27/10/2020 - 13:54

“Dall’Europa un segnale importante a difesa dell'occupazione. Sono stati erogati, oggi, all'Italia i primi 10 miliardi di euro del fondo Sure per il sostegno al lavoro e agli ammortizzatori sociali. Avanti con aiuti concreti alle categorie più fragili, affinché nessuno sia lasciato solo”. Lo scrive su Twitter Piero De Luca, capogruppo dem in commissione Politiche europee alla Camera.  

24/10/2020 - 16:32

“Siamo al fianco di chi sta soffrendo e di chi è in reale difficoltà in questa fase delicata. Lo siamo con i fatti. E come abbiamo dimostrato in passato, continueremo anche oggi e nei prossimi giorni: ci impegneremo al massimo per fornire tutto il supporto possibile a chi sta risentendo da un punto di vista sociale ed economico del Covid-19 e delle misure sanitarie pur necessarie e indispensabili per salvare le vite dei nostri cittadini. Ma la violenza no, non la tolleriamo”.

Lo dichiara Piero De Luca, capogruppo Pd in commissione Politiche europee alla Camera.

“Non tolleriamo - prosegue l’esponente dem - chi ne fa uso facendosi scudo di padri e madri di famiglia che lavorano onestamente, che con grande dignità hanno superato la prima fase dell'emergenza e con la stessa compostezza affrontano le legittime e comprensibili preoccupazioni legate a questa seconda ondata, chiedendo giustamente attenzione e sostegno. Non tolleriamo che una piccola fronda di fascisti e delinquenti organizzati alimentino disordini e approfittino di una situazione sanitaria e sociale complessa, che peraltro è difficile in tutto il Paese e in tante aree del mondo intero, per fomentare aggressioni, scontri, violenze o minacce come quelle che ieri si sono abbattute su giornalisti e Forze dell’Ordine. E come ha ricordato il Viceministro Mauri, la tratteremo però ciò che è: criminalità”.

“E lo faremo per difendere e tutelare anche e soprattutto le persone perbene - conclude De Luca - che rischiano di essere penalizzati da questi comportamenti vergognosi e inaccettabili. Napoli, la Campania, il Mezzogiorno sono altro, terra di umanità, dignità, orgoglio, serietà e compostezza”.

23/10/2020 - 16:29

“La nuova ondata di emergenza impone in queste ore decisioni e misure di sicurezza nazionali coraggiose, rigorose e tempestive, per contenere la curva dei contagi altrimenti in aumento esponenziale. È necessario agire in tutto il Paese con compattezza e determinazione prima che la situazione epidemiologica diventi critica. Ed è il momento di investire il massimo delle risorse disponibili nel comparto sanitario. I medici, gli infermieri, gli operatori del comparto, i nostri cittadini necessitano di nuovi posti letto, più terapie intensive, ospedali e plessi più moderni, strumentazioni all'avanguardia, sviluppo della telemedicina, medicina territoriale rafforzata. Abbiamo il dovere di offrire risposte adeguate a queste esigenze. Le risorse sanitarie del Mes potrebbero essere, se non si indicano alternative finanziarie reali e concrete, le uniche in grado di consentire già nell'immediato questi interventi a sostegno del nostro sistema sanitario nazionale. Non possiamo tollerare più discussioni ideologiche su un tema così delicato e sensibile”.

Così Piero De Luca, capogruppo dem in commissione Politiche europee alla Camera, intervenendo oggi alla direzione nazionale del Pd.

20/10/2020 - 10:57

“Le immagini di questi giorni in alcune zone del Paese su file chilometriche per fare il tampone rappresentano una situazione che non è più possibile tollerare. Dobbiamo avere il coraggio di adottare misure rigorose e tempestive da un punto di vista sanitario oggi, per evitare il rischio di un lockdown completo domani. Allo stesso tempo, accanto agli strumenti di sostegno economico e sociale per imprese e famiglie più colpite dalle misure restrittive, il Pd continua a ritenere indispensabile discutere in concreto in Parlamento e nelle sedi opportune dell'esigenza di utilizzare tutte le risorse messe in campo dall’Europa, in particolare la linea di credito del Mes, senza vincoli e condizionalità, che appare sempre più necessaria per rafforzare gli interventi e investimenti proprio nel Sistema Sanitario Nazionale”.

Così il deputato dem, Piero De Luca, questa mattina in diretta a Mattino 5.

17/10/2020 - 16:53

Patrimoniale proposta di Salvini e Meloni con acquisto forzato titoli debito pubblico a famiglie italiane.

