti di terzo settore e degli enti religiosi civilmente riconosciuti (anche non imprenditoriali) non è stata prevista nel Decreto Rilancio perché la si sta definendo, più opportunamente, entro il Decreto Liquidità. Proprio ieri sera è stato approvato in Commissione finanze alla Camera l’emendamento che prevede tale misura”.

Lo dichiara Stefano Lepri, responsabile terzo settore Pd.

21/05/2020 - 11:30

“I professionisti sono un ingranaggio fondamentale della nostra economia e durante il lockdown hanno perso fatturato come tutto il mondo delle imprese, spesso aiutando i loro clienti a destreggiarsi in questa nuova crisi senza poter chiedere nulla in cambio. Escluderli dal contributo a fondo perduto non ha senso, è un errore grave che deve essere corretto subito”.

Lo dichiara la vice capogruppo del Pd alla Camera, Chiara Gribaudo.
“Il centrosinistra - aggiunge la deputata dem - lavora da tempo per includere i professionisti, ordinisti e non, fra le categorie da tutelare attraverso strumenti di welfare, e nel decreto Cura Italia alla fine abbiamo fatto valere questo principio. Se c’è qualche burocrate ministeriale che ancora li considera dei privilegati, lo invito a uscire dal palazzo e a farsi un bagno di realtà, perché il mondo è cambiato e lo Stato non può più avere figli e figliastri. Se il governo non correggerà immediatamente l’errore con un atto ad hoc, lavoreremo in Parlamento per farlo e non dubito che ci saranno convergenze fra maggioranza e opposizione”.

21/05/2020 - 11:03

“L’ #UE nel #Covid_19 sembra aver preso la giusta direzione. Non solo #BCE a sostenere euro, ma liquidità a tassi irrisori con  #MES e #SURE - per sanità e amm. sociali- contribuiti a sostegno dell’economia con #RecoveryFund. Questa è la strada: un’Europa più solidale e più unita”.

Lo scrive su twitter il vicepresidente Pd della commissione Attività produttive, Gianluca Benamati.

20/05/2020 - 20:43

“La doppia presentazione di questa mattina delle strategia sulla Biodiversità e di Farm to Fork (dal produttore al consumatore) da parte della Commissione Europea, è una buona notizia su cui lavorare con determinazione in Europa e negli Stati Membri. Riduzione dell’uso di pesticidi, riduzione dell’uso dei fertilizzanti, aumento della produzione Biologica, interventi per la biodiversità, riduzione antimicrobici per allevamenti ed acquacoltura, sono tutti obiettivi importanti affinché lo sviluppo dei sistemi alimentari cresca secondo obiettivi di sostenibilità” lo dichiara Susanna Cenni, vice presidente della comm Agricoltura della Camera e resp Agricoltura del Pd “importante che sia stato toccato anche il tema di etichette con l’obbligo dell’origine, da sempre battaglia del nostro Paese, a patto che diventi davvero obbligatoria e non si generi confusione nel consumatore, come avvenuto in passato con  fantasiose ipotesi nutrizionali tutt’altro che chiare” Prosegue Cenni “oggi, mentre stiamo progettando la ripartenza dopo la crisi Pandemica, fondare sul Green New Deal  le strategie economiche e sociali è una scelta giusta e lungimirante. Ma deve pero essere chiaro che le imprese agricole dovranno essere protagoniste, e non comparse di questa stagione.

Sostenere la transizione ecologica dei sistemi alimentare significa investire con determinazione e chiarezza nel rafforzamento delle filiere “produttore, consumatore”, significa innovare macchinari obsoleti e tecnologie di produzione utili a ridurre il consumo idrico e l’uso di input chimici, significa incentivare la rottamazione di pratiche e materiali inquinanti, significa connessione certa nelle aree agricole e maggior sostegno all’agricoltura e alla biodiversità nelle aree interne e montane. Significa fare scelte, anche di carattere fiscale che non penalizzino gli agricoltori e rafforzino le filiere dal produttore al consumatore.”

