24/05/2020 - 12:35

“Tutti insieme i Paesi contrari al Recovery Fund contribuiscono meno dell’Italia al bilancio Ue. Un po’ poco per imporre frugalità. Nessuno di loro potrebbe sopravvivere senza mercato comune. Anche a loro serve un’Europa unita e solidale.”

Lo ha scritto su Twitter Graziano Delrio, capogruppo Pd alla Camera dei Deputati.

23/05/2020 - 19:00

“Da Gasparri solo battute da asilo”

“Il senatore Gasparri dovrebbe sapere che per essere promossi bisogna innanzitutto saper leggere. E la promozione non sarà facile, con le battute da asilo che fa sul cognome del ministro Boccia. Tutti, dal governo al Partito Democratico regionale, siamo convinti che la Regione Umbria sarà pronta ad accogliere turisti dall’Italia e non solo. E la Presidente Tesei, invece di passare il tempo ad attaccare il governo per nascondere diverse inconcludenze e ritardi, si muova e si assuma responsabilità per preparare da subito l’Umbria. Se sarà capace di farlo, avrà il nostro sostegno per raggiungere questo obiettivo con progetti efficaci, che il Gruppo PD in Regione ha già proposto. Come lo ha avuto in questi difficili mesi dal governo e da tutti i suoi ministri, a partire dal ministro Boccia. Non è il tempo di fare polemiche di basso livello ma di continuare a combattere l’epidemia con ogni strumento e prepararsi per la fase di rilancio.” Lo dichiara il deputato dem Walter Verini.

23/05/2020 - 18:10
“Il Recovery Fund serve a rilanciare gli investimenti e a creare lavoro. Così lo vuole la Commissione Europea, l’Italia e la gran parte dei governi UE. La pretesa di Austria, Danimarca, Olanda e Svezia di imporre nuovi vincoli e rigide condizioni è sbagliata e ci batteremo perché non passi.” Lo scrive su Twitter il deputato dem Piero Fassino, vicepresidente della commissione Esteri della Camera dei Deputati.

 

23/05/2020 - 15:41

"Il commercio ambulante, gli imprenditori e i lavoratori di questo settore fondamentale per la vita degli italiani meritano il massimo rispetto da parte della politica e delle istituzioni". Lo dichiara Andrea Romano, deputato del Partito democratico. "Soprattutto oggi - spiega - quando il commercio ambulante sta combattendo per rialzare la testa dopo le settimane di blocco imposto dall'epidemia. Anche per questo spiace che la propaganda di Lega e Fratelli d'Italia non si fermi neanche di fronte alle enormi difficolta' economiche patite quotidianamente da questo settore. Alcune mie parole, pronunciate nel corso della trasmissione Diritto e Rovescio di giovedi' scorso, sono state totalmente decontestualizzate, stravolte e strumentalizzate da Lega e Fratelli d'Italia, dipingendomi come un sostenitore entusiasta delle chiusure dei mercati ambulanti. Niente di piu' falso. Io ho semplicemente ricordato la realta' cosi' come si e' svolta nelle scorse settimane: ovvero che molte amministrazioni comunali hanno sospeso lo svolgimento di mercati ambulanti durante il lockdown, raccogliendo i precetti del governo nazionale allo scopo di limitare i rischi del contagio. Una dolorosa necessita', legata alla fase piu' drammatica dell'epidemia. Desidero assicurare e confermare la mia stima e il mio apprezzamento per queste imprese che assicurano non solo un servizio di vicinato ma che provvedono anche a tutelare la fascia piu' debole del consumo soprattutto nei centri di minor dimensione dove la rete distributiva non e' sufficientemente sviluppata".

23/05/2020 - 15:35
"Su Alitalia chiediamo al governo e a tutte le forze che lo sostengono massima trasparenza e chiarezza sulle scelte e sul futuro di un azienda strategica per il nostro Paese e sulla quale sono stati investiti e verranno investite ingenti risorse pubbliche. Il prossimo management dovrà essere all'altezza delle sfide che il futuro ci riserverà." È quanto dichiarano Davide Gariglio, capogruppo Pd in commissione Trasporti alla Camera e Martina Nardi, capogruppo Pd in commissione Attività produttive di Montecitorio. 

