14/01/2022 - 19:48

In Italia ancora troppo spesso il futuro di chi compie 18 anni oggi  dipende dai mezzi e dalle risorse che la sua famiglia dispone, lasciando indietro chi proviene da nuclei meno abbienti. L’obiettivo della dote di opportunità è proprio quello di andare a redistribuire la ricchezza per creare nuove possibilità ai giovani”

A dichiararlo è la deputata Chiara Gribaudo, della segreteria nazionale del Partito Democratico e responsabile della Missione Giovani, nel corso dell’ Agorà: Più potere e libertà ai diciotto anni, con un passaggio generazionale più giusto.

“La dote di opportunità  da investire per il proprio futuro– prosegue Gribaudo - verrebbe finanziata con una tassa progressiva su successioni e donazioni milionarie. Questo andrebbe a riequilibrare disuguaglianze a favore di generazioni costantemente penalizzate dalla politica con uno strumento che redistribuisca un sostegno concreto per appianare le disparità sociali del nostro Paese”

14/01/2022 - 16:17

Dichiarazione on. Susanna Cenni, responsabile Agricoltura Pd

L’onorevole Susanna Cenni, vicepresidente della Commissione agricoltura alla Camera e responsabile agricoltura nella Segreteria nazionale del Pd, ha incontrato oggi le lavoratrici e i lavoratori al presidio dell’Ortofrutticola Mugello a Marradi, dove era presente anche il sindaco, Tommaso Triberti. “Donne e uomini- ha osservato Cenni-  che, nonostante la nevicata dei giorni scorsi e il freddo pungente, sono determinati a continuare la loro mobilitazione per la difesa del punto produttivo. «È grazie alla loro mobilitazione – ha proseguito  la deputata Dem – e all’attenzione mediatica scaturita dal coinvolgimento istituzionale e politico che, forse, ieri al tavolo regionale è stato raggiunto un primo, pur insufficiente risultato».

Durante l'incontro, infatti, la proprietà Italcanditi ha avanzato un'ipotesi di riconversione, assicurando che lo stabilimento non chiuderà: alcune fasi della lavorazione saranno delocalizzate, ma saranno attivate a Marradi tre linee di produzione incentrate sul prodotto fresco e semilavorato. Non c’è tuttavia, al momento, un piano industriale chiaro e il progetto è stato solo illustrato a voce. Anche per questo, le istituzioni regionali presenti hanno richiesto dati e numeri, preannunciando l’avvio di un percorso condiviso con i sindacati e la disponibilità ad attivare misure concrete.

«Ho ascoltato le lavoratrici – aggiunge Cenni – e le loro testimonianze sulla qualità del prodotto, ho visitato lo stabilimento assieme alla segretaria territoriale Monica Marini, a Marco Recati, Monica Bagni, Andrea Giorgio, Pietro Modi. Ho rappresentato la vicinanza del Pd nazionale e dei deputati toscani, ribadendo il nostro impegno a seguire la vertenza. Quelle macchine ferme fanno rabbia perché questa produzione rappresenta un grande valore aggiunto per un’area ed una comunità come Marradi, oltre ad essere significativa per la qualità dell’intera filiera castanicola italiana. Per fortuna non c’è rassegnazione, ma grande determinazione: anche noi seguiremo ogni passaggio affinché questa produzione, con i suoi dipendenti, resti attiva».

14/01/2022 - 13:51

“Nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ci siamo impegnati affinchè fossero previste piu’ del 50% delle risorse per le infrastrutture e la mobilità sostenibile nel Mezzogiorno, destinando circa 34 miliardi alle aree del Sud Italia. Particolare attenzione è rivolta al rafforzamento della rete ferroviaria. In questo quadro, l’Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria è un’infrastruttura strategica perché unisce il Paese, collegando il Nord al Sud, con l'obiettivo di consentire una mobilità sostenibile ed efficace per milioni di italiani ma anche di accompagnare lo sviluppo economico ed industriale in aree del nostro territorio che senza la realizzazione di quest’opera avrebbero minori opportunità di investimenti e crescita. Rappresenta quindi, un vero e proprio strumento di coesione sociale per le nostre comunità".

