19/01/2022 - 19:49

“Abbiamo apprezzato la relazione della ministra Cartabia perché individua correttamente i nodi e traccia una rotta per noi ineludibile e coraggiosa. A partire da una attenzione particolare all’organizzazione del servizio giustizia. Troppo spesso viene sottovalutato questo aspetto per noi è prioritario. Siamo convinti che la digitalizzazione, la raccolta dei dati, il monitoraggio costante attraverso il nuovo dipartimento della transizione digitale rappresenti uno sviluppo utilissimo, e per questo riteniamo che l’assunzione di oltre 14.000 persone che andranno a costruire l’ufficio del processo possa rappresentare uno spartiacque decisivo per il funzionamento della giustizia. Questa straordinaria immissione di risorse umane negli uffici giudiziari, possibile grazie ai fondi del Pnrr, potrà consentire di recuperare quote rilevanti di efficienza e produttività dei magistrati.
Allo stesso modo, rivendichiamo fino in fondo il nostro ruolo nell’approvazione delle leggi delega di riforma della giustizia penale e civile, perché siamo convinti che possano produrre risultati significativi per ridurre i processi e la loro lunghezza, rafforzando le garanzie e la terzietà del giudice. Il Partito democratico continuerà a fare la sua parte, con responsabilità ed equilibrio, per proseguire in modo efficace la strada intrapresa. Saremo sempre al fianco di chi ha la forza della competenza, il coraggio delle soluzioni possibili, l’ambizione del riformismo. Perché attraverso una giustizia che funziona passa tanto dello sviluppo del Paese, e tanto del ricomponimento della frattura di fiducia tra cittadini e Stato”.

Lo ha detto in Aula il capogruppo Pd in commissione Giustizia Alfredo Bazoli, durante la dichiarazione di voto sulle comunicazioni della ministra Cartabia.

19/01/2022 - 18:47

“La relazione della Ministra Cartabia mette in evidenza criticità e ritardi strutturali, inaccettabili situazioni.
Dobbiamo arrivare prima possibile alla riforma del Consiglio Superiore della Magistratura.
La Ministra Cartabia ha lavorato con il Parlamento innestando il suo lavoro  su quello compiuto dal predecessore Bonafede, modificando quelle parti che (anche a nostro giudizio) erano da cambiare profondamente, come la  Prescrizione.
La riforma del CSM sta in questo quadro ed è necessaria e urgente per contribuire a quella "rigenerazione" della Magistratura, che, anche per proprie pesanti responsabilità, vive da tempo una pericolosa crisi di credibilità.
A nostro giudizio la guida del Presidente della Repubblica è stata un riferimento puntuale e unificante, così come lo è stato il mandato svolto quotidianamente dal Vicepresidente Ermini, che ha guidato in mezzo alla tempesta il Consiglio tenendo come riferimento la sua autonomia e la Costituzione.
Ora si deve voltare pagina. Auspichiamo che gli emendamenti sottoposti alla valutazione politico-istituzionale del Consiglio dei Ministri arrivino quanto prima in Commissione.
Dobbiamo approvare presto la riforma, per consentire al CSM di approvare in tempo i nuovi regolamenti e giungere con le nuove regole all'elezione del nuovo organismo. Dobbiamo aiutare la magistratura a ritrovare credibilità per rafforzarne e non indebolirne l'autonomia e l'indipendenza”. Lo ha detto in Aula il deputato del Pd Walter Verini a seguito delle comunicazioni della Ministra della Giustizia Cartabia.

