09/09/2021 - 19:16

“Desta notevole preoccupazione la lettera inviata lo scorso 7 settembre 25 banche centrali nazionali alla Commissione Europea in cui si chiede la tempestiva implementazione del lodo finale del Basilea IV. È del tutto evidente, infatti, che se applicate le nuove regole determinerebbero una diminuzione di crediti all’economia reale a danno delle famiglie e delle imprese. In ragione della situazione economica e sociale determinata dalla pandemia e dall’urgenza di rilanciare le attività produttive, appare evidente -dunque- la necessità di rinviare l’attuazione delle regole di Basilea IV, relative soprattutto ai nuovi standard patrimoniali delle banche europee.
Non si può gravare ulteriormente l’industria bancaria che deve, invece, essere messa nelle condizioni di sostenere la ripresa, affiancando il sistema Paese in questa fase di crescita.
In tal senso, sarebbe auspicabile un intervento del governo perché questa è un’ iniziativa che può danneggiare l’economia reale mentre noi dobbiamo adottare strategie di rilancio dell’economia anche in base all’impegno assunto dal G20 per cui l’implementazione del lodo del 2017 dovrebbe avvenire in modo tale da non risultare in un significativo incremento dei requisiti complessivi di capitale per le banche.
Serve rinviare il recepimento di Basilea IV e rivederlo alla luce dei grandi cambiamenti determinati dalla pandemia, valutando modifiche regolamentari ispirate ai princìpi di adeguatezza, proporzionalità e sussidiarietà.
Quelle regole sono state fissate in un altro mondo è in un’altra epoca”. Lo dichiarano in una nota congiunta Antonio Misiani, responsabile economico del Partito Democratico;
Fabio Melilli, Presidente della Commissione Bilancio di Montecitorio; Ubaldo Pagano, capogruppo Pd in commissione Bilancio di Montecitorio; Gian Mario Fragomeli, capogruppo Pd in commissione Finanze di Montecitorio; Umberto Buratti, capogruppo Pd in commissione d’inchiesta su banche e sistema creditizio.

02/09/2021 - 17:54

"Fa bene il Presidente Draghi ad evitare una enfasi eccessiva sui dati, pur rassicuranti, sulla crescita del PIL italiano e a ricordarci che la ripresa è molto significativa ma è anche dovuta al fatto che l’Italia ha registrato, nella pandemia, dati peggiori di altre nazioni. Un atteggiamento che aiuta a capire come la scommessa resta quella di costruire le condizioni perché la crescita del PIL sia robusta per un periodo lungo, quando non sarà influenzata dal cosiddetto effetto rimbalzo. Perché questo accada è necessario utilizzare al meglio le risorse del PNRR e fare in modo che le scelte abbiano l’obiettivo di spingere verso l’alto i dati della nostra economia. Non è questione che riguarda tanto la velocità ma soprattutto la qualità della spesa. Così come è necessario che la stagione delle riforme incida in modo significativo sulla efficienza  del nostro sistema pubblico. L’obiettivo principale resta quello di abbattere le troppe differenze che caratterizzano le diverse aree del Paese e che impediscono una crescita più robusta della nostra economia. E su questo c’è ancora molto lavoro da fare".

Lo dichiara il presidente della commissione Bilancio della Camera, Fabio Melilli.

13/07/2021 - 17:22

"Una tappa decisiva verso l'Italia del futuro: è il tempo di costruire un Paese non solo capace di mettersi alle spalle la crisi dovuta alla pandemia, ma anche più moderno, più verde e più giusto" lo dichiara il presidente della commissione Bilancio alla Camera, Fabio Melilli, commentando il via libera dei ministri dell'Ecofin dei 27 Stati Ue ai Pnrr, i piani nazionali di ripresa e resilienza di dodici Paesi.

"L'Italia, come ogni altro Paese europeo - spiega Melilli - deve dimostrare ora di saper spendere le risorse che arriveranno dall'Ue. Il Pnrr traccia la strada, indica gli obiettivi, individua i progetti che verranno portati a termine con i fondi europei. Il via libera arrivato oggi conferma che il governo Draghi, raccogliendo ed integrando  il pregevole lavoro fatto,  ha saputo imprimere la dovuta accelerazione al processo di uscita dal periodo più buio del dopoguerra e che l'Europa intera riconosce il valore di questo impegno. Ora dovremo trasformare i piani in azioni, i fondi in opere. Il governo sarà il regista di tutto ciò. Il Parlamento e la commissione Bilancio sapranno sicuramente affiancarlo. E, soprattutto, saranno supervisori attenti di questo immenso lavoro che spetta al nostro Paese."

