20/10/2020 - 16:32

“La relazione e i dati che la sottosegretaria Guerra ha illustrato questa mattina alle commissioni Bilancio, e le considerazioni che la stessa ha esplicitato, ci dimostrano l’utilità dello strumento Bilancio di Genere quando un Governo ci crede, ma consegnano contestualmente a governo e Parlamento una grande responsabilità: quella di raccogliere le indicazioni che dal Bilancio emergono; abbiamo l’occasione di una stagione di riforme da mettere in atto e di importanti risorse per invertire la rotta sulla condizione delle donne, dal punto di vista economico, sociale, culturale”.

Lo dichiara la deputata Pd Susanna Cenni, vice presidente della commissione Agricoltura.

“Differenze salariali ancora alte, politiche fiscali che penalizzano le donne lavoratrici, un welfare che ha bisogno di innovare profondamente risposte e modalità di fruizione, e una cultura nel Paese  ancora profondamente maschile e maschilista spesso alla base dei fenomeni di violenza - continua l'esponente dem - mai come in questo momento abbiamo strumenti concreti per cambiare le cose. Recovery Fund, Riforma fiscale, assegno unico, incentivi per assunzioni sono già una realtà. Possiamo migliorare ed incrementare in Parlamento norme che agevolino imprese, lavoro e welfare. Il momento e’ adesso - conclude Cenni - e tutti sanno che investire sulle donne significa far crescere il Paese”.

16/10/2020 - 15:55

"L'impianto geotermico di Larderello è un punto di eccellenza mondiale ed un centro strategico per lo sviluppo del territorio della  Toscana e della Valdicecina. È necessario che il governo vigili con attenzione affinché Enel investa nello stabilimento risorse adeguate per innovazione ed occupazione qualificata": è quanto dichiarano le deputate Pd Lucia Ciampi e Susanna Cenni in un’interrogazione parlamentare depositata a Montecitorio.

"Le associazioni sindacali, dopo un incontro con i vertici dell'azienda, hanno rimarcato criticità circa la gestione della centrale elettrica di Larderello. È quindi opportuno - sottolineano le due deputate nell’interrogazione - che i ministri competenti, e in primo luogo quello dello Sviluppo economico, intervengano per garantire la piena e funzionale operatività della centrale di Larderello, al fine di promuovere una sinergia fra gestore della concessione energetica ed il vasto tessuto imprenditoriale locale e per favorire reali e stabili ricadute positive dello sfruttamento della geotermia per le comunità territoriali”.

16/10/2020 - 14:25

“I nuovi dati su agromafie e caporalato ci consegnano ancora una volta un quadro amaro, ma fondamentale per costruire adeguate politiche pubbliche. Sono 180 mila i lavoratori vulnerabili in tutto il Paese, con situazioni drammatiche di ricatto sessuale per molte donne, doppiamente sfruttate. La legge 199/2016, è buona e va applicata ovunque, occorre investire e sostenere le imprese virtuose e le filiere trasparenti e va approvata la proposta del Partito Democratico contro le aste che queste filiere valorizza”. Così Susanna Cenni, vice presidente commissione Agricoltura alla Camera e Responsabile Agricoltura Pd, a margine della presentazione del V Rapporto su agromafie e caporalato realizzato da Flai-Cgil, a cura dell’Osservatorio Placido Rizzotto, oggi a Roma.

“L’analisi presentata oggi - prosegue la deputata dem - conferma la bontà della legge contro il caporalato, ma anche la necessità di un salto ulteriore nella parte che riguarda la rete del lavoro agricolo di qualità, ancora troppo fragile. Come ha ricordato il segretario della Flai-Cgil,  il caporalato e’ una diseconomia da cancellare per la dignità di tanti lavoratori e lavoratrici cui è negata la dignità di esseri umani, e perché uccide la buona agricoltura.

“Anche questa mattina - ha concluso Cenni - il governo ha ricordato provvedimenti importanti, a partire dalla modifica dei decreti Salvini, dalla regolarizzazione, che sosterremo in Parlamento. Facciamo della dignità del lavoro un elemento di competitività del nostro Made in Italy”.

