Ue: P. De Luca, bene Dombrovskis su scomputo investimenti green

  • 30/01/2020

“L’audizione di oggi alla Camera del vicepresidente esecutivo della commissione Ue, Valdis Dombrovskis, è stata molto positiva, in linea con il nuovo corso di relazioni avviato con la nuova maggioranza di Governo in Italia. Da un punto di vista generale, Dombrovskis ha segnalato l’attenzione della Commissione a uno stretto rapporto con il Parlamento e a una nuova sensibilità verso le istanze relative all’economia sostenibile, alla lotta alla povertà e alle diseguaglianze sociali.

Libia: Quartapelle, entri in gioco l’Europa per una tregua

  • 13/01/2020

“Il cessate il fuoco per la Libia fatto a Mosca è un inizio. Ora entri in gioco l’Europa, per trasformarlo in tregua e stabilizzazione. Non lasciamo l’iniziativa solo a Russia e Turchia. Come mostra la Siria, i due paesi sanno fare la guerra ma non sanno consolidare la pace.”

Lo scrive su Twitter Lia Quartapelle, capogruppo dem in commissione Esteri alla Camera.

Libia: Quartapelle, solo l’Europa unita può evitare il caos

  • 27/12/2019

Proposta Di Maio è passo avanti

“In Libia, Turchia e Russia rischiano di far sprofondare il paese nel caos. Solo l’Europa unita può attivarsi per la descalation e la stabilizzazione. La missione dei ministri degli Esteri europei proposta da Luigi Di Maio è un passo avanti per evitare la guerra per procura e il caos”.

Lo scrive su Twitter Lia Quartapelle, capogruppo dem in commissione Esteri alla Camera.

Gb: P. De Luca, unica risposta a sovranismo è rilancio progetto Ue

  • 13/12/2019

“Sull’onda della Brexit e a causa di una proposta politica fragile e inadeguata del Labour Party di Corbyn, alle UKelection2019 Boris Johnson ottiene una vittoria netta. L’unica risposta alla destra sovranista dei muri in UE è un rilancio serio e deciso del progetto Europeo”.

Così Piero De Luca, capogruppo dem in commissione Politiche europee alla Camera, in un commento sul suo profilo Twitter.

Euro: Borghi, a Lega dico Sì, dividiamoci: noi con 75% italiani

  • 05/12/2019

“Il mio quasi omonimo dice che vuole rappresentare il 25% degli Italiani che vogliono uscire dall’Euro. Ok, dividiamoci il campo: io - beninteso, con tanti altri - voglio rappresentare il 75% che non vogliono follie, salti nel buio e scenari sudamericani per l’Italia”.

Così Enrico Borghi, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, in un commento sul suo profilo Twitter.

Mes: P. De Luca a Borghi, uscire dall’Euro sciagura per Italia

  • 05/12/2019

“Dopo essere stati smentiti sulla vicenda della riforma del Mes per quanto riguarda il merito e le procedure della sua discussione, la Lega getta la maschera e dice nero su bianco qual è il suo vero obiettivo: l’uscita dell’Italia dall’Euro. Proprio quando il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, spiega da Bruxelles, al termine della riunione dell’Eurogruppo, di aver raggiunto un nuovo accordo di principio sulla riforma del Mes, Claudio Borghi annuncia in Tv che il tema dell’Italexit sarà la proposta di un eventuale nuovo governo a guida Salvini.

Ue: P. De Luca, con von der Leyen e Gentiloni rilanciamo Europa

  • 27/11/2019

“Via libera dell’Europarlamento alla Commissione Ue. Rilanciamo il progetto di un’Europa giusta, equa e solidale, che difenda lavoro, investimenti, sostenibilità ambientale, parità di genere, e contrasti dumping sociale o fiscale. Buon lavoro a von der Leyen e a Paolo Gentiloni”.

Così Piero De Luca, capogruppo dem in commissione Politiche europee alla Camera, sul suo profilo Twitter.

Nord Macedonia: Fassino, Ue apra i negoziati

  • 07/11/2019

"L'integrazione nelle istituzioni euroatlantiche è la condizione della stabilità dei Balcani e della sicurezza della regione e dell'Europa. Lo stop dell'ultimo Consiglio Europeo all'apertura dei negoziati con Nord Macedonia e Albania è stato un grave errore a cui occorre porre rimedio rimettendo all'ordine del giorno dei prossimi vertici europei l'apertura dei negoziati.

Ue: Pd, con Amendola nuova fase dopo vuoto clamoroso

  • 24/09/2019

“Dopo mesi di vuoto clamoroso nella gestione dei rapporti con le istituzioni europee, la presenza del ministro Amendola oggi in commissione Politiche europee alla Camera rappresenta un segnale significativo dell’apertura di una nuova fase in cui l’Italia torna finalmente protagonista dell’agenda politica Europa. Come emerge dalla rappresentazione delle linee programmatiche, la difesa reale degli interessi del Paese si garantisce aprendo un canale di dialogo con gli altri Stati membri e rompendo quindi il clima di isolamento suicida alimentato dalla Lega.

Tags: 

Pagine