Distretti industriali: Benamati, rapporto Intesa Sanpaolo conferma forza filiere

  • 23/04/2021

“La tredicesima edizione del Rapporto annuale che la Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo dedica all’evoluzione delle imprese distrettuali conferma una volta di più la loro straordinaria forza e come esse rappresentino un tratto imprescindibile del nostro tessuto produttivo. A un anno di distanza dallo scoppio della pandemia e dopo un calo di fatturato stimato pari al 12,2% nel 2020, lo studio, che si conferma strumento di analisi molto utile di queste realtà, prevede per il 2021 un importante rimbalzo dei livelli produttivi, con un incremento dell'11,8%.

Banche: Fassino, Intesa-Ubi scelta importante per la crescita dell'Italia

  • 15/07/2020

"Sempre di più le dimensioni di scala e la forza finanziaria sono condizioni essenziali perché il sistema bancario italiano possa operare con efficienza e dinamicità a beneficio delle imprese, delle famiglie, dei risparmiatori e degli investitori.  Corrisponde a questa esigenza l'unione di Intesa S.Paolo e UBI Banca, un'occasione importante per creare il primo gruppo bancario italiano e uno dei più grandi istituti bancari europei.

Banche: Mancini-Pagano, bene impegno Intesa-Sanpaolo, collaborazione Stato-banche fondamentale per rilancio economia

  • 17/06/2020

“Soddisfazione per quanto riportato in audizione questa mattina dal Dott. Barrese, responsabile della divisione Banca dei territori, e dal Dott. Micillo, responsabile divisione corporate e investment banking, di Intesa Sanpaolo, primo istituto di credito italiano, rispetto alle risorse umane e finanziarie messe in campo per l’erogazione dei prestiti garantiti dal decreto Liquidità. Si tratta di un’azione portata avanti con efficienza e rapidità e che ha incontrato tutto il nostro apprezzamento.

Mercatone Uno: Benamati, Mise ora agisca e avrà sostegno

  • 20/06/2019

“La risposta del governo alla nostra interrogazione sulla vicenda Mercatone Uno fa chiarezza sul corretto svolgimento delle procedure della passata amministrazione straordinaria, ma lascia purtroppo ancora aperte diverse questioni legate, in particolare, alla situazione occupazionale. Da una parte, apprezziamo che il ministero dello Sviluppo economico abbia ripreso in mano una questione che per troppo aveva abbandonata; dall’altra, è però del tutto evidente che questa vertenza per essere risolta necessita di nuovi sviluppi e di maggiore incisività.