26/10/2021 - 15:53

“Chiediamo al governo di continuare la riqualificazione del patrimonio edilizio, accompagnando la transizione energetica e rendendo sostenibili, omogenee e possibilmente strutturali le politiche di intervento in edilizia, attraverso: proroga dei bonus (super bonus, sisma bonus, bonus facciate, bonus ristrutturazione, eco bonus, bonus verde e bonus mobili) per il 2023 per condomini e case unifamiliari; garanzia di adeguata estensione temporale degli incentivi per beneficiare pienamente delle misure; resa strutturale dello sconto in fattura e della cessione del credito; inserimento del prezzario Dei, ovvero dei prezzi regionali, per tutti i bonus (facciate e ristrutturazione) che ad oggi non hanno massimali di riferimento; verifica periodica delle risorse utilizzate attraverso il monitoraggio dei bonus e l’analisi dell’Agenzia delle entrate ed Enea; affidamento ad Enea del compito di effettuare dell’aggiornamento delle tecniche e dei materiali utilizzati e ammessi alle agevolazioni, in particolare per l’efficientamento energetico e la ricerca di nuove soluzioni per installare il fotovoltaico nelle città storiche che necessitano anche interventi di messa in sicurezza antisismica; accesso agli incentivi agli immobili residenziali detenuti dalle Pa; adozione di una iniziativa legislativa per il riordino del sistema degli incentivi dando, a partire dal 2024, certezze di lungo periodo e prevedendone il decalage; introduzione in forma sperimentale, in relazione al Pnrr, di strumenti di incentivazione, anche non fiscali, per promuovere operazioni di rigenerazione urbana di edifici e aree dismesse, con particolare riferimento agli interventi di sostituzione edilizia, garantendo l’abbattimento di consumi energetici ed emissioni”.

Così la mozione depositata oggi a Montecitorio che vede come prime firmatarie Martina Nardi, presidente della commissione Attività produttive, e Alessia Rotta, presidente della commissione Ambiente, e sostenuta da Debora Serracchiani, presidente del Gruppo Pd alla Camera, e da numerosi deputati dem.

“A settembre 2021 - si legge nella mozione - gli investimenti dei proprietari di immobili per interventi realizzati con il superbonus sono risultati vicini a 7,5 miliardi di euro. Il Centro studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri stima che tale impegno di spesa possa attivare una produzione aggiuntiva di 15,7 miliardi di euro e occupazione aggiuntiva per 122.900 unità. Ad oggi tale impegno di spesa potrebbe contribuire alla formazione del 4,6% degli investimenti totali previsti nel 2021 e alla formazione di 9,9 miliardi di Pil. Il 2021 potrebbe chiudersi con un impegno di spesa complessiva per interventi con superbonus di 9,350 miliardi di euro; si stima, in particolare, che la spesa per ecobonus possa raggiungere i 9 miliardi di euro e che gli impegni di spesa per sismabonus possa raggiungere i 350 milioni di euro. Una spesa di poco superiore a 9 miliardi può generare un livello di produzione aggiuntiva (all’interno di tutte le filiere) pari a 19,6 miliardi e un totale di oltre 153mila nuovi occupati. Si tratta di cifre molto importanti ed è per questo che chiediamo l’impegno del governo”.

10/10/2021 - 14:10

“Mozione @pdnetwork per sciogliere FN. Basta tolleranza nei confronti di gruppi neofascisti di estrema destra. E basta ambiguità della politica. Servono parole forti, unanime e chiare di condanna contro la violenza e le minacce ai presidi democratici del Paese. Vero Meloni?”. Lo scrive su Twitter la deputata dem Alessia Rotta, presidente della commissione Ambiente della Camera.

