17/06/2022 - 18:08

“Il via libera alla lotteria degli scontrini istantanea è un’ottima notizia, frutto del lavoro di squadra del Partito democratico sia alla Camera che al Senato. L’aggancio diretto alla carta di credito per i maggiorenni in caso di pagamento elettronico semplifica le cose, rende più facile la vita ai cittadini, incentiva l’utilizzo della carta di credito, e dunque la tracciabilita’ dei pagamenti. Tutti obiettivi che come Partito democratico ci eravamo posti in questi mesi. Su questi temi alla Camera avevamo presentato sia delle risoluzioni che emendamenti in commissione Finanze. Con l'approvazione al Senato dell'emendamento al decreto sul PNRR, ora questa misura diventa operativa. Un ulteriore passo avanti verso la creazione di un fisco più equo e che restituisce risorse”.

Lo dichiara Gian Mario Fragomeli, capogruppo Pd in commissione Finanze della Camera.

17/06/2022 - 17:27

“È grave il veto posto dall'Ungheria alla minimuntax sulle multinazionali in UE, necessaria in ottica antidumping e antielusione. Bisogna cambiare passo e superare l'unanimità. Non possiamo più tollerare che misure UE decisive siano paralizzate da singoli interessi nazionali”.

Lo scrive su Twitter Piero De Luca, vicepresidente Pd alla Camera e capogruppo in commissione Affari europei.

17/06/2022 - 16:36

“Le autorità portuali rappresentano uno strumento fondamentale per sostenere la sicurezza e l’economia nazionale soprattutto nell’era della globalizzazione: per questi motivi devono rimanere sotto il controllo diretto dello Stato e continuare ad essere giuridicamente configurati come enti pubblici non economici; siamo contrari all'ipotesi che possano passare sotto il controllo degli enti locali o trasformarsi in società per azioni”.

Lo dichiara Davide Gariglio, capogruppo Pd in commissione Traporti di Montecitorio intervenendo oggi, venerdì 17 giugno a Venezia, alla iniziativa 'Porti: quali funzioni e beni pubblici? La sovranità in tempi di guerra, questione energetica e ambientale'.

“E’ necessario garantire un ruolo determinante dello Stato centrale nella gestione dei porti e nella decisione degli investimenti infrastrutturali, che deve essere basata sull'interesse nazionale. E’ poi necessario garantire la concorrenza per mettere un argine alla concentrazione delle proprietà dei terminal nelle mani di pochi armatori; ed è altrettanto imprescindibile evitare che i grandi player dello shipping acquisiscano l’intera filiera logistica dal trasporto marittimo fino a quello su gomma o rotaia”: conclude Davide Gariglio.

17/06/2022 - 14:16

“Il parere positivo espresso dalla Commissione per concedere all’Ucraina lo stato di Paese candidato all’Unione europea è un fatto molto positivo e importante. Rappresenta un’altra fondamentale prova della vicinanza dell’Europa a un Paese martoriato dalla guerra di aggressione scatenata dalla Russia e la concreta attestazione della consapevolezza che l’Ucraina, che consideriamo già parte della nostra casa comune, sta lottando per quei valori di libertà, democrazia, rispetto della forza del diritto contro il diritto della forza, che sono il fondamento dell’Unione. L’auspicio è che il prossimo Consiglio europeo deliberi in questo senso”.

Così Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera.

17/06/2022 - 12:28

“Le ragioni dell’Antifascismo, l’importanza della storia, la difesa della libertà e della democrazia. È con questo spirito che oggi parteciperò al congresso dell’Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti (Anppia). Un modo per essere vicino a chi ogni giorno si batte per tenere vivi i valori su cui è nata la nostra Repubblica. Un modo per rispondere al pericolo di chi ancora si rifiuta di fare i conti con la storia, in Italia e nel mondo”.

Così Andrea De Maria, deputato Pd, Segretario d’Aula della Camera dei Deputati.

