08/08/2020 - 09:47

“Ha ragione Paolo Lattanzio nel dire che il Movimento 5 stelle ha perso un’occasione storica per creare uno schieramento più largo, in grado di dare alla Puglia un Governo all’altezza delle sfide che ci attendono”.
Così in una nota il deputato barese del Pd, Alberto Losacco.
“Il tema è quello di un Governo regionale in corretta filiera con quello nazionale, perché davanti a noi abbiamo un periodo di eccezionale difficoltà. Paolo Lattanzio, che è un politico intelligente, lo ha perfettamente capito. A lui un abbraccio grande”, conclude il deputato dem.

04/08/2020 - 17:06

''Con il via libera lampo da parte della Camera al decreto che introduce la doppia preferenza per la parità di genere nella legge elettorale della Regione Puglia si ristabilisce il principio costituzionale che garantisce pari opportunità tra donne e uomini nell'accesso agli incarichi pubblici''.

È quanto ha dichiarato il presidente del Consiglio di Giurisdizione della Camera Alberto Losacco, che ha auspicato una rapida conversione del decreto anche da parte del Senato.

''Bene ha fatto il governo ad intervenire in materia, è stato un atto giusto e coraggioso - ha concluso Losacco - così da consentire nelle prossime elezioni amministrative il rispetto della parità di genere''.

01/06/2020 - 19:11

“L’idea del Ministro Franceschini per un piano che ricucia l’Italia non solo da Nord a Sud, ma anche nelle sue dorsali, a cominciare da quella Adriatica, è una proposta importante, che merita di essere sostenuta e trasformarsi in uno dei progetti che qualificano l’azione del Governo nazionale."

Comincia così l'appello promosso dal parlamentare pugliese Alberto Losacco e sottoscritto da Loredana Capone (Assessora al Turismo Regione Puglia), Stefano Bronzini (Rettore dell’Università Aldo Moro di Bari), Riccardo Rossi (Sindaco Brindisi e Presidente Provincia Brindisi), Rinaldo Melucci (Sindaco Taranto), Carlo Salvemini (Sindaco Lecce), Nicola Gatta (Sindaco Candela e Presidente Provincia Foggia), Stefano Minerva (Sindaco Gallipoli e Presidente Provincia di Lecce),  Mimmo Vitto (Sindaco Polignano e Presidente Anci Puglia), Salvatore Albano (Sindaco Porto Cesareo), Angelo Annese (Sindaco Monopoli), Luciano Aprile (Sindaco Martignano), Roberto Casaluci (Sindaco Castrignano de’ Greci e Presidente Unione comuni Grecìa salentina), Domenico Conte (Sindaco San Vito dei Normanni), Marco De Luca (Sindaco Novoli), Massimo Lecci (Sindaco Ugento), Massimo Manera (Sindaco Sternatia e Presidente Fondazione Notte della Taranta), Michele Merla (Sindaco San Marco in Lamis), Francesco Miglio (Sindaco San Severo), Giuseppe Nobiletti (Sindaco Vieste), Alessandro Quarta (Sindaco San Donato di Lecce), Marcello Rolli (Sindaco Leverano), Sandrina Schito (Sindaca Copertino), Serafina Stella (Sindaca Ordona), Giuseppe Tanisi (sindaco Taviano) Giuseppe Taurino (Sindaco Trepuzzi), Antonio Tutolo (sindaco Lucera), Francesco Zaccaria (Sindaco Fasano), Anna Paola Giuliani (Assessora Cultura Comune Foggia).

"Come sindaci, amministratori locali, parlamentari e accademici crediamo che in questa fase sia essenziale aggredire i problemi strutturali sotto il fronte dei collegamenti, in particolare per quel che riguarda la linea adriatica, che oggi non dispone ancora di un vero e proprio piano per l’Alta Velocità simile a quella che si è sviluppata lungo la linea tirrenica e che ha favorito la crescita sociale e le opportunità economiche di quell’area del Paese.

