Governo, Benamati: Draghi competente e riformatore scelta giusta

  • 04/02/2021

“Nell’Italia sofferente un Governo Draghi europeista, competente, riformatore con ampia base parlamentare è la scelta giusta per vincere le sfide sanitaria e economica. La politica tutta è sfidata a misurarsi con questo tentativo e con i costi per l’Italia se fallisce”. Lo scrive su twitter Gianluca Benamati deputato Pd.

Governo: Bordo, senza progetto politico, alternativa è il voto

  • 22/01/2021

Per governare serve una maggioranza forte con un progetto politico. Governo di scopo e larghe intese per il Pd non esistono. Se questa esperienza finisce il rischio del voto è oggettivo.

Le Elezioni sono improvvide in pandemia, ma non possiamo avere paura della democrazia, senza maggioranza e progetto politico è evidente che l'alternativa è il voto.

ConteTer? La forma in questo momento è secondaria: bisogna trovare intesa politica per andare avanti”.

Lo ha detto fra le altre cose il vice presidente del Gruppo dem alla Camera Michele Bordo stamani a Radio Anch’io.

Governo: Bordo, Renzi senza prospettiva politica, impossibile Iv+destra

  • 20/01/2021

“Se Matteo Renzi avesse deciso al Senato di votare contro la fiducia al governo, molto probabilmente il Gruppo di Italia Viva si sarebbe spaccato e forse l’esecutivo avrebbe avuto anche la maggioranza assoluta. Non sarà semplice arrivare a concludere la legislatura e, infatti, abbiamo detto noi per primi che c’è la necessità di rafforzare la maggioranza. D'altronde, come è noto, dentro Italia Viva quasi tutti i parlamentari sono stati eletti grazie ai voti del Partito democratico e credo che la scelta compiuta da Renzi sia senza alcuna prospettiva politica.

Governo: Bordo, crisi incomprensibile, ora rafforzare maggioranza

  • 20/01/2021

“Intanto abbiamo evitato un salto nel buio. Il rischio, cioè, che il Paese potesse precipitare rapidamente verso nuove elezioni. La crisi è stata incomprensibile per la maggioranza degli italiani. E’ ovvio che se ieri al Senato, sul piano numerico, avessimo raggiunto 161 voti, sarebbe stato molto meglio, ma sarebbe comunque cambiato poco sul piano politico. La maggioranza per andare avanti c’è, ovviamente non è ancora adesso una maggioranza solida. Ma già nel passato ci sono stati tanti altri governi nelle medesime condizioni.

L. Bilancio: Pagano, Parlamento centrale, noi pronti a confronto

  • 11/12/2020

“Nel ribadire la centralità del Parlamento, siamo pronti a cogliere la possibilità che si sta manifestando di affrontare insieme a tutti i gruppi l'esame della Legge di Bilancio. Siamo convinti da sempre che un lavoro attento di Camera e Senato non possa che migliorare il testo di una legge fondamentale in questo momento così delicato. Serve l'impegno di tutti, servono le capacità, le intelligenze, la generosità di tutte le forze politiche e di tutti i parlamentari per licenziare un testo che aiuti l'Italia uscire da questa crisi.

Scostamento: Delrio, Importante tappa dialogo con opposizione

  • 26/11/2020

"Alla Camera il voto sullo scostamento di bilancio, otto miliardi destinati a sostenere in particolare lavoratori autonomi, commercianti, artigiani e professionisti, segna un nuova significativa scelta perché in questa drammatica emergenza nessuno debba restare solo o indietro. Ed è una tappa importante di quel dialogo con l'opposizione per cui abbiamo sempre lavorato nella convinzione che occorra un serio spirito unitario per uscire dalla crisi e avviare la rinascita del Paese ".
Così il capogruppo democratico alla Camera Graziano Delrio

Bilancio: Melilli, Voto all'unanimità è passo in avanti per stagione di dialogo

  • 26/11/2020

“Il voto unanime dell’assemblea fa registrare un significativo passo avanti nella costruzione di una stagione di dialogo tra maggioranza e opposizione che spero possa proseguire anche in sede di esame della legge di Bilancio.” E' quanto dichiarato da Fabio Melilli, presidente della Commissione Bilancio alla Camera che commenta così l'approvazione oggi alla Camera dell’autorizzazione al Governo ad un nuovo scostamento a valere sul 2020 di 8 miliardi di euro in termini di indebitamento netto e di fabbisogno.

Covid: Borghi, sì dialogo, ma opposizioni abbandonino propaganda

  • 07/10/2020

“Su quanto avvenuto ieri in Aula, è bene separare la realtà fattuale dalle considerazioni politiche. Nella realtà fattuale, lo dicono i numeri, la maggioranza aveva 45 esponenti che non hanno potuto accedere ai lavori e il numero legale è venuto meno la prima volta per 15 voti e la seconda volta per 8. Ergo, se non ci fosse stata la circostanza del cigno nero imprevisto, la maggioranza sarebbe stata autosufficiente.

Pagine