“Ancora bugie e falsità dai sovranisti sulle ultime raccomandazioni Ue al nostro Paese, utili per la verifica di sostenibilità del Piano nazionale di Recovery. Le raccomandazioni pertinenti sono quelle del 2020 e del 2019. In questi due documenti, né il Consiglio né la Commissione né Paolo Gentiloni hanno mai invitato l'Italia a reintrodurre la tassazione sulla prima casa. Nelle analisi europee rilevanti si segnala al contrario l'esigenza, pienamente condivisibile e su cui sta lavorando la maggioranza, di ridurre il carico fiscale della tassazione sul lavoro, rafforzare l'impegno contro l'evasione fiscale, e riformare conseguentemente il sistema fiscale in modo più equo soprattutto per i ceti più fragili”. Lo dichiara in una nota Piero De Luca, capogruppo dem in commissione Politiche europee alla Camera.   

“La verità - aggiunge - è che Lega e Fdi non hanno più argomenti da utilizzare contro l'Europa, considerato il sostegno inedito avuto dalla Commissione e dalla BCE e viste le risorse straordinarie stanziate per il nostro Paese con i programmi SURE, BEI, MES e NEXT GENERATION EU, messe in campo grazie al contributo dei democratici. E allora provano a creare confusione pensando di ingannare gli italiani. La verità è che loro hanno continuato a lavorare contro gli interessi del nostro Paese a Bruxelles, per compiacere gli alleati di Visegrad, non votando a favore degli Eurobond e del piano del Next generation EU da 209 miliardi per l'Italia”. 

“E sono proprio loro - conclude - ad aver proposto in realtà una patrimoniale nascosta per i nostri cittadini quando hanno proposto come unica misura anti crisi l'acquisto obbligatorio e forzato di titoli del nostro debito pubblico a carico delle famiglie italiane. Provassero a sostenere il lavoro del Governo e della maggioranza in Italia e in Europa per aiutare la nostra comunità, invece di continuare a fare solo falsa propaganda e demagogia”.

 
 
 
 

 

12/10/2020 - 19:00

“Pronto il decreto per la ripartizione dei fondi stanziati alle province per l’edilizia scolastica degli istituti scolastici di II grado inserito nell’ultima Legge di Bilancio. Complessivamente sono poco meno di 100 milioni di euro le risorse assegnate alle province campane tenendo conto del numero complessivo di studenti e del numero degli edifici scolastici. La suddivisione per singole province prevede: Avellino euro 8.211.194,83; Benevento euro 6.424.078,98, Caserta euro 16.340.742,00, Napoli euro 48.282.910,79 e Salerno euro 19.751.480,21. Sempre per le province, ulteriori fondi sono previsti a gennaio, quando saranno a disposizione un miliardo e 125 milioni di euro dal Decreto Agosto, in via di approvazione in queste ore alla Camera. Questo è un bel segnale per il mondo della scuola e la giusta direzione in materia di semplificazione delle norme. Ora non resta che presentare i progetti di riqualificazione in base ai criteri ministeriali”.

Così Piero De Luca, capogruppo dem in commissione Politiche europee alla Camera.   

07/10/2020 - 16:13

“Finalmente cadono l’approccio ideologico e la negazione preventiva nel dibattito politico che abbiamo ascoltato fino ad oggi sul ricorso alla linea di credito sanitaria del Mes e si avvia una fase di studio nel Governo e nel Parlamento basata su una discussione pragmatica e laica, su un serio lavoro di calcolo dei benefici per i cittadini italiani, sull’analisi dei fabbisogni e su un piano dettagliato dell’utilizzo degli eventuali finanziamenti. La risoluzione approvata dalla maggioranza alla Camera sulla Relazione programmatica sulla partecipazione dell’Italia all’Ue e sul Programma di lavoro per il 2020 della Commissione, che appunto supera ogni elemento strumentale e ideologico su questa discussione, può permettere al nostro Paese un importante salto di qualità nell'utilizzo di questa e di tutte le altre risorse straordinarie messe in campo dall'Europa per reagire all'emergenza Coronavirus”.

Così Piero De Luca, capogruppo dem in commissione Politiche europee alla Camera, dopo l’approvazione della risoluzione di maggioranza sulla Relazione programmatica sulla partecipazione dell’Italia all’Ue e sul Programma di lavoro per il 2020 della Commissione Ue.