Qui bisogna rivedere i tracciati: progettare l’alta velocità non lungo l’attuale linea ferroviaria ma vicino l’autostrada così da collegare i principali aeroporti da Bologna a Brindisi e sostituire l’attuale linea ferroviaria che deturpa la costa in una ciclabile per un turismo capace di valorizzare le località balneari.

Allo stesso tempo abbiamo la necessità di far fare un salto di qualità all’intero comparto turistico, che è tra i più colpiti dalla crisi economica del coronavirus. Riqualificare le aree costiere, affrontare con decisione il problema degli spostamenti verso le aree interne, per non accontentarsi più di un turismo mordi e fuggi, limitato alle principali località, ma in grado di offrire alle persone uno spaccato del nostro Paese, del nostro stile di vita, del legame indissolubile tra bellezze naturalistiche e artistiche, tra enogastronomia e storia dei territori.

Il piano di aiuti europei è un’occasione irripetibile per riscrivere i nostri modelli sociali e di sviluppo, per immaginare un’Italia dove da Lecce e Taranto fino a Bologna si viaggia alla stessa velocità con cui si viaggia da Salerno a Torino, per sviluppare un’offerta turistica che metta al centro i piccoli borghi, le tante tradizioni e specificità che rendono l’Italia un posto unico al mondo.

Per riuscirvi serve uno sforzo collettivo e collaborativo tra le migliori energie del Paese. Non solo il governo deve proseguire nella strada indicata ma serve un impegno di parlamentari, amministratori, tecnici e imprenditori per realizzarlo. Il dibattito degli architetti sulla valorizzazione dei borghi d’Italia è maturo, le connessioni digitali per molte regioni del Sud sono già una realtà. Occorre un impegno concreto collettivo perché guardare lontano si può: le risorse mobilitate ci sono, la voglia di riscatto pure. Troviamo insieme modalità e percorsi per fare presto e bene. Il tempo è dalla nostra parte.”

23/05/2020 - 09:25

''Ventotto anni fa con la strage di Capaci prima e via d'Amelio poi la mafia ha inferto una profonda ferita all'Italia e alle sue istituzioni democratiche. Tuttavia, il sacrificio di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e delle donne e uomini della loro scorta non solo non è stato vano ma ha costituito un punto di svolta nella lotta alla mafia da parte dei cittadini e dello Stato''. È quanto ha dichiarato in una nota il deputato dem e commissario del Partito Democratico Sicilia, Alberto Losacco, in occasione dell'anniversario della strage di Capaci. 

''L'insegnamento e la condotta etica di magistrati come Falcone e Borsellino rappresentano una importante eredità che ancora oggi dà forza - ha concluso Losacco - a chi si batte contro la criminalità organizzata''.

14/05/2020 - 11:05

“Una norma di civiltà, dalla parte e in difesa delle persone sfruttate, delle persone più fragili. Bravo il Governo, bravi tutti i Ministri che ci hanno lavorato. Oggi l’Italia scrive una pagina importante contro l’odio e l’indifferenza.” Così in una nota il deputato dem Alberto Losacco.

“Ha ragione il Ministro Provenzano, nella sua bella intervista, quando sottolinea come questa misura andrà a beneficio anche di tantissimi italiani, di gente troppo spesso dimenticata, rendendo meno fertile un terreno sul quale da sempre le organizzazioni criminali traggono consistenti profitti attraverso lo sfruttamento e la mancanza di diritti e della presenza dello Stato”, aggiunge Losacco.

“Oggi noi diciamo a quelle persone che non sono più sole e riconosciamo finalmente la loro dignità e l’importanza del loro lavoro, quello che ci ha permesso anche in una fase difficile di avere sempre il cibo sulle nostre tavole e di tenere in vita un settore fondamentale della nostra economia. E’ la riposta migliore ai populisti, a tutti i mercanti della paura. Una pagina di buona politica, quella che ha il coraggio di fare le scelte giuste”, conclude il deputato democratico.