17/06/2022 - 10:40

“Da diversi mesi la situazione nel Nord Italia è drammatica. Lunedì scorso si è svolta una seduta straordinaria dell’Osservatorio permanente sulle crisi idriche, convocata dall’Autorità Distrettuale del Fiume Po-MiTE, con le Regioni del distretto, Protezione Civile, MiTE, Ispra e i portatori di interessi pubblici e privati sullo stato idrologico dell’area padana, che ha evidenziato il contesto estremamente difficile in cui ci troviamo con il progressivo deficit di risorsa disponibile per tutti gli usi. Uno scenario molto critico al quale si aggiunge la previsione di mancanza di piogge e il persistere di alte temperature sopra la media. La mancanza di acqua influisce direttamente anche sulla produzione di energia degli impianti idroelettrici. La situazione va dunque affrontata non soltanto con aiuti immediati per contrastare l'emergenza, ma con misure strutturali per migliorare l'efficacia di gestione, conservazione e distribuzione delle risorse idriche. Strettamente connesso con gli eventi climatici estremi è poi anche il tema del dissesto idrogeologico, a causa del quale complessivamente il 93,9% dei comuni italiani è a rischio per frane, alluvioni e/o erosione costiera. Per tutte queste ragioni, insieme ai colleghi del Partito Democratico, abbiamo presentato in commissione Ambiente una risoluzione che impegna il Governo a valutare l’opportunità di proclamare lo stato di emergenza nelle regioni interessate; a scongiurare potenziali conflitti fra richiesta idrica per il funzionamento delle centrali, l’agricoltura e l’uso domestico; a realizzare infrastrutture di accumulo idrico durante gli eventi meteorologici estremi; ad evitare sprechi e dispersioni della rete. Il Pnrr è un’occasione che non possiamo sprecare per ripristinare il drenaggio delle acque e favorire la rinaturalizzazione dei corsi d’acqua, a prevenire i rischi idrogeologici. La Giornata Mondiale contro la desertificazione e la siccità di oggi non deve farci solo riflettere sugli errori del passato, ma deve spronarci a interventi urgenti e lungimiranti. Anche per questo chiediamo l’avvio in commissione di un ciclo di audizioni mirate a ottimizzare l’utilizzo delle risorse che abbiamo a disposizione”.

Così il capogruppo dem in commissione Ambiente alla Camera, Nicola Pellicani.

17/06/2022 - 09:03

"Dopo mesi di confronto e una trattativa molto complessa, finalmente una buona notizia: salvi i lavoratori e le lavoratrici, ex Almaviva dei call center di Rende e Palermo". Ad affermarlo la parlamentare del Pd, Enza Bruno Bossio, che aggiunge: "Il raggiungimento dell'accordo firmato ieri sera rappresenta un risultato per nulla semplice e scontato che è costato, in queste lunghe settimane momenti di aspra discussione tra le parti. Grazie alla determinazione del ministro Andrea Orlando, delle parti sociali e a una forte iniziativa del gruppo parlamentare del Pd portata avanti dalla presidente della Commissione Lavoro, Romina Mura, da me e dal collega Miceli, attraverso interrogazioni e articolati interventi in tutte le sedi istituzionali, oggi abbiamo un punto di chiusura che salva i livelli occupazionali e che mette centinaia di famiglie nelle condizioni di guardare al proprio futuro con maggiore serenità".

"Fin dall'inizio - prosegue la parlamentare dem - ho seguito questa delicata vertenza, il cui esito - ribadisco - non era affatto scontato, nella convinzione che le controversia in atto fra la compagnia aerea Ita e la società Covisian (subentrata ad Almaviva) non dovessero in alcun modo produrre ripercussioni sulla platea dei lavoratori e oggi, grazie a un prezioso lavoro di mediazione e dialogo abbiamo un percorso chiaro che potrà consentire il riassorbimento e il ricollocamento di tutti gli addetti ai call center di Rende e Palermo".

