10/06/2022 - 19:08

“Il nuovo arresto di un altro esponente delle destre per ipotesi di gravissimi reati legati allo scambio politico mafioso conferma quanto pesante sia la cappa del condizionamento mafioso in quella realtà e in queste elezioni. Queste forze di centrodestra non riescono proprio a fare i conti con questi temi e a liberarsi da abbracci politicamente inquietanti come quelli di Dell’Utri e dello stesso Cuffaro. Per distogliere l’attenzione da questo gravissimo fardello attaccano incredibilmente un candidato di centrosinistra che nella sua vita ha saputo testimoniare valori di legalità e di rottura con gli ambienti criminali che vogliono ancora condizionare la città e la regione”.

Lo dichiara il deputato democratico Walter Verini, componente delle commissioni Giustizia e Antimafia.

 

10/06/2022 - 17:54

Dichiarazione di Gianluca Benamati , deputato Pd

Se ne è andato Antonio La Forgia. Un uomo di grande levatura personale e politica. Ha caratterizzato con le sue idee e il suo rigore intellettuale più di una stagione della politica bolognese. Alla famiglia le più sentite condoglianze per la scomparsa di un uomo che ha insegnato molto a tanti.

10/06/2022 - 17:52

"Antonio ha rappresentato un punto di riferimento per la sua capacità di pensiero e la sua grande disponibilità al confronto e al ragionamento comune con le persone tutte, compreso chi aveva idee diverse dalla sua. Personalmente ho avuto la possibilità e l'onore di condividere con lui momenti politici molto importanti, come la nascita del PD. Mi mancherà e mancherà a tutta la città una figura così culturalmente prestigiosa, personalità carismatica della vita politica a tutto tondo".

Lo dichiara Serse Soverini, deputato del Partito democratico.

10/06/2022 - 16:48

“Apprendo con grande dolore della scomparsa di Antonio La Forgia, un maestro, un compagno, un amico. Restano i suoi insegnamenti, il suo coraggio, lo sguardo lungo di chi ha sempre visto nell’impegno politico un dovere civile. Fino alla fine nella scelta più difficile. Un abbraccio a Mariachiara, coraggiosa compagna in ore e giorni così difficili”.

 

Così Andrea De Maria, deputato Pd e segretario di Presidenza della Camera.

10/06/2022 - 15:23

Deputati Dem - conferenza stampa

Mercoledì 15 giugno, ore 16.00, Sala Stampa di Montecitorio

Intervengono: Siani, Carnevali, Ianaro, Rizzo Nervo

 

Verrà presentata mercoledì 15 giugno, alle ore 16.00, presso la Sala Stampa di Montecitorio, in via della Missione 4, la proposta di legge n. 3192 “Disposizioni per l’introduzione dell’obbligo di diagnosi autoptica istologica e molecolare nei casi di morte improvvisa in età infantile”, che propone l’obbligatorietà dell’autopsia per le morti improvvise giovanili, comprensiva di prelievi per l’esame tossicologico e molecolare.

All’evento partecipano: i deputati dem, Paolo Siani, Elena Carnevali, Angela Ianaro, Luca Rizzo Nervo, componenti della XII Commissione Affari Sociali e Sanità e firmatari della proposta di legge; Ciro Indolfi, presidente della Società Italiana di Cardiologia; Camillo Autore, professore associato di Cardiologia all’Università degli Studi di Roma La Sapienza; Giuseppe Limongelli, professore associato di Cardiologia all’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli; Ulderico Catania, dell’Associazione Cardiomiopatie e Malattie Rare Connesse; Maria Lucia Formicola, presidente dell’Associazione Il Cuore di Andrea. Il moderatore sarà Francesco Macchia, vicepresidente dell’Osservatorio Malattie Rare.

La conferenza stampa si può seguire in diretta dal canale Web Tv del sito della Camera dei deputati. Per seguire l’evento in presenza occorre accreditarsi inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica: pd.ufficiostampa@camera.it.

10/06/2022 - 11:13

Si è svolto ieri l’incontro del Partito democratico - rappresentato da Debora Serracchiani, presidente del Gruppo Pd alla Camera, Susanna Cenni, vicepresidente della commissione Agricoltura a Montecitorio e responsabile Agricoltura per la segreteria nazionale del Pd, e Antonella Incerti,  capogruppo Pd in commissione Agricoltura - con le associazioni rappresentative delle imprese della pesca. Al centro dell’incontro il tema delle enormi difficoltà del settore soprattutto a causa dei costi dei carburanti. Ma si è discusso anche della lentezza nell'erogazione delle risorse per il fermo pesca, dell’obsolescenza delle imbarcazioni, delle opportunità finanziarie che le imprese del comparto chiedono di poter utilizzare con il Pnrr, nonché dei gravi episodi di intimidazione che si sono svolti in alcuni porti e marinerie.
Il Pd ha depositato numerosi emendamenti al Decreto Aiuti che verranno discussi in sede di dibattito parlamentare, mentre si costituirà nei prossimi giorni un tavolo di lavoro permanente che coinvolgerà anche i sindacati dei lavoratori e i parlamentari europei. Per le deputate dem “la pesca italiana in questo momento ha bisogno di tutto il nostro sostegno. E’ positivo che il governo abbia riattivato il tavolo al Mipaaf e che si torni ad occuparsi di Cisoa, ma servono risposte certe per le imprese e i lavoratori, e tempestività nelle erogazioni, a partire dalla liquidazione dei 20 milioni di euro già ripartiti e dalle risorse del ‘fermo pesca’ che continuano ad avere tempi di attesa troppo lunghi”. “La mobilitazione delle associazioni - aggiungono - è sacrosanta e condanniamo invece con decisione gli atti violenti e intimidatori che si sono verificati in alcune realtà italiane. Lavoreremo affinché alcune risposte vengano date già con il Decreto Aiuti - concludono le deputate del Pd - lavorando per l’approvazione dei nostri emendamenti, ma occorrerà sostenere un insieme di iniziative tese a rafforzare la pesca italiana e a evitare che in questo momento l’arrivo del pescato da altri Paesi metta del tutto in ginocchio le realtà italiane”.

