15/06/2022 - 18:46

“Serve un piano straordinario di intervento a sostegno della filiera ittica. Per questo oggi durante il Question time abbiamo chiesto al ministro Patuanelli di prendere ulteriori iniziative per ridurre l’impatto dei rincari sui costi di produzione e per preservare e sostenere le imprese e i lavoratori del settore. La guerra in Ucraina si ripercuote pesantemente sui settori della pesca e dell'acquacoltura. Il rincaro generalizzato delle materie prime e dei costi del carburante marittimo sta generando costi aggiuntivi elevatissimi. In diverse marinerie continua la mobilitazione dei pescatori che hanno deciso di non far uscire le proprie imbarcazioni dai porti. Il blocco della pesca, ovviamente, si ripercuote anche sul mercato al minuto e sulla ristorazione. Dobbiamo agire in fretta”.

Lo dichiarano a margine del question time, Antonella Incerti, capogruppo in commissione Agricoltura, ed Eva Avossa, deputata Pd.

“Valutiamo positivamente – proseguono le esponenti dem - il tavolo di crisi permanente, che coinvolge anche i sindacati dei lavoratori e i rappresentanti delle associazioni di categoria, convocato presso il ministero delle Politiche Agricole, il quale ha fatto sì registrare passi avanti seppur non ancora sufficienti rispetto alla necessità di velocizzare le procedure di liquidazione e per favorire l’attivazione della cassa integrazione di settore. Bene anche i 40 milioni messi a disposizione della filiera, che sicuramente servono a rassicurare il settore, attenuando alcune tensioni che tuttavia rimangono in numerose marinerie. Importante, senza dubbio, anche il lavoro che si sta facendo a livello europeo. Tuttavia l’enorme aumento dei costi continua a mordere la nostra flotta, costretta a lavorare in perdita. Per questo chiediamo al governo di fare di più, e di prendere misure ulteriori. Rischiamo ripercussioni gravi sull’occupazione di un settore che conta 12mila imprese e circa 28mila lavoratori. Abbiamo presentato vari emendamenti nel decreto Aiuti – concludono Incerti e Avossa -, serve velocizzare le erogazioni dovute al fermo pesca, va incentivato il ricambio della nostra flotta, ormai obsoleta, e va sfruttato a pieno il piano delle risorse del Pnrr”.

30/12/2021 - 10:22

 “Il Partito Democratico esprime soddisfazione per l’accoglimento da parte del governo dell’ordine del giorno, presentato in relazione alla Legge di Bilancio 2022, sui pericoli e sui danni causati dagli animali inselvatichiti, in particolare cinghiali. Per il Partito Democratico il tema dei danni della fauna selvatica va affrontato con determinazione, occorre mettere le Regioni in grado di programmare ed operare, consapevoli che il solo prelievo degli animali non può essere l’unica soluzione a questa emergenza. Nel contempo, alla luce della novità inserita al Senato, chiede che il governo riferisca alle Camere, con una relazione sulla efficacia del vaccino sperimentale utilizzato per sterilizzare e quindi contenere la popolazione degli animali dannosi”. Lo scrivono, in una nota, i deputati dem Andrea Frailis, Susanna Cenni ed Eva Avossa, firmatari dell’ordine del giorno e componenti della commissione Agricoltura di Montecitorio.

17/03/2021 - 19:52

“Cari Colleghi, avverto il desiderio di ringraziare tutti voi, a distanza di qualche giorno, per la cortese accoglienza riservatami dal mio insediamento alla Camera dei Deputati. Sono onorata di appartenere al Gruppo del Partito Democratico e mi auguro di poter dare, col vostro sincero aiuto, il mio personale contributo nella commissione che mi è stata assegnata. Colgo l’occasione, in tal senso, per ringraziare il Presidente Graziano Delrio per la disponibilità e la fiducia accordatami e, non ultimo, Marco Minniti a cui vanno i miei migliori auguri per la nuova esperienza professionale che si appresta ad affrontare. Un caro saluto a tutti”.

Così la neodeputa dem Eva Avossa.