27/04/2020 - 14:24

“Sul profilo facebook dell’assessore regionale al Turismo Manlio Messina, esponente di Fratelli d’Italia in Sicilia è stato pubblicato un meme intitolato 'fase3' in cui con un fotomontaggio si ritrae un uomo con il volto del presidente del Consiglio Conte portato via da due carabinieri. È un atto gravissimo su cui il presidente della Regione Sicilia è chiamato ad intervenire con tempestività per evitare che con volgari attacchi sui social si manchi di rispetto al presidente del Consiglio e a tutti gli italiani''. Lo dichiara in una nota il deputato e commissario regionale del Pd Sicilia, Alberto Losacco.
''In una situazione drammatica come quella che il nostro paese sta attraversando e in cui la collaborazione istituzionale dovrebbe essere d'esempio ai cittadini - prosegue Losacco - tutto mi sarei immaginato tranne che un rappresentante delle istituzioni utilizzasse frasi e immagini del presidente del Consiglio Conte che non fanno onore a nessuno, tanto più a un assessore regionale''.

03/04/2020 - 16:29

“Se non fossimo in una situazione di grave emergenza, ci sarebbe soltanto da ridere per l’ultima uscita del Presidente Musumeci, che raschiando il barile di un autonomismo fuori tempo massimo, invoca a sè il controllo dell’esercito per la gestione dell’emergenza. Peccato che una proposta simile richiederebbe un lungo iter istituzionale,  ma soprattutto si fatica a capire perchè il Presidente della Regione perda il suo tempo con queste discutibili trovate comunicative quando ci sono cose molto più serie di cui preoccuparsi. La scorsa settimana il Partito Democratico aveva lanciato un appello al Governatore per mandare in quarantena le polemiche e costruire una cabina di regia tra maggioranza e opposizione, sulla scia di quella che si sta facendo a Roma e in altre regioni. Purtroppo il nostro appello è caduto nel vuoto e Musumeci insiste con proposte insensate, che contribuiscono solo a far crescere la preoccupazione tra i cittadini. Questo modus operandi sta scalfendo la credibilità della più alta istituzione regionale, e questo non aiuta di certo il lavoro di medici, forze dell’ordine e tutti coloro che sono in prima linea per combattere l’emergenza.

Ne siamo profondamente rammaricati perché, come abbiamo ripetuto in più occasioni, questo dovrebbe essere il momento dell’unità e dell’impegno di tutti per sconfiggere un nemico che riguarda tutti, nessuno escluso.”

27/03/2020 - 16:21

“Le fake news possono seriamente indebolire le politiche e gli strumenti per contrastare la diffusione del virus. Per questo bene l’annuncio del sottosegretario Martella sulla messa in campo di forti iniziative contro chi diffonde false informazioni.”

Lo scrive in una nota il deputato dem, Alberto Losacco.

“Solo negli ultimi giorni – prosegue Losacco – sono diventate virali false informazioni su improbabili cure dal virus, chiusure (a livello mondiale!) anche dei negozi di prima necessità, sulle scarpe infettive, sulle bocciature e le promozioni nelle scuole.

Queste informazioni possono indurre un’ampia platea di cittadini a comportamenti sbagliati o improvvidi. Senza naturalmente dimenticarsi tutto il filone complottista che può alimentare sentimenti di ansia e di angoscia.

L’inquinamento dei pozzi dell’informazione è uno dei grandi problemi del nostro tempo e con l’emergenza in corso sta dimostrando tutta la sua tossicità. 

È doveroso a questo punto intervenire. Occorre perseguire gli autori e, allo stesso tempo, attivare strumenti che aiutino i cittadini a giudicare criticamente l’informazione sulla Rete e a distinguere tra fonti credibili e non credibili”.

