Torino: Fregolent, su svendita azioni Iren governo invii ispezione Ragioneria Stato

  • 04/03/2019

“Con la svendita di azioni Iren Appendino ha bruciato decine di milioni di euro dei contribuenti e privato la città del controllo di una società partecipata che riveste un significativo ruolo sul piano industriale ed occupazionale. Per questi motivi ho presentato una interrogazione ai ministri Tria a Salvini perché attivino immediatamente una ispezione della Ragioneria generale dello Stato per verificare quanto è accaduto e per impedire che questa scelta devastante possa ripetersi”. È quanto dichiara Silvia Fregolent, deputata del Pd.

Apt finals: Fregolent, governo scarica Appendino ma pagano solo cittadini

  • 01/03/2019

"Ormai è chiaro a tutti che non solo il M5S ma anche il governo abbia scaricato definitivamente Chiara Appendino anche se a pagare le conseguenze sono soltanto i cittadini di Torino: l'ultima conferma viene dalla mancata concessione delle garanzie necessarie per poter svolgere in città le finali Apt dal 2021 al 2025”. Lo dichiara Silvia Fregolent, deputata del Partito democratico, a proposito delle Apt di tennis.

Torino: Fregolent, Pasquaretta non va dai pm per coprire sindaca?

  • 12/02/2019

"Perchè Luca Pasquaretta continua a rifiutarsi di essere interrogato dai magistrati che indagano su di lui? Sta forse continuando a proteggere Chiara Appendino assumendosi colpe non sue come sembrano suggerire oggi i quotidiani? Ormai la pressione mediatica sulla sindaca è insostenibile. Quando si deciderà finalmente a fare un passo indietro?" Lo chiede con un tweet la deputata del Pd Silvia Fregolent.

Caso Pasquaretta: Fregolent, Salvini verifichi se Appendino in grado di amministrare

  • 11/02/2019

“Chiara Appendino ha perso ogni contatto con la cittadinanza e non è più in grado di assicurare una pur minima gestione politica ed amministrativa di Torino. La vicenda Pasquaretta, che ha già coinvolto alcuni suoi assessori, il suo capogruppo, il suo ex capo di gabinetto, la sua referente nel governo la sottosegretaria Laura Castelli (che è addirittura scappata per non incontrare i giornalisti), ha ormai raggiunto una dimensione nazionale ed ha fatto emergere una fitta trama, tutta interna al M5s, di accordi segreti, giochi di potere e spartizioni di incarichi pubblici.

Torino: Gariglio, su vicenda Pasquaretta da Di Maio silenzio imbarazzante

  • 06/02/2019

“Sul caso Pasquaretta il sindaco di Torino si è detto tranquillo anche se il suo ex portavoce e uomo di fiducia ha ricevuto un avviso di garanzia per quattro ipotesi di reato e le Forze dell’Ordine si siano recate in Comune per perquisire gli uffici. Su questa vicenda registriamo un silenzio imbarazzante da parte di Luigi Di Maio: a parti invertite i vertici del M5S avrebbero occupato ininterrottamente televisioni ed istituzioni per chiedere verità e gridare onestà”. Lo afferma Davide Gariglio, deputato del Pd.

Torino: Fregolent, Appendino ha il dovere morale di dimettersi

  • 04/02/2019

“Chiara Appendino ha il dovere morale di dimettersi. Con la vicenda ambigua ed oscura del suo ex portavoce Luca Pasquaretta, che va oltre il disastro e la recessione economica in cui ha portato Torino in questi anni, si è definitivamente spezzato ogni tipo legame tra sindaco e cittadinanza. Appena eletta si presentò con queste parole: ‘Il nostro compito oggi è dimostrare che un’alternativa di buona amministrazione è possibile.

Migranti: Fregolent, ex Moi simbolo fallimento Appendino-Salvini

  • 24/01/2019

“Da mesi abbiamo continuato a ripetere che lo sgombero delle Palazzine Ex - Moi è soltanto uno spot mediatico della coppia Appendino-Salvini”. Lo dichiara Silvia Fregolent, deputata del Partito democratico, a proposito della decisione di anticipare a fine anno la liberazione dell'ex Villaggio olimpico di Torino presa in un incontro tra il ministro Salvini e la sindaca Appendino.

Torino Ici-Imu: Fregolent, Appendino rinuncia a 30 milioni per ordine di Castelli

  • 17/12/2018

"Ancora una volta Appendino sui rimborsi Ici - Imu dice falsità. Con i precedenti governi ha sempre rifiutato ogni confronto e mediazione chiedendo il totale rimborso di 61 milioni di euro nonostante le sentenze del Tar e del Consiglio di Stato che, pur riconoscendo tale diritto, non avevano definito però né l’ammontare né le modalità di restituzione. Oggi invece annuncia che Torino riceverà 31 milioni di euro ammettendo quindi di aver rinunciato a 30 milioni di euro su indicazione del sottosegretario al ministero dell'Economia, Laura Castelli".

Pagine