02/10/2018 - 16:26

“Dunque anche il M5s si è accorto delle criticità presenti nel ddl Pillon”. Lo dichiara in una nota la deputata del Pd, Lucia Annibali, a proposito dell’intervista rilasciata dall’On. Spadoni al Fatto Quotidiano.

“Meglio tardi che mai – continua - verrebbe da dire. Mi chiedo però se la vice-presidente della Camera, Spadoni, abbia condiviso questa sua riflessione con i colleghi di partito che al Senato hanno firmato quel testo. Aggiungo che l’intero impianto di quel provvedimento è da rigettare. Non si tratta solo di fare qualche piccola correzione, l’ideologia che sottende a quel ddl è maschilista e oscurantista, penalizza la libertà femminile e mina l'equilibrio dei minori”.

“L’onorevole Spadoni sia più coraggiosa e ci aiuti a chiedere il ritiro immediato del ddl Pillon”, conclude.

02/10/2018 - 16:00

“Nel triste capitolo degli impegni per le zone terremotate del Centro Italia siamo giunti al terzo atto di una vergognosa fiction: nulla nel Decreto Terremoto, nulla nel Mille Proroghe, nulla anche nel Decreto Genova, dove la maggioranza M5s-Lega aveva annunciato di inserire quei provvedimenti che non erano stati inseriti precedentemente. Nessuno degli impegni e delle promesse elettorali, anche da di Di Maio e Salvini, hanno invece trovato una risposta: manca la proroga del commissariamento e si lasciano gli enti locali nell’incertezza su chi gestirà l’emergenza; non è affrontato il tema della restituzione delle tasse; non hanno trovato spazio neanche le iniziative per la cosiddetta zona franca, decisiva per il rilancio economico del territorio; e niente anche per il personale, mille persone abbandonate mentre si avvicina la data di scadenza dei contratti. In questo modo si blocca la ricostruzione. Tre occasioni mancate alle quali risponderemo rinnovando la nostra battaglia e presentando insieme ai sindaci gli emendamenti utili alla rinascita del Centro Italia”.

Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

02/10/2018 - 13:53

“Come mai il governo non sembra avvertire la necessità di procedere alla nomina di un presidente della Consob che abbia la necessaria competenza ed esperienza e indiscussa moralità e indipendenza? Il governo forse non lo ritiene estremamente urgente anche in ragione degli effetti delle attuali turbolenze finanziarie, largamente causate dagli intendimenti governativi in materia di finanza pubblica e, più in generale, dall’instabilità che sta caratterizzando il mercato finanziario nazionale fin dall’insediamento dell’attuale esecutivo? Forse non pensa che le istituzioni indipendenti siano essenziali per governare i mercati nell’interesse dei cittadini, il cui risparmio è messo a rischio dagli accadimenti di questi giorni e che vada, invece, tutelato come da dettato costituzionale?”.

Sono alcune delle domande alle quali si vuole dare una risposta con l’interrogazione presentata dai deputati Dem della commissione Finanze, prima firmataria la capogruppo Silvia Fregolent, e rivolta al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

02/10/2018 - 12:19

Oggi Borghi evoca una moneta autonoma. Ecco il vero obiettivo del Governo: realizzare il Piano B di Savona ed uscire dall’Euro. Davvero pensate che stampare lire, fiorini o talleri possa ridurre la povertà e aumentare l’occupazione e gli investimenti? Basta scherzare col fuoco!”.

Così, sul suo profilo twitter, il capogruppo del Pd in commissione Politiche europee, Piero De Luca.

02/10/2018 - 11:20

“Il disegno di legge Pillon va respinto perché riporta le relazioni uomo-donna e i rapporti familiari indietro di decenni. Vorremmo ricordare alla vicepresidente della Camera M5s, Maria Edera Spadoni, che - pur vedendo con evidente imbarazzo la presenza di criticità - segnala la presenza del tema ‘affido condiviso’ nel contratto di governo Salvini-Di Maio, che questo istituto già esiste nel nostro ordinamento insieme al rispetto del principio della bigenitorialità. Esiste e sono i magistrati a decidere nel merito tenendo conto degli interessi dei minori e, di volta in volta, dei diritti e dei doveri delle madri e dei padri. Che vanno garantiti, tenendo sempre come base l’interesse dei figli minori ed equilibrando quelli delle madri e dei padri separati.  Gli automatismi che invece si vogliono introdurre attraverso il ddl Pillon sono gravi, dannosi e rischiano di aprire ferite incalcolabili ai figli dei minori separati. Alle dichiarazioni di Spadoni va ribattuto che è tutto l’impianto del ddl Pillon che va respinto. Al centro ci deve sempre essere la tutela e l’interesse del minore. Su questo il Pd è impegnato insieme a tante associazioni e forze che non vogliono arretrare sul terreno della civiltà giuridica e della convivenza civile”.