“Noi - aggiunge il deputato dem - consideriamo fondamentale valutare senza dogmi, ma con ragionevolezza, l’esigenza di impiegare o meno le risorse della nuova linea sanitaria del Mes. Si tratta di 36 miliardi di euro di prestiti a tasso agevolato, senza Troika, vincoli o condizionalità, senza obblighi di aggiustamento macroeconomico o sorveglianza rafforzata tradizionale, per spese e investimenti, diretti e indiretti, nel comparto sanitario. Un’occasione da non perdere. Il nostro compito ora è, anzitutto, quello di supportare il Governo nelle ultime fasi del negoziato sul Quadro finanziario pluriennale e sul programma Next generation Eu. Poi spetterà all'Italia utilizzare al meglio gli strumenti europei a disposizione, e mettere in campo progetti strategici di investimenti e riforme decisive per rendere più equo, giusto, moderno e competitivo il nostro Paese. Dobbiamo fare presto, ma soprattutto dobbiamo fare bene. Tocca a noi - conclude Piero De Luca - dimostrare che siamo all’altezza della sfida storica che abbiamo davanti”.

06/10/2020 - 11:22

“Cancellati i Decreti Salvini e archiviata una pagina buia di inefficace e dannosa propaganda alle spalle dei più deboli. Ora rimettiamo al centro dell'agenda politica italiana ed europea un impegno responsabile per assicurare piena sicurezza, umanità, accoglienza e integrazione”. Lo scrive su Twitter Piero De Luca, capogruppo dem in commissione Politiche europee alla Camera.

01/10/2020 - 17:35

“Il taglio del costo del lavoro del 30% per tutte le aziende che operano nelle regioni del Sud sarà uno straordinario volano per rilanciare l’economia e l’occupazione e per affrontare con determinazione il tema del divario fra il Mezzogiorno e il Nord del Paese. La  'fiscalità di vantaggio', la misura da oggi in vigore varata dal Consiglio dei ministri, con il contributo determinate del Partito democratico, permetterà di aggredire un gap che pregiudica la crescita dell’Italia intera. In attesa di una riforma fiscale europea più complessiva, per difendere il futuro del nostro Mezzogiorno siamo molto soddisfatti per un intervento che permetterà una notevole spinta al volume degli investimenti e all’incremento dei livelli occupazionali anche dei giovani. Ripartiamo dal Mezzogiorno, per far ripartire l’Italia”.

Così Piero De Luca, capogruppo dem in commissione Politiche europee alla Camera.

23/09/2020 - 16:11

“La proposta del nuovo Migration Pact rappresenta un passo in avanti decisivo per una gestione condivisa del fenomeno migratorio e per la costruzione dell'Europa del futuro. Dopo anni di attesa, è finalmente in agenda a Bruxelles l'apertura di un negoziato concreto sulla revisione del regolamento di Dublino, con un meccanismo automatico di assistenza e solidarietà per ricollocamenti, rimpatri dei migranti e sostegno comunitario per i centri di prima accoglienza. I Paesi di primo approdo potranno avere un alleggerimento e un aiuto reale dall'Unione. La proposta è in linea con le richieste avanzate da tempo dai Democratici in Europa ed è un altro successo del rinnovato protagonismo del Governo italiano a Bruxelles. È una svolta. Ora bisognerà lavorare per convincere a sostenere questa posizione Orban e i suoi alleati di Visegrad, amici dei sovranisti italiani, che continuano ad assumere posizioni contrarie agli interessi del nostro Paese”.

Così Piero De Luca, capogruppo dem in commissione Politiche europee alla Camera, in un commento a margine dell’audizione del ministro per gli Affari europei, Enzo Amendola, sul Programma 2020 della Commissione europea e la Relazione programmatica sulla partecipazione dell’Italia all’Ue.

22/09/2020 - 17:29

“La vittoria netta in Campania, Toscana e Puglia confermano la ritrovata consapevolezza, nel Paese, dell'importanza di avere alla guida delle nostre istituzioni politici e amministratori seri, responsabili e competenti”. Lo dichiara il deputato democratico Piero De Luca, capogruppo in commissioni Affari Ue alla Camera.

“L'emergenza sanitaria e quella economica – prosegue De Luca - richiedono scelte sempre più coraggiose e decisioni strategiche per aiutare le nostre comunità, i giovani, i lavoratori, gli imprenditori, le famiglie, a resistere e ripartire. Il Partito Democratico è l'unica forza in grado di costruire alleanze politiche solide e l'unico punto di riferimento credibile per aggregare energie anche della società civile intorno ad un progetto di crescita e rilancio strutturale del Paese e soprattutto del Mezzogiorno. L'unità, la compattezza e l'equilibrio su cui sta lavorando il gruppo dirigente del PD e soprattutto il Segretario Zingaretti, che ringraziamo per l'impegno profuso finora, ha assicurato una ritrovata centralità ai Democratici.

