18/01/2022 - 19:11

“Non si può rimanere passivi di fronte al problema sociale ed economico del lavoro povero. Un fenomeno che va ad aggravarsi con la crisi pandemica e i suoi effetti come inflazione e caro-energia. L’Italia è l’unico fra i paesi Ocse in cui i salari sono calati rispetto a 30 anni fa. Part-time involontario, discontinuità lavorativa e contratti pirata vanno a ledere la dignità del lavoro. Anche in questo caso a farne le spese sono le donne che hanno una percentuale di working poor di oltre 10 punti superiore a quella degli uomini (27,8% contro il 16,5%)”. Lo dichiara la deputata del Partito Democratico Chiara Gribaudo.

“Condivido quanto dichiarato dal Ministro del Lavoro Orlando - aggiunge Gribaudo - è urgente riproporre il tema del salario minimo e della rappresentanza. Apriamo il confronto con le parti sociali e in Parlamento per mettere in piedi soluzioni che contrastino la povertà lavorativa”.

18/01/2022 - 18:59

"Buon lavoro Pina, nuova VicePresidente del Parlamento Europeo! Al tuo fianco, per portare avanti con la passione e la determinazione che hai sempre dimostrato le battaglie avviate dal Presidente David Sassoli e per offrire al mondo un nuovo volto dell'Europa."

Così in un tweet Andrea Casu, deputato e segretario PD Roma.

18/01/2022 - 18:49

“È senza ombra di dubbio positivo l’indirizzo del governo di garantire il più possibile la didattica in presenza. La gestione dei casi di positività all’infezione da Sars-CoV 2 contenuta nel decreto del 7 febbraio e i diversi iter di gestione dei casi di positività e di rientro dalla quarantena necessita però di una semplificazione. Troppo spesso accade che alunni ed alunne ritardino il rientro nella comunità scolastica per ingolfamento delle Asl. Assistiamo a ordinanze regionali che stanno provando ad assicurare un ritorno a scuola più regolare per garantire quel diritto allo studio al pari del diritto alla salute. Siamo certe che le nostre preoccupazioni troveranno riscontro nella sensibilità dei ministri interessati”.

Lo dichiarano le deputate democratiche Elena Carnevali e Rosa Di Giorgi, capogruppo rispettivamente nelle commissioni Affari sociali e Cultura della Camera.

 

18/01/2022 - 17:22

“Con l’approvazione da parte della commissione tecnica, presso il Ministero della Salute, della circolare che si basa sul protocollo “Return to play” della Federazione medico sportiva italiana, si fornisce una risposta alle tante difficoltà e i problemi evidenziati in queste ultime settimane dalle tante società sportive dilettantistiche su tutto il territorio italiano, che si vedevano costrette ad attendere tempi molto lunghi per il ritorno in campo dei diversi atleti colpiti dal Covid.

Un tema sentito anche dal mondo sportivo reggiano che in questi giorni mi aveva interpellato per avanzare agli organi competenti le difficoltà registrate, mi sembra quindi doveroso ringraziare per l'ascolto e la risoluzione del problema il Presidente della Federazione medico sportiva Maurizio Casasco, il Ministro Roberto Speranza e la Sottosegretaria Valentina Vezzali, per essersi fatti carico di un problema fortemente sentito dalle diverse centinaia di atleti e società italiane.

Il protocollo riduce i tempi della ripresa dell’attività sportiva, che attualmente era di 30 giorni, e gli approfondimenti diagnostici essenziali tenendo in considerazione come gli stessi devono essere circoscritti in relazione all’età, alla presenza o meno di patologie individuate come fattori di rischio, allo status vaccinale oltre che allo stato clinico della malattia e del massimo rispetto della salute degli atleti.
Un’iniziativa non da ultimo che riduce anche i costi a carico delle famiglie e semplifica per la medicina sportiva il rientro all’attività”. Lo dichiara il deputato del Pd, Andrea Rossi.

18/01/2022 - 17:03

“È davvero una bella notizia l’elezione di Pina Picerno a vicepresidente del Parlamento europeo. Una donna, del Sud, che giovanissima si è appassionata e formata alla politica nel solco dei valori del cattolicesimo democratico e che in tutti questi anni da parlamentare europea si è fatta apprezzare dal PSE e dall’intero Parlamento per la grande passione con cui svolge il suo lavoro.
Forte di tutto questo, sono certo che Pina farà di tutto per portare avanti il percorso intrapreso da David Sassoli per un Parlamento europeo sempre più protagonista nelle decisioni strategiche e come luogo fondante dell’identità europea.  Congratulazioni, Pina!”
Così in una nota il deputato del PD, Alberto Losacco.

