Abruzzo: D’Alessandro scrive al sindaco di Villa Santa Maria, trasformi la scritta Dux in Pax

  • 29/07/2019

“Il sindaco di Villa Santa Maria non solo ha ritenuto di far tornare alla luce la scritta Dux incisa su una roccia, ostinandosi a non cancellarla. Ma addirittura ha trovato giustificazioni veramente poco credibili e persino peggiori della sua scelta, asserendo che quella scritta Dux funge da attrazione turistica e che si tratta della storia passata del nostro Paese. Vorrei ricordare al sindaco che proprio accanto a quella roccia, c’è il sacrario della Brigata Maiella, dove sono scolpiti i nomi di coloro che donarono la vita per liberarci dall’occupazione nazista.

Polonia: De Luca, con Adamowicz muore difensore idee di libertà

  • 14/01/2019

“Con Pawel Adamowicz muore un sindaco che amava l’Europa. Vorrei esprimere la nostra più sentita vicinanza ai suoi familiari, ai cittadini di Danzica e a tutto il popolo polacco, che perde un uomo coraggioso, nonché un politico e amministratore stimato e capace. La sua era la voce autorevole di un difensore delle idee di libertà, di democrazia, di tolleranza e di partecipazione che in Polonia stentano oggi a farsi sentire. Siamo certi che le autorità sapranno fare rapidamente luce sulla dinamica di questo efferato omicidio.

Polonia: Quartapelle, ucciso Adamowicz, sindaco d’Europa

  • 14/01/2019

“È morto Paweł Adamowicz, sindaco d’Europa. Da Danzica aveva denunciato con nettezza il clima di odio e lo smantellamento della democrazia in corso in Polonia. Con Jo Cox è la seconda personalità politica assassinata in pochi mesi in Europa, in un clima di odio montante. Ritroviamo la forza di confrontare idee diverse senza demonizzare l’avversario. L’odio genera mostri, ma la democrazia deve saper essere più forte”.

Così Lia Quartapelle, capogruppo Dem in commissione Esteri alla Camera, in un post sul suo profilo Facebook.

 

Crotone: Rosato, M5S vota anticorruzione ma vuole voti parenti mafiosi

  • 23/11/2018

“Le frasi vergognose pronunciate da un candidato sindaco 5 Stelle costringono Di Maio a saltare un comizio. Perché in Aula votano il decreto anticorruzione ma fuori vogliono i voti dei parenti dei mafiosi”. Lo scrive su Facebook Ettore Rosato, vice-presidente della Camera, a proposito della rinuncia di Luigi Di Maio a partecipare a un comizio a Corleone dopo le dichiarazioni sulla mafia del candidato sindaco 5 Stelle Maurizio Pascucci.

Genova, Rampi: Cinque Stelle inventa la "dittatura diretta"

  • 18/03/2017

"Dopo quanto accaduto a Monza e Milano, con i fatti di Genova il Movimento getta la maschera e raggiunge un apice, passando da teorizzare la democrazia diretta alla 'dittatura diretta'. Con un atto di forza e antidemocratico il Capo del M5S ha tappato la bocca ai suoi elettori. E iI Capo vero nemmeno si sa chi sia visto che Grillo non risponde nemmeno di quanto si afferma sul blog a suo nome. Il Movimento ha una natura opaca ed è sempre più un pericolo per la democrazia".

Così il deputato Pd Roberto Rampi.

M5S: Morani, Grillo come un monarca, il Movimento c’est moi

  • 17/03/2017

“A Genova la candidata M5s scelta alle comunarie dagli attivisti viene destituita dal monarca Grillo. Ormai siamo al Movimento c'est moi”. Lo scrive su Twitter Alessia Morani, vice-presidente del gruppo Pd alla Camera per commentare la decisione di Beppe Grillo di non candidare Marika Cassimatis dopo che quest’ultima aveva vinto le comunarie per il candidato sindaco a Genova.

M5S: Fregolent, Grillo a Genova è oltre il grande fratello

  • 17/03/2017

“Fidatevi di me. Amen. L'intervento di Grillo per stroncare  la candidatura a sindaco di Genova risultata vincente dopo l'esito delle primarie a lui sgradite è  davvero impressionante. Siamo oltre il grande fratello, alla faccia della trasparenza e dell'uno vale uno”. Così la vice presidente del Gruppo Pd della Camera Silvia Fregolent a commento del post di Beppe Grillo.