Sblocca cantieri: Delrio, è autostrada per corruzione e infiltrazioni criminali negli appalti

  • 11/06/2019

“Il cosiddetto sblocca cantieri ci fa tornare indietro di almeno vent’anni e fa rientrare dalla finestra le “mani libere” sugli appalti che il nuovo Codice, frutto delle direttive europee e del dialogo con i diversi attori del mercato delle opere pubbliche, aveva cacciato dalla porta. Con questo provvedimento il governo apre di nuovo la strada ai massimi ribassi, ai sub appalti, alle varianti, all’assenza di tutele e sicurezza nel lavoro: lo sblocca cantieri diventa l’autostrada per la criminalità per entrare nelle opere pubbliche”.

Appalti: P. De Luca a Salvini, sospensione norme Ue pericolosa e controproducente

  • 31/05/2019

“Salvini non sa di cosa parla. Quando propone un emendamento al Dl Sblocca Cantieri al fine di sospendere per due anni l’applicazione del Codice appalti e della corrispondente normativa europea, dimostra di non conoscere per nulla il senso e gli obiettivi di tali regole. Le disposizioni europee in materia di appalti e servizi trasposte in Italia dal Codice appalti, infatti, mirano a migliorare l’efficienza, l’efficacia e la trasparenza delle procedure di gara.

Appalti: Delrio, Fermi per colpa del governo. Sbloccacantieri inutile e pericoloso

  • 14/05/2019

"Non è il Codice degli appalti a bloccare i cantieri ma l’inettitudine del governo. Invece di prendere atto della propria responsabilità e procedere a rimuovere gli ostacoli che hanno fermato lavori in ogni parte d’Italia, hanno scelto la strada del decreto cosiddetto “sbloccacantieri”, un provvedimento pericoloso e contestato da sindacati, imprese e, ancora oggi, dal presidente dell’Anac. Rappresenta più che un rischio la possibilità di infiltrazioni della criminalità negli appalti e di fenomeni corruttivi.

Appalti: Braga, sul Codice Toninelli è incapace e in malafede

  • 22/02/2019

“Il ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli, ha perso una nuova occasione per tacere. Questa volta, a dire il vero, non sa neanche di cosa parla. Si nasconde dietro il Codice degli appalti per nascondere incapacità e malafede. Basta ricordarsi quali erano le proposte M5s nella scorsa legislatura, proprio durante la discussione sul Codice degli appalti: chiedevano sempre di più, ogni giorno alzavano l’asticella, e le regole sulla trasparenza per lo non erano mai sufficienti.

Dl semplificazioni: Noja, da governo non trasparenza ma regalo a concessionari

  • 23/01/2019

“Il governo che doveva far piazza pulita dei privilegi dei concessionari pubblici, nottetempo, proprio a loro fa un bel regalo. Ecco in cosa consiste il cambiamento”. Lo dichiara Elisa Noja, deputata del Partito democratico, a proposito del Dl semplificazioni in discussione al Senato.

Corruzione: Rotta, Salvini vuole restaurazione e cancella legge sul caporalato

  • 13/06/2018

Solo parole al vento e nessuna chiarezza sui soldi della Lega

“Il vicepremier Salvini a parole vuole rivoluzionare l’Italia e nei fatti applica una vera e propria restaurazione”. Lo dichiara Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico, in merito alle all’intervento di Matteo Salvini all'assemblea di Confesercenti.

Appalti: Mariani, scorretto utilizzare parere Consiglio di Stato per cancellazione norme

  • 21/04/2017

“E’ scorretto dal punto di vista istituzionale e del tutto strumentale l’utilizzo del parere del Consiglio di Stato per giustificare la cancellazione del  comma 2 dell'articolo 211 del codice degli appalti. Come chiunque può facilmente comprendere leggendo ciò che è effettivamente scritto in quel parere il n. 855 emanato nel 2016, le indicazioni che vengono proposte sono semmai una maggiore chiarezza e una più forte incisività di quelle norme in aderenza al principio di delega proposto dal Parlamento. In nessun modo quindi si parla di indebolire il ruolo dell’Anac.