18/01/2022 - 13:46

Congratulazioni e auguri di buon lavoro alla neo Presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola. Auspichiamo che, in piena sintonia con il lavoro del compianto David Sassoli, continui ad assicurare centralità e autorevolezza ad un'istituzione decisiva per il processo d'integrazione UE.

Lo afferma Piero De Luca, vicecapogruppo del Pd alla Camera.

18/01/2022 - 12:02

“Rigopiano non è solo un ricordo ma una ferita che sanguina. Che riposino in pace le 29 vittime innocenti schiacciate sotto neve e macerie, divorate dalla crudeltà della valanga. Conoscevo ed amavo quel luogo, conoscevo Roberto, Marinella, li conoscevo, ed ora, con dolore, guardo le foto e i ricordi si affollano. Che le famiglie delle vittime possano trovare nello Stato accoglienza e giustizia. Giustizia. Sì perché non doveva accadere, non doveva andare così. Ricordo ogni istante di quella giornata di terremoto, neve, paura e morte. Ricordo che c’era bisogno di tutto e che ogni sforzo è stato insufficiente. L’Alto Aterno crollava un’altra volta dopo il disastro del 2009, e dal teramano e da ogni parte d’Abruzzo si chiedeva aiuto. Mentre all’Hotel Rigopiano si moriva nella disperazione. Una giornata buia, una sconfitta dello Stato. Lo Stato deve riscattarsi. Con la tutela del territorio, la prevenzione del danno, una nuova capacità di intervento rapido in emergenza. Non deve accadere mai più. Mai più Rigopiano”. Così la deputata abruzzese del Pd Stefania Pezzopane, della presidenza del Gruppo dem alla Camera.

17/01/2022 - 18:26

“Salvatore Califano è stato uno studioso e uno scienziato di straordinario livello, che ha dato prestigio alla ricerca italiana, con la fondazione, tra le altre cose, del Laboratorio Europeo di Spettroscopia non lineare (Lens). Uomo di grande disponibilità e di vastissimo sapere, membro dell'Accademia dei Lincei, scienziato vero. In un mondo in tumultuosa trasformazione, Califano, con le sue intuizioni, ha aperto la strada alle nuove frontiere della chimica. Ho avuto la fortuna di conoscerlo a Firenze, a livello nazionale e internazionale, e di apprezzarne le doti, sia accademiche che umane. La sua scomparsa lascia un’eredità pesante. La comunità scientifica è in lutto. Alla famiglia le mie più sentite condoglianze”. Lo dichiara in una nota la deputata dem Rosa Maria Di Giorgi, capogruppo Pd in commissione Cultura della Camera.

17/01/2022 - 18:24

La discussione che si è aperta in Eurogruppo a Bruxelles sulle nuove regole di bilancio è di un'importanza strategica per il futuro di tutti i Paesi europei. Nell'affrontare la pandemia, l'Unione si è dimostrata per la prima all'altezza delle sfide. Non ha ripetuto gli errori del passato, mettendo in campo misure rivoluzionarie da un punto di vista economico, sociale e sanitario. Non si può quindi tornare indietro rispetto all'Europa della solidarietà che abbiamo costruito in questa fase di emergenza. In tale contesto, è ormai evidente allora la necessità di rivedere i parametri e le regole del Patto di Stabilità, per non interrompere la strada degli investimenti tracciata finora negli Stati membri, e continuare a sostenere adeguatamente la transizione ecologica, lo sviluppo e la coesione sociale. Sono dunque pienamente condivisibili le parole del Commissario Gentiloni. Il vero obiettivo da raggiungere per difendere il futuro dell'Europa è tenere insieme la stabilità con una crescita stabile, inclusiva e duratura. Va fatto ogni sforzo pertanto, come ricordato anche dal Segretario Letta, per trasformare l'attuale Patto di Stabilità in un Patto di sostenibilità.

Lo afferma Piero De Luca, vicecapogruppo del PD alla Camera.
 

17/01/2022 - 15:01

“La relazione del segretario Letta, condivisa da tutta la direzione nazionale, chiede di trovare una strada condivisa con tutte le forze politiche della maggioranza, una soluzione che garantisca una continuità con lo stile con cui il Presidente Mattarella ha guidato il Quirinale. Questo permetterebbe di arrivare a chiudere la legislatura al 2023 portando avanti i programmi e gli obiettivi del PNRR”. Così il vicepresidente del gruppo Pd alla Camera, Roberto Morassut, intervistato da Lanfranco Palazzolo su Radio Radicale.