27/03/2020 - 12:35

“Quanto accaduto ieri al supermercato Lidl di Palermo è molto grave. Esprimo la mia solidarietà ai lavoratori e alle forze dell’ordine intervenute dopo che venti persone, con i carrelli pieni di generi di ogni tipo, hanno provato a uscire senza pagare. È un fatto molto grave, che non può essere in alcun modo tollerato”.

Lo scrive in una nota il Commissario regionale siciliano del Partito Democratico, Alberto Losacco.

“L’aspetto più preoccupante – prosegue Losacco – è che l’idea dell’assalto sia nata sui social. In questi giorni, con la scusa dell’emergenza sanitaria, stanno nascendo in Rete pagine che incitano a comportamenti di odio e violenza. C’è il rischio che personaggi violenti e gruppi criminali adoperino l’emergenza per i propri fini. Per questo occorre prestare la massima attenzione a queste pagine che stanno nascendo in Rete, che devono essere immediatamente segnalate a Facebook e alla Polizia Postale per la loro rimozione. Nella fase che attraversiamo, di grande responsabilità da parte della stragrande maggioranza dei cittadini, comportamenti violenti e prevaricatori come quelli verso i lavoratori e i clienti del Lidl di Palermo non sono assolutamente tollerabili”.

26/03/2020 - 16:35

“Chiunque lavora a contatto con il pubblico deve essere dotato di dispositivi di protezione individuale, che è una forma di tutela per i lavoratori quanto per i clienti. Per questo desta una certa preoccupazione la denuncia di Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin sulle lacune nei dispositivi protettivi all’interno della Banca Popolare di Bari.”

Lo scrive in una nota il deputato barese del Pd, Alberto Losacco.

“Inoltre ogni valutazione sulla riorganizzazione dell’Istituto, in particolare sull’accorpamento delle filiali, in questa fase deve tenere conto delle indicazioni date al un settore che deve garantire i servizi, ma lo deve fare attraverso la massima riduzione delle operazioni di sportello, sempre previo appuntamento ed evitando assembramenti di qualsiasi tipo.

Mi auguro che i Commissari raccolgano con decisione la sollecitazione della sigle sindacali. Le disposizioni sulla sicurezza e per la prevenzione della diffusione del virus vanno applicate con grande rigore da parte di tutti.”
 

23/03/2020 - 12:29

“Le polemiche e gli scaricabarili sono il miglior regalo che si può fare al virus. Occorre invece collaborare attivamente per  far sì che le disposizioni sugli sbarchi il Sicilia vengano rispettate per garantire la salute dei cittadini.”

Lo scrive in una nota il Commissario regionale del Partito Democratico, Alberto Losacco.

“In accordo con il governo regionale, il Ministero ha individuato le modalità di sospensione del trasporto marittimo per la Sicilia, ossia con l’esclusione delle forze dell’ordine, degli operatori sanitari, dei lavoratori pendolari e per comprovate e improrogabili esigenze di salute e di necessità. Parimenti su indicazione del Presidente della Regione Siciliana Musumeci, sono state stabilite le fasce orarie e il numero di corse giornaliere.

Tutte le Istituzioni sono chiamate a fare la propria parte per garantire il più rigoroso rispetto di tali disposizioni. E tutto questo senza alimentare paure e preoccupazioni nella popolazione che, come sappiamo, indeboliscono le strategie di contenimento e di contrasto al virus.

Siamo chiamati tutti a un grande sforzo collettivo. Vanno verificate le comprovate necessità di spostamento di chi si imbarca sui traghetti per la Sicilia. Concessionari e Istituzioni garantiscano la stessa responsabilità che in questo momento viene chiesta a tutti i cittadini, perché non è di certo con le polemiche, gli allarmismi o gli scaricabarili che si sconfigge il virus.”

