29/12/2021
Elena Carnevali
Serracchiani, Di Giorgi, Piccoli Nardelli, De Maria, Rossi, Casu, Ciampi, Ceccanti, Madia, Zardini, Lorenzin, Zan, Orfini, Berlinghieri, Rizzo Nervo, Pagani, Benamati, Topo, Morani, Braga, De Luca, Morassut, Frailis, Navarra, Lotti, Sensi, Quartapelle Procopio, Boldrini, Cantini, Pollastrini, Critelli, Cenni, Vazio, Carla Cantone, Rotta, Viscomi, Fassino, Bonomo, Ciagà
2-01396

  I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro dell'istruzione, per sapere – premesso che:

   il 22 marzo 2021, con decreto interministeriale, risulta approvato l'avviso pubblico relativo a 700 milioni di euro da assegnare ai comuni per la messa in sicurezza, la ristrutturazione, la riqualificazione, la riconversione o la costruzione di edifici per asili nido, scuole dell'infanzia e centri polifunzionali per i servizi alla famiglia, di cui all'articolo 1, comma 59, della legge 27 dicembre 2019, n. 160;

   l'avviso assegna le suddette risorse stanziate con la legge di bilancio per il 2020, dando priorità ai progetti che riguarderanno aree svantaggiate e periferie urbane;

   le risorse sono, in particolare, destinate a progetti di costruzione, ristrutturazione, messa in sicurezza e riqualificazione di asili nido, scuole dell'infanzia e centri polifunzionali per i servizi alla famiglia, con priorità per le strutture localizzate nelle aree svantaggiate del Paese e nelle periferie urbane, con lo scopo di rimuovere gli squilibri economici e sociali ivi esistenti e a progetti volti alla riconversione di spazi delle scuole dell'infanzia attualmente inutilizzati, con la finalità del riequilibrio territoriale, anche nel contesto di progetti innovativi finalizzati all'attivazione di servizi integrativi che concorrano all'educazione dei bambini e soddisfino i bisogni delle famiglie in modo flessibile e diversificato sotto il profilo strutturale ed organizzativo;

   ad oggi risultano pubblicate, con data indicata del 4 agosto 2021, esclusivamente le graduatorie provvisorie, successivamente alle quali gli enti locali, risultati inseriti, avrebbero ricevuto richiesta di presentare, entro la data del 4 novembre 2021, la documentazione necessaria;

   a due mesi dalla presentazione della documentazione non risultano ancora pubblicate le graduatorie definitive;

   a partire da dicembre 2021 sono stati pubblicati i primi bandi per il finanziamento e la messa a disposizione dei fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza riguardo al comparto scolastico, la quale scadenza sarebbe indicata nel mese di febbraio 2022 –:

   quali siano i tempi di pubblicazione della graduatoria definitiva relativa alle somme stanziate da assegnare ai comuni per la messa in sicurezza, la ristrutturazione e la riqualificazione di edifici per asili nido, scuole dell'infanzia e centri polifunzionali per i servizi alla famiglia e se si intenda garantire che la pubblicazione della medesima graduatoria avvenga in tempo utile a consentire agli enti locali eventualmente esclusi di partecipare ai bandi finanziati con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza.