L.elettorale: Lodolini/Amati, Nesci travisa la realtà. M5S rifiutò ogni mediazione con Pd

  • 28/03/2017

La Nesci travisa la realtà. Il M5S voleva che i fuori sede votassero nel comune di residenza e rifiutarono ogni possibile mediazione del Pd sul voto nel comune di domicilio, che avrebbe evitato che le schede elettorali girassero per tutto il territorio nazionale, cosa inutile e rischiosa. Tutto il contrario di quanto afferma la collega del M5S. Nessuna carta bianca in commissione, dunque, ma solo opposizione e rifiuto di ogni possibile mediazione, in perfetto stile M5S".

L.elettorale: Lodolini e Amati, delega al governo per facilitare voto studenti fuori sede in Italia

  • 27/03/2017

"Secondo l'Istat i votanti continuano a diminuire nonostante il numero degli elettori sia in crescita. La partecipazione dei cittadini italiani alle elezioni è in progressiva flessione dal 1978. Le ragioni dell'astensionismo sono molteplici però è importante eliminare ostacoli di natura tecnico-logistica per l'esercizio del diritto di voto, come la norma introdotta con l'Italicum che consente il voto per corrispondenza a chi per motivi di studio o lavoro vive all'estero per un periodo di almeno 3 mesi nel quale ricada la data delle consultazioni elettorali.

L.elettorale, Emanuele Lodolini e Silvana Amati: delega al governo per facilitare voto studenti fuori sede in Italia

  • 24/03/2017

"Secondo l'Istat i votanti continuano a diminuire nonostante il numero degli elettori sia in crescita. La partecipazione dei cittadini italiani alle elezioni è in progressiva flessione dal 1978. Le ragioni dell'astensionismo sono molteplici però è importante eliminare ostacoli di natura tecnico-logistica per l'esercizio del diritto di voto, come la norma introdotta con l'Italicum che consente il voto per corrispondenza a chi per motivi di studio o lavoro vive all'estero per un periodo di almeno 3 mesi nel quale ricada la data delle consultazioni elettorali.

L. elettorale: Fiano, da Pd nessun rinvio, M5s ancora una volta fuori strada

  • 21/02/2017

“Il Pd in queste settimane non ha mai chiesto di far slittare la data di arrivo in Aula della legge elettorale, non ha chiesto audizioni, non ha chiesto il rinvio della discussione. Ha chiesto di far partire la discussione su una proposta di legge a prima firma Nicoletti che ricalca il cosiddetto Mattarellum e si è detto disponibile a lavorare in qualsiasi giorno della settimana. Sono altri gruppi politici di opposizione che, legittimamente, hanno chiesto di attendere i deposito della sentenza della consulta e l’analisi di quella sentenza.

Pagine