Lo ha detto il vicecapogruppo PD alla Camera Piero De Luca, che ha partecipato oggi a Battipaglia, all'inaugurazione di un nuovo parcheggio e relativa strada di collegamento con l'attuale piazzale della stazione ferroviaria.

"Il parcheggio realizzato e aperto oggi al pubblico è decisivo per l'effettiva operatività intermodale della stazione di Battipaglia che, nel progetto attuale, diventa un vero Hub nazionale dell'Alta Velocità, snodo fondamentale per la dorsale tirrenica fino a Reggio Calabria e quella ionica fino a Taranto, punto di riferimento strategico per tutto il Mezzogiorno".

13/01/2022 - 16:05

"La politica deve analizzare i processi, valutarli e trovare soluzioni senza attendere le sentenze della magistratura come, purtroppo, è accaduto molte volte sulle questioni più disparate. Per questo, anche nella vicenda in oggetto, nel pieno rispetto della separazione tra poteri, il Parlamento assolva al suo compito e si occupi di trovare in tempi rapidi una soluzione coerente, equilibrata ed efficace. L'iniziativa di FdI, seppure legittima, non risolve in alcun modo il problema e -per questo- riteniamo servano altri strumenti. La maggioranza in Parlamento, d'intesa con il Governo, ha il dovere e la possibilità di definire rapidamente una normativa, confrontandosi con le Regioni, i Comuni e le associazioni di settore.
Il nostro obiettivo è di affrontare con serietà, in modo organico e coerente, questa tematica. Ribadiamo che l'obiettivo è quello di adottare quanto prima una normativa equilibrata e ragionevole che consenta di avviare il rinnovo dell'affidamento delle concessioni balneari, al fine di dare certezza e sicurezza giuridica agli operatori di un settore strategico per l'economia e l'occupazione di tutto il Paese, tutelando però adeguatamente il legittimo affidamento maturato, la forza lavoro, il valore sociale delle aziende attualmente operanti nel comparto, gli investimenti fatti negli anni, e tenendo conto di ulteriori considerazioni legate ad obiettivi di politica sociale, di sicurezza dei lavoratori, della protezione dell'ambiente, della salvaguardia del patrimonio culturale come motivi imperativi d'interesse generale". Così in una nota i deputati del Pd, Piero De Luca e Umberto Buratti.

13/01/2022 - 14:15

“I ragazzi e le ragazze sono spesso dimenticati dalla politica, i loro diritti e le loro esigenze vengono considerati sempre in secondo piano. Le bambine e i bambini non votano, ma hanno gli stessi diritti degli adulti”. Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera, Paolo Siani, vicepresidente della commissione Infanzia e adolescenza e Paolo Lattanzio, capogruppo Pd in commissione Infanzia, pongono l’attenzione sui bambini e, mentre è in corso la quarta ondata di pandemia che non li sta risparmiando, sottolineano che è il momento di salvaguardare i ragazzi e la loro salute fisica e psichica.

“Chiediamo di creare un’agenzia nazionale che possa coordinare gli interventi a favore dell’infanzia previsti nel PNRR, un monitoraggio attento e preciso delle scuole aperte e chiuse, un ristoro educativo per le bambine e i bambini che hanno perso mesi di scuola e un sostegno psicologico per i ragazzi in difficoltà. Bisogna ascoltare la voce e le esigenze dei ragazzi, loro sanno molto bene cosa serve per realizzare scuole migliori, palestre nuove. Ci rivolgeremo all’ANCI per coinvolgere i ragazzi nelle scelte per costruire città a misura di bambino. Queste sono le nostre proposte, che condividiamo e rilanciamo con le associazioni e le organizzazioni che si occupano di infanzia nel nostro Paese”.