 

15/10/2020 - 16:16

“L’assemblea generale delle Nazioni Unite ha scelto le date del 15, 16 e 17 ottobre per dedicarle rispettivamente alla giornata delle Donne rurali, alla giornata mondiale dell'Alimentazione e alla giornata per lo sradicamento della Povertà. Le donne svolgono in tutto il mondo una funzione fondamentale per la sicurezza alimentare, sono protagoniste della produzione della maggior parte del cibo disponibile ma spesso vivono nell'insicurezza, subiscono violenza, discriminazioni, sono le prime a vivere sulla propria pelle gli effetti delle crisi, compresa quella climatica. Sostenere la crescita e lo sviluppo delle donne in agricoltura nei paesi più poveri, significa investire sullo sviluppo delle comunità, di interi Paesi, significa ridurre il rischio di dissesto idrogeologico. Anche per questo l'obiettivo della parità di genere è divenuto uno degli obiettivi strategici dell'agenda per lo sviluppo sostenibile”.

Lo dichiara Susanna Cenni, vice presidente della commissione Agricoltura della Camera e responsabile Agricoltura Pd, intervenendo alla webinar promossa da ASeS Agricoltori sul tema ‘Madre Terra’.

“Tutte le principali analisi degli organismi internazionali – ha sottolineato l'esponente dem - stimano, infatti, che se le donne avessero il medesimo accesso degli uomini alle risorse agricole, la produzione nelle fattorie gestite da donne aumenterebbe del 20/30% e il numero di persone che soffre la fame diminuirebbe di 100/150 milioni”.

“Tutto questo riguarda solo quella parte del mondo in cui si muore di fame o per guerra? No. In agricoltura sono circa il 30% delle titolari di impresa, sono spesso laureate, specializzate, colte. Gestiscono imprese, hanno di norma maggior cura del prodotto, sono creative. Ma anche in questo caso l'accesso alla terra, al credito, ai mercati internazionali, è per loro più complesso. Per non parlare dei casi di sfruttamento dei caporali, che per le donne significa spesso anche violenza ed abuso sessuale. Dobbiamo investire con determinazione sulle donne – ha ribadito Cenni -  sulla loro crescita, sulla loro autonomia economica e sociale, altrimenti buona parte degli obiettivi dello sviluppo sostenibile, come quelli del Piano per la Ripresa e la Resilienza, saranno difficilmente raggiunti”.

13/10/2020 - 16:22

“Approvato il decreto agosto in via definitiva con importanti provvedimenti che vanno dalla proroga Cig, a nuovi interventi per imprese ed infrastrutture, ad ulteriori chiarimenti per l’accesso al Superbonus per efficientemento energetico degli edifici, ed importanti interventi nella Sanità. Dall'approvazione del Decreto Agosto arrivano buone notizie anche per la provincia di Siena": è quanto dichiara Susanna Cenni, deputata Pd, sulla conversione in legge del provvedimento votata oggi, lunedì 12 ottobre, dall'aula di Montecitorio.

"La norma per lo sviluppo delle terapie anticovid sugli anticorpi monoclonali, come anticipato dal Ministro Speranza in visita a Siena, premia infatti l'attività ed i progetti di Toscana Life Sciences, una delle eccellenze del nostro territorio all'avanguardia su questa tipologia di ricerca. Sono infatti previsti 380 milioni di euro complessivi per finanziare industrie e ricerche private che siano in prima linea nella lotta al Coronavirus. Nel decreto agosto - continua Susanna Cenni è stato inoltre introdotto un fondo per buoni da utilizzare presso le strutture termali: si tratta di una prima misura per sostenere un settore che vede nei nostri territori numerosi stabilimenti e molti occupati ".

“Rilevante per noi anche lo stanziamento di 600 mln per il settore della ristorazione che sappiamo essere in grande sofferenza e che genererà auspicabilmente un utile risultato anche a favore delle nostre Dop e IGP.  È stato inoltre approvato - conclude la deputata Pd - un mio ordine del giorno al Decreto Agosto che impegna il Governo ad inserire nel prossimo provvedimento utile una norma ad hoc per risarcire le attività commerciali dei comuni turistici non capoluogo che hanno subito gravi perdite a causa del crollo delle presenze turistiche. Sempre ieri e stato poi reso noto il riparto delle risorse per le province finalizzato all’edilizia scolastica nelle scuole superiori di secondo grado che destina alla provincia di Siena 3.684.000 euro, provvedimento alla forma della Corte dei Conti”.

13/10/2020 - 12:57

“Il tema delle aste a doppio ribasso, dell’abuso del sottocosto, di filiere opache, spesso causa di sfruttamento di produttori e lavoratori agricoli  e’ stato affrontato nuovamente e con competenza ed intelligenza ieri sera a Presa Diretta. La proposta di legge del Pd approvata quasi a l’unanimita un anno e mezzo fa alla Camera e’ una risposta utile a fronteggiare il fenomeno. E oggi più che mai urgente che  Senato approvi velocemente il testo per porre rimedio a questo grave problema del settore agricolo” lo dichiarano i deputati PD Susanna Cenni, prima firmataria del testo, Gianluca Benamati, Antonella Incerti, Andrea Frailis, Marina Berlinghieri, Lia Quartapelle, Alberto Pagani

09/10/2020 - 15:51

"L’assegnazione  al World Food Program del premio Nobel per la Pace 2020 e’ una grandissimo notizia, e la motivazione che l’accompagna molto importante. Un riconoscimento meritato per una agenzia che testimonia un impegno quotidiano ed incessante contro la fame nel mondo
E’ però necessario che questo importante riconoscimento generi  uno svolta nelle politiche di tutti i governi. Poche settimane fa Oxfam ha documentato con il suo rapporto come la Pandemia abbia generato nuovi hotspot della fame e generato un peggioramento della situazione soprattutto per le donne e i piccoli produttori di cibo.
Questo premio rappresenti la cifra di un salto di qualità: e’ il tempo di un impegno globale per cambiare i nostri sistemi alimentari e garantire cibo sano e nutriente a tutti".

Così in una nota Susanna Cenni vice presidente commissione agricoltura della Camera dei deputati e responsabile Agricoltura PD.

06/10/2020 - 13:04

“Il governo adotterà, entro fine anno, il nuovo Piano nazionale antitratta 2020-2022, nel pieno rispetto degli indirizzi comunitari per contrastare lo sfruttamento degli esseri umani e questa è una buona notizia”. Lo rende noto la deputata dem Susanna Cenni, in merito alla risposta ad una sua interrogazione sul tema da parte di Elena Bonetti, ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia.

“Dopo lo stop dal 2018 – aggiunge Cenni - la risposta della ministra ci fa intravedere un passo avanti significativo per salvaguardare la dignità, la libertà e la vita stessa di migliaia di persone, soprattutto donne, che ogni anno vengono sfruttate anche nel nostro Paese. Il precedente governo nel 2018 non aveva rinnovato il Piano di azione nazionale. Mi auguro che adesso l'attuale esecutivo stanzi risorse adeguate e strumenti efficaci per realizzate progetti ed iniziative utili a prevenire e contrastare la tratta di esseri umani”.

02/10/2020 - 12:30

"Il governo intervenga presto per dare risposte adeguate per contrastare, prevenire e risarcire i danni causati da lupi e canidi. Si tratta di episodi che si verificano sempre con maggiore frequenza in molti territori italiani". Lo chiede la deputata dem Susanna Cenni,vicepresidente della commissione Agricoltura e responsabile Agricoltura Pd, in una interrogazione ai ministri delle Politiche Agricole Teresa Bellanova e dell'Ambiente Sergio Costa. L'atto di sindacato ispettivo è stato sottoscritto anche dalle deputate del Pd Antonella Incerti, capogruppo dem in commissione Agricoltura  e Chiara Braga.

"Le criticità  - aggiunge la vicepresidente dem - determinate dai danni causati all'agricoltura e alla zootecnia dagli animali selvatici, hanno ormai assunto dimensioni notevoli, con ripercussioni allarmanti che incidono negativamente, oltre che sui bilanci economici delle aziende agricole, che sono spesso le uniche attività economiche in aree interne e periferiche, anche sull'equilibrata coesistenza tra attività umane e specie animali”.

“E' necessario - conclude Cenni - un urgente monitoraggio della situazione attuale e l'intervento dei ministeri competenti per risolvere e prevenire questo problema con competenze scientifiche e misure dedicate. Quasi tutte le regioni hanno normative che prevedono l'assegnazione di contributi a favore degli allevatori che subiscono una perdita del patrimonio zootecnico per un evento predatorio. L’iter di risarcimento è però troppo lungo e non copre spesso interamente i danni subiti".

