Covid: Lorenzin, Parlamento non può diventare palcoscenico per messaggi no vax

  • 14/09/2021

Leggo con stupore che il gruppo della Lega al Senato ha organizzato, presso Palazzo Madama, un convegno sulle terapie per il Covid invitando rappresentanti delle istituzioni regionali piemontes,i insieme a personaggi noti, per gettare allarme sui presunti pericoli della vaccinazione di massa e per divulgare ricette mediche, anche online, a pazienti mai visitati.

Omofobia: Zan, finiti alibi, ora via libera a lavori

  • 07/04/2021

“Apprendo che il Presidente Ostellari ha richiesto l’accorpamento della legge contro omotransfobia, misoginia e abilismo approvata alla Camera con altri quattro testi già depositati in Senato, passaggio a cui si poteva procedere ben prima. Mi auguro che dietro questa richiesta non ci sia l’ennesimo tentativo dilatorio verso un testo che, come è noto, gode del sostegno della maggioranza in Commissione ed è già approvato alla Camera. Rimandando la decisione alla Presidente Casellati sull’accorpamento, Ostellari ha esaurito tutti gli alibi.

Omofobia: Bordo a Romeo, Pd non accetta ricatti dai leghisti

  • 31/03/2021

“Al capogruppo leghista al Senato Romeo, che ha dichiarato di essere contrario alla calendarizzazione della legge contro l’omofobia, già approvata alla Camera, vorrei spiegare che una cosa è l’agenda di governo e altra cosa è l’agenda delle iniziative parlamentari sulla quale non ci sono ovviamente vincoli di maggioranza. Consiglierei, inoltre, alla Lega di abbandonare la strada dei ricatti su questi temi. Il Partito democratico non accetta ricatti, e su questa legge, come abbiamo già detto, andremo avanti.

Ceccanti: testo Zan meritevole di approvazione perché frutto di dialogo effettivo

  • 30/03/2021

“Il testo Zan, che si compone non solo di una parte repressiva ma anche di una preventiva ed educativa, nella versione finale approvata dall’Aula di Montecitorio è stato il prodotto di un dialogo effettivo che ha tenuto pienamente presenti le osservazioni della Commissione Affari Costituzionali e del Comitato per la Legislazione a tutela della libertà di espressione.
Non a caso nel voto finale il testo ottenne il consenso non solo dell’intera maggioranza del Governo Conte 2 ma anche quello di alcuni esponenti dell’allora opposizione che lo valutarono rigorosamente nel merito.

Dl Sicurezza: Bordo, squadrismo dei leghisti al Senato, ma non passeranno

  • 18/12/2020

“La Lega al Senato sta provando a impedire la cancellazione definitiva dei decreti Salvini, usando addirittura la violenza. Un questore e un commesso sono finiti in infermeria. Siamo di fronte a veri e propri atti di squadrismo. Ma non passeranno”.

Così il vicepresidente del Gruppo Pd alla Camera, Michele Bordo, su Twitter.

Pescatori Libia: Bordo, bagarre destra al Senato lascia senza parole

  • 17/12/2020

“La bagarre scatenata dalla destra al Senato alla notizia della liberazione in Libia dei pescatori italiani lascia davvero senza parole. Anche una giornata che dovrebbe essere di festa per tutto il Paese viene strumentalizzata da Salvini per ragioni politiche con dichiarazioni e accuse contro il Governo. Ancora una volta il leader della Lega ha dimostrato di avere scarso senso delle istituzioni e di essere incline solo a una propaganda di basso profilo.

L. Bilancio: Pagano, Parlamento centrale, noi pronti a confronto

  • 11/12/2020

“Nel ribadire la centralità del Parlamento, siamo pronti a cogliere la possibilità che si sta manifestando di affrontare insieme a tutti i gruppi l'esame della Legge di Bilancio. Siamo convinti da sempre che un lavoro attento di Camera e Senato non possa che migliorare il testo di una legge fondamentale in questo momento così delicato. Serve l'impegno di tutti, servono le capacità, le intelligenze, la generosità di tutte le forze politiche e di tutti i parlamentari per licenziare un testo che aiuti l'Italia uscire da questa crisi.

Senato. Delrio: Bene voto ai diciottenni. Cantiere riforma va avanti

  • 09/09/2020

<Una bella pagina oggi al Senato con il voto che ha equiparato l’elettorato attivo delle due Camere. E’ un voto di grande valore perché, consentendo anche ai diciottenni di eleggere i senatori, cancella una disparità ingiustificata e elimina l’eventualità di due maggioranze diverse nei due rami del Parlamento.

Pagine