13/01/2022 - 09:48

“E’ indispensabile che l’esame parlamentare della legge di bilancio torni ad avere uno spazio adeguato e che alle Camere sia assicurato il necessario coinvolgimento nella definizione del provvedimento”. Lo dichiara il presidente della commissione Bilancio Fabio Melilli, spiegando così la presentazione di una proposta di legge con questi precisi obiettivi.

“Negli ultimi anni – spiega Melilli nella relazione che presenta la proposta – c’è stata una progressiva erosione dei tempi per l’esame parlamentare della legge di bilancio. Un processo che ha toccato il culmine proprio lo scorso dicembre quando la Camera, per evitare l’esercizio provvisorio, non ha apportato modifiche al testo approvato dal Senato. Inoltre, negli ultimi anni, il governo ha sempre presentato il disegno di legge in ritardo rispetto al termine di legge (29 giorni nel 2020 e 22 giorni nel 2021, solo per citare l’ultimo biennio), peraltro posticipato con la legge del 2016”.

“Con la mia proposta – continua il presidente della commissione Bilancio –il termine per la presentazione della Nadef viene riportato al 20 settembre (dal 27), giorno in cui i dati macroeconomici forniti dall’Istat sono consolidati, e il termine per la presentazione del disegno di legge viene anticipato al 10 ottobre in coerenza con il termine per la presentazione del Documento programmatico di bilancio alla Commissione europea e all’Eurogruppo (15 ottobre). La proposta di legge prevede infine che, in caso di mancato rispetto del termine del 10 ottobre, il presidente del consiglio riferisca tempestivamente alle Camere spiegandone le ragioni con adeguate motivazioni”.

12/01/2022 - 18:59

“Sulle assunzioni di Ita non c’è stata sufficiente chiarezza: i vertici stessi della società hanno comunicato numeri in contrasto tra loro e nell’audizione della prossima settimana chiediamo che venga fatta finalmente trasparenza e vengano riferiti i dati reali sull’organigramma aziendale. Nessuno vuole che Ita diventi la Croce Rossa della vecchia Alitalia, ma rimane il dubbio sul fatto che al Parlamento, e ai cittadini, la società abbia fatto comunicazioni in tempi diversi realmente veritiere”. Lo dichiara Davide Gariglio, capogruppo Pd in Commissione Trasporti di Montecitorio commentando le parole del Presidente di Ita Altavilla audito in commissione Trasporti di Montecitorio.
“Ribadiamo inoltre la nostra preoccupazione sulla politica di remunerazione troppo ‘autoreferenziale’ dei vertici di Ita portata avanti fino ad oggi dalla nuova compagnia di bandiera dove molti manager sono stati assunti a condizioni economiche non note allo stesso CdA. Ci aspettiamo che il CdA del prossimo 31 gennaio approvi una politica di remunerazioni che preveda lo stesso principio ‘dell’alta erba da tagliare’ che il presidente Altavilla ha dichiarato di aver adottato a proposito delle retribuzioni dei dipendenti. Ci attendiamo quindi che le retribuzioni siano ispirate alla stessa sobrietà adottata per il contratto collettivo di lavoro, tenuto conto che Ita oggi rappresenta una piccola società, in una fase di start up, interamente sotto il controllo pubblico”, conclude Davide Gariglio.

12/01/2022 - 18:55

Dichiarazione dei Deputati Lombardi Pd

Dal  ministro Speranza ci aspettiamo una rigorosa e celere istruttoria sulla congruità  della legge regionale socio sanitaria  lombarda approvata a dicembre 2021  rispetto alle indicazioni prescrittive, oltre alle raccomandazioni  richieste da Agenas che dovevano essere recepite nella riforma della legge 23 .

Non è sufficiente aver recepito i contenuti dellla missione 6 del PNRR per l’attuazione delle Case di comunità , ospedali di comunità e rafforzamento dell ‘Assistenza domiciliare integrata. Occorre una verifica approfondita dell’impianto del modello organizzativo della riforma rispetto alla legge 502/ 92, come richiesto dal Agenas, a tutela e garanzia dei cittadini lombardi.