"L'Italia dimostrerà di saperlo portare a compimento. La sfida più grande resta quella di superare davvero le troppe differenze che il nostro paese registra. Di genere, sociali e territoriali e, qualora si dimostrassero insufficienti le risorse del PNRR dovranno intervenire con coerenza altri strumenti europei e nazionali perché non tutto viene risolto dal piano. L’auspicio e’ che soprattutto le realtà territoriali e sociali più svantaggiate possano giovarsi della mole di risorse messe in campo per rendere il nostro paese più competitivo e più uguale. Il Parlamento sarà attento osservatore e richiamerà, sono certo, l'attenzione di tutti, se il processo nel suo cammino non dovesse dare i risultati sperati. Allo stesso modo il pacchetto di  riforme troverà nelle aule Parlamentari la naturale sede di confronto per superare le antiche abitudini del rinvio dei problemi in luogo della loro soluzione."

22/06/2021 - 19:51

"Con l'approvazione della Commissione Europea al Pnrr, presentato dall'Italia, si avvia una nuova fase di crescita per il nostro Paese. Nel prossimo futuro l'obiettivo principale sarà rappresentato dalla ricostruzione di un tessuto sociale ed economico ancora più solido e inclusivo, che sostenga imprese e cittadini fuori dalla crisi pandemica. Dovremo porre al centro il lavoro ed i diritti, le giovani generazioni e le donne. Spetterà adesso a tutti noi, dal Governo alle istituzioni locali fino alle aziende, procedere con rapidità alla realizzazione del Piano. E' il percorso più ambizioso che l'Italia abbia mai affrontato dalla fine della Seconda Guerra Mondiale". Così Fabio Melilli, presidente commissione Bilancio alla Camera.

"Abbiamo davvero un'occasione straordinaria, con la possibilità di cambiare le strutture portanti del nostro modello economico. Punteremo, come descritto nel Piano, su una diffusa riconversione ecologica e su processi di digitalizzazione nel settore pubblico e privato per raggiungere standard elevati, in linea con le altre nazioni europee. In questo processo di cambiamento, sarà fondamentale porre sempre al centro il lavoro e la tutela dei diritti dei lavoratori. Da oggi - conclude Melilli - possiamo costruire un'Italia più ricca, moderna e al tempo stesso più giusta. Protagonista in un'Europa che saprà distinguersi ancora come baluardo di democrazia, per i valori di libertà e di giustizia sociale".

15/06/2021 - 11:43

"Il processo di semplificazione avviato con il Pnrr credo sia solo all'inizio. Sono convinto che nei prossimi mesi ci saranno altri aggiustamenti e altre modifiche. Si parla da tempo di semplificazione, ma il nostro è un Paese complicato nella sua amministrazione e nell’articolazione dei poteri. Troppo spesso si intersecano competenze a livello di Stato, Regioni e Comuni. Non si semplifica senza cessione di sovranità. È necessario fare un'analisi di ogni procedura e il decreto Semplificazioni si sta muovendo in questa direzione. Quando si fa un'operazione di snellimento è naturale che emergano anche alcune incongruenze. Sono certo che dopo il decreto attuale ci sarà bisogno di nuovi interventi anche in relazione all'andamento del Pnrr. Si tratta di un tema che continuerà ad essere al centro dell'attenzione politica e credo che un contributo significativo possano darlo le Regioni. Così il presidente della commissione Bilancio della Camera, Fabio Melilli intervenuto a Radio Cusano Campus.

15/06/2021 - 10:38

"Nel PNRR è stata fatta una scelta di grande rilevanza: per le assegnazioni delle risorse del recovery ci sarà una corsia preferenziale per chi assumerà giovani e donne. Si tratta di una clausola che Enrico Letta ed il PD hanno voluto con forza". Lo ha detto il presidente della commissione Bilancio della Camera, Fabio Melilli, intervistato a Radio Cusano Campus.

"L'obiettivo - ha spiegato - è porre rimedio a un problema enorme in Italia ed ancor di più al sud, quello dell'occupazione femminile e giovanile. Dell'assunzione di donne e giovani parte il riscatto del sud. Come commissione Bilancio insieme alla commissione Lavoro vigileremo affinché vi sia un controllo rigoroso sul rispetto di questa clausola". Ha concluso Melilli.