"Uscite autonome e sponsorizzazioni ad personam - concludono i deputati dem - come quelle portate avanti dalla senatrice Lupo del Movimento 5 Stelle, non sono soltanto inopportune ma tradiscono un utilizzo personale del ruolo pubblico inaccettabile e controproducente".

 

23/05/2020 - 13:17

“Quella contro le mafie è una battaglia culturale. Da condurre, come diceva Giovanni Falcone, impegnando le forze migliori delle istituzioni. Ricordare oggi la Strage di Capaci non è solo esercizio di memoria ma dovere per chi difende i valori di legalità, giustizia e senso dello Stato.” Lo scrive su Twitter la deputata dem Laura Boldrini.

23/05/2020 - 12:41

“La proposta del viceministro dell’Istruzione Anna Ascani di far svolgere un ultimo giorno in sicurezza per le ultime classi dei singoli cicli non è solo condivisibile ma anche un obbligo morale che la scuola deve assumersi. E’ stato giusto bloccare le lezioni, perché la salute viene prima di tutto, ma concedere agli studenti un momento reale e prendere coscienza della fine di un ciclo della loro vita è fondamentale per rafforzare il ruolo pedagogico, sociale e di comunità che la scuola deve avere. Questo giorno potrebbe essere facoltativo ed il ministero dovrebbe indicare le linee guida organizzative rivolte ai  singoli istituti che vorranno proporlo, magari anche nel mese di luglio, e sarebbe una occasione importante per fare una prova generale in vista della riapertura di settembre.” Lo dichiara Lucia Ciampi, deputata dem in Commissione Cultura di Montecitorio.

23/05/2020 - 11:41

"Quel giorno fermarono un uomo non le sue idee, non la lotta alla mafia. Oggi è la lotta nostra e di tutte le persone libere. Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Vito Schifani: l'Italia non dimentica". Così Graziano Delrio, capogruppo alla Camera del Pd.

23/05/2020 - 11:36
“Nel documento presentato in un non-paper inviato questa mattina alle capitali Ue e a Bruxelles, Austria, Paesi Bassi, Danimarca e Svezia avanzano proposte per noi inaccettabili sulla struttura e la composizione del Recovery Fund. Tali Stati ipotizzano la costituzione di un Fondo di emergenza temporaneo, limitato a due anni, per sostenere ‘la ripresa economica e la resilienza dei settori sanitari’, fornendo ai Paesi maggiormente colpiti non contributi a fondo perduto ma semplici ‘prestiti a condizioni favorevoli’. Il tutto peraltro sottoposto al rispetto di un forte impegno per le riforme e la stabilità del quadro fiscale, con un'attenzione marcata al rispetto dello Stato di Diritto e al contrasto alle frodi UE da parte dei beneficiari. L'idea di Europa che stiamo costruendo e dobbiamo difendere è fondata su solidarietà, cooperazione e senso di responsabilità comune. Finora le istituzioni hanno adottato strumenti straordinari inediti estremamente positivi. Il pacchetto di misure va completato con un Fondo per la ripresa economica e sociale che sia all'altezza delle sfide e permetta di dare un sostegno efficace ed adeguato agli Stati maggiormente colpiti da una crisi sanitaria di portata globale, di cui non hanno alcuna responsabilità. Rigettiamo quindi con forza ogni proposta al ribasso, volta a portare avanti soluzioni insufficienti ad assicurare il rilancio dei Paesi interessati e il futuro stesso dell'Europa.” Così il deputato dem Piero De Luca, capogruppo in commissione Politiche Ue alla Camera. 

 

23/05/2020 - 09:25

''Ventotto anni fa con la strage di Capaci prima e via d'Amelio poi la mafia ha inferto una profonda ferita all'Italia e alle sue istituzioni democratiche. Tuttavia, il sacrificio di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Paolo Borsellino e delle donne e uomini della loro scorta non solo non è stato vano ma ha costituito un punto di svolta nella lotta alla mafia da parte dei cittadini e dello Stato''. È quanto ha dichiarato in una nota il deputato dem e commissario del Partito Democratico Sicilia, Alberto Losacco, in occasione dell'anniversario della strage di Capaci. 