Così i deputati Dem Walter Verini, responsabile Giustizia del Pd, ed Elena Carnevali, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

02/10/2018 - 11:16

“Il governo si attivi seriamente per evitare la chiusura dello stabilimento di caffè di Anzedeno (Torino) ed il licenziamento collettivo di tutti i 57 dipendenti”.

E’ quanto chiede in una interrogazione la deputata Pd, Silvia Fregolent, sulla vicenda dell’unico sito italiano dei marchi storici Hag e Splendid dopo la decisione della proprietà di delocalizzare all’estero la produzione.

“Evidentemente - spiega la deputata Dem - le norme del Decreto Dignità, i tweet e gli slogan del governo e della maggioranza non hanno impedito all’azienda Jde di annunciare lo spostamento di una industria storica del nostro territorio all’estero. Si tratta di uno stabilimento, tra l’altro, dove la produzione è a pieno regime e che non ha mai registrato segnali di crisi. Piena solidarietà - conclude Silvia Fregolent - va ai dipendenti che oggi stano manifestando per il ritiro della procedura di licenziamento ed il mantenimento dell’attività”.

02/10/2018 - 10:59

Siamo molto preoccupati. Oggi lo spread è al massimo da 5 anni, a quota sopra 300.
L’innalzamento dovuto all'immagine di incapaci al governo e ai loro annunci, sta mandando in fumo risparmi e sacrifici di cittadini e imprese italiane.

Un grazie a Di Maio e Salvini da tutti gli speculatori che si stanno arricchendo a nostre spese
#resistenzacivile

Lo ha scritto su Facebook il vice presidente della Camera Ettore Rosato.

02/10/2018 - 10:49

Gli esponenti della maggioranza continuano a giocare con i risparmi degli italiani. Oggi è il presidente Borghi, che svela il progetto finale del governo di portarci fuori dall’Euro, a scatenare la tempesta perfetta sull’Italia”.

Lo dichiara Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico- “In poche ore lo spread è schizzato sopra i 300 punti, la borsa è crollata e l’Euro è scivolato a 1,15. Il presidente della Commissione Bilancio della Camera parla di una moneta tutta italiana per risolvere  i problemi del Paese, ma - sottolinea la deputata Dem - ottiene la dimostrazione plastica che sarebbe solo un disastro per l’Italia e per i suoi cittadini. Lega e 5Stelle, in un continuo braccio di ferro a chi la spara più grossa, ci stanno riportando ai tempi della crisi che ha costretto gli italiani a sacrifici pagati sulla propria pelle e con le proprie tasche”.

“Dopo una manovra irresponsabile, volta solo a dare soddisfazione ai vicepremier gialloverdi, e gli auspici di Italexit, è il momento di iniziare ad occuparsi delle cittadine e dei cittadini e - conclude Rotta - smetterla con questa campagna elettorale continua”.

01/10/2018 - 19:29

“Le accuse rivolte da Paragone al Tg1 sono insieme scorrette e tendenziose”. Lo dichiara Michele Anzaldi, segretario della Commissione Vigilanza Rai, a proposito delle dichiarazione Gianluigi Paragone sul Tg1.

“Il confronto – spiega – tra l’edizione del Tg e quella del quotidiano del giorno successivo proprio non regge. Il riferimento di cui tener conto alle 20 sono le notizie pubblicate nel pomeriggio dai principali siti d’informazione. E non certo, come ha fatto Paragone, un edizione cartacea che esce almeno 15 ore dopo. Secondo lui, i giornalisti dl tg1 dovevano ignorare quella che secondo le redazioni online era alle 20 la notizia più importante? Se l’avessero fatto, quella sì che sarebbe stata una favoletta invece che una notizia. D’altronde, le considerazioni di Paragone sono quelle di chi non ha mai diretto né un tg né un quotidiano. E in ogni caso, gli sconsigliamo di ingaggiare una gara sulle presenze in Piazza del Popolo perché quando, a marzo, i 5 Stelle ci hanno chiuso la campagna elettorale, allora davvero c’erano quattro gatti”.

“Invece che insultare ingiustamente i giornalisti del tg1, Paragone dovrebbe apprezzarne la serietà che, nonostante l’assenza di un piano editoriale, continuano a fare il loro lavoro con impegno e rigore. L’elezione nei 5 Stelle ha trasformato Paragone, da giornalista anomalo con chitarra al collo, a triste ragioniere tendenzioso”, conclude.

