Istat: Colaninno, necessarie misure per scongiurare crescita zero

  • 03/04/2019

“Le stime pubblicate oggi dall'Istat sull'andamento del deficit, del debito e della pressione fiscale, previsti tutti in aumento nel 2018, rappresentano un allarme grave che non può essere sottovalutato”. Lo dichiara Matteo Colaninno, deputato del Partito democratico, a proposito dei dati diffusi oggi dall’Istat.

Lavoro: Rotta, meno occupazione per tutti. Governo vada a casa

  • 01/04/2019

“Male i dati Istat sul mercato del lavoro, peggio quelli sulla disoccupazione giovanile. Meno occupazione per tutti, è questo l’effetto del decreto Dignità”

Lo dichiara Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico, commentando i dati dell’Istituto di Statistica sul mercato del lavoro a febbraio

Famiglia: M.Di Maio, Blangiardo conferma sua inadeguatezza

  • 27/03/2019

"Come volevasi dimostrare: oggi abbiamo avuto la conferma che il Governo ha scelto un presidente di Istat non adeguato all'imparzialità che quel ruolo richiede”. Lo dichiara Marco Di Maio, segretario della Commissione Affari costituzionali della Camera, a proposito dell’annunciata partecipazione del presidente dell’Istat Giancarlo Blangiardo al Congresso mondiale delle famiglie di Verona.

Istat: Gribaudo, il decreto Dignità funziona al contrario

  • 13/03/2019

“Doveva abbattere i contratti a termine e ridurre la disoccupazione, ma il decreto Dignità sta funzionando al contrario: 36mila occupati in meno nel quarto trimestre 2018, 125mila posti di lavoro a tempo indeterminato in meno rispetto al 2017. L’avevamo avvertito, non ci ha voluto ascoltare, ma i dati Istat di questa mattina ci confermano che il ministro Di Maio ha creato una spirale di precarietà e disoccupazione”.

Lo dichiara la vice capogruppo del Pd alla Camera, Chiara Gribaudo.

Istat: Gribaudo, il governo ci riporta alla recessione

  • 08/03/2019

“Questo governo ci sta riportando nella spirale della recessione. Crolla dell'1,8% la produzione industriale nel trimestre, il dato peggiore dalla fine del 2012. I dati del solo settore manifatturiero sono ancora peggiori e quelli del settore auto sono tremendi: a gennaio segnano -18,1%. Il balletto sulle infrastrutture deve finire ora, ci sono da aprire 600 cantieri per 53 miliardi di spesa nell'economia reale”.

Lo dichiara la vice capogruppo del Pd alla Camera, Chiara Gribaudo.

Istat: Marattin si completa quadro dei pessimi risultati governo Conte

  • 08/03/2019

“Con i dati sulla produzione industriale di stamani, si completa il quadro. Negli 8 mesi di governo Conte, la produzione industriale ha perso 11 punti percentuali, il Pil è tornato in recessione, si sono persi 91 mila posti di lavoro, abbiamo avuto una fuga di investimenti di portafoglio straniero di 99,58 miliardi, un raddoppio dello spread, un crollo degli indicatori di fiducia di consumatori e imprese, un aumento della pressione fiscale dello 0,4%, e la diminuzione degli investimenti pubblici di un miliardo.

Tags: 

Industria: Delrio, Paese bloccato e sfiduciato. Governo pensi al lavoro e non alla propaganda

  • 08/02/2019

"Dopo gli ultimi allarmanti dati sulla produzione industriale che confermano che il Paese è bloccato viene davvero da chiedersi cosa altro debba accadere perché il governo, prima che sia troppo tardi, rinunci alla propaganda e decida una politica economica seria, efficace, che restituisca fiducia alle famiglie e alle imprese. Appare dunque ancora più inadeguata e reticente la illustrazione alla Camera del ministro Tria degli indirizzi del governo dopo la gelata dell’economia italiana negli ultimi due trimestri del 2018 che ha aperto le porte alla recessione.

Industria: Rosato, così migliaia di posti di lavoro in fumo

  • 08/02/2019

-5,5% è il peggior risultato dai tempi della crisi economica, dal 2012.

Il crollo della produzione industriale a dicembre non è un campanello d'allarme, l'ennesimo, ma migliaia di posti di lavoro che vanno in fumo.

E non è il destino che ci porta a questi dati ma il quotidiano impegno del nostro governo che aumenta le tasse alle imprese, rende più alto il costo del lavoro, taglia gli investimenti pubblici e con la sua arrogante politica estera rende più difficile il nostro export. Il loro successo si chiama recessione. Un capolavoro.

Industria: Gribaudo, Lega e M5s ci riportano al 2012

  • 08/02/2019

“Questo governo e i suoi ministri incompetenti e improvvisati hanno riportato l’Italia in una crisi come non si vedeva dal 2012. Il crollo del 5,5% per la produzione industriale a dicembre è indice di un clima di sfiducia generalizzato, che conferma la strada della recessione. È imbarazzante che ieri il ministro Tria abbia negato la necessità di una manovra correttiva: c’è da invertire la rotta subito, tornare agli investimenti, sbloccare le infrastrutture, perché la priorità dell’Italia è creare lavoro.

Pagine