''L'insegnamento e la condotta etica di magistrati come Falcone e Borsellino rappresentano una importante eredità che ancora oggi dà forza - ha concluso Losacco - a chi si batte contro la criminalità organizzata''.

22/05/2020 - 19:10

“Abbiamo deciso, dopo il suo accantonamento, di ritirare l’emendamento a firma congiunta Lotti-Rossi che consentiva alle società sportive dilettantistiche iscritte al Registro del CONI di poter accedere, al pari delle altre imprese, ai prestiti degli istituti di credito con garanzia pubblica. Lo abbiamo fatto in accordo con il Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, che ha seguito in prima persona il provvedimento sulla liquidità delle imprese, perché si è ritenuto più opportuno utilizzare lo strumento normativo qual è il Dl Rilancio, da pochi giorni pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Abbiamo quindi condiviso la possibilità di stanziare, così come proposto dal Ministro, tra i fondi di garanzia presenti nel decreto una cifra di 100 milioni di euro a sostegno dello sport di base. Le difficoltà che stanno riscontrando le migliaia di società sportive che rappresentano un’infrastruttura sociale straordinaria per il nostro territorio, potranno trovare grazie a questa iniziativa - che speriamo sia accolta positivamente da tutte le forze politiche dell’arco parlamentare - un’ulteriore risposta, in aggiunta alle risorse già disponibili nel Dl Rilancio”.

Lo dichiarano in una nota Luca Lotti e Andrea Rossi, deputati del Partito democratico.

22/05/2020 - 15:31

“Signor Presidente, come Lei sa, il 20 aprile scorso Benjamin Netanyahu e Benny Gantz hanno raggiunto un’intesa per varare in Israele un «governo di emergenza», entrato ufficialmente in carica il 17 maggio, che nel suo programma contiene il progetto, ispirato dal Presidente americano Donald Trump, da sottoporre alla Knesset il prossimo 1 luglio, di annessione di alcuni territori della Cisgiordania.

Numerose sono state le reazioni critiche verso questa decisione. Dal segretario generale dell’Onu António Guterres all’Alto rappresentante per la politica estera europea Josep Borrell, anche a seguito della riunione del Consiglio Affari Esteri della UE del 15 maggio, dalla Lega Araba a diversi governi europei, compreso il nostro, attraverso il ministero degli Affari esteri, tutti hanno ribadito due questioni fondamentali: che tale decisione è in aperta  violazione del diritto internazionale e delle risoluzioni delle Nazioni Unite e che essa, qualora realizzata, porrebbe una pietra tombale su ogni rilancio del processo di pace in Medio Oriente e sulla prospettiva di due popoli e due Stati che convivano in pace e sicurezza reciproca.

È intervenuto anche l’ex Presidente della Knesset Avraham Burg, lanciando un appello ai parlamentari degli Stati europei e ribadendo che l’acquisizione di territori mediante l’uso della forza è esplicitamente vietata dal diritto internazionale.

Nella stessa direzione si sono espressi parlamentari di diversi Paesi europei, come un folto gruppo di parlamentari britannici di maggioranza e di opposizione che hanno indirizzato una lettera aperta al primo ministro Boris Johnson.

Signor Presidente, le deputate e i deputati che sottoscrivono la presente lettera Le chiedono non soltanto di condannare nel modo più esplicito la prospettiva del Governo israeliano, ma anche di adoperarsi attivamente, prima della data dell’1 luglio, in tutte le sedi europee e internazionali, per scongiurarne la realizzazione. Le cui conseguenze potrebbero essere devastanti per l’intera regione.”

Così in una lettera appello al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, pubblicata sul sito del quotidiano La Repubblica, sottoscritta da