01/10/2018 - 18:16

“Il ministro Tria torna a Roma prima del previsto: lascia i tecnici al vertice dei ministri delle finanze perché non ha un testo da esibire e illustrare. Anche così ...lentamente muore la credibilità di un paese”.

Lo scrive su Twitter il vicepresidente della Camera Ettore Rosato 

01/10/2018 - 17:03

“Se più indizi costituiscono una prova, oggi possiamo dire con certezza che L’Aquila è stata completamente dimenticata dal governo Lega-M5s. Nel decreto emergenze non c’è niente, al contrario di quanto era stato promesso; della nomina di un sottosegretario per la ricostruzione non c’è traccia; il responsabile della struttura di missione che si occupa degli interventi dopo il sisma 2009, il dottor Marchesi, il cui mandato era in scadenza, è stato prorogato per un solo mese a conferma della grande incertezza con la quale si muove il governo . Probabilmente per questi motivi, che si aggiungono a una serie di risposte non date, oggi è suonato un altro campanello d’allarme per i cittadini aquilani: l’annunciata visita della ministra Barbara Lezzi è stata annullata per non ben precisati motivi, altri impegni sopraggiunti. Sarà che non voleva presentarsi a mani vuote e che il governo nulla ha da dire per L’Aquila?”

Lo dichiara la deputata dem Stefania Pezzopane, della presidenza del Gruppo Pd della Camera.

01/10/2018 - 16:56

“La presentazione da parte del Coni della candidatura di Milano e Cortina per le olimpiadi invernali 2026 è una buona notizia”. Lo dichiara Andrea Rossi, deputato del Partito democratico.

“Si tratta di un evento che – continua - come abbiamo già avuto modo di dire come partito Democratico, rappresenta una opportunità per il nostro Paese, non solo dal punto di vista sportivo, ma anche economico, culturale e di promozione del territorio. L’ufficializzazione della candidatura di Milano e Cortina rappresenta invece un’occasione persa per Torino. La città ne esce fortemente ridimensionata, insieme al sindaco Appendino, che si è dimostrata incapace di scegliere tra l’interesse prevalente di una città come parte di così importante evento, e le indecisioni politiche del Movimento 5 stelle, ancora una volta contrario ad appuntamenti di caratura internazionale e sostenitore di un’idea di società basata sulla decrescita felice”.

“La candidatura di Milano e Cortina non potrà, a questo punto, non contare anche sul sostegno non solo testimoniale, ma anche economico del governo. Da un’eventuale buona riuscita dell’evento, ne guadagnerebbe tutto lo sport italiano e l’Italia intera”, conclude.

01/10/2018 - 15:59

Esprimiamo la nostra solidarietà ai quattro militari italiani coinvolti oggi in un’esplosione  a Mogadiscio.  L’autobomba, che sarebbe stata rivendicata dagli Al Shabaab il gruppo terroristico somalo legato ad Al-Qaida, ha danneggiato il blindato su cui viaggiavano i nostri militari che per fortuna sono rimasti illesi. Siamo orgogliosi del lavoro delle forze armate italiane impegnate nella missione europea in Somalia, che mettono a disposizione le loro riconosciute competenze e professionalità per rafforzare il  Governo Federale di Transizione somalo.

Lo afferma Alberto Pagani, capogruppo Pd in commissione Difesa della Camera.

01/10/2018 - 13:56

"45 giorni per un decreto beffa senza risorse né infrastrutture. E ora Genova scopre che la sua tragedia per il portavoce del governo è una scocciatura per cui 'è saltato il ferragosto'. Prima ferita, poi derubata, ora umiliata.

Conte rimuova immediatamente Casalino #RoccoVergogna". Lo scrive su Twitter Luciano Nobili, deputato del Partito democratico, a proposito dell'audio del portavoce di Palazzo Chigi Rocco Casalino sul crollo del ponte Morandi reso noto dal Giornale.

01/10/2018 - 13:40

“La sindaca Appendino sulla candidatura di Torino alle Olimpiadi invernali del 2026 è stata scaricata dal governo e dal vicepremier Di Maio. Paga l’incertezza di un progetto che il M5S locale ha sempre contrastato e non è mai riuscita a fare squadra con Cortina e Milano. Con la sua incapacità sta portando una delle metropoli più importanti d’Italia nel baratro. Ogni promessa elettorale è stata un clamoroso flop. Ne prenda atto e si dimetta”.

Lo dichiara la deputata Dem Silvia Fregolent.

Pagine