“Prima dei nomi - continua Morassut - è importante il metodo. Quella di Berlusconi è una candidatura divisiva e di parte, che non consideriamo potabile perché non può unire il Paese. Quanto a quello che sostiene Goffredo Bettini nell’intervista di oggi, penso che colga un punto politico: l’esigenza di un’iniziativa politica da parte del Pd qualora si arrivasse allo stallo. Condivido il suo richiamo all’esigenza di ritrovare una discriminante tra destra e sinistra che riporti una sana dialettica in politica. Noi in questo passaggio dobbiamo fare il nostro gioco, ma sempre puntando a rafforzare il Paese e le istituzioni democratiche. Come ha giustamente detto Walter Veltroni, sarebbe un male che il Paese perdesse in un colpo solo sia Mattarella che Draghi”.

17/01/2022 - 08:29

Complimenti a Cecilia D’Elia per la bella vittoria nel collegio di Roma ieri nelle elezioni suppletive e benvenuta tra le deputate e i deputati Pd, arrivi in un momento decisivo!

Lo scrive il deputato dem Emanuele Fiano.

17/01/2022 - 08:22

“Con gioia do il benvenuto a Cecilia D’Elia nel Gruppo Pd della Camera a nome delle deputate e dei deputati democratici. Con la vittoria nel Collegio di Roma 1 arriva in Parlamento una donna di valore che sarà con noi in una fase delicata e fondamentale per il Paese. Buon lavoro Cecilia”. Lo afferma la capogruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani.

15/01/2022 - 14:50

"La Direzione nazionale del Partito Democratico di oggi, a cui ho partecipato, ha rappresentato un passaggio molto importante verso l' elezione del Presidente della Repubblica. Con la relazione del Segretario Letta e con un dibattito molto unitario il Partito Democratico ha detto parole chiare di serietà e responsabilità verso il Paese. Dopo la candidatura improponibile e divisiva di Berlusconi da parte del centrodestra, ora tutti sono chiamati alla stessa responsabilità che il PD ha dimostrato oggi. È il momento di mettere davanti a tutto gli interessi del Paese".

Così Andrea De Maria, deputato PD e Segretario di Presidenza della Camera.

15/01/2022 - 14:31

È assolutamente fondamentale eleggere un Presidente della Repubblica di alta caratura istituzionale, non divisivo come il nome messo sul tavolo oggi dal centro destra, ma di unità e coesione nazionale, di garanzia costituzionale per i cittadini e le forze politiche, con una vocazione chiaramente europeista ed atlantica. Una figura col profilo rappresentato ed incarnato in questi sette anni dal Presidente Mattarella. Al tempo stesso, è necessario che tutte le forze politiche diano prova di responsabilità e maturità per assicurare stabilità e credibilità internazionale al Paese, dando piena continuità e ulteriore vigore al lavoro messo in campo dell'attuale Governo e assicurando il prosieguo della legislatura fino alla sua scadenza naturale. L'Italia non può permettersi, in questa fase storica, instabilità o salti nel buio, perché rischieremmo di compromettere l'impegno nella lotta contro la pandemia e il lavoro del Pnrr per la costruzione del Paese del futuro grazie alle risorse del Next Generation EU.

Lo afferma Piero De Luca, vicecapogruppo del PD alla Camera.

14/01/2022 - 20:32

“Lanceremo presto le Agorà Democratiche sul Nord, per andare a fondo delle ragioni per le quali nella vasta realtà geografica che va dall’Alto Piemonte al Friuli il Partito Democratico non riesce ad avere capacità di larga rappresentanza di una società complessa e in trasformazione, e per questo soffre sul piano del consenso. Per noi tornare a parlare al Nord, alla trama delle città medie e al territorio della produzione e del lavoro che cambia è decisivo. Dobbiamo farlo sapendo che questa è una realtà complessa, dove si intrecciano le nuove povertà e le diseguaglianze indotte dal CoVid e la paura della transizione che è il bacino elettorale tipico della destra. Ma lo dobbiamo fare, come grande scelta politica e non solo organizzativa”.
Lo ha detto Enrico Borghi, deputato e membro della segreteria nazionale del Pd, intervenendo stasera a Novara all’assemblea provinciale del Pd che ha visto l’elezione del nuovo segretario provinciale, Rossano Pirovano.

Pagine