22/03/2020 - 17:02

"Bene il Ministro Fraccaro che questa mattina ha annunciato l'impegno del Governo a mettere in campo tutti gli strumenti necessari per difendere le infrastrutture e gli asset strategici da eventuali scalate ostili. Questa attenzione non può mancare pur in un momento in cui, giustamente, il governo sta mettendo avanti ad ogni cosa la salute degli italiani. Ci sono realtà che ricoprono un ruolo fondativo rispetto all'interesse nazionale. La loro salvaguardia va anche nella direzione della tenuta economica del Paese cominciata col Salva Italia e che proseguirà coi prossimi interventi. Bene quindi le parole del Ministro Fraccaro e tutto il Governo. Si mettano subito in campo gli strumenti annunciati per tutelare le nostre realtà strategiche."

Così in una nota il deputato Dem Alberto Losacco.

18/03/2020 - 13:38

“Occorre mettere in campo strumenti di difesa per le nostre aziende strategiche. Il Governo francese ne sta facendo un elemento prioritario nella scala di interventi per la gestione dell’emergenza, è necessario che anche il Governo italiano individui gli strumenti per scongiurare le aggressioni alle aziende strategiche del paese.”

Così in una nota il deputato dem Alberto Losacco.

“In uno scenario fortemente emergenziale, la tenuta del sistema-Italia passa anche attraverso la tutela delle imprese che hanno valore strategico rispetto agli interessi nazionali e che oggi potrebbero risultare esposte a scalate ostili da parte dei mercati.

Per questo mi auguro che il Governo intervenga quanto prima, rafforzando il golden power o mettendo in campo altri strumenti che facciano da deterrente rispetto a possibili aggressioni.”

28/01/2020 - 19:33

"Con il nuovo tesseramento il PD siciliano ha avviato quel processo d'apertura indicato dal segretario nazionale. È l’importante inizio di un percorso che conoscerà la sua prossima tappa nel congresso regionale per l'elezione del nuovo segretario in Sicilia." Lo scrive in una nota il commissario regionale Alberto Losacco.

"Grazie al tesseramento online siamo riusciti a intercettare una platea di nuovi iscritti. Persone che non partecipavano alla vita di partito o che avevano smesso di farlo perché, purtroppo e troppo spesso, i circoli in Sicilia più che rappresentare qualcosa, rappresentavano qualcuno. È stato un primo prezioso passaggio, una rinnovata comunità che adesso dovrà animare una stagione congressuale all'insegna di questo processo di apertura e che poi dovrà continuare anche con la scelta dei candidati per le prossime sfide elettorali.

È per questo – prosegue Losacco – che il congresso va celebrato secondo le tempistiche che sono già state discusse e decise. È necessario celebrarlo anche per riavere una struttura sui territori, che sono indispensabili per un PD che, proprio come accaduto in Emilia, diventi fulcro di quel campo riformista in grado di sconfiggere la destra dell’odio e della paura.”

03/01/2020 - 16:03

“A nome di tutto il partito siciliano, esprimo la massima solidarietà e vicinanza a Piergiorgio Gerratana, Presidente del Consiglio Comunale di Rosolini ed esponente del PD, che questa notte è stato vittima di una intimidazione con l’incendio della propria auto che segue quello dell’incendio della sua casa in campagna.” 

Lo scrive in una nota il Commissario Regionale del Partito Democratico, Alberto Losacco.

“Chiediamo alle forze dell’ordine di intervenire con la massima celerità per individuare i responsabili e scongiurare il ripetersi di simili incresciosi episodi, che puntano a minare il corretto svolgimento della vita democratica e a condizionare l’attività di chi ricopre incarichi pubblici. Il Partito Democratico siciliano segue con grande attenzione la situazione di Rosolini, dove una giunta di centrosinistra sta mettendo in campo una politica che evidentemente dà fastidio a qualcuno. Per questo occorre continuare su questa strada e serve la mobilitazione e l’impegno di tutti affinché gli autori di questi vili gesti vengano individuati e colpiti con la massima durezza. A Piergiorgio e alla sua famiglia l’abbraccio grande di tutti noi.”

Pagine