Sicurezza bis: De Luca, ora intervento di modifica

  • 08/08/2019

“Il Presidente Mattarella ha appena espresso delle ‘rilevanti perplessità’ sulla legittimità costituzionale ed internazionale delle norme del Dl Sicurezza Bis che stabiliscono fortissime sanzioni amministrative e pecuniarie nei confronti delle navi che violano il divieto di ingresso nelle acque territoriali”. Lo dichiara Piero De Luca, capogruppo Pd in Commissione Affari europei alla Camera.

Sicurezza bis: Fiano, mancano condizioni di garanzia minima, abbandoniamo i lavori

  • 18/07/2019

"Abbiamo definitivamente abbandonato i lavori delle commissioni nelle quali da giorni ci stavamo impegnando in una battaglia di civiltà per salvaguardare i principi nei quali crediamo, come per esempio la salvezza dei minori non accompagnati e l’istituzione di corridoi umanitari, perché non sussistono più le condizioni di garanzia minima per il lavoro istituzionale in Parlamento.

Sicurezza Bis: Pd, Di Maio disperato pensi a suo alleato Salvini che lo umilia da mesi

  • 17/07/2019

“Che rispondere al vicepremier e capo politico del M5S Luigi Di Maio, che anche oggi mette in fila parole a casaccio senza alcun fondamento e senza alcuna ragione, per mettere sullo sfondo anche lui le enormi vicende che hanno investito il suo alleato Salvini, a partire dalla recente vicenda dei legami Russia-Lega?” Così il deputato del Pd Walter Verini replica al vicepremier Luigi Di Maio che ha denunciato sui social un presunto attacco sessista nei confronti della presidente della commissione Giustizia della Camera.

Sicurezza bis: Fiano, mattanza di emendamenti da presidenti, pure M5s a lezione di democrazia da Putin?

  • 11/07/2019

"Nelle commissioni Affari Costituzionali e Giustizia della Camera si è attuata da parte delle Presidenze una mattanza di circa 260 emendamenti delle opposizioni e anche in parte della maggioranza, ritenuti, per decisione d’imperio delle Presidenze, inammissibili. Così la discussione sul decreto sicurezza bis, dalla quale sono state escluse le audizioni delle Ong, e in attesa della posizione della fiducia, viene ulteriormente depredata di democrazia e di confronto, impedendo ai deputati di poter adempiere al loro diritto/dovere di dibattito.