Laura BOLDRINI, Nadia APRILE, Stefania ASCARI, Massimo Enrico BARONI, Gianluca BENAMATI, Silvia BENEDETTI, Francesca BONOMO, Enza BRUNO BOSSIO, Pino CABRAS, Carla CANTONE, Elena CARNEVALI, Vittoria CASA, Stefano CECCANTI, Susanna CENNI, Lucia CIAMPI, Emanuela CORDA, Valentina CORNELI, Francesco CRITELLI, Celeste D’ARRANDO, Sabrina DE CARLO, Paola DEIANA, Daniele DEL GROSSO, Rina DE LORENZO, Rosa Maria DI GIORGI, Valentina D’ORSO, Yana EHM, Ettore Guglielmo EPIFANI, Stefano FASSINA, Piero FASSINO, Federico FORNARO, Andrea FRAILIS, Flora FRATE, Nicola FRATOIANNI, Alessandro FUSACCHIA, Luigi GALLO, Veronica GIANNONE, Chiara GRIBAUDO, Marco LACARRA, Mara LAPIA, Antonio LOMBARDO, Alvise MANIERO, Vita MARTINCIGLIO, Gennaro MIGLIORE, Rossella MURONI, Riccardo OLGIATI, Matteo ORFINI, Erasmo PALAZZOTTO, Antonella PAPIRO, Luca PASTORINO, Nicola PELLICANI, Mario PERANTONI, Stefania PEZZOPANE, Giuditta PINI, Barbara POLLASTRINI, Lia QUARTAPELLE, Fausto RACITI, Luca RIZZO NERVO, Cristian ROMANIELLO, Andrea ROSSI, Alessia ROTTA, Doriana SARLI, Debora SERRACCHIANI, Elisa SIRAGUSA, Maria Edera SPADONI, Gilda SPORTIELLO, Nicola STUMPO, Simona SURIANO, Massimo UNGARO, Antonio VISCOMI, Diego ZARDINI.

22/05/2020 - 14:56

“Escludere alcune zone rosse colpite duramente dall’emergenza Covid-19  dalla possibilità di ottenere il Fondo di 200 milioni di euro dedicato alle zone maggiormente colpite dall'emergenza coronavirus, tra cui, in Abruzzo  i comuni di Arsita, Bisenti, Castiglione Messer Raimondo, Castilenti e Montefino, Civitella Casanova, Elice, Farindola, Montebello di Bertona, Penne e Picciano e Villa Caldari di Ortona, è stato uno sbaglio. Interverremo durante l’iter parlamentare di conversione del decreto Rilancio per modificarne l’articolo 112. Presenterò, con altri deputati del Partito Democratico, un emendamento. Sono certa che verrà preso nella giusta considerazione.“ Lo dichiara Stefania Pezzopane, deputata abruzzese, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

“Il presidente della Regione Abruzzo Marsilio - sottolinea la deputata dem - invece di gridare alla Luna, intanto intervenga con provvedimenti organici. Grazie al lavoro prezioso dei consiglieri di Centrosinistra nella legge regionale c’è una prima risposta. Ma non basta. Mi impegnerò dentro e fuori il parlamento affinché le zone più colpite dal coronavirus abbiamo tutto l’aiuto necessario per riprendersi dalla pandemia.”

22/05/2020 - 14:33

“Il presidente della regione Piemonte Alberto Cirio annuncia che parte Estate ragazzi. Dalle dichiarazioni che ha fatto sembra sia tutto merito suo. ‘I nostri bambini - ha detto - non possono aspettare la burocrazia romana’. E invece il merito è soprattutto della rete delle parrocchie e delle varie associazioni educative, sportive e culturali. Che tutti gli anni a giugno sono pronti, a prescindere da chi ci governa. Poi ci sarebbe anche il Governo, che ha stanziato nel Decreto Rilancio ben 150 milioni, trasferiti alle Regioni, per i centri estivi. E che consente di utilizzare il bonus baby sitter anche per mandare i ragazzi a queste attività. Però si sa, a lui piace farsi bello”.

Così Stefano Lepri, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

22/05/2020 - 13:52

“Nel decreto Liquidità è entrata la norma che chiarisce la responsabilità dei datori di lavoro per il rischio contagio dei dipendenti da Covid-19, come avevo chiesto già nel mese di aprile con una specifica interrogazione. Si trattava di un tema posto sia dal Pd che da tutte le opposizioni, ora non ci sarà più il rischio di colpire ingiustamente chi ha rispettato le regole. Ringrazio tutte le colleghe e i colleghi che hanno lavorato per questo e la sottosegretaria Puglisi per essere arrivati a una soluzione condivisa. Ora l’attenzione sul rispetto dei protocolli deve rimanere alta, per la tutela dei lavoratori e dei loro familiari”.

Lo dichiara la vice capogruppo del Pd alla Camera, Chiara Gribaudo.

Pagine