12/01/2022 - 16:48

"Chiediamo al governo di mettere maggiore attenzione al tema fondamentale per noi della salute mentale che purtroppo è sempre stata per troppo tempo figlia di un Dio minore nell'ambito della sanità." Così Debora Serracchiani, capogruppo del Pd alla Camera, nel corso del question time. "Dopo due anni di pandemia, il disagio psicologico ha raggiunto proporzioni tali che è urgente agire su più fronti con risposte immediate, senza le quali non può che aggravarsi - ha detto in Aula il deputato del Pd, Filippo Sensi, illustrando l’interrogazione del Pd - Conosciamo e abbiamo sostenuto come Pd gli sforzi fatti dal governo su questa vera e propria emergenza, quella psicologica, che è l'altra faccia della pandemia. Tanto è stato fatto, eppure tanto non basta mai. Ce la facciamo questa volta ad approvare il bonus per la salute mentale? Riproviamoci, studiamo insieme le modalità, troviamo le risorse, individuiamo il provvedimento giusto, ma facciamolo consentendo a tante persone di poter accedere a un aiuto psicologico, che non è in competizione ma in raccordo e a sostegno dello sforzo del servizio sanitario nazionale”.  Nella replica, la capogruppo del Pd Debora Serracchiani ha ringraziato il ministro Speranza “per aver colto il senso del nostro question time” e ha sottolineato che “è necessario imporre un'azione di cambiamento e miglioramento del sistema sanitario nazionale che tenga conto del tema della salute mentale, soprattutto nei più piccoli e nel sostegno alle giovani mamme che stanno vivendo un momento di grande difficoltà. Insistiamo perciò nel chiedere un aiuto immediato e ulteriori iniziative in qualunque forma possibile, aumentando le risorse e garantendo che nel sistema di sanità territoriale, su cui tutti stiamo spingendo, siano compresi anche distretti di salute mentale”.

12/01/2022 - 15:31

“Quali sono gli interventi e i relativi stanziamenti previsti e programmati per la messa in sicurezza della Strada dei parchi, il relativo cronoprogramma e quali iniziative di competenza intende adottare per provvedere senza indugio alla nomina del nuovo Commissario straordinario per la messa in sicurezza antisismica delle Autostrade A24 e A25? Ad oggi l'intera infrastruttura necessita di interventi per la messa in sicurezza. I cantieri aperti e non ultimati causano quotidianamente forti disagi e ripercussioni sul traffico veicolare con conseguente forte disagio per i cittadini e ripercussioni negative anche in termini di inquinamento ambientale. I cittadini non possono subire ulteriori ritardi per la messa in sicurezza di un'arteria strategica, la cui viabilità è messa ulteriormente a dura prova anche dal ghiaccio e dalla neve”. Lo ha dichiarato, nel corso di un’interrogazione presentata oggi, la deputata dem Stefania Pezzopane, della presidenza del Gruppo e responsabile del Partito Democratico per le Aree terremotate e la ricostruzione, rivolgendosi al sottosegretario delle Infrastrutture e delle mobilità sostenibili, Giovanni Carlo Cancelleri.

“Il sottosegretario Cancelleri – ha concluso Pezzopane – ci ha rassicurato che il Commissario straordinario Maurizio Gentile proseguirà le attività fino al prossimo 31 gennaio e questo è parzialmente soddisfacente. Ciò che non è accettabile è la tempistica proposta dal ministro per la realizzazione di tutte le opere. Per una prima fase parliamo di un avviamento per lotti funzionali tra il 2022 e il 2025, con completamenti compresi tra il 2024 ed il 2030. Per la seconda fase, prevalentemente la tratta Torano-Teramo ed opere di completamento, da avviare dal 2030. La ricognizione del commissario indica le esigenze prioritarie che si possono così riassumere: vita nominale post-operam 100 anni; adeguamento sismico; adeguamento NTC edizione 2018; impianti in galleria; risanamento acustico; recinzioni adeguate alla protezione traffico/fauna selvatica; barriere di protezione. Su queste priorità occorre bruciare i tempi, bisogna mettere il commissario in condizione di lavorare e mandare avanti i lavori. Questa, per i cittadini che pagano il prezzo più alto, è una situazione kafkiana, il governo ha il dovere di focalizzarsi su questo problema e trovare una soluzione vera”.