22/09/2020 - 17:35

Dichiarazione on. Susanna Cenni, deputata Pd

 

“L’impostazione del ministro Bellanova sull’utilizzo  dei fondi del Revovery Fund in agricoltura è pienamente condivisibile, ma che sia svolta vera”. Così Susanna Cenni, deputata del Pd, ha commentato l’audizione della ministra   Teresa Bellanova in Commissione alla Camera.  “E’ nell’interesse di tutti – ha aggiunto Cenni - spendere bene le risorse che avremo a disposizione. Questa è una occasione che nessuno può permettersi di perdere”. “Ho chiesto alla ministra Bellanova – ha proseguito la parlamentare del Pd  – se si intende predisporre una cabina di regia fissa tra Stato, Regioni, sistema delle imprese e  della ricerca  ,  affinché il parterniato istituzionale diventi metodo di lavoro permanente anche in agricoltura. Per noi,  l’obiettivo primario è la digitalizzazione e la semplificazione: dobbiamo garantire la connessione a tutte le aziende agricole del Paese con un piano straordinario per la banda larga. Inoltre - ha proseguito Cenni - serve un grande piano per la rottamazione, non solo dei macchinari ma di tutti i materiali inquinanti ancora esistenti nel settore, per la conversione a pratiche agricole di trattenimento nel suolo di Co2 e per la fertilità dei suoli. Così come dobbiamo arrivare a rottamare le coperture di capannoni ed edifici agricoli, costruire agrodistretti energetici, con fotovoltaico e biogas. Perchè la transizione energetica è un altro obiettivo strategico”. Per Cenni, infine “è fondamentale investire  molto sull’innovazione, soprattutto per favorire il  ricambio generazionale. Sappiamo – ha concluso Cenni - che si sta lavorando anche su questi obiettivi e che avremo passaggi parlamentari sui quali i gruppi si confronteranno .  Adesso è davvero  il tempo di farlo. “

22/09/2020 - 12:40

“La Toscana non si piega, reagisce e vince anche grazie al buongoverno di questi anni di Enrico Rossi che va ringraziato per il suo lavoro. Vince il Partito Democratico, Vince Eugenio Giani che sarà un ottimo Presidente. Il PD nonostante due scissioni resta saldamente il primo partito con quasi il 35% e con una maggioranza solida in consiglio Regionale nelle proprie mani che garantisce la prossima giunta ed il lavoro del Governo Regionale”. Lo dichiara la deputata democratica Susanna Cenni. “In questa terra che ha investito sulla buona crescita, sulla ricerca, sui diritti, sulle donne, e sui valori della nostra Costituzione, e che guarda alle opportunità del Recovery, del Mes e delle importanti risorse per l’agricoltura, per crescere ed innovare ancora – conclude -, non passano Salvini e Ceccardi che l’arrivo di tali risorse lo hanno ostacolato”.

 

17/09/2020 - 11:19

“Non sappiamo come finirà in Piemonte, ma è certo che dopo la Giunta Umbra a guida Tesei, che ha reintrodotto l’obbligo del ricovero per la somministrazione della pillola RU486, anche l’assessore Piemontese Marrone ci ha provato, aggirando del tutto le linee guida del Ministero della Sanità che invece prevedono il ruolo dei consultori ed il day hospital nella interruzione di gravidanza in applicazione di una legge dello Stato, la legge 194. In Toscana si è scelto altro, e con delibera della Giunta Regionale, dopo il parere del Consiglio Sanitario Regionale, si è stabilito che la pillola RU486 può essere prescritta alle donne dagli ambulatori funzionali, collegati ai presidi ospedalieri, garantendo privacy e tutte le informazioni necessarie. Destra e Sinistra si misurano anche cosi: garantendo o meno l’autodeterminazione delle donne, la libera scelta e sostenendo le donne in un momento già molto difficile da affrontare".

Lo dichiara Susanna Cenni, deputata toscana Pd

“La candidata Ceccardi cosa ha da dire in merito alle donne Toscane? Cosa intende fare per la piena applicazione della 194? Dopo averla vista alle prese con lo spray al peperoncino, aver letto le sue dichiarazioni sulla violenza sulle donne che invitano tutte semplicemente a non sentirsi “prede”, sono curiosa di conoscere le sue proposte in merito. Perché non basta essere una giovane donna per rappresentare le donne Toscane. Qui le politiche pubbliche hanno investito sulle donne, sulla loro salute, sui consultori, sugli asili nido, sulla libertà femminile, su conciliazione e condivisione, sui centri antiviolenza, ed il codice rosa nasce dalle scelte sociosanitarie di questa Regione. Le Toscane lo sanno e non si faranno riportare nel medioevo. Voteranno tante donne nel consiglio regionale e faranno vincere Eugenio Giani”.

