12/10/2020 - 17:41

“L’approvazione in commissione Bilancio della relazione che individua le priorità nell’utilizzo del Recovery Fund è una buona notizia. Lo è anche il voto di astensione delle opposizioni che segnala come abbiano apprezzato la nostra capacità di ascolto delle loro valutazioni. Si chiude positivamente questo primo passaggio di una discussione che in commissione si era avviata bene e che ora dovrà vedere il Parlamento protagonista anche nei successivi passaggi deliberativi nella definizione del Piano nazionale per la ripresa e la resilienza, frutto del passaggio storico avvenuto nell’Unione europea con il Next Generation Eu”.

Così Ubaldo Pagano, capogruppo Pd in commissione Bilancio alla Camera, dopo l’approvazione della relazione sull’individuazione delle priorità nell’utilizzo del Recovery Fund.

02/10/2020 - 12:29

“Con la discussione di oggi in commissione Bilancio sulla relazione che individua le priorità nell’utilizzo del Recovery Fund si avvia bene e in modo corretto il percorso che vedrà protagonista il Parlamento nella definizione del Piano nazionale per la ripresa e la resilienza (Pnrr), collegato allo straordinario strumento messo in campo dall’Europa con il Next Generation Eu. Gli obiettivi del Piano saranno sei e punteranno sui seguenti argomenti; 1) Digitalizzazione, innovazione e competitività del sistema produttivo; 2) Rivoluzione verde e transizione ecologica; 3) Infrastrutture per la mobilità; 4) Istruzione, formazione, ricerca e cultura; 5) Equità sociale, di genere e territoriale; 6) Salute. Fissati anche i criteri di valutazione dei progetti allo scopo di rendere la loro selezione più precisa e granulare. Verranno premiati quelli che riguardano la creazione di beni pubblici, rapidamente cantierabili e monitorabili, quelli con effetti positivi rapidi su numerosi beneficiari, finora scartati per mancanza di fondi e che prevedono per la loro realizzazione forme di partenariato pubblico-privato o capitali privati, con basso consumo di suolo e alti livelli occupazionali”.

Così Ubaldo Pagano, capogruppo Pd in commissione Bilancio alla Camera, al termine della prima discussione sulla relazione sull’individuazione delle priorità nell’utilizzo del Recovery Fund.

“Snodo cruciale anche per evitare una frammentazione del Pnrr - aggiunge il deputato dem - sarà la piena coerenza dei progetti con gli obiettivi complessivi del Piano nazionale e la loro aderenza alle ‘missioni’ del Piano Sud 2030. Per quanto riguarda le Regioni meridionali, infatti, avremo una massa di risorse senza precedenti, la cui entità supera, in percentuale di Pil nazionale, anche quella dell’intervento straordinario per il Mezzogiorno. E’ evidente che siamo di fronte a un’occasione storica, unica e irripetibile, per colmare il divario del Sud rispetto alle zone più sviluppate del Paese. Infine, un altro aspetto fondamentale è quello del collegamento tra spesa e riforme. Questo perché la capacità delle spese aggiuntive di innescare aumenti di produttività e crescita economica è fortemente condizionata dall’efficienza della pubblica amministrazione e del mercato del lavoro. Un sistema fiscale penalizzante - conclude Ubaldo Pagano - e una giustizia lenta, ad esempio, attenuano l’effetto moltiplicativo della spesa”.

05/09/2020 - 10:17

“La sera del 5 settembre di 10 anni fa, il sindaco di Pollica, Angelo Vassallo, simbolo di legalità e di buona amministrazione, fu vigliaccamente ucciso nella sua città, probabilmente a causa della sua opposizione a pratiche illegali, al suo indefesso impegno a tutela del territorio e dell’ambiente e in difesa dell’integrità della comunità di Pollica, che lo portarono a sfidare a viso aperto la criminalità organizzata. L’omicidio di Angelo resta una ferita profonda nel cuore delle istituzioni repubblicane e della vita democratica del nostro Paese, un punto interrogativo che finora non ha ancora trovato risposte. Oggi, nel decimo anniversario della sua prematura scomparsa, la comunità democratica chiede con forza l’istituzione di una commissione d’inchiesta parlamentare per fare luce sul caso e restituire alla famiglia di Angelo, alla comunità di Pollica e agli italiani la verità su quanto accaduto quella sera. Il nostro auspicio è che sia dato seguito quanto prima alla nostra richiesta affinché anche i parlamentari possano coadiuvare il lavoro dell’autorità giudiziaria nell’esame del caso e dei nuovi elementi emersi in questi ultimi anni di indagini”.