07/10/2021 - 11:23

“Grazie alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen per aver chiarito, nel suo discorso di apertura del Summit Ue per l'investimento sostenibile, che la strada verso al transizione è segnata e che porterà dei vantaggi.  Stiamo pagando a caro prezzo la nostra dipendenza dai combustibili fossili, con un raddoppio -in un anno- dei prezzi del gas. Al contrario, il costo delle energie rinnovabili non solo è rimasto stabile, ma è anche diminuito negli ultimi tempi.
Nei prossimi anni abbiamo la possibilità di passare a quote maggiori di energia prodotta da fonti rinnovabili: chi dichiara in modo superficiale che si tratta di un obiettivo irraggiungibile, lo fa usando argomenti vecchi: le fonti rinnovabili non sono utili, costano troppo, sono incompatibili dal punto di vista ambientale, non sono efficienti.
Eppure un aumento delle fonti rinnovabili pari a quello previsto per realizzare gli obiettivi del 2030 consentirebbe -considerando gli attuali prezzi  di gas e CO2- di risparmiare 4 miliardi l’anno. Il Green Deal permetterà di essere meno dipendenti dalle fonti fossili e dai gas naturali: per questo, rallentare ora sarebbe un danno incalcolabile. Non è un caso che anche molti Paesi emergenti, come Cina o India, abbiano accelerato la transizione verso la produzione di energia da fonti rinnovabili. Non si tratta solo di aiutare il pianeta, ma anche i consumatori, rendendo più forte e resistente ai cambiamenti la nostra economia.
Il superamento della crisi economica che stiamo vivendo è strettamente connesso con i progetti di crescita verde che metteremo in campo di cui l’energia è uno dei pilastri portanti”. Lo dichiara la presidente della commissione Ambiente della Camera Alessia Rotta.

30/09/2021 - 12:13

“Finalmente, è stato firmato il decreto che individua i soggetti beneficiari e definisce i criteri per l’ammissione al bonus idrico. Si tratta di una misura importante, paragonabile per principio al bonus edilizio del 110%, che offre un sostegno alle famiglie e un incoraggiamento alle tante imprese del settore a continuare nella ricerca e negli investimenti per realizzare impianti sempre meno idrovori”.

Così Alessia Rotta, presidente della commissione Ambiente della Camera.

“Per questo - aggiunge la deputa dem - ritengo necessario che già con la prossima legge di bilancio il fondo sia incrementato, perché si tratta di una misura che permetterà di ridurre gli sprechi di acqua, salvaguardare il nostro patrimonio idrico e, di conseguenza, diminuire il costo delle bollette per le famiglie italiane. I numeri dello spreco di acqua sono impressionanti, con i nuovi apparecchi potremmo risparmiare circa 414 milioni di metri cubi all’anno, con un risparmio di 665 milioni di euro per le famiglie italiane e una riduzione di 2,9 milioni di tonnellate di CO2 per minore uso di energia elettrica necessaria per l’approvvigionamento e la distribuzione. Con questo provvedimento - conclude Alessia Rotta - uniamo la difesa dell’ambiente e la salvaguardia delle risorse, con un risparmio economico per i cittadini e un incentivo per le imprese del settore”.
 

28/09/2021 - 11:58

“I giovani si prendono il futuro che gli abbiamo rubato. È dovere delle istituzioni riconoscerne il ruolo e instaurare con loro un legame non intermittente. La loro ambizione di disegnare una prospettiva diversa per lo sviluppo sociale ed economico sia un pungolo per la politica. Inviterò in Parlamento gli attivisti che rappresentano l’Italia al Youth4Climate, Federica Gasbarro e Daniele Guadagnolo, evento che vede la partecipazione di 400 giovani provenienti da tutto il mondo. È un momento di grande energia e di speranza, ed è il risultato di un incisivo lavoro del nostro Paese che è co-presidente con la Gran Bretagna della Cop26 i cui risultati sono molto attesi per l’importanza che essi rivestono nello stabilire obiettivi internazionali per la lotta ai cambiamenti climatici”.

Così Alessia Rotta, presidente della commissione Ambiente e relatrice Cop26 per il Parlamento italiano.

“Sono quattro i grandi temi - aggiunge - su cui i ragazzi si confronteranno e ci diranno la loro: l’importanza del coinvolgimento dei giovani nelle decisioni che riguardano il clima, la sostenibilità della ripresa economica, il ruolo degli dei settori che impattano sulla vita quotidiana dei giovani, rendere la società consapevole del cambiamento climatico. Le loro istanze, che saranno raccolte in un documento finale per essere presentato alla Cop26 di Glasgow, vanno mantenute vive: una nuova buona pratica, quella del rapporto tra giovani e istituzioni, che porterò all’attenzione e alla condivisione di tutti i gruppi parlamentari alla pre-Cop26 dell’8 e 9 ottobre a Roma di cui sono relatrice”.