19/01/2022 - 17:56

“Abbiamo consegnato direttamente nelle mani della Ministra Cartabia, oggi presente alla Camera, una lettera in cui annunciamo alla Ministra che ogni gruppo politico  presenterà un identico emendamento al decreto Milleproroghe come azione collettiva e coordinata per ottenere la proroga delle attività in deroga per i  tribunali abruzzesi di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto. Ci aspettiamo dal governo e dalla Ministra un comportamento diverso da quello avuto in Senato. Nella lettera chiediamo  altresì alla Ministra un incontro urgente da tenersi possibilmente prima che il decreto vada in discussione in commissione dove tutte le forze politiche si aspettano la disponibilità da parte del Ministero ad accogliere l’emendamento presentato. Abbiamo nella lettera descritto come nel territorio della regione Abruzzo sia in corso una vasta mobilitazione di regione, sindaci, avvocati, ordini professionali, sindacati e categorie. Abbiamo fatto presente alla Ministra che è stato proclamato uno sciopero e che la tensione sociale rischia di crescere”. Lo dichiara la deputata della presidenza del gruppo Pd alla Camera, Stefania Pezzopane, che ha sottoscritto una lettera alla ministra Cartabia con altri 14 parlamentari abruzzesi. Hanno sottoscritto le deputate ed i deputati Stefania Pezzopane (Pd), Camillo D’Alessandro (Italia Viva), Gianluca Vacca (M5S), Daniela Torto (M5S), Carmela Grippa (M5S), Antonio Martino (FI), Luigi D’Eramo (Lega), Giuseppe Bellachioma (Lega) Antonio Zennaro (Lega).  I Senatori e senatrici: Gabriella Di Girolamo (M5S), Luciano D’Alfonso (PD), Gianluca Castaldi (M5S), Nazario Pagano (FI), Gaetano Quagliarello (Coraggio Italia), Alberto Bagnai (Lega).

19/01/2022 - 17:34

Agire su strutture, personale e formazione 

“Nell’affrontare il tema del sistema sanzionatorio penale, la Ministra Cartabia ha usato parole di verità che noi apprezziamo, al tempo stesso ha indicato una serie di interventi che il Governo intende predisporre. Si tratta di interventi ispirati al dettato costituzionale, che noi condividiamo e vogliamo contribuire a realizzare. Perché a nostro avviso dare piena attuazione alla finalità rieducativa della pena come prescrive la Costituzione non è solo rispettare un precetto giuridico, ma è giusto e si traduce in un beneficio per l’intera collettività. 
Quando ai detenuti è garantita  l’opportunità di intraprendere percorsi di risocializzazione i tassi di recidiva diminuiscono e in maniera significativa.

Purtroppo, oggi lo scarto tra ciò che è e ciò che noi vorremmo che fosse, è profondo e la pandemia ha contribuito a renderlo ancora più insostenibile. Alla carenza e alla inadeguatezza degli spazi, si accompagna una carenza di personale. Vi è poi il problema della salute in carcere e, in particolare, della salute mentale. C’è perciò l’urgenza di una strategia complessiva che, attraverso una pluralità di atti normativi e amministrativi, agisca sulle strutture materiali, sul personale e sulla sua formazione, a partire dall’attuazione e dal potenziamento (anche grazie ai fondi complementari del PNRR) di alcuni investimenti disposti nelle ultime leggi di bilancio.

Il Pd ribadisce in quest’Aula l’urgenza di provvedere alle principali criticità del nostro sistema penitenziario e il nostro convinto sostegno all’azione del Governo, nella prospettiva di una piena ed effettiva attuazione della Carta costituzionale”.

Lo ha detto il deputato del Pd Andrea Giorgis, intervenendo in Aula durante le comunicazioni della ministra Cartabia sulla giustizia.

19/01/2022 - 17:32

“L’occupazione femminile è un’emergenza nazionale come dimostrano i dati comunicati dalla sottosegretaria al Mef Maria Cecilia Guerra sul Bilancio di genere. La pandemia ha acuito le diseguaglianze di genere purtroppo già ben radicate in Italia colpendo in particolare donne e giovani nelle regioni meridionali. La percentuale di occupazione femminile nel 2020 è scesa nuovamente sotto il 50% e si è allargata ancora di più la forbice uomo-donna."