12/01/2022 - 14:34

“Eur Spa è una società molto particolare e richiede a chi la dirige una profonda conoscienza della città. In Francia si potrebbe definire una Stu, come fu l’Epad, l’ente che guidò la nascita e lo sviluppo della Defense parigina. In questi mesi il board dell’Eur guidato da Antonio Rosati aveva svolto un lavoro importante che ha introdotto innovazioni significative nella gestione societaria, andando oltre la mera amministrazione del patrimonio immobiliare, ma aprendo nuovi campi nella cultura, nel sociale e restituendo un carattere internazionale ad un quartiere che lo aveva smarrito. Peccato davvero che non sia sia stato consentito a questo gruppo dirigente di proseguire e sviluppare queste innovazioni peraltro riconosciute e apprezzate da tutti.Il merito e la valutazione dei risultati dovrebbe essere sempre la misura per scegliere le persone a cui affidare responsabilità, sopratutto nel campo dei beni pubblici come Eur Spa. Non è stato così e ce ne rammarichiamo”.

Così in una nota il vicepresidente del gruppo Pd alla Camera, Roberto Morassut.

12/01/2022 - 13:45

Dichiarazione di Fausto Raciti, deputato Pd

“In una società plurale dove gli interessi si organizzano ,  si organizzano   centri studi e si propongono leggi ed  emendamenti, noi abbiamo bisogno di una normativa che strutturi queste attività  e abbiamo bisogno, soprattutto, di restituire a questa pluralità di voci anche la voce di coloro  che sono portatori di interessi generali della democrazia che si organizza in partiti”. Così Fausto Raciti nella dichiarazione di voto, a nome del gruppo Pd, alla legge che disciplina l’attività di relazioni istituzionali per la rappresentanza di interessi.

“Questa legge – ha aggiunto Raciti- prova a colmare un vuoto legislativo rimasto aperto per tanti anni. Tra la rappresentanza di interessi di carattere generale affidata non solo ai partiti ma alle organizzazioni sindacali e datoriali, ovvero a tutti coloro che si prefiggono obiettivi di interesse generale da un lato e, dall’ altro, al contrasto degli interessi di carattere illecito, c’era un vuoto  dentro il quale nel corso degli anni sono cresciute delle esperienze. Sia la società che il mercato si sono mossi con grande efficacia e hanno creato nuove figure professionali . Questo settore emergente – ha concluso Raciti- si è sostanzialmente normato da solo , si è autoregolato, si è dotato di una propria deontologia professionale, cercando di prestare attenzione e di non superare i limiti dell’etica pubblica. Mancava una norma che si prefiggesse l’obiettivo di regolare quello che, di fatto, è diventato un mercato.  E siccome ogni mercato non regolato è soggetto a tendenze che possono essere distorsive, con l’istituzione di un registro di rappresentanti di interessi e la qualificazione del loro rapporto con i legislatori, ciò consente di ovviare a molti problemi perché apre davvero la rappresentanza degli interessi, garantendo la piena accessibilità a pari condizioni ai decisori politici . Il confronto parlamentare ci ha consentito inoltre di avere oggi in aula una legge equilibrata, necessaria e soprattutto una legge giusta.”