16/06/2022 - 18:46

“Basta con la logica dell’unanimità. Basta con i veti che bloccano tutta l’Unione Europea. Ieri Orban frenava le sanzioni alla Russia, oggi si oppone alla tassazione minima al 15 per cento per le multinazionali in UE. Va superato questo sistema per costruire un'Europa sempre più forte ed efficace”.

Lo scrive sul suo profilo Twitter Piero De Luca, vicepresidente del Pd alla Camera.

16/06/2022 - 17:27

“L’Europa non può più essere ostaggio di Orban. Il veto del governo di Budapest all’introduzione della tassazione minima al 15% per le multinazionali che operano nell’Unione è solo l’ultimo di un lungo elenco: per colpa del premier ungherese, infatti, l’adozione del sesto pacchetto di sanzioni alla Russia con la previsione dell’embargo del petrolio di Mosca è stato rinviato per settimane. Il veto di oggi crea anche un grave danno all’economia europea perché blocca una nuova rilevante fonte di risorse per l’Unione. La regola del voto all’unanimità va necessariamente superata, 26 Stati non possono essere oggetto di continuo ricatto di una singola nazione”.

Così Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera.

16/06/2022 - 16:18

“E’ un tema che ci tocca da vicino, come uomini e donne e come persone impegnate in politica. Per questo ho chiesto a Emanuele Felice di presentare qui alla Camera il suo libro ‘La conquista dei diritti’. È uno sguardo ampio sulla realtà per cercare di dare un significato alla storia umana. Un anelito di speranza di chi non crede che la storia sia finita, ma che in verità pensa, tra ostacoli, cadute e riprese, che il cammino dell’umanità sia un sentiero di conquista. Il volume di Felice ci pone di fronte all’ambizione di fornire una visione del mondo, di costruire un quadro suggestivo e affascinante per capire cosa sta accadendo e che ruolo possono avere le tre grandi culture politiche del liberismo, del socialismo e dell’ambientalismo. Insomma ‘un’idea della storia’ per andare incontro al futuro”.

Così Andrea De Maria, deputato dem e segretario d’Aula alla Camera, coordinando nella Sala Berlinguer del Gruppo Pd di Montecitorio la presentazione del volume di Emanuele Felice “La conquista dei diritti. Un’idea della storia”. All’evento partecipano, oltre all’autore, anche Debora Serracchiani, Rossella Muroni e il ministro Roberto Speranza in collegamento da remoto.

16/06/2022 - 14:35

“Occorre intervenire principalmente su due fronti per arginare e curare il fenomeno della ludopatia. Il fronte psicologico, per sostenere le vittime di ludopatia ed aiutarle ad uscire dal tunnel; e su quello più strettamente economico, perché la ludopatia causa delle perdite economiche spesso disastrose per le vittime e le loro famiglie, spingendoli ancora di più in una crisi profonda dalla quale è molto difficile uscire”. Lo ha detto la capogruppo Pd in commissione Cultura di Montecitorio, Rosa Maria Di Giorgi, durante i saluti iniziali della conferenza stampa di presentazione del progetto Help Ludopatie presentato alla Camera.

“Il progetto nasce con l'obiettivo di combattere il problema della ludopatia, anche attraverso la conoscenza del fenomeno, intercettando i giocatori al fine di far emergere quanto si giocano "in termini di patrimonio e risorse finanziarie" gli italiani.
Per questo motivo è stato ideato e promosso il numero verde telefonico 800 661 501 al quale risponderanno, per 6 giorni alla settimana, i ragazzi del servizio civile universale coadiuvati da un’equipe di psicologi per il supporto medicospecialistico alle vittime del gioco d’azzardo e professionisti in grado di affrontare le crisi da sovraindebitamento, in modo da sostenere le vittime della ludopatia su due fronti, la parte psicologica e quella economica”.
Lo ha detto Laura Venittelli, presidente Casa dei Diritti, intervenendo in conferenza stampa alla Camera, di presentazione del progetto Help Ludopatie, ideato e realizzato dalle associazioni Konsumer, Casa Dei Diritti e InFormare con il partenariato di Ali Autonomie e dell’Associazione dei Commercialisti cattolici.

