Famiglie: Rotta, Fontana svela ipocrisia del governo

  • 20/03/2019

“Dopo settimane di inutili balletti tra Lega e 5 Stelle finalmente il ministro Fontana ha svelato la verità sul patrocinio della Presidenza del Consiglio al sedicente “Congresso della famiglia”, e ha confessato che nessuna richiesta di ritiro è mai stata formalizzata. Di cosa parlano allora i pentastellati quando fingono di stracciarsi le vesti?”
- lo dichiara Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico, commentando la replica del ministro della Famiglia e della disabilità, all’interrogazione di cui è firmataria -

Quota 100: Pd, donne e famiglie utili solo per propaganda

  • 15/03/2019

“Avevamo denunciato che Quota 100 si stava tramutando in un abito disegnato su misura per un lavoratore maschio di una grande impresa del Nord o inserito nel pubblico impiego. La bocciatura degli emendamenti presentati dal Partito democratico, che avrebbero permesso alle donne la riduzione della Quota 100 di un anno per un figlio e di due anni nel caso di due o più figli, conferma le nostre preoccupazioni. Peccato, si trattasse di misure condivise e sostenute anche dalle parti sociali audite in commissione.

Famiglie: Rotta, via logo Congresso è vittoria cittadini democratici

  • 12/03/2019

“La decisione della Presidenza del Consiglio dei Ministri di ritirare il logo al Congresso delle Famiglie di Verona  è una vittoria non solo del Pd, che insieme alle opposizioni al Senato aveva presentato una mozione in tal senso, ma di tutte le cittadine e i cittadini democratici che credono nel rispetto della Costituzione”.

Lo dichiara la deputata veronese Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico

Manovra: Delrio, governo irresponsabile e incapace porta il paes

  • 22/12/2018

"A pochi giorni dalla chiusura dell’anno il governo per totale sua responsabilità non è in grado di presentare la legge di bilancio e cioè i provvedimenti utili al paese alle famiglie ai giovani all’impresa. I litigi continui e le divisioni della maggioranza impediscono al momento di avere notizie certe sui provvedimenti che già si annunciano pericolosi e sbagliati stante, in ogni caso, un sicuro aumento delle tasse e un taglio ai servizi pubblici come sanità e trasporti.

Manovra: Lepri, 100 mln per figli a carico è comunque miseria

  • 31/10/2018

“In assenza di un documento definitivo non c’è certezza sullo stanziamento di 100 per i figli a carico. Se anche venissero confermati, cosa che ci auguriamo, si tratterebbe pur sempre di una miseria”. Lo dichiara Stefano Lepri, deputato del Partito democratico, a proposito delle bozze sulla legge di Bilancio circolate in queste ore.

“Basti pensare che quest’anno lo stanziamento previsto dai governi Pd per i bonus bebè e mamme nel 2018 ammonta a 1,8 miliardi”, conclude.

Welfare: Carnevali, Bene Stato-Regioni su fondi. Si continui su strada governo Pd

  • 31/10/2018

“Il via libera della Conferenza Stato regioni agli oltre 723 milioni di euro per il 2018 da ripartire tra il fondo per le politiche sociali e quello per la non autosufficienza rappresenta senz’altro una buona notizia. Voglio ricordare che si tratta di risorse stanziate dal precedente governo e che andranno a rafforzare l’infrastrutturazione sociale e ad attenuare le disuguaglianze sociali nonché a garantire la presa in carico e l’assistenza. Cifre rilevanti che il Pd ha messo in campo nella scorsa legislatura, dopo anni di tagli.

Manovra: Lepri, per famiglie solo insalata e pomodori

  • 31/10/2018

“Avevano promesso miliardi per il quoziente familiare e le culle piene. Poi nel contratto di governo avevano scritto due righe. Quindi si erano limitati a mettere, per i figli a carico, cento milioni nella prima versione di bilancio. Una miseria”. Lo dichiara Stefano Lepri, deputato del Partito democratico, a proposito delle misure contenute nella legge di Bilancio.

“Ora scopriamo, nel testo finale, che non ci sono manco più quelli. Restano solo l’insalata e i pomodori. Ma solo se fai il terzo figlio”, conclude.

S&P: Rosato, incompetenti e arroganti al governo, pagheranno famiglie e imprese

  • 27/10/2018

“Previsioni negative”. In due parole il giudizio di Standard & Poor’s sulla manovra italiana non poteva essere più inequivocabile. Ora dovrebbe essere chiaro a tutti che occorre aggiustare il tiro perché quel giudizio significa già nell’immediato l’aumento degli interessi sui prestiti per famiglie e imprese e la perdita di valore dei risparmi investiti in titoli di stato e azioni bancarie.

Pagine