Così Ubaldo Pagano, capogruppo Pd in commissione Bilancio alla Camera.

27/07/2020 - 14:41

Vorrei ricordare al commissario regionale pugliese di Forza Italia, Mauro D’Attis, che il ministro Boccia ha promosso il medesimo evento che lui definisce ‘marchetta’ con il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, a Venezia appena due settimane fa. Anziché portare il proprio contributo di idee e proposte ad una importante occasione come la Conferenza Stato-Regioni di Bari, prendiamo atto che un uomo delle istituzioni preferisce una ridicola polemica politica che non aiuta certo la Puglia e il Paese. E’ anche per questo che il Pd e la coalizione di centrosinistra sono impegnati al massimo per la riconferma del presidente Michele Emiliano alla guida della Puglia”.

Così il deputato dem pugliese, Ubaldo Pagano.

20/07/2020 - 17:30

“Attaccare questo governo relativamente agli interventi sulle partite Iva è veramente paradossale. Certo si può fare meglio e di più e come Pd siamo già al lavoro. Ma vorrei ricordare ai soliti rumorosi e strumentali accusatori una parte degli interventi fatti proprio sulle partite Iva: due rate di indennità da 600 euro per 4 milioni di lavoratori autonomi; eliminazione della rata dell’Irap di giugno; introduzione di crediti di imposta per i fitti commerciali ai soggetti in difficoltà; riduzione degli oneri sulle bollette; azzeramento dell’Iva su mascherine e altri dispositivi di protezione individuale; azzeramento di plastic tax e sugar tax per tutto il 2020; cancellazione permanente delle clausole di salvaguardia Iva e accise. Questi sgravi fiscali valgono complessivamente 7,5 miliardi di tasse in meno nel 2020; 21,2 miliardi nel 2020; 28,5 miliardi annui dal 2022. Inoltre, sono stati erogati ad oggi oltre 4 miliardi di contributi a fondo perduto alle aziende in difficoltà.  Per quanto riguarda le fasi più critiche della crisi, ricordo che abbiamo sospeso i versamenti di marzo aprile e maggio fino a settembre per circa venti miliardi. Un termine che vorremmo riscadenzare con lo scostamento di bilancio che chiederemo nei prossimi giorni al Parlamento”.

Così il deputato dem della commissione Bilancio, Ubaldo Pagano.

14/07/2020 - 13:06

Dichiarazione dei deputati del Pd Marco Lacarra e  Ubaldo Pagano

"Siamo d'accordo con quanto detto da Beppe Sala sulla necessità di adeguare lo stipendio dei dipendenti pubblici al costo della vita del luogo dove vivono e lavorano. È una proposta tanto valida che la collega Quartapelle ha fatto eco al Sindaco di Milano." Lo affermano gli on. li del Pd  Marco Lacarra e Ubaldo Pagano
"Ma noi abbiamo una contro-proposta, ancora più suggestiva - aggiungono-: oltre al costo della vita, prendiamo anche in considerazione la spesa dello Stato negli ultimi dieci anni per i servizi pubblici al Nord e poi al Sud e compariamola. A conti fatti, un dipendente statale al Sud avrebbe diritto al doppio della remunerazione di un omologo settentrionale. Hanno ragione Sala e Quartapelle: è tempo di adeguare gli stipendi pubblici al luogo di residenza."

17/06/2020 - 14:45

“Soddisfazione per quanto riportato in audizione questa mattina dal Dott. Barrese, responsabile della divisione Banca dei territori, e dal Dott. Micillo, responsabile divisione corporate e investment banking, di Intesa Sanpaolo, primo istituto di credito italiano, rispetto alle risorse umane e finanziarie messe in campo per l’erogazione dei prestiti garantiti dal decreto Liquidità. Si tratta di un’azione portata avanti con efficienza e rapidità e che ha incontrato tutto il nostro apprezzamento. Soprattutto dopo l’iniziativa promossa dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario e del lavoro della task force del ministero dell’Economia e delle Finanze, si è registrato un sostanzioso incremento nella concessione del credito e, in misura maggiore, di quelli fino a 25 mila euro: una risposta che, ad oggi, si attesta intorno al 70% del numero di domande ricevute e risulta uniformemente distribuita su tutto il territorio nazionale”.

