Conti Pubblici: Rosato, Non è procedura ma tagli e sacrifici

  • 04/07/2019

"Non è ancora una procedura d’infrazione, ma certo l'Europa - dove non contiamo più nulla come dimostra la vicenda delle nomine - ha di fatto imposto una manovra correttiva della legge di bilancio. Salvini e Di Maio non vogliono chiamarla così, ma tagli e utilizzo di risparmi cambiano i conti. Sono i soldi che Di Maio aveva promesso alle famiglie, con tanto di post il giorno della festa della mamma. Ma eravamo in campagna elettorale. Ora l’unica cosa certa sono tagli e sacrifici".

Lo ha scritto su Facebook il Vice Presidente della Camera, Ettore Rosato.

UE: Delrio, E’ Salvini che non crede nell’Europa a dare la linea al governo

  • 19/06/2019

L’Italia ha sempre creduto nell’Europa e l’Europa ha sempre creduto nell’Italia. Ma il governo di Salvini, che non vuole più Europa, si presenta a Bruxelles senza una voce sola, senza idee e senza alleanze. L’intervento in aula del presidente Conte ha mostrato con chiarezza lo stato delle cose. Questo governo isola e indebolisce l'Italia.
Lo ha dichiarato il capogruppo democratico alla Camera Graziano Delrio

Spread: Rotta, sovranisti italiani vogliono sfasciare tutto

  • 28/05/2019

“I mercati non abboccano e lo #spread vola a 290 ma ai sovranisti di casa nostra poco importa. Vogliono sfasciare tutto e oggi si sentono legittimati a farlo dal voto popolare. Non hanno alleati in Europa per cambiare le regole e minacciano scelte suicide. Saranno mesi difficili”.

Lo scrive su Twitter Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico.

Europee. Delrio: con Pd Italia più forte in un’Europa più forte

  • 23/05/2019

“Lega e Cinquestelle con il loro sovranismo parolaio hanno indebolito l’Italia allontanandola dai paesi fondatori dell’Unione. I loro alleati hanno l’obiettivo dichiarato di rendere l’Europa più fragile e di smantellare quel patrimonio di integrazione che nei decenni ha assicurato pace, crescita, benessere. Con Salvini e Di Maio si va verso un’Italia più debole in un’Europa più debole. Il Pd è l’unica garanzia di un’Italia più forte in un’Unione che sappia rinnovarsi, superare errori e ostacoli, accrescere la sua forza per affrontare le sfide globali”.

Delrio: Noi per Europa più unita, giusta, forte. Per Salvini e destre stop a casa comune

  • 21/05/2019

Come è stato chiaro alla manifestazione di Milano, Salvini ed i partiti delle destre nazionaliste e xenofobe suoi alleati vogliono un’Europa divisa, debole, distratta sui diritti, senza voce sulle grandi questioni che interpellano il mondo. La retorica sovranista nasconde l’obiettivo di cancellare del tutto l’Europa unita e mettere la parola fine al disegno della casa comune.

Ue: De Luca, infrazioni a quota 71, record incapacità governo

  • 09/05/2019

“In un affollato question time in commissione Politiche europee emerge il disastro del governo del fallimento. Con gli esecutivi a guida Pd le procedure d’infrazione sono calate da 119 a 59. In 11 mesi, grazie a Lega-M5s, le procedure sono risalite a 71. Un record di incapacità”.

Così Piero De Luca, capogruppo Dem in commissione politiche europee, in un tweet con cui commenta la risposta del governo in commissione all’interrogazione parlamentare Dem a firma De Luca, Boschi, Berlinghieri, Rotta, Sensi, Giachetti, Mauri, Raciti.

Pil: Fregolent, Italia locomotiva? Di Maio oltre il ridicolo

  • 07/05/2019

“Non contento della gaffe sul boom economico, Di Maio ci racconta di una locomotiva Italia che va nel giorno in cui si certifica che siamo ultimi in Europa con netto distacco. Siamo oltre il ridicolo”. Lo scrive su Twitter Silvia Fregolent, deputata del Partito democratico, a proposito delle parole del vice-premier Luigi Di Maio in merito alle previsioni economiche Ue sull’Italia.

Governo: Delrio, boom economico? Nessuno peggio di noi in Europa

  • 07/05/2019

"Errori, incapacità e arroganza del governo hanno spinto l’Italia in coda in Europa. Secondo la Commissione Ue nessuno fa peggio dell’Italia nella crescita. Prima avevano annunciato un “boom economico” per il 2019, poi hanno festeggiato il ritorno alla stagnazione. Salvini, Conte e Di Maio che trascorrono il proprio tempo tra campagna elettorale e insulti reciproci sono i responsabili dell’inevitabile stangata fiscale che si abbatterà sulle famiglie per scongiurare il disastro finanziario che hanno causato".

Lo ha dichiarato il capogruppo democratico alla Camera Graziano Delrio

Pagine