Lo dichiara la deputata del Partito Democratico Chiara Gribaudo

“I settori maggiormente colpiti sono proprio quelli che impiegano più donne. Molte lavoratrici precarie sono state lasciate a casa a fine contratto, senza beneficiare del blocco dei licenziamenti. La cura dei figli durante il lockdown e la dad è gravata quasi interamente sulle donne che compongono oltre l’80% delle richieste dei permessi covid. Lo smartworking rischia di diventare una trappola dove alle madri viene chiesto di lavorare e seguire allo stesso tempo i figli. I fondi del Pnrr – conclude Gribaudo - servono anche e soprattutto per il lavoro di donne e giovani come richiesto nelle clausole occupazionali che come PD abbiamo promosso. Ma servono misure strutturali come congedi parentali paritari, il part time di coppia agevolato come in Germania per redistribuire il carico di assistenza e cura familiare e sostenere un’occupazione femminile di qualità”

19/01/2022 - 16:57

Il quadro descritto dal Bilancio di genere conferma l’esistenza di una vera emergenza relativa all’occupazione femminile nel nostro Paese e l’urgenza di azioni per invertire una tendenza negativa già presente che la pandemia ha contribuito ad acuire. Occorre prendere atto che la ripresa economica non sta garantendo medesimi effetti sul recupero dei posti di lavoro per uomini e donne e quindi che necessitano risposte tempestive e articolate. Si deve innanzitutto vigilare perché la clausola di priorità per l'assunzione delle donne nelle imprese interessate ai progetti finanziati con Pnrr venga rispettata. E occorre agire sul terreno del welfare familiare per liberare le donne dal lavoro di cura che troppo spesso ricade solo su esse costringendole a restare fuori dal lavoro o a rinunciarvi. E tutto questo va fatto con rapidità ed efficacia.

Così Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera
19/01/2022 - 16:48

“In attesa del decreto ristori ter che speriamo possa prevedere come preannunciato anche dalla Sottosegretaria allo Sport Vezzali interventi di natura economica importanti a sostegno del sistema sportivo italiano in difficoltà da mesi a causa delle restrizioni e maggiori spese, non solo sanitarie ma anche energetiche, il gruppo del Partito democratico ha presentato al decreto Milleproroghe due emendamenti che riteniamo utili per le società sportive sul territorio nazionale e che riguardano l’estensione fino al 2025 come già avviene per gli enti del terzo settore del super bonus 110% sugli immobili adibiti a spogliatoi, prorogando una norma già attualmente in vigore fino al 30 giugno 2022 e la possibilità da parte degli enti pubblici di procedere alla proroga fino al 31 dicembre 2025 per gli impianti sportivi di proprietà, delle concessioni di gestione alle società sportive dilettantistiche del territorio. Sono due interventi che possono dare un contributo importante e sono stati richiesti dalle stesse società sportive e dai rappresentanti degli Enti Locali. Gli emendamenti sono stati firmati dai deputati Andrea Rossi, Luca Lotti, Patrizia Prestipino e Roger De Menech e sono stati depositati nella giornata odierna”. Lo rendono noto i deputati del Pd, Andrea Rossi, Luca Lotti, Patrizia Prestipino e Roger De Menech