Ora continuiamo a lavorare a testa bassa, con la serenità, l'entusiasmo e la consapevolezza che la strada tracciata in particolare dal modello Campania è quella giusta. Continuiamo a investire sempre più, con coraggio, nella serietà, nella competenza, nel radicamento territoriale e nella capacità di prestare attenzione ai problemi reali delle comunità piuttosto che a dinamiche interne.

Ripartiamo da qui per aiutare il Paese a crescere, a diventare più dinamico, moderno ed equo attraverso un utilizzo strategico, serio ed efficace, delle prossime risorse europee straordinarie. Ora tocca a noi!”. 

17/09/2020 - 18:45

“I leghisti si sono astenuti sul voto al Parlamento europeo per adottare sanzioni contro il regime di Lukashenko in Bielorussia. Hanno rifiutato di condannare la violazione di diritti umani e dei principi democratici fondamentali. È una posizione vergognosa e inaccettabile”.Lo scrive su twitter Piero De Luca, capogruppo Pd in commissione Unione Europea.

16/09/2020 - 17:51

Dichiarazione on. Piero De Luca capogruppo Pd commissione Politiche Ue

Oggi la Presidente della Commissione europea, Ursula Von Der Lien, ha ribadito l'intenzione di presentare a breve una proposta comunitaria di revisione complessiva delle politiche migratorie, che preveda in particolare la modifica radicale del regolamento di Dublino. Siamo profondamente soddisfatti, poiché il partito democratico si batte da tempo per un nuovo patto europeo in materia, che consenta un meccanismo di redistribuzione automatico dei richiedenti asilo tra i vari Stati membri. Assistiamo però con stupore alle dichiarazioni del leader della Lega su loro presunte richieste di intervento in Europa da anni su questo punto. Ricordiamo agli amici sovranisti che la Lega nel novembre del 2017 non ha votato a favore in Parlamento europeo della proposta di riforma proprio del regolamento di Dublino. E quando è stato al Governo, l'ex Ministro dell'Interno è stato assente a Bruxelles alla quasi totalità dei vertici del Consiglio in cui si discuteva di queste ipotesi di modifiche legislative. La posizione della Lega era ovviamente ispirata dall'alleanza con i Paesi di Visegrad, da sempre contrari ad ogni ipotesi di gestione solidale dei flussi migratori in Europa. Quindi basta bugie o mistificazioni. Siamo contenti che oggi il leader della Lega abbia cambiato radicalmente idea e si sia riscoperto europeista convinto. Ma è bene chiarire che se anche su questo tema ci sarà un cambio di passo radicale in Europa sarà solo grazie all'impegno costante e determinato dei democratici.

16/09/2020 - 14:29

“Lunga vita all'Europa! Ursula Von der Leyen allo State of the Union pronuncia un discorso importante sul futuro dell'UE: salario minimo, investimenti in green e digitale. In Italia, poi, il vertice globale 2021 sulla sanità. Prende forma la nuova Europa, vitale, equa e coraggiosa”. Lo scrive su twitter Piero De Luca deputato e capogruppo Pd in commissione Unione Europea.

09/09/2020 - 13:18

“Il MISE istituisca in tempi brevi un tavolo istituzionale per discutere del futuro dei centinaia di lavoratori della Dema Spa di Somma Vesuviana”. Cosi in una nota il deputato democratico Piero De Luca.

“La crisi economica ed aziendale post Coronavirus - spiega il deputato Dem - ha messo in ginocchio l’azienda napoletana che opera nel campo dell’aeronautica e che si è vista respingere dall’Inps anche la richiesta di rimodulazione del debito in cinque anni con rate crescenti e non costanti. Una situazione preoccupante che necessita di un intervento immediato per trovare soluzioni alternative atte a salvaguardare l'azienda e i livelli occupazionali che, solo in Campania, si aggirano intorno alle 500 unità.

Un tavolo interistituzionale con tutti i soggetti interessati, Inps e ministero del Lavoro compresi, potrebbe far emergere nuovi percorsi da seguire per un eventuale ulteriore Piano di Risanamento e rilancio industriale. In questo modo, se da un lato l’azienda, eccellenza del settore aeronautico, potrebbe continuare la produzione, dall’ altro, si garantirebbe una possibilità di futuro agli operai ed alle loro famiglie, duramente provati da questa difficile situazione che si protrae da troppi mesi”.

Pagine