15/09/2020 - 20:33

Una affollata iniziativa oggi pomeriggio   a Larderello (Pi), luogo simbolico del distretto Geotermico, promossa dal partito democratico di Pomarance e della Valdicecina a sostegno del Presidente Giani. Imprese, Amministratori, candidati Pd per il consiglio Regionale.
E’ stata l’occasione per annunciare i contenuti del Fer2 con incentivi allo sviluppo geotermico in fase di condivisione interministeriale ed alla vigilia di una consultazione larga per il suo perfezionamento.
“Il governo giallo verde ha tolto gli incentivi, il Pd con il suo ingresso al Governo e con la istituzione di una delega dedicata alla Geoternia inverte la rotta ed in sintonia con la strategia Ue ed il Green Deal investe sui distretti geotermici e sulla Toscana. I cittadini devono sapere che solo la vittoria di Giani consentita’ a questi territori di investire ancora su geotermia, teleriscaldamento, utilizzo del vapore per serre ed attività produttive.
L’impegno di questi mesi in Parlamento dei deputati Pd , il ruolo della Presidenza della Regione Toscana, degli amministratori locali, sei sindacati e delle imprese ci ha consentito di raggiungere il risultato” lo dichiarano Susanna Cenni, deputata del collegio e Alessia Morani sottosegretario alle attività produttive con delega alla geotermia a conclusione dell’incontro.

07/09/2020 - 16:39

“La visita di oggi del ministro Speranza assieme al Presidente Rossi a TLS, e la conferma della assegnazione di 50 milioni di euro per la ricerca sugli anticorpi monoclonali, importantissima per la cura da Covid, da parte del governo testimoniano da un lato la validità e la visione delle scelte compiute dalla Regione Toscana sin dal 2005, investendo sulla Fondazione Toscana Scienze della vita, dall'altra l'aspetto strategico delle eccellenze vaccinali, della ricerca, della farmaceutica, che il territorio senese esprime”

Lo dichiara Susanna Cenni, deputata del Partito democratico.

“Competenze e saperi importantissimi, come quelle di Rino Rappuoli e come quelle rappresentate dai tanti ricercatori di GSK e di TLS, così come delle altre imprese collocate nel territorio senese che hanno investito nel biomedicale e che negli anni hanno manifestato risultati significativi, sono oggi fondamentali - prosegue la deputata Pd - in una stagione in cui il governo torna ad investire in modo consistente nella sanità. Rilanciare l’impegno sulla Sanità in modo serio significa assunzioni, ammodernamento e ricerca. Il governo lo sta facendo, e Siena diviene uno snodo di questa stagione”.

04/08/2020 - 18:28

“La lezione di Pellegrino Artusi ci invita a rivalutare il cibo come sintesi tra territorio e tradizioni e come opportunità di valorizzare le produzioni agricole. Nel periodo di lockdown le famiglie hanno riscoperto, anche per le necessità contingenti, il piacere di cucinare e la scelta della qualità degli alimenti. Tutto questo è stato possibile grazie al settore agricolo, che non si è mai fermato ribadendo il suo ruolo di comparto trainante del nostro paese”: è quanto dichiara la vicepresidente della Commissione Agricoltura, Susanna Cenni, intervenendo oggi, martedì 4 agosto a Roma, alla conferenza stampa di presentazione delle iniziative promosse dalla associazione La Tavola Italiana per il del bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi.

 

“L’opera di Artusi, ed in particolare ‘La scienza in Cucina e l'arte di mangiar bene’ può essere considerata la vera prima, e forse unica per dimensioni, opera di composizione e rappresentazione della tradizione gastronomica nazionale. Partendo dai suoi insegnamenti abbiamo oggi la necessità, anche cogliendo l'occasione di questa forzata ripartenza, di superare finalmente quella banalizzazione della cucina italiana, alimentata in questi anni da troppe competizioni mediatiche, e di rimettere realmente al centro il valore del cibo per ciò che davvero corrisponde a questa accezione: la qualità delle produzioni, la fatica del lavoro agricolo, il rispetto di disciplinari e dell'ambiente, la sapienza della coltura e della trasformazione. Non può esserci quindi tacita accettazione di prezzi di prodotti agricoli che non riconoscono tutto questo; non si possono consentire speculazione ed una competizione fatta tutta al ribasso. Anche in un'ottica di promozione del Made in Italy di qualità e del rilancio efficace del settore ricettivo e del turismo gastronomico del paese”: conclude Susanna

Pagine