19/01/2022 - 16:29

“I dati riferiti oggi in audizione davanti alla Commissione Cultura alla Camera dal ministro all’Istruzione Patrizio Bianchi, hanno dimostrato la validità della posizione del governo, sostenuta dal Pd. Come gruppo in Commissione Cultura abbiamo particolarmente lavorato per le scuole in presenza perché siamo convinti che sia un fondamentale strumento contro le disuguaglianze e per la crescita in comunità dei ragazzi e delle ragazze. Davanti ai dati riportati dal ministro non posso che essere soddisfatto della strada scelta da Pd e ministero su questo importante tema. La catastrofe di assenze e contagi non c’è stata. E’ inutile negare che la situazione generale abbia ovviamente elementi di criticità legati alla crescita della variante Omicron, tuttavia i numeri parlano chiaro: su un totale di 7.362.181 studenti e studentesse, gli alunni in presenza sono l`88,4%. Attualmente è in quarantena il 9% degli alunni delle scuole d’infanzia, il 10,9% della primaria, il 12.5% della secondaria. Il 93.4% delle classi è in presenza (di cui il 13.1% con didattica mista integrata). Dobbiamo ancora lavorare ma in questa direzione: per consentire lezioni in sicurezza, adeguando per prima cosa alcuni protocolli tarati sulla variante delta, pensiamo per esempio alle mense. I dati ci dicono anche che al momento è in Dad completa 6.6% della popolazione studentesca. Certo, nessun ragazzo a casa può far piacere, per questo credo che sia fondamentale attivare subito forme di ristoro educativo per le bambine e i bambini che hanno perso mesi di scuola, assieme a un sostegno psicologico per i ragazzi in difficoltà, il cui rifinanziamento è stato già inserito in un emendamento della legge di bilancio”.

Così in una nota il deputato del Partito Democratico Paolo Lattanzio, membro della Commissione Cultura e capogruppo Pd in Commissione Infanzia. 

19/01/2022 - 16:27

“Per il Pd l’incremento del prezzo dell’energia, insieme all’aumento del costo delle materie prime, è un’emergenza da affrontare con tempestività e determinazione. Sappiamo che le ragioni di questa situazione sono ampie e complesse, ma occorre evitare rischi per la ripresa economica e, allo stesso tempo, dobbiamo tutelare le categorie sociali più esposte e le nostre imprese da un insostenibile aumento dei prezzi di gas ed elettricità. Ecco perché serve rafforzare con urgenza le misure già assunte dal Governo nei mesi scorsi e sostenere i settori più colpiti della nostra industria manifatturiera e delle piccole e medie imprese. Chiediamo un primo intervento immediato con risorse già disponibili, come la destinazione dei proventi delle aste CO2, valutando altre misure percorribili come la compartecipazione ai costi da parte dei produttori di energia che fase realizzando in questa fase margini di guadagno straordinari e considerando anche la possibilità di un nuovo scostamento di bilancio. Al contempo sono necessarie misure strutturali a livello europeo, continuando a lavorare all’ipotesi di riduzione dell’Iva e degli oneri di sistema e di revisione del meccanismo di formazione del prezzo oggi vincolato al gas. Obiettivo primario: accelerare rapidamente la produzione di energia rinnovabile per rispettare il traguardo fissato al 2030 e aumentare la nostra autonomia energetica, utilizzando al meglio risorse e norme connesse al Pnrr”.

Così la deputata dem, Chiara Braga, responsabile Transizione ecologica, intervenendo in replica al ministro Roberto Cingolani, al question time sul caro bollette. L’interrogazione era stata illustrata dal vicepresidente del Gruppo Pd e primo firmatario, Roberto Morassut.

19/01/2022 - 16:19

“Grazie alle forze dell’ordine per aver tempestivamente individuato i responsabili degli indegni messaggi d’odio ispirati no-vax contro il Presidente Sassoli. È fondamentale fare piena luce e giustizia.”

Così in un tweet Andrea Casu, deputato e segretario PD Roma

19/01/2022 - 13:20

"Venga convocato al più presto un nuovo tavolo interministeriale con i sindacati per tenere viva l'attenzione sul caso dei lavoratori di Air Italy. All'invio delle lettere di licenziamento non è ancora seguito alcun fatto nuovo: è il momento che scenda in campo il presidente Draghi con un intervento diretto sul governo del Qatar per chiedere un impegno straordinario a favore dei lavoratori". Lo dichiara il deputato dem Gavino Manca, il quale chiede che non cali l'attenzione su una vertenza che coinvolge 1.500 persone: "In questi giorni anche papa Francesco ha auspicato che sul caso si trovi su una soluzione positiva - aggiunge Manca -. Penso sia arrivato il momento di alzare il livello dell'intervento interloquendo direttamente con il Qatar. Questa è un'azione che deve essere condotta direttamente dal presidente del Consiglio. Contestualmente, i ministri Giovannini, Giorgetti ed Orlando continuino ed accentuino il pressing sulla proprietà, almeno per consentire la prosecuzione degli ammortizzatori sociali. Lancio infine un appello a tutta la comunità italiana: la vicenda di questa compagnia aerea è emblematica di come certe crisi di sistema possano avere effetti dirompenti. Manteniamo alto il livello di empatia e solidarietà organizzata perché nessuno si senta solo nell'affrontare battaglie come queste. Ognuno - istituzioni e parti sociali - faccia la sua parte per sostenere una causa che riguarda tutti, conclude Gavino Manca.