27/09/2021 - 19:06

“Finalmente è stato approvato il decreto attuativo del bonus idrico, una misura che come Partito democratico abbiamo voluto fortemente e per la quale abbiamo molto lavorato in commissione Ambiente. Subito a disposizione quindi il Fondo da 20 milioni di euro, che permetterà di ricevere un contributo di mille euro per sostituire i vecchi sanitari e rubinetti con quelli di ultima generazione che limitano il flusso. Un'ottima notizia che permetterà di ridurre gli sprechi di acqua, salvaguardare il nostro patrimonio idrico, e di conseguenza diminuire il costo delle bollette per le famiglie italiane”.

Lo dichiara Alessia Rotta, presidente della commissione Ambiente della Camera.

“I numeri dello spreco di acqua sono impressionanti, con i nuovi apparecchi potremmo risparmiare circa 414 milioni di metri cubi all'anno, con un risparmio di 665 milioni di euro per le famiglie italiane e una riduzione di 2,9 milioni di tonnellate di CO2 per minore uso di energia elettrica necessaria per l'approvvigionamento e la distribuzione. Con questo provvedimento - conclude Rotta - uniamo la difesa dell'ambiente e la salvaguardia delle risorse, con un risparmio economico per i cittadini. Dobbiamo continuare su questa strada”.

27/09/2021 - 14:33

“Oggi, grazie al leader in pectore della Lega, Giancarlo Giorgetti, scopriamo che il carroccio a Roma sosterrà Carlo Calenda. La trasparenza, a pochi giorni dal voto, è utilissima ai cittadini per orientarsi. Noi siamo convintamente a fianco di Roberto Gualtieri”.

Lo scrive su twitter Alessia Rotta, presidente della commissione Ambiente della Camera.

27/09/2021 - 12:18

Oggi, lunedì 27 Settembre, dalle 15:00 alle 17:30 si terrà presso la Nuova Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera (Via di Campo Marzio n.78) un convegno sulla “MITIGAZIONE DEI GEORISCHI MARINI PER UNO SVILUPPO SICURO E SOSTENIBILE DELLE ECONOMIE BLU”

Sarà presentato l’Atlante degli elementi di pericolosità dei mari italiani e dei risultati del progetto Magic (Marine Geohazards along the Italian Coasts).

Parteciperanno al convegno Fabrizio Curcio, Capo Dipartimento Protezione Civile e il Prof. Sandro Conticelli, Presidente Società Geologica Italiana.

Concluderà i lavori Alessia Rotta, Presidente Commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici della Camera.

È previsto l’intervento del Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico GIOVANNINI

24/09/2021 - 12:19

“Oggi i lavoratori e le lavoratrici di Mps sono in sciopero e la loro mobilitazione è accompagnata da una lettera molto forte. Noi crediamo che la loro legittima richiesta di essere convocati ed ascoltati dal Governo, e di non pagare il costo della crisi,  sia giusta e che vada sostenuta. Dobbiamo ricordare che Mps è la più antica banca del Paese e la prima azienda toscana”. Così scrivono i deputati toscani del Pd.

“Abbiamo sempre posto la salvaguardia dell’occupazione, assieme alla tutela del marchio e della integrità dell’istituto, tra i punti per noi irrinunciabili in questa delicata fase di confronto con UniCredit. Lo abbiamo chiesto al ministro Franco durante la sua audizione e lo ha ribadito Enrico Letta, impegnato su questi punti.
Ieri il premier Draghi ha parlato di un Patto per la crescita e di una necessaria condivisione delle scelte. Lo condividiamo molto. Noi pensiamo - aggiungono i deputati - che condivisione e ascolto siano necessari anche per il futuro di Mps e per questo chiediamo al Governo di convocare i sindacati”.

Susanna Cenni, Umberto Buratti, Rosa Maria Di Giorgi, Luca Sani, Andrea Romano, Stefano Ceccanti, Lucia Ciampi, Martina Nardi, Luca Lotti, Laura Cantini, Alessia Rotta
Filippo Sensi

23/09/2021 - 12:40

“Draghi ha ribadito che il green pass è uno strumento di libertà e sicurezza. Salvini deve decidere da che parte stare. Non è più tempo di doppio gioco e ambiguità. La posizione del governo è chiara: se la sua, invece, è uguale a quella della Meloni ne tragga le conseguenze”.

Così su Twitter la presidente della commissione Ambiente della Camera Alessia Rotta.

23/09/2021 - 12:36

“Draghi ha ribadito che il green pass è uno strumento di libertà e sicurezza. Salvini deve decidere da che parte stare. Non è più tempo di doppio gioco e ambiguità. La posizione del governo è chiara: se la sua, invece, è uguale a quella della Meloni ne tragga le conseguenze”.