09/06/2022 - 18:53

“Gli infermieri sono un pilastro del nostro Servizio sanitario nazionale perché sempre più qualificati. Ogni giorno lavorano con grande professionalità per assistere i malati. Il loro lavoro è stato fondamentale in questi anni di crisi pandemica in cui si sono offerti a servizio delle persone con grande coraggio e umanità, ma è impossibile immaginare il loro pur immenso lavoro se non in sinergia con quello dei medici”.

Lo dichiara la deputata del Pd Beatrice Lorenzin, che sottolinea: “Solo con la collaborazione tra medici e infermieri in un lavoro di squadra, su modelli organizzativi e clinici al passo con i tempi, nel rispetto delle loro competenze e professionalità, si può garantire una sanità di qualità. Per questo - prosegue - mi sembra fragile la proposta della Moratti. I percorsi di studio e le competenze sono peculiari per ogni categoria professionale. Non vorrei che invece di mettere in campo uno sforzo di programmazione all’altezza della sfida che richiede formazione, assunzione e adeguata remunerazione con un incremento programmato delle risorse, ci si rifugi in una più semplice sostituzione delle figure senza una ratio clinica e organizzativa. Attenzione, in Italia le soluzioni d’emergenza finiscono sempre per diventare strutturali, con grave nocumento per i pazienti e per la sanità pubblica”.

 

09/06/2022 - 18:20

“Ha fatto grande scalpore la dichiarazione di ieri della vice presidente e assessore al Welfare Letizia Moratti riguardo la sperimentazione di ‘supplenza’ dei medici di medicina generale da parte degli infermieri. Sono mesi difficili, dovuti alla gravità della carenza dei professionisti, ed è opportuno che piuttosto l’assessore si adoperi per ripristinare un clima collaborativo tra i professionisti della sanità, che hanno ruoli che si integrano, eviti contrapposizioni, e renda trasparenti e pubbliche le sperimentazioni di cui parla”.

Lo dichiara Elena Carnevali, capogruppo Pd in commissione Affari sociali della Camera.
 

09/06/2022 - 16:41

“Con la pubblicazione del decreto relativo all’ammissione a contributo Fus per il triennio 2022-24 viene disegnata la nuova mappa del teatro italiano per i prossimi anni”.

Così in una nota i deputati del Pd, Michele Nitti, Flavia Piccoli Nardelli e Antonio Viscomi.
“Anzitutto - aggiungono - va segnalato molto positivamente il lavoro dello Stabile del Veneto che ottiene un’importante promozione e torna ad essere Teatro Nazionale; inoltre, sono numerosi i nuovi soggetti che accedono all’area della stabilità come Centri di produzione evidenziando quanto fermento artistico animi il nostro Paese, che si arricchisce di nuove realtà. La distribuzione geografica dei teatri stabili italiani, però continua ad evidenziare alcune gravi lacune territoriali, come del resto accade in quasi tutti gli ambiti culturali. Su questo tema serve uno sforzo collettivo: non è più sufficiente pensare solo a una premialità o ad un sostegno su esclusiva base territoriale.  Se da un lato, infatti, va sostenuta e accresciuta la consapevolezza e la coscienza di quanto rilevante sia investire seriamente nella crescita culturale dei territori e delle comunità, dall'altro oggi, alla luce di questo ultimo decreto, sarebbe opportuno pensare a uno specifico progetto che permetta prioritariamente di formare operatori qualificati e competenti pienamente in grado di progettare e gestire attività di qualità all'altezza delle aspettative di sviluppo socio-culturale delle aree più penalizzate del Paese. Serve, insomma - concludono - un Progetto Speciale che, attraverso la collaborazione con i soggetti che già operano in modo virtuoso sui territori, sia precipuamente rivolto alla formazione degli operatori culturali che poi svolgeranno le loro attività nelle aree che oggi sono scarsamente rappresentate dalla presenza di istituzioni culturali”.

09/06/2022 - 16:38

“I risultati ottenuti dall’aeroporto di Caselle testimoniano l’eccellenza di una politica aeroportuale efficace, capace di attrarre nuove compagnie e moltiplicare le destinazioni, offrendo al tempo stesso servizi e collegamenti a prezzi contenuti”.

È quanto dichiara Davide Gariglio, capogruppo Pd in commissione Trasporti, sull'exploit dello scalo torinese che ha registrato un aumento dei volumi di passeggeri, nello scorso mese di maggio, superiore di oltre il 20 per cento rispetto ai livelli pre covid.

“Questa crescita record deve ora essere sostenuta: governo e Parