Natalità: Simiani, presentata pdl per luogo elettivo di nascita

  • 09/02/2024

“Una proposta di legge per istituire il luogo elettivo di nascita: per consentire quindi che il luogo della natalità dei bambini possa essere individuato nel comune di residenza di uno o di entrambi i genitori”, questi i contenuti del provvedimento depositato a Montecitorio dal deputato Pd Marco Simiani e presentato oggi simbolicamente nella sede del Comune di San Giovanni Valdarno (provincia di Arezzo), alla presenza tra gli altri del sindaco Valentina Vadi.

Famiglia: Zan, ma Roccella in che Paese vive?

  • 08/09/2023

“Non con i congedi paritari, non con nuovi nidi, non alleggerendo il carico di cura per le donne. Per Roccella l’unico modo per incentivare la natalità è ricordare che i figli li fanno un uomo e una donna che vivono insieme. Punto, tanto basta. Problema risolto. Ma dove vive?”.

 

Lo scrive su X il deputato Alessandro Zan, responsabile Diritti della segreteria nazionale del Partito Democratico.

Roccella: Zan, parole ministra inaccettabili, perdiamo soldi per asili non per spritz

  • 11/07/2023

“Un figlio non sia alternativa allo spritz”: le nitide politiche sulla natalità della ministra Roccella. Forse non le è chiaro che i 4 miliardi e mezzo di euro del PNRR che il governo Meloni rischia di perdere sono per asili nido, non per aperitivi.

Così su Twiter il deputato democratico Alessandro Zan, responbile diritti Pd

Natalità: Carnevali, assegno unico e occupazione femminile per rilancio

  • 13/04/2021

“Il calo delle nascite è un problema presente in Italia da molto tempo, che si è ulteriormente aggravato in questo anno di pandemia. Noi siamo convinti che l'assegno unico universale, che il Pd ha proposto ed è riuscito a far approvare, debba essere salutato con molto favore perché può contribuire a invertire la tendenza.

Istat: Lorenzin, favorire politiche per la natalità

  • 11/02/2020

“Proviamo a immaginare come sarà l'Italia con così pochi giovani, cosa significa avere solo 435.000 bambini nati. Ad esempio, tra 14 anni, in ognuna delle circa 2.700 scuole secondarie di II grado (a parità di tutte le altre condizioni) avremo al I anno iscritti, in media, circa 170/180 ragazzi, a fronte dei circa 220 di oggi: ciò vuol dire che avremo perduto 2 sezioni per anno scolastico. Fa impressione vedere come, anno dopo anno, i bambini nati diminuiscono e i giovani finiscono per appartenere ad una specie protetta anziché essere la base vitale e costitutiva del paese.

Natalità: Gribaudo, il lavoro rimane centrale

  • 25/11/2019

“I dati Istat sulla natalità nel nostro Paese confermano che il lavoro rimane centrale come strumento di autonomia e autodeterminazione della donna. I livelli più elevati di fecondità si registrano infatti in quelle regioni in cui il tasso di occupazione femminile è più alto e in cui i servizi all’infanzia sono più presenti. I giovani e le donne vogliono diventare genitori, ma serve combattere fino in fondo la battaglia per il lavoro femminile, per la parità salariale e per le pari opportunità sul luogo di lavoro, perché è centrale anche per il futuro demografico del nostro Paese”.

Manovra: Lepri, L’assegno della Bonetti? Un super bonus

  • 24/10/2019

“La ministra Bonetti oggi ha annunciato un assegno per i neonati, che dovrebbe assorbire il bonus mamma e il bonus bebè. Però sempre bonus resta, anche se gli ha cambiato nome, perché dura solo un anno. Sono sicuro che la Ministra ne sia consapevole e che pertanto si impegnerà per sostenere la proposta di legge, in discussione in Commissione alla Camera e sostenuta da tutta la maggioranza, per l’assegno unico a favore dei figli a carico. Sono anche certo che si impegnerà con i gruppi di maggioranza per trovare le coperture finanziarie, poi per realizzare i decreti legislativi.

Pagine