Foibe: Pezzopane, Giorno memoria deformato ad usum fascista

  • 10/02/2020

“Il Giorno del ricordo nasce per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe. Il ricordo di quegli anni tragici per il confine orientale, il dolore nelle terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra, dopo gli orrori della guerra nazi-fascista, dovrebbe riunirci tutti nel condannare le violenze, i tentativi di supremazia nazionalista, il punto del non ritorno in cui spinge l’odio per il ‘nemico’, del motto ‘molti nemici molto onore’. Questa giornata si sta però trasformando ormai nel suo esatto opposto.

Giorno Memoria: Fiano, scritta shock non fa paura, ma amarezza

  • 24/01/2020

“La scritta ‘Juden hier’, ‘qui ci sono ebrei’, come nelle città tedesche durante il nazismo, è comparsa nella notte appena trascorsa a Mondovi' (Cuneo) sulla porta della casa dove la donna ha vissuto sino alla morte, nel 1996. La via dove sorge la casa è stata intitolata proprio alla Rolfi pochi anni fa. Noi non abbiamo paura. Solo molta amarezza”.

Così Emanuele Fiano, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, in un commento sul suo profilo Facebook dal titolo: “Se pensavate che fosse tutto finito”.

Liliana Segre: Fiano, orgoglioso, le dobbiamo tutti gratitudine

  • 19/01/2018

“La notizia di Liliana Segre nominata senatrice a vita riempie d’orgoglio innanzitutto per la gratitudine che dobbiamo tutti a Liliana, narratrice straordinaria dell’inferno vissuto da adolescente ad Auschwitz e da anni simbolo per tutti noi della resistenza della memoria sull’oblio, della libertà sulla discriminazione e della verità della Shoah su ogni rigurgito di discriminazione e di neonazismo. La scelta del Presidente Mattarella è la migliore risposta ad ogni nostra debolezza nel contrastare chi vorrebbe cambiare o falsare la storia o peggio ancora ripeterla.

Migranti: Iori, strage Lampedusa monito per politiche accoglienza

  • 03/10/2017

 "La Giornata della memoria e dell'accoglienza, istituita per commemorare le vittime del naufragio del 3 ottobre 2013 al largo di Lampedusa, è l'occasione per ricordare le tante vite spezzate in quel giorno, ma anche per ricordarci di tutti quei migranti che continuano a morire nel Mediterraneo e ai confini dell'Europa nel tentativo disperato di trovare salvezza e protezione". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd, Vanna Iori.

Mafie: Iori, educazione a legalità è priorità per giovani

  • 21/03/2017

"La Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie è una ricorrenza tutt'altro che scontata: le scritte contro don Ciotti e gli 'sbirri' comparse sui muri del Vescovado di Locri, luogo simbolo di questa giornata, sono riprovevoli e mettono in luce come condannare la mafia sia un atto tutt'altro che superfluo". Lo dichiara, in una nota, la deputata del Pd, Vanna Iori.