19/01/2022 - 13:03

“Alla nuova presidente dell'Ufficio Parlamentare di Bilancio, professoressa Lilia Cavallari, e ai componenti, il professor Giampaolo Arachi e la professoressa Valeria De Bonis, nominati oggi dai presidenti di Senato e Camera dei deputati, i miei auguri di buon lavoro. L’incarico che vanno a ricoprire per l’analisi e le verifiche sui conti pubblici è di particolare importanza per l’attività parlamentare. Una serie di fondamentali funzioni alle quali, come da noi sollecitato, si aggiungerà quello della valutazione di sostenibilità alla legge di Bilancio”. Lo dichiara il presidente della commissione Bilancio della Camera, Fabio Melilli.

19/01/2022 - 11:03

Per il question time di oggi il gruppo Pd ha presentato un'interrogazione a al ministro per la Transizione ecologica, Roberto Cingolani, sul caro bollette in cui si chiede, in particolare, come il governo intenda intervenire per contenere quanto più possibile l’aumento dei prezzi dell’energia elettrica e del gas e per mitigare, soprattutto per i soggetti più vulnerabili, e in generale per le famiglie e le imprese.

18/01/2022 - 20:27

“La conversione in legge del decreto sul super green pass rappresenta un passo importante nella lotta al Covid.
La situazione a quasi due mesi dall’approvazione del decreto in cdm è profondamente cambiata da allora, ma questi provvedimenti hanno contribuito a rendere meno drammatico il numero di morti e contagiati. Grazie all’impegno del Governo e degli operatori sanitari, oggi il 90% degli over 11 anni ha ricevuto almeno una dose di vaccino. Ora i dati ci indicano che la maggior parte dei contagi avviene fra i non vaccinati. La terza dose introdotta dal presente decreto e la vaccinazione eseguita entro 4 mesi proteggono una percentuale rilevante dal contagio. La variante Omicron certamente colpisce anche i vaccinati, ma questi ultimi godono di una alta protezione grazie ai vaccini. Occorre ridurre il numero di complicazioni e morte, che cala del 98% con i soggetti che hanno una protezione rafforzata. Ma questo non deve farci abbassare la guardia.
I provvedimenti già in vigore, come l’obbligo dal 10 gennaio del green pass rafforzato, danno più tranquillità a tutti. E ci consentono di tenere aperta ogni attività, cinema, teatri, ristoranti, purché si sia vaccinati e senza abbassare la guardia. E oggi lo possiamo fare. Mentre due anni fa no. Non possiamo dimenticare di esprimere la nostra riconoscenza ai tanti eroi ordinari costantemente al fronte, e a chi si occupa di controllare le certificazioni. Questo decreto è una parte positiva della sfida contro il Covid”. Lo ha detto in Aula il deputato del Pd, Stefano Lepri, esprimendo il voto favorevole del Pd al decreto sul super green pass.

18/01/2022 - 19:29

Complimenti e buon lavoro a Pina Picierno, vicepresidente del Parlamento europeo. Un’elezione che è un riconoscimento del valore e della passione con cui ha svolto sempre il suo mandato ed anche alla nostra comunità democratica, al nostro convinto spirito europeista, alla forza ed alla determinazione con cui ci battiamo per un’Europa più giusta e unita.

Così Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera.

Pagine