07/06/2021 - 18:26

"Ho appreso la triste notizia della scomparsa di Guglielmo Epifani. Ho avuto modo di scambiare con lui in questi anni opinioni e valutazioni di natura politica sul nostro Paese, commenti sul tempo che ci è dato di vivere e ricordi del passato. Guglielmo era un uomo di grande saggezza e da lui si poteva solo imparare. Era un piacere ascoltarlo e conversare in libertà. Da sindacalista e da dirigente politico, la sua è stata una storia limpida. La sua vita è stata al servizio dei lavoratori. Ci mancherà e mancherà al nostro Paese". Lo ha detto il deputato Pd e presidente della commissione Bilancio alla Camera, Fabio Melilli.

31/05/2021 - 14:37

“E’ sempre più evidente, e ha fatto bene il Governatore Ignazio Visco a sottolinearlo, che a livello europeo cresce la necessità di una capacità di bilancio comune, garantita da entrate autonome, decisiva per un avanzamento delle politiche europee verso una vera unione politica”. Lo ha detto il presidente della commissione Bilancio della Camera, Fabio Melilli, commentando le Considerazioni finali del Governatore Ignazio Visco alla Relazione annuale di Bankitalia.

“Il Governatore della Banca d’Italia – ha ricordato Melilli - nella sua relazione annuale ci ha ricordato le drammatiche conseguenze della pandemia nel mondo. Oltre alle vittime, dopo 20 anni torna a salire il numero delle persone in povertà estrema, il 10 per cento della popolazione, 100 milioni in più nell’ultimo anno. La dimensione globale della pandemia accresce il ruolo della cooperazione internazionale, che gioca un ruolo decisivo perché si possano registrare progressi che riguardino tutti i Paesi, condizione essenziale per uscire dalla crisi in modo definitivo”.

“Sui mesi successivi alla pandemia, trova conferma, nelle considerazioni del Governatore, l'efficacia delle misure poste in essere dal governo precedente, sia sul versante del fabbisogno di liquidità delle imprese sia sul sostegno dei redditi disponibili delle famiglie. I dati esposti nella relazione ci ricordano che in Italia oltre 3 milioni di giovani tra 15 e 34 anni non sono occupati ne’ impegnati in un percorso di istruzione, che le imprese con meno di 10 dipendenti occupano quasi il 50% degli addetti, il doppio di Francia e Germania, che in questo tempo di pandemia la quota di reddito destinata ai risparmi ha superato il 15 per cento, il doppio del 2019. La correzione di tali elementi resta l'obiettivo principale dell'agire pubblico ed il Next Generation Eu rappresenta certamente il principale strumento per cambiare in meglio il nostro paese e l’Europa”.

27/05/2021 - 14:46

“Da domani inizieremo le audizioni sul Decreto Sostegni bis. Vogliamo fare presto e bene perché si tratta di uno strumento indispensabile per tante imprese e per tantissimi lavoratori in una fase cruciale per il nostro Paese. Come previsto dal calendario, ascolteremo le categorie interessate dal decreto e altrettanto faranno i colleghi delle altre commissioni al fine di ricevere indicazioni, idee e suggerimenti per migliorare, laddove possibile, il decreto con la consapevolezza del delicato lavoro che ci aspetta nelle prossime settimane.”

Così Fabio Melilli, presidente della commissione Bilancio alla Camera a cui è stata assegnata, in sede referente, l'esame del decreto-legge n.73 del 2021 recante misure urgenti connesse all'emergenza da Covid 19. Le audizioni inizieranno domani a partire dalle 10 per concludersi l'8 giugno, quando prenderà avvio l'esame preliminare del Decreto.

28/04/2021 - 19:13

“Da oggi è realtà il Contratto istituzionale di sviluppo del Cratere Centro Italia, dotato di 160 milioni per sostenere investimenti integrativi rispetto alla ricostruzione degli edifici distrutti dai terremoti del 2016 e 2017. Ringrazio il ministro per il Sud, Mara Carfagna, che ha formalizzato con grande tempestività l’avvio del Contratto, in una riunione con gli enti interessati”. Lo dichiara il presidente della Commissione Bilancio della Camera, Fabio Melilli.

“Si attua così – ricorda Melilli – quanto abbiamo approvato nell'ultima legge di bilancio, condividendo con il Ministro Provenzano ed il commissario Legnini, la necessità di offrire strumenti per sostenere la crescita economica ed il rilancio occupazionale delle aree del cratere. Sono solo le prime misure di un intervento più vasto che favorirà’ la rinascita economica delle zone terremotate.”