16/06/2022 - 13:42

"L'incendio di ieri a Malagrotta ci ricorda la necessità di portare avanti le scelte sagge e coraggiose del sindaco Gualtieri e della sua Giunta per chiudere il ciclo dei rifiuti a Roma.  Il piano rifiuti di Gualteri è  un obiettivo primario, condiviso da tutti noi, che vuole portare la raccolta differenziata al 70%, aumentare la dotazione impiantistica della Capitale fino alla costruzione di un termovalorizzatore di ultima generazione garantendo così la chiusura del ciclo dei rifiuti in modo sostenibile. Voglio ringraziare i vigili del fuoco che hanno lavorato tutta la notte  con grande impegno e che ancora sono sul posto per domare l'incendio".

Lo afferma in una nota Beatrice Lorenzin, deputata romana del Pd.

16/06/2022 - 13:40

15 nuovi operatori culturali, garantita area archeologica Roselle

“Ringraziamo il ministero dei Beni Culturali per aver raccolto le nostre sollecitazioni e aver assegnato 15 nuovi operatori al sistema museale della provincia di Grosseto. Si tratta di una forza lavoro attesa da tempo e necessaria per valorizzare le eccellenze artistiche, storiche e culturali presenti sul territorio; per questo motivo vigileremo affinché l’assegnazione non subisca ritardi burocratici o eventuali riduzioni a favore di altre destinazioni. Grazie a questo personale potrà essere garantita la fruizione dei musei del territorio e potrà essere organizzata la tradizionale stagione di spettacoli ed eventi teatrali nell'area archeologica di Roselle, che rischiava di non potersi svolgere proprio a causa della mancanza di personale”:

Così il deputato Pd, Luca Sani, sulle nuove disposizioni relative ai vincitori del bando per il personale Afav (Operatori e assistenti alla fruizione, accoglienza e vigilanza).

16/06/2022 - 13:38

“La sede della Cgil di Cesenatico è stata imbrattata con scritte offensive verso le organizzazioni sindacali e verso Maurizio Landini. Un fatto grave da non sottovalutare. Non dimentichiamo l’assalto alla sede nazionale della Cgil dello scorso anno. Tutta la mia solidarietà alla Cgil di Cesenatico, ai sindacati confederali e a Maurizio Landini. Auspico che siano individuati e perseguiti i responsabili”.

Così Andrea De Maria, deputato PD e Segretario di Presidenza della Camera.

16/06/2022 - 13:38

“La condanna dell’Italia da parte della Corte europea dei diritti umani per non aver saputo proteggere una donna dall’ex marito violento, denunciato ben 7 volte, dovrebbe chiamare tutte e tutti a una seria riflessione sulla violenza maschile contro le donne. Assistiamo, non da oggi, a una vera e propria strage di donne, troppo spesso morti annunciate, precedute da gravi maltrattamenti, femminicidi che si potevano prevenire.
Va bene lavorare a nuove norme, come faremo con il progetto di legge di iniziativa del governo, in particolare delle ministre, che rafforza la tutela delle donne che subiscono violenza. 
Ma rimane grande la necessità di cambiare la cultura del paese, in particolare quella di chi deve applicare quelle norme. Sono stati fatti passi avanti, ma come è evidente non bastano.
Ci vuole una grande assunzione di responsabilità, un cambiamento profondo delle modalità con cui si interviene a sostegno e protezione delle donne che subiscono violenza e maltrattamenti. Bisogna dare ascolto e prendere sul serio le donne che denunciano.
C’è bisogno di una trasformazione  civile e morale che abbia al centro la libertà delle donne”. Lo dichiara Cecilia D’Elia, deputata del Pd e portavoce nazionale della Conferenza delle donne democratiche.

Pagine