 

20/05/2020 - 20:33

“Abbiamo approvato un emendamento molto importante al decreto Liquidità, che concede alle imprese di avere un orizzonte temporale più ampio per la restituzione dei prestiti. Si supera, infatti, il limite dei dieci anni, precedentemente previsto. Più tempo, dunque, per la restituzione, più tempo per ripartire. Inoltre la garanzia dal Fondo può essere cumulata con un’ulteriore garanzia concessa da Confidi, o da altri soggetti abilitati al rilascio di garanzie, fino alla copertura del 100 per cento del finanziamento concesso. Questo emendamento si inserisce nelle iniziative del Pd per facilitare l’accesso al credito, dare maggiori garanzie e più tempo per la restituzione”.

Lo dichiara Martina Nardi, capogruppo Pd in commissione Attività produttive della Camera.

20/05/2020 - 20:07

“L’approvazione dell’emendamento con il quale si innalza fino a 30 anni il periodo per la restituzione dei finanziamenti accordati alle imprese attraverso il Dl liquidità è un grande risultato. È stato un lavoro di squadra tra governo e Parlamento, con il contributo decisivo del Partito democratico”. Lo afferma il parlamentare del Pd Gianni Dal Moro

Dal Moro, si spiega in una nota, fin dall’inizio ha seguito l’iter del provvedimento e in particolare alcuni emendamenti firmati dalla maggioranza del gruppo Pd alla Camera. “Dopo giorni di duro lavoro - sottolinea il deputato - e in collaborazione con il Mef, oggi dalla Commissione europea è arrivato il via libera alla nostra proposta di allungare il tempi di restituzione dei finanziamenti. La proposta che ho presentato e che ha avuto fin da subito avuto il forte sostegno di molti colleghi ha consentito di vincere una battaglia complicata ma possibile”.

“È stata una decisione di buon senso - conclude Dal Moro - che rappresenta un aiuto concreto e diretto per le nostre imprese e in particolare alle pmi che fino a 3.200,00 di fatturato 2019 potranno chiedere il finanziamento fino al 25% restituendolo in un tempo fino a 30 anni con la copertura delle garanzie pubbliche fino a 80% e 20% copertura Confidi”.

20/05/2020 - 19:28

“L’approvazione del nostro emendamento al Decreto Liquidità che permette anche agli agenti di assicurazione, ai subagenti e ai broker, l'accesso al fondo di garanzia è una buona notizia, che va nella direzione di estendere al massimo le tutele a tutte le categorie del mondo del lavoro colpite dagli effetti economici della pandemia del Coronavirus. Gli agenti professionisti di assicurazione e le agenzie erano attualmente esclusi dalla possibilità di usufruire dei benefici previsti dal decreto Liquidità per il finanziamento alle imprese in relazione all’emergenza Covid. Questo perché, secondo i requisiti oggi in vigore per l’accesso al fondo di garanzia per Pmi e professionisti, erano assimilati ai colossi assicurativi rappresentati dalle Compagnie (sezione K attività finanziaria e assicurativa). Ora questa ingiustizia viene finalmente sanata con l’approvazione del nostro emendamento, che restituisce tutele e garanzie anche a questo importante comparto che non è diretta espressione delle Compagnie di assicurazione, ma che si organizza in forma di impresa autonoma sul territorio. Peraltro, parliamo di imprese di piccola o piccolissima dimensione che hanno subito conseguenze pesantissime da questa fase di emergenza”.

Così i parlamentari del Partito Democratico, Alessia Rotta, Umberto Buratti e Mario Morgoni, firmatari dell’emendamento approvato in commissione congiunta Attività produttive e Finanze della Camera.

20/05/2020 - 18:26

“In questi giorni il dibattito sul comparto automobilistico italiano si è concentrato sul prestito da 6,3 miliardi, con garanzia SACE, richiesto da Fca Italia a causa dell’emergenza covid-19. Ma i problemi del settore auto non nascono con l’epidemia, e gli oltre 250mila occupati italiani affrontano da anni cilci di cassa integrazione e promesse di riconversione ecologica spesso non mantenute. La prospettata fusione dei gruppi Fca e Psa non ha finora chiarito il futuro degli stabilimenti italiani e dei suoi addetti, che rappresentano oltre il 7 per cento del settore manifatturiero. Anche alla luce dell’impegno assunto dal governo per riaprire al più presto il tavolo su automotive, abbiamo chiesto alla ministra del Lavoro e delle Politiche sociali quali misure intenda mettere in campo per salvaguardare i livelli occupazionali italiani nel settore auto, e l’intero comparto che resta strategico per il nostro Paese”.