22/04/2021 - 18:44

2021 - "Il Governo ha presentato oggi alle regioni e alle autonomie il quadro degli investimenti del PNRR che avremo modo di approfondire nei prossimi giorni in Parlamento. Una operazione imponente dalla quale dipenderà la ripresa del nostro paese e la maggiore dinamicità della nostra economia. Ascolteremo in Parlamento con grande attenzione le comunicazioni del Presidente del Consiglio che ci consentiranno di avere maggiori informazioni sul piano e sulle sue modalità di attuazione. Oltre all’apprezzamento rispetto alle molte scelte condivisibili e sicuramente coerenti rispetto alle grandi linee di indirizzo europee e nazionali, resta il rammarico di non leggere proposte convincenti sul tema della coesione territoriale che, seppur affrontata con compiutezza rispetto al grande tema del Sud del paese, non offre soluzioni convincenti in tema di aree interne e marginali che non insistono solo nel mezzogiorno del paese.” E' quanto dichiarato da Fabio Melilli, presidente della commissione Bilancio alla Camera dei Deputati.

“Si sceglie infatti di non dare soluzione al gap infrastrutturale presente soprattutto nelle aree appenniniche, ma non solo in esse, caratterizzate dalla scarsità ed a volte persino dall’inesistenza di collegamenti ferroviari, che consentano ai capoluoghi di provincia di quelle aree di interagire con le città metropolitane penalizzando l’accessibilità, le residenze, il lavoro e lo sviluppo. Si adducono spesso motivi legati alla difficoltà di rispettare i tempi stringenti del PNNR ma il tema non viene affrontato nemmeno nelle schede sugli investimenti aggiuntivi che il governo si propone di finanziare con lo scostamento di bilancio dove transitano peraltro tutte le risorse relative alle aree terremotate inizialmente previste nel PNRR.

“A tale carenza – conclude Melilli - si può porre rimedio solo finanziando ed avviando da subito la progettazione di alcune nuove tratte, peraltro previste dai documenti di programmazione dello stesso governo, che potranno essere finanziate con fondi nazionali ed europei. Se nemmeno questa stagione di investimenti straordinari riuscirà a dare le risposte che le popolazioni attendono da decenni, si toglie a quelle terre la speranza di colmare il divario storico che ne ha impedito lo sviluppo.

 

14/04/2021 - 16:32

Il presidente della commissione Bilancio della Camera: "La comunità di Rieti saprà accoglierlo con grande partecipazione"

“Voglio dare il mio benvenuto, come rappresentante in Parlamento delle cittadine e dei cittadini di Rieti, al nuovo Prefetto Gennaro Capo, nominato dal Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.

Auguro a lui e a tutti i suoi collaboratori buon lavoro. Ci attendono sfide importanti, dalla ricostruzione, all'uscita dalla pandemia. Sono certo che il nuovo prefetto saprà collaborare proficuamente con le istituzioni reatine per il bene delle nostre comunità.” così il presidente della commissione Bilancio della Camera Fabio Melilli.

31/03/2021 - 17:47

“Il bilancio della Cassa Depositi e Prestiti dimostra come la partecipazione del “pubblico” possa essere uno strumento positivo  nell’economia italiana. Infatti grazie ai suoi interventi, ai suoi progetti e ai suoi finanziamenti, Cdp ha svolto una funzione di sostegno e promozione di molte attività economiche e quindi dell'occupazione. Una realtà importante che ha alla sua base la fiducia dei cittadini italiani attraverso il sistema dei depositi postali. Questo rapporto di trasparenza e di comunicazione diretta con il Paese acquisisce un valore ancora più importante: è  proprio dal livello di fiducia che dipendono le risorse che Cdp potrà utilizzare in futuro ricoprendo, anche nei prossimi difficili mesi di ricostruzione economica post pandemia, un ruolo essenziale per il rilancio dell'Italia”. E' quanto dichiarato da Fabio Melilli, presidente della commissione Bilancio alla Camera che commenta così il Bilancio 2020 di Cdp.

25/03/2021 - 15:47

“Esprimo tutto il mio cordoglio per la scomparsa del sindaco di Amatrice, Antonio Fontanella, e mando un sincero abbraccio di vicinanza alla famiglia e ai suoi cari. Con lui se ne va una figura importante della politica cittadina e regionale ed un protagonista delle battaglie per la ricostruzione. La scomparsa di Antonio  lascia tutti noi, e in particolare la comunità di Amatrice, un po’ più poveri”. Così Fabio Melilli, presidente della commissione Bilancio alla Camera.

03/03/2021 - 16:25

“Auguri di buon lavoro al nuovo segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra. Sono certo che riusciremo a collaborare costruttivamente, insieme alle altre organizzazioni sindacali, per rafforzare il patto sociale e dare le risposte che i lavoratori chiedono. Ci attendono sfide importanti e necessarie. Ringraziamo Annamaria Furlan per il lavoro fin qui svolto”, così il presidente della commissione Bilancio della Camera, Fabio Melilli.

Pagine