Riforme: Delrio, oggi da maggioranza una buona pagina

  • 31/10/2019

"Oggi rispettando il programma di lavoro sottoscritto dai partiti della maggioranza abbiamo concordato le prime misure che seguono la riduzione del numero dei parlamentari. Si è lavorato bene e si è fatto presto, per questo mi sento di ringraziare i partner della maggioranza. Una buona pagina".

Così il capogruppo democratico alla Camera Graziano Delrio.

Riforme: Pezzopane, obiettivo taglio eletti è efficienza sistema

  • 08/10/2019

“Voto a favore della riduzione del numero dei parlamentari. Sono convinta che sia giusto. Ma non per il banale e qualunquista obiettivo di tagliare le poltrone, quanto invece per rendere più efficiente il nostro sistema parlamentare. Lo considero il primo passo di un disegno più ampio per rafforzare il ruolo del parlamento, contro ogni idea antiparlamentare ed antidemocratica.

Riforme: Fiano, bene avvio lavoro modifica regolamento Camera

  • 03/10/2019

“La notizia dell'avvio del lavoro della Giunta per il Regolamento per le modifiche del regolamento della Camera in conseguenza della riforma che riduce il numero dei parlamentari è senz’altro positiva. Si tratta infatti di una necessità inderogabile per mantenere i criteri di proporzionalità e rappresentanza nel lavoro parlamentare. Oltre ad affrontare gli obblighi imposti dalla riforma, il Partito Democratico lavorerà per rendere più efficiente e moderno il funzionamento della Camera”.

Lo dichiara il deputato democratico Emanuele Fiano della presidenza del Gruppo.

Riforme: Giorgis, scelta irragionevole e demagogica

  • 09/05/2019

“Non credo che i cittadini apprezzeranno e premieranno una riforma così irragionevole e demagogica: perché sanno bene che, purtroppo, per rendere le istituzioni politiche meglio capaci di rappresentare il pluralismo sociale e quindi meglio capaci di governare i processi economici e distributivi, in modo da rendere il nostro Paese più giusto e competitivo, non servirà a nulla limitarsi ad eliminare qualche parlamentare.

Tags: 

Riforme: Morani, privilegi? Di Maio spende 1 mln per staff social

  • 09/05/2019

"Questo è il governo con più sprechi degli ultimi anni: per la precisione Salvini e Di Maio costano 3,5 milioni di euro in più dei governi Renzi e Gentiloni, e il vicepremier ha il coraggio di dire che noi difendiamo i privilegi?”. Lo dichiara Alessia Morani, della presidenza del gruppo Pd alla Camera, a proposito delle parole del vice-premier Luigi Di Maio sulla riforma costituzionale che prevede il taglio nel numero dei parlamentari.

Tags: 

Riforme. Carè, non ridurre parlamentari eletti estero

  • 20/03/2019

Il governo ha portato all’approvazione delle Camere la proposta di legge costituzionale per la riduzione dei seggi in Parlamento, che ha già ottenuto la prima approvazione in Senato. Se concludesse il suo iter, vi sarebbe una sensibile riduzione della rappresentanza parlamentare a danno della già esigua presenza prevista per i cittadini italiani all’estero, passando da 12 deputati a 8 e da 6 senatori della Repubblica a 4. Non posso che oppormi ad una tale decisione politica in totale controtendenza con la massiccia ondata migratoria che sta coinvolgendo i nostri connazionali.

Referendum: M.Di Maio, con M5S impossibile ogni collaborazione

  • 14/02/2019

“Quello che è avvenuto oggi alla Camera dimostra tutta bassezza, l’ignoranza costituzionale e la cultura giacobina del Movimento 5 Stelle e lo rendono incompatibile con qualsiasi ipotesi di riforma costituzionale e collaborazione sui temi della democrazia”. Lo dichiara Marco Di Maio, segretario della Commissione Affari costituzionali della Camera, a proposito dell’episodio che ha visto protagonista il deputato 5 Stelle D’Ambrosio, la cui mancata espulsione ha provocato le proteste e l’uscita dall’Aula dei deputati del Pd.

Riforme: M.Di Maio, Fraccaro mente sapendo di mentire

  • 05/02/2019

“Fraccaro mente sapendo di mentire. Il Pd è favorevole al taglio del numero dei parlamentari, al punto che era una proposta della nostra riforma costituzionale, a cui lui e i suoi amici (assieme a quelli che gridavano alla ‘deriva autoritaria’) si sono opposti”. Lo dichiara Marco Di Maio, segretario della Commissione Affari costituzionali della Camera, a proposito delle parole del ministro Riccardo Fraccaro sulle riforme costituzionali.

Riforme: Di Maio, bomba a orologeria, ecco dieci motivi per dire No

  • 16/01/2019

“Questo disegno di legge ci preoccupa molto. Lo riteniamo una bomba ad orologeria che viene messa alle fondamenta di un principio cardine di ogni democrazia liberale, quindi anche della nostra: cioè quello di essere una repubblica basata sulla democrazia rappresentativa. E’ una bomba che esploderà ogni qual volta si metteranno in conflitto il Parlamento e i comitati referendari, generando uno scontro che, come dimostra la storia, non ha mai prodotto nulla di buono.

Pagine