Così su Twitter la presidente della commissione Ambiente della Camera Alessia Rotta.

22/09/2021 - 17:32

“Finalmente, dopo tanta fatica e un lungo lavoro, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che stabilisce il quadro normativo di riferimento, le modalità e i criteri di assegnazione del Fondo Antonio Megalizzi per favorire lo sviluppo e la diffusione delle emittenti radiofoniche universitarie. Un milione di euro in tutto destinato a finanziare nuovi progetti presentati dalle emittenti radiofoniche in collaborazione con le università. Il Fondo, nato da un’iniziativa parlamentare mia e di altri colleghi, nasce allo scopo di garantire un servizio di informazione radiofonica universitaria”. Lo scrive su facebook la deputata del Pd, Alessia Rotta, che prosegue: “Questo è il primo passo per dare solidità e futuro a una realtà importante del Paese. Parliamo, infatti, di comunità che promuovono il pensiero e la voce degli universitari nella società. È davvero importante che l’eredità di Antonio Megalizzi si sia trasformata in un’opportunità per altri giovani come lui che sognano di fare i giornalisti, i tecnici, gli speaker, i comunicatori del servizio pubblico, operatori consapevoli dei nuovi media. Giovani che sognano di cambiare il mondo!”.

16/09/2021 - 11:49

“A Vicenza una consigliera paragona il green pass al passaporto nazista che attestava l’appartenenza alla razza. Salvini prenda le distanze da questi amministratori impresentabili”.

Così la deputata dem, Alessia Rotta, su Twitter.

15/09/2021 - 11:44

“Le centrali nucleari in Lombardia sì, ma lo stoccaggio sicuro dei rifiuti radioattivi no. Salvini è molto confuso sul nucleare. Non sa di cosa parla”.

Così la presidente della commissione Ambiente e deputata del Pd, Alessia Rotta, su Twitter.

13/09/2021 - 10:42

“E’ vero ciò che i sindaci toscani, a partire da quelli di Campi Bisenzio e di Firenze, ma con l’adesione di tantissimi primi cittadini, scrivono: ciò che e accaduto alla Gkn ci riguarda tutti. Riguarda le persone, i lavoratori e le lavoratrici, riguarda le comunità, riguarda l’economia reale, troppe volte travolta da quella finanziaria, troppe volte piegata agli interessi di pochi soggetti. Riguarda gli imprenditori veri, quelli che fanno i conti ogni giorno con le difficoltà dei mercati, il cui sforzo in questo passaggio stiamo sostenendo anche con le opportunità del Pnrr, riguarda il futuro di un Paese, il nostro, che sta ripartendo dopo quasi due anni di crisi legata alla pandemia, e dell’Europa. Noi quell’appello lo sentiamo nostro. Lo abbiamo testimoniato con le nostre presenze nelle mobilitazioni, con i nostri atti parlamentari, con la nostra vicinanza alle istituzioni e alla loro posizione ferma, ai tavoli che hanno sempre visto rifuggire l’impresa. Sentiamo però anche tutti i limiti dell’assenza di regole più stringenti che consentano in positivo interventi fattivi, incisivi, che richiamino al senso di responsabilità chi decide chiusure che non hanno giustificazioni di mercato, di bilancio. I tentativi in atto in questo momento da parte del Governo possono essere uno strumento utile e devono arrivare a conclusione. Si lavori per modificare norme non più attuali, si lavori perché l’Europa si interroghi su una mobilità ‘a la carte’, secondo convenienza che non può avvenire senza contrappesi”.

Così le deputate e i deputati dem della Toscana, Susanna Cenni, Lucia Ciampi, Luca Sani, Laura Cantini, Rosa Maria Di Giorgi, Umberto Buratti, Martina Nardi, Alessia Rotta, Andrea Romano, Luca Lotti, Filippo Sensi, Stefano Ceccanti.

“Anni fa - aggiungono - sembrava impossibile intervenire sulla tassazione dei giganti del web. Oggi, con un ruolo nuovo di questa Europa, abbiamo visto che invece si può fare.
Ecco, noi crediamo che proprio perché quello che è avvenuto a Campi con Gkn, ancor prima alla Bekaert e in altri luoghi, ci riguarda tutti, su questo terreno si debba con determinazione lavorare. Noi ci saremo. Con i Sindaci, con le istituzioni toscane, con i lavoratori e le lavoratrici, con le nostre comunità”.

Pagine