Così i deputati del Pd della Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario, Ubaldo Pagano e Claudio Mancini, a margine dell’audizione del responsabile divisione corporate e investment banking di Intesa Sanpaolo, sull'applicazione delle misure per la liquidità di cui ai decreti-legge 18 e 23/2020.

“L’audizione - aggiungono Pagano e Mancini - è stata altrettanto utile per costatare il rafforzamento dei sistemi di segnalazione e monitoraggio delle procedure di valutazione ed erogazione del credito eseguite dalle banche che, pur senza gravare sui tempi di erogazione, ha centrato l’obiettivo di evitare strozzature e penalizzazione di specifiche domande di prestiti. Gli auditi hanno anche manifestato il loro apprezzamento per l’impianto del decreto “Liquidità” e delle successive modifiche apportante durante l’iter di conversione dal Parlamento. Al contempo, ci hanno sollecitato a rinvigorire gli interventi previsti dal decreto Rilancio in tema di patrimonializzazione del tessuto imprenditoriali con ulteriori risorse e strumenti. Infine - concludono - molto importante l’impegno assicurato da Intesa Sanpaolo sul fronte del sostegno al comparto turistico con azioni chiare e rapide per rilanciare uno dei settori più colpiti dalla crisi”.

13/02/2020 - 20:46

"Confusione e stupore per le dichiarazioni del collega 5 Stelle Vianello sull'audizione di oggi del Presidente Emiliano. Rileggendo le assurdità riferite nel suo comunicato, ho perfino dubitato della sua presenza in Commissione durante l'audizione. Eppure - ne sono certo - era a pochi passi da me. Evidentemente il collega era distratto dai social network durante l’audizione odierna." A dichiararlo a margine delle dichiarazioni rilasciate dal pentastellato Vianello, è il deputato pugliese del Partito Democratico Ubaldo Pagano.

"Quanto detto da Vianello, che parla di 'audizione contraddittoria' del governatore pugliese, è totalmente fuori luogo, visto che è egli stesso a contraddire, fino a negare, le risposte che Emiliano ha dato puntualmente sui temi sollevati. A partire dalla sanità, argomento sul quale è stato fornito un quadro più che esaustivo delle migliorie apportate a Taranto negli ultimi anni: basti pensare al fatto che il capoluogo jonico, rispetto al passato anche recente, può oggi vantare un ospedale di oncologia pediatrica di riconosciuta eccellenza. E' un fatto che l’oncoematologia pediatrica di Taranto abbia fatto passi avanti enormi negli anni di ammistrazione Emiliano, fondamentalmente con risorse pubbliche, con la scelta di un primario eccellente e con il contributo bene accetto ma ancillare dei privati, di tutti quelli che si stringono idealmente alla nostra comunità.

La fake news dei 70 milioni non spesi, infine, è già stata smentita dalla Asl con la pubblicazione del cronoprogramma ampiamente rispettato." - continua Pagano.

"Su Ilva, poi, ci sarebbe molto da dire. Se il processo di decarbonizzazione è patrimonio ideale ormai condiviso a tutti i livelli è merito del presidente Emiliano e della sua pervicace e coerente posizione. C’è chi, invece, ha fatto la campagna elettorale promettendo la chiusura immediata dello stabilimento e oggi, per cercare di ricollocarsi disperatamente, parla di altro."

"Perchè, per esempio, non ci dà contezza del 'gran lavoro' portato avanti nell'ultimo anno sul piano ambientale e delle bonifiche (sulle aree di loro competenza) dai Commissari scelti dal governo gialloverde? La verità - e l'audizione dei commissari di ieri l'ha ampiamente dimostrato - è che ad oggi non mi pare abbiano adempiuto appieno al loro compito. Durante l'audizione di ieri abbiamo assistito a uno spettacolo indegno, in cui i tre commissari hanno palesemente evaso ogni nostra domanda sugli interventi inerenti il Piano delle Bonifiche ."

"Dispiace che in privato si predichi collaborazione e unità e in pubblico solo visibilità con la menzogna - conclude Pagano - Probabilmente qualcuno cerca di nascondere le sue false promesse e i disastri fatti dal governo gialloverde. I tarantini sanno cosa è stato promesso e cosa poi, invece, è stato fatto. A loro non si può mentire".