12/01/2022 - 13:16

“Sono molto soddisfatto del sì della Camera alla legge su 'Non cognitive skills' di cui sono stato relatore su proposta dell'Intergruppo sussidiarietà. Per due motivi: per prima cosa perché è stato il frutto di un lavoro trasversale e nasce da un ampio ragionamento con le comunità educanti e da un proficuo studio portato avanti dall’intergruppo presieduto da Lupi. E poi perché sono convinto che questa legge costituisca una vera sfida che guarda al futuro. Non si può più evitare di annoverare tra le conseguenze del lockdown anche l’analfabetismo emotivo che si è creato in questa fase, legato alle distanze e alla mancanza di socialità dei minori. La sperimentazione coinvolgerà le scuole di ogni ordine e grado, disarticolando una centralità esclusiva delle competenze cognitive per valorizzare anche aspetti relazionali e individuali come la coscienziosità, il senso di efficacia, l’auto-determinazione, la mentalità dinamica. Queste competenze, se sviluppate durante il periodo scolastico, possono avere un effetto positivo sull’apprendimento, sulla scelta dei percorsi di studio, sull’accesso al mondo del lavoro, sul senso civico e la cittadinanza attiva. Le Non cognitive Skills, of Character Skills come le definisce il professor Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, sono parte fondamentale dell’apprendimento e permettono di comprendere la complessità del mondo. Elementi indispensabili per un balzo in avanti nella società afflitta dalla pandemia. Senza tralasciare il fatto che lo sviluppo di queste competenze può contribuire ad allineare la scuola italiana ai più moderni approcci pedagogici e quindi renderla maggiormente competitiva a livello europeo”.

Così in una nota il deputato del Partito Democratico Paolo Lattanzio, responsabile dell’Intergruppo Parlamentare Infanzia e Adolescenza e capogruppo Pd in Commissione Infanzia.

12/01/2022 - 11:45

Oggi in Aula, per il Question time, il gruppo dei deputati del PD rivolgerà al governo un’interrogazione, prime firme Debora Serracchiani e Filippo Sensi, per chiedere un impegno per la salute mentale attraverso ulteriori misure, compreso un possibile voucher per il sostegno psicologico, affinché raggiunga il maggior numero di persone che evidenziano un disagio a seguito della pandemia.

12/01/2022 - 10:31

Sarà presentato stasera alle ore 18 presso la Camera dei Deputati il libro “L’infanzia al centro della politica”, voluto e ideato da Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera, con Paolo Lattanzio, capogruppo Pd in Commissione Infanzia e Paolo Siani, vicepresidente della Commissione.

“Il volume, con la prefazione di Marco Rossi-Doria, presidente dell’impresa sociale Con i Bambini, oltre a raccogliere i nostri interventi in aula, presenta in maniera completa la  Mozione Infanzia con i suoi 54 punti analitici e i 23 impegni per il Governo. Pensiamo sia fondamentale diffondere questi atti parlamentari - hanno commentato Lattanzio, Siani e Serracchiani - per far capire che non si lavora solo sotto emergenza ma anche provando a costruire un futuro diverso. Abbiamo molto lavorato in questi anni affinché i bambini e le bambine diventassero non più attori passivi ma protagonisti della ricostruzione del Paese. Riteniamo anche che sia utile per spiegare ai cittadini e alle cittadine che esiste un buon modo di amministrare, che noi del Pd rivendichiamo: occuparsi di infanzia è politica in senso proprio e alto”. “Tutto il nostro lavoro di questi ultimi due anni  - spiegano - è scaturito dalla necessità di provare a colmare la fragilità del nostro sistema di welfare, che la pandemia ha messo ulteriormente in evidenza, e il conseguente impoverimento economico e educativo dei ragazzi e delle ragazze. Attraverso il nostro incessante lavoro su questo tema siamo riusciti a modificare l’approccio all’infanzia, passando da un atteggiamento quasi caritatevole a un’azione organica e a istituire un capitolo apposito nel PNRR. La pubblicazione di questo libro rappresenta, dunque, una forte azione politica”.

Così in una nota Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera, Paolo Lattanzio, capogruppo Pd in Commissione Infanzia e Paolo Siani, vicepresidente della Commissione.

Pagine