Lo dichiara la vice capogruppo del Pd alla Camera e componente della Commissione Lavoro, Chiara Gribaudo, intervenendo in Aula per il Question time.

Nella replica Stefano Lepri, della Presidenza del Gruppo Pd, ha sollecitato l’impegno per i lavoratori ancora in cassa integrazione e per quelli impiegati in fabbriche che ancora non hanno una chiara vocazione produttiva. “Ci aspettiamo da FCA una ulteriore responsabilità sociale - prosegue Lepri - anche con una diversa destinazione della remunerazione del capitale, specie in questa così difficile situazione. Ricordo che il prestito garantito dallo Stato prevede condizioni importanti, come l’impossibilità di distribuire dividendi e di mantenere sedi in paradisi fiscali; la necessità di gestire l’occupazione con accordi sindacali; la destinazione di tutta la liquidità ottenuta in prestito solo su programmi in Italia. Siamo di fronte ad un vero atto di politica industriale di cui si avvantaggerà l’intera filiera automobilistica italiana. Infine sottolineo l’impegno preso dal Presidente Conte per ridurre il dumping fiscale e legale che l’Italia sconta rispetto ad altri paesi europei”.

20/05/2020 - 16:44

“L’articolo 15 del decreto Rilancio prevede un incremento di 20 milioni di euro per l'anno 2020 del Fondo nazionale per il servizio civile. E’ una buona notizia, anche se speravamo in una cifra più cospicua”.

Lo dichiara Francesca Bonomo, deputata del Partito democratico, da sempre molto attenta al tema, e promotrice della riforma del servizio civile universale.

“Sono molto contenta che, grazie al nostro lavoro, nel decreto si sia trovato uno spazio anche per il Servizio Civile, che nei prossimi mesi costituirà uno dei pilastri su cui far ripartire il Terzo Settore nel nostro Paese, ma avevamo chiesto un impegno di almeno 60 milioni, che sarebbero stati sufficienti per impegnare almeno 50.000 volontari”.

“La strada verso il Servizio Civile Universale è ancora lunga, purtroppo con il primo governo Conte abbiamo assistito a una cospicua riduzione dei fondi, e nonostante un aumento nell’ultimo anno, si sta faticando a tornare ai livelli dei governi Renzi-Gentiloni. Lavoreremo nei prossimi mesi con il governo - conclude Bonomo - per cercare di garantirne la stabilizzazione e l’impiego di un contingente di almeno 50.000 giovani volontari all’anno”.

20/05/2020 - 16:09

“Benissimo Nicola Zingaretti sull’obbligatorietà del vaccino anti influenzale per gli over 65. Dobbiamo proteggere la popolazione anziana, la più esposta agli effetti del covid-19. Non dobbiamo farci trovare impreparati all’autunno quando sarà alta la probabilità di una sovrapposizione tra la sindrome influenzale stagionale e covid-19. Il Pd ritiene fondamentale non abbassare la guardia sulle vaccinazioni obbligatorie, e raccomandate, e promuovere nella popolazione, per la peculiarità di questa fase, la vaccinazione anti influenzale e antipneumococcica, così come suggerito dall’Oms e dalle principali società scientifiche”.

Così in una nota Beatrice Lorenzin, ex Ministro della salute e responsabile del Forum Salute del Partito Democratico.

20/05/2020 - 16:06

"L'annuncio del Primo Ministro Netanyahu di voler annettere parte della Cisgiordania e la decisione del Presidente Abu Mazen, per reazione,  di ritenere decaduti tutti gli accordi  con i governi di Israele e Stati Uniti innesca una spirale di tensioni che rischia esplodere in un conflitto devastante. Nessuna soluzione di pace e convivenza può venire da atti unilaterali e gesti di sfida. È urgente fermare l'incendio prima che divampi. Intervenga la comunità internazionale, l'Unione Europea agisca, l'Italia faccia sentire la sua voce. Si persegua ogni iniziativa utile a fermare atti irreversibili forieri di nuove tragedie".

Lo ha dichiarato l'on. Piero Fassino, Vicepresidente della Commissione Esteri della Camera.

Pagine