Medio Oriente: Fassino, urgente riprendere il dialogo

  • 06/07/2021

“Creare le condizioni per riprendere il percorso di pace in Medio Oriente deve essere una priorità a cui tutti i protagonisti devono dedicarsi con determinazione. Alla grave crisi delle settimane scorse si è posto fine con una tregua, che rischia però di essere presto vanificata se non seguita dalla ripresa di un percorso di dialogo tra israeliani e palestinesi.”

Lo ha dichiarato il Presidente della Commissione Esteri della Camera dei Deputati Piero Fassino, aprendo il ciclo di audizioni sul Medio Oriente varate dalla Commissione.

Medio Oriente: Fassino, Italia sia parte attiva per soluzione politica

  • 19/05/2021

“Tutti viviamo questi giorni con angoscia, di fronte a un ennesimo scontro armato tra Hamas e Israele, che provoca altri lutti, sofferenze, distruzioni, scavando un solco ancora più profondo di rancore, voglia di vendetta, odio. Per questo la priorità assoluta è fermare l’escalation militare”.

Medio Oriente: Fassino, due diritti da riconoscere, soluzione politica

  • 15/05/2021

“In queste ore il mondo intero invoca con angoscia che in Medio Oriente si spezzi la spirale di violenza che sta causando vittime innocenti tra le popolazioni israeliana e palestinese. E’ la priorità assoluta”. Lo scrive Piero Fassino, presidente della Commissione esteri della Camera, dalle pagine dei quotidiani del gruppo Sae, il Tirreno, la Gazzetta di Modena, La Gazzetta di Reggio e la Nuova Ferrara, nella rubrica che ‘Atlante’ oggi dedicata alla crisi medio orientale.

M. O.: Fiano, situazione esplosiva, unica via per la pace è difesa di entrambi i diritti

  • 11/05/2021

Quella in Medio oriente è una situazione esplosiva perché si colloca dentro una cornice di di grande incertezza: da una parte l'ennesimo rinvio delle elezioni palestinese e dall'altra lo stallo della situazione politica di Israele, dove Netanyahu ha fallito nel tentativo di formare un governo. Due autorità quindi in gravissima difficoltà di tenuta e di stabilità. In questo quadro ogni ora che passa con conflitti e bombardamenti peggiora la possibilità concreta di ragionare su un percorso di pace.

Medio Oriente: Fassino, intervenga il Quartetto, si blocchi la violenza

  • 11/05/2021

"Di fronte all'incendio che sta scuotendo il Medio Oriente è urgente una iniziativa che blocchi la spirale di violenza prima che deflagri un conflitto devastante. L'italia solleciti l'Unione europea a chiedere la immediata convocazione del Quartetto, composto da Nazioni Unite, Stati Uniti, Unione europea e Russia, per un'azione che chieda alle parti di sospendere ogni ulteriore atto violento". Lo dichiara Piero Fassino, presidente della Commissione Affari esteri della Camera dei deputati.

MO: Fassino, Erekat, una vita per il suo popolo

  • 10/11/2020

Ho conosciuto e incontrato Saeb Erekat molte volte, sempre apprezzandone la lucidità e la passione. Stretto collaboratore prima di Arafat, poi di Abu Mazen è stato protagonista di ogni passaggio delle vicende politiche del Medio Oriente”.

Così il Presidente della commissione Esteri della Camera Piero Fassino ha espresso il suo cordoglio per la scomparsa di Saeb Erekat, dirigente dell'OLP.

"Amava dire ‘ottenere la pace è il mio destino’ - ha aggiunto Fassino - ma il virus feroce glielo ha impedito. Il suo infaticabile impegno resterà nel cuore del suo popolo”.

MO: Fassino, sia una pausa di riflessione vera

  • 01/07/2020

"Il rinvio dell'annuncio di annessione unilaterale di parte della Cisgiordania e' un primo passo a cui è auspicabile che segua la sospensione di quella decisione. Non sono gli atti unilaterali la strada giusta per arrivare ad una pace stabile e sicura che invece deve essere perseguita con il negoziato. La pausa di riflessione sia vera e conduca a scegliere la strada della condivisione e non del conflitto".
Lo ha dichiarato Piero Fassino, vicepresidente della Commissione Esteri della Camera dei Deputati

MO: Fassino, Netanyahu raccolga appello di Guterres

  • 24/06/2020

“Mi auguro che il Primo Ministro Netanyahu raccolga l'appello del segretario generale ONU Guterres e non dia corso all’annessione unilaterale della Valle del Giordano. Se si può comprendere l'aspirazione di Israele alla sovranità sulla Valle del Giordano così legata alla storia e all'identità del popolo ebraico, non si può condividere che avvenga in modo unilaterale, atto che rappresenterebbe una violazione del diritto internazionale”

Così in una nota Piero Fassino, vicepresidente della commissione Esteri della Camera.

Pagine