12/02/2020 - 18:31

“Piena soddisfazione per la definitiva approvazione dell’emendamento a mia firma per prorogare le attività della TPWA, l’Agenzia che per la somministrazione del lavoro in porto e per la riqualificazione professionale dei lavoratori portuali.” A dichiararlo, il deputato pugliese Ubaldo Pagano.

“Con questo emendamento – aggiunge l’esponente dem – manteniamo una promessa fatta e diamo una risposta certa ai tanti portuali di Taranto e non solo, su cui negli scorsi anni è gravato il maggior peso dei processi di riconversione industriale di queste realtà. L’Agenzia è stata finanziata per un altro anno e questo permetterà di continuare le attività di supporto alla collocazione professionale dei lavoratori attraverso la loro formazione professionale, in attesa della delicata fase di transizione con la recente concessione del molo polisettoriale alla compagnia turca Yilport Holding”.

22/12/2019 - 10:53

“Abbiamo portato a termine un ‘piccolo miracolo’, come lo ha definito giustamente il ministro Gualtieri. Non è stato facile perché questo governo è nato qualche mese fa, in un contesto del tutto inaspettato, ma per una ragione ben precisa: assumersi la responsabilità di governare il Paese in una situazione difficile in termini di conti pubblici, dovendo anche disinnescare un pericolo da 27 miliardi, 23 miliardi per gli aumenti Iva e 3 di spese indifferibili e un miliardo per le spese obbligate sul fronte investimenti. Una minaccia per i risparmi di tutti i cittadini italiani. Ci siamo assunti con consapevolezza il peso di dare all’Italia una prospettiva, una visione, un futuro. Così, oltre a mettere in sicurezza i conti dello Stato, evitato la stangata da 600 euro a famiglia con l’aumento Iva e ricollocato l’Italia nel posto che merita in Europa, abbiamo aumentato gli stipendi dei lavoratori italiani riducendo il cosiddetto cuneo fiscale, rafforzato il welfare, varato uno straordinario piano di riforme per l’ambiente e avviata una più seria lotta all’evasione. E lo abbiamo fatto con il senso di responsabilità che qualcun altro ha preferito non prendersi dandosi alla fuga, per evitare che tutte le false promesse potessero trasformarsi nel conto salato che i cittadini italiani sarebbero stati chiamati a pagare”.

Così Ubaldo Pagano, deputato dem e relatore di maggioranza, intervenendo in Aula alla Camera nella discussione generale sulla manovra.

19/12/2019 - 12:36

“Ringraziamo molto il ministro Gualtieri. Abbiamo apprezzato la sua esposizione dei contenuti di questa Legge di Bilancio che mette i conti in ordine e pone al centro gli interessi di un Paese che vuole guardare con serietà e ambizione al suo futuro. Uno snodo importante sarà il potenziamento degli investimenti pubblici e privati sul digitale, sulla tecnologia 5G, sul superamento del ‘digital divide’. Con soddisfazione guardiamo poi alle importanti scelte in materia di strategia verde. L’opposizione è stata brava a far credere che vi sia un aumento delle tasse, come nel caso dell’accise sulla benzina che invece non aumenterà dal prossimo 1 gennaio ma, al di là della propaganda, questo governo ha scongiurato l’aumento dell’Iva, ha messo più soldi in tasca ai lavoratori con il taglio del cuneo fiscale, ha abolito i super ticket sanitari e ha messo molte risorse per evitare il pagamento delle rette degli asili nido e permetterne la realizzazione di nuovi. Bene anche l’annuncio di una riforma complessiva dell’Irpef, per un fisco più equo e trasparente. L’Italia ha bisogno di voltare pagina e la direzione di marcia intrapresa è quella giusta. Buone notizie per le famiglie italiane”.

Così Ubaldo Pagano, deputato dem della commissione Bilancio, e co-Relatore della Legge di Bilancio 2020 in un commento a margine dell’audizione del ministro Gualtieri.

26/07/2019 - 17:40

“E’ necessario recepire pienamente le indicazione del Parlamento Europeo che, con la ‘Dichiarazione scritta dei diritti delle persone sordocieche’, invitava gli stati membri a riconoscere la sordocecità come disabilità distinta e specifica, sottolineando come le persone affette da questa minorazione necessitino di un sostegno specifico e personalizzato”. Lo dichiara Ubaldo Pagano, deputato del Partito democratico.

“Ho per questo presentato – continua – una proposta di legge, dal momento che la legge 107/10 non riconosce il minimo residuo e individua l’età al di fuori della quale la persona colpita da questa minorazione, anche se non vede e non sente nulla, non viene riconosciuta sordocieca. In questo senso, dunque, non tiene conto della condizione di isolamento sensoriale e del degrado psicologico, che colpiscono queste persone, contravvenendo a quanto indicato dal Parlamento Europeo. È necessario considerare la sordocecità come una disabilità distinta e non come la somma di due diverse disabilità sensoriali”.

“Il fulcro centrale della mia proposta di legge, nata a seguito di un utile confronto con le associazioni di pazienti Retina Italia Onlus, La Lega del Filo D’Oro e lo Sportello Legale dell’Osservatorio Malattie rare, è quindi il riconoscimento della sordocecità come disabilità distinta, che prenda in considerazione la vicarierà dei due sensi e non valuti entrambe le minorazioni, quella visiva e uditiva, in maniera singola, come previsto attualmente dalla legge italiana”, conclude.

02/07/2019 - 10:18

Oggi, martedì 2 luglio, ore 13.00, Sala Stampa Montecitorio

Intervengono: Paolo Siani, Ubaldo Pagano, Carmelo Miceli, Nicola Pellicani, Patrizia Prestipino

Si terrà oggi, martedì 2 luglio, alle ore 13.00, la conferenza stampa promossa dai deputati del Partito democratico dal titolo “Madri detenute e figli minori: normativa vigente e alternative al carcere”, che affronterà il problema delle decine di bambini attualmente in carcere con i genitori in Italia e la necessità che nessun bambino sia costretto a vivere dietro le sbarre. 

All’evento parteciperanno, oltre ai deputati Dem Paolo Siani, Ubaldo Pagano, Carmelo Miceli, Nicola Pellicani, Patrizia Prestipino, anche Giovanna Longo, presidente dell’Associazione “A Roma Insieme - Leda Colombini”,Anna Buonaiuto, dello staff del garante dei diritti dei detenuti della Campania e volontaria all’Icam di Lauro, e la volontaria, Elisa Rigoni.

01/07/2019 - 11:16

Conferenza Stampa deputati Pd

Domani, martedì 2 luglio, ore 13.00, Sala Stampa Montecitorio

Intervengono: Paolo Siani, Ubaldo Pagano, Carmelo Miceli, Nicola Pellicani, Patrizia Prestipino

Si terrà domani, martedì 2 luglio, alle ore 13.00, la conferenza stampa promossa dai deputati del Partito democratico dal titolo “Madri detenute e figli minori: normativa vigente e alternative al carcere”, che affronterà il problema delle decine di bambini attualmente in carcere con i genitori in Italia e la necessità che nessun bambino sia costretto a vivere dietro le sbarre. 

All’evento parteciperanno, oltre ai deputati Dem Paolo Siani, Ubaldo Pagano, Carmelo Miceli, Nicola Pellicani, Patrizia Prestipino, anche Giovanna Longo, presidente dell’Associazione “A Roma Insieme - Leda Colombini”, Anna Buonaiuto, dello staff del garante dei diritti dei detenuti della Campania e volontaria all’Icam di Lauro, e la volontaria, Elisa Rigoni.

26/06/2019 - 19:52

“Le bugie hanno gambe corte, anzi cortissime. Quando abbiamo posto il problema di una norma molto ‘strana’ durante il dibattito di conversione del decreto-legge cosiddetto ‘crescita’ ci hanno detto che eravamo pazzi, che il tema non si poneva e che volevamo solo garantire impunità.

Oggi che l’azienda minaccia la chiusura dopo avere concordato nel dettaglio con questo governo tutte le clausole del contratto di vendita capiamo la grande mistificazione dietro a questa storia.

Quali sono i veri accordi sul tema all’atto del perfezionamento del contratto? Quali gli impegni assunti in quella sede? Cosa valgono rassicurazioni date ad oggi?

Il governo deve chiarire immediatamente la questione e permettere - nel rispetto della vita dei tarantini - l’attività di Ilva e il lavoro di migliaia di operai. Non si può fare dell’Ilva un disastro annunciato per l’incapacità di questo governo”. Lo dichiarano i deputati democratici Ubaldo Pagano e Gianluca Benamati.

Pagine