n. 95 - 4 luglio 2020

SCREENING DI MASSA CONTRO IL COVID-19

Via libera al decreto che dispone studi epidemiologici

Approvato dal Parlamento il decreto legge contenente le misure necessarie per disporre studi epidemiologici e statistiche sullo stato immunitario al Covid-19. Un provvedimento nato dall'esigenza di avere dati completi e sicuri sull’immunizzazione della popolazione, ma anche per superare le difficoltà di stima della diffusione di forme di “infezioni asintomatiche” che non richiedono assistenza medica. I dati sono fondamentali per guidare le prossime decisioni di carattere sociosanitario, suggerendo le misure di profilassi e di contenimento più idonee a contrastare l’emergenza sanitaria. Non solo, questo consentirà di effettuare misurazioni più accurate della letalità del virus, di aiutare a definire le dinamiche e le caratteristiche epidemiologiche e sierologiche del virus. Si tratta di un grande studio epidemiologico che ci consentirà di affrontare nella maniera più consapevole, e con più frecce al nostro arco, un'eventuale ripresa della pandemia.

TEMI DELLA SETTIMANA

SCOMPARSA DI ALFREDO BIONDI   

Occasione per riflettere sul nodo giustizia-politica

Alfredo Biondi, morto il 24 giugno 2020, è stato un liberale e un uomo di governo. Da ministro della Giustizia del primo Governo Berlusconi, Biondi fu un militante che non nascose mai le sue idee sul nodo giustizia politica. Quelle idee erano, e restano, lontane dalle nostre ma rievocando la figura di Alfredo Biondi, occorre sottolineare l'enormità del nodo politica-giustizia, che risale a oltre un quarto di secolo fa. Questo nodo non è stato sciolto da nessuno in questi ventisei anni: non ci sono riusciti coloro che agitavano il cappio, non ci sono riusciti coloro che tiravano le monetine, né coloro che agitavano le manette, non ci sono riusciti nemmeno coloro che fantasticavano di fantasiosi complotti e toghe rosse. Questa può essere anche l'occasione per riflettere su un possibile metodo, che non può che essere l'azzeramento di tutte le incrostazioni che in questi 26 anni si sono depositate sul nodo politica-giustizia. Solo lavorando insieme riusciremo ad essere all'altezza della responsabilità che questo trentennio di storia italiana ci ha consegnato, ovvero quello di dare agli italiani una giustizia finalmente libera dal peso di un rapporto malato con la politica.

QUESTION TIME

LA SCUOLA TORNI AL CENTRO DELL’AGENDA POLITICA

Al presidente del Consiglio Conte abbiamo chiesto quali azioni urgenti e mirate il governo intenda attuare per garantire, in previsione dell'avvio del prossimo anno scolastico, un aumento delle risorse umane in termini di organico, di strutture adeguate allo svolgimento della didattica e un sostegno per la formazione dei docenti. La sospensione della attività scolastiche, e i limiti della didattica a distanza rilevati in questi mesi, chiedono soluzioni che garantiscano la sicurezza sanitaria e contrastino la disuguaglianza attraverso una scuola inclusiva. In vista del rientro a settembre 2020 è necessario rassicurare il personale scolastico, gli studenti e le famiglie garantendo risorse adeguate, strutture sicure, formazione di qualità e sostegno ai docenti. In questi mesi, sulla scuola, abbiamo avuto troppi silenzi. Un silenzio che è stato della società intera. Un silenzio colpevole per tutti noi. La scuola è stata lontana dal dibattito pubblico, come se non fosse invece la grande infrastruttura sulla quale far rinascere questo Paese. Tutte le scuole di ogni ordine e grado giocano un ruolo determinante per la conoscenza e l'acquisizione non solo dei saperi formali, ma anche di tutti quei valori sui quali si fonda la nostra comunità. Con meno scuola la nostra comunità è più debole. Siamo soddisfatti degli impegni che il Presidente Conte ha preso in Aula, e crediamo che la vera rinascita passi attraverso scuola, la valorizzazione dei docenti e di tutto il personale scolastico, e attraverso la lotta alla dispersione scolastica che deve essere, come la lotta alla disoccupazione, al centro delle nostre preoccupazioni.

 

Vai allo speciale

IN AULA LA PROSSIMA SETTIMANA

Dl Rilancio
Da lunedì 6 ore 10.00 esame del decreto Rilancio.

Dl Riaperture
Da giovedì 9 dalle ore 15, esame del decreto recante ulteriori misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica. .

 

 

 

 

Vai al Calendario