Lavoro: Marattin, bene dati, Lega e M5s l’avrebbero riconosciuto a Pd?

  • 01/07/2019

“Quando uscivano i dati positivi sul lavoro nella scorsa legislatura, M5s e Lega dicevano che erano falsi. Oggi che dopo un anno di governo Conte si vede il segno + sugli occupati (meno della metà di quanto fece il Pd il primo anno) noi diciamo “è una buona notizia per il Paese”. Lo scrive su Twitter Luigi Marattin, capogruppo del Pd in commissione Bilancio della Camera.

Industria: Serracchiani, governo al buio, mettere lavoro a primo posto

  • 14/06/2019

“L’anno bellissimo di cui vagheggiava il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sta facendo i conti, di giorno in giorno, con i duri numeri della realtà. I dati diffusi dall’Istat sull’industria, i numerini che non piacciono ai Salvini e Di Maio, suonano l’ennesimo campanello d’allarme, con un -1% del fatturato e un ancora più grave per le prospettive future -2,4% degli ordini registrato ad aprile. Un trend negativo che diventa drammatico nel comparto dell’auto, dove, sempre ad aprile, si registra -8,6% sul fatturato e -11,6% negli ordini.

Istat: Gribaudo, sul lavoro dal governo poche misure e attuate male

  • 01/04/2019

“I dati Istat su febbraio 2019 confermano le peggiori previsioni sul mercato del lavoro italiano: la disoccupazione, anche giovanile, continua a salire e la discesa sotto il 10% consentita dai nostri governi è solo un lontano ricordo. Il governo è colpevole due volte: per aver destinato poche misure mal finanziate e mal costruite al mercato del lavoro, e per non aver emanato nemmeno un decreto attuativo. Mancano gli incentivi del decreto dignità, mancano gli ammortizzatori sociali promessi in legge di bilancio, e agli italiani ormai manca il lavoro”.

Inps: Gribaudo, deputati M5S non leggano velino Casaleggio, studiare i dati

  • 21/02/2019

“I deputati M5S della Commissione Lavoro dovrebbero studiare meglio i dati, senza farsi condizionare dal velino della Casaleggio Associati. In questo quadro di incertezza le aziende sono state indotte a stabilizzare subito i lavoratori formati, con competenze, a causa del limite ai rinnovi, e sono invece costrette a mandare a casa i lavoratori deboli, 100.000 persone che per il reddito di cittadinanza perdono anche l’assegno di ricollocazione.

Istat: Fregolent, Di Maio e Salvini stanno affondando l’Italia

  • 11/01/2019

“Il crollo della produzione industriale italiana registrato dall’Istat nel dato di novembre, che diventa un vero e proprio terremoto nel settore dell’auto, segnano un punto di non ritorno. Le ricette economiche di Di Maio e Salvini stanno affondando il Paese. I ‘numerini’, come li chiamano gli esponenti del governo M5s-Lega guidato da Conte, parlano purtroppo chiaro. Anzi, scuro, sarebbe meglio dire.

Istat, Gribaudo: Di Maio svegliati! Settore auto a rischio

  • 11/01/2019

“I dati Istat sulla produzione industriale sono sconfortanti e preoccupanti. Il calo di 1,6 punti su ottobre e di 2,7 punti su novembre 2017, unito ai dati sulla crescita e alla stagnazione dell’occupazione, dimostra che il rischio recessione nel nostro Paese è reale. Il crollo poi della produzione nel settore auto, che segna un -19,4% a novembre su base annua, è un segnale gravissimo. Ma dov’è il ministro Di Maio in tutto questo? Sveglia!

Industria: Benamati, governo condanna Italia a declino

  • 11/01/2019

“I dati Istat sulla produzione industriale di novembre ( -1.6% su ottobre e -2.6% su base annua) sono la pesante conferma di quanto da mesi andiamo sostenendo in tema di crescita per questo Paese. Di fronte a questi dati e alla desolante mancanza di politiche industriali e per la crescita nella Legge di Bilancio per il 2019 è urgente invertite la rotta.

Industria: Benamati, incertezze governo fanno arretrare crescita

  • 12/09/2018

“Il sensibile calo della produzione industriale registrato dall’Istat nel mese di luglio è un preoccupante campanello d’allarme per la nostra economia. Le incertezze dell’iniziativa del governo sugli indirizzi per sostenere lo sviluppo e l'impresa, che abbiamo più volte indicate, non promettevano un esito diverso. Incertezze che, per altro, stanno già pesando sulle tasche dei cittadini con uno spread a più di 100 punti al di sopra della situazione lasciata dal precedente governo, che si traduce in maggiori costi per tutti gli italiani.

Industria: Serracchiani, dato Istat certifica fallimento M5s-Lega

  • 12/09/2018

“Il dato sulla produzione industriale diffuso oggi dall’Istat sulla produzione industriale non può e non deve essere sottovalutato. L’Istituto parla di ‘brusca discesa’ a luglio 2018, -1,8% rispetto a giugno, -1,3% rispetto a luglio 2017. Si tratta del peggiore andamento da oltre tre anni a questa parte ed è il primo segno negativo dal 2016. Questo pessimo risultato si aggiunge al ridimensionamento della crescita prevista del Pil per quest’anno e al calo sì della disoccupazione, ma accompagnato da una contestuale riduzione degli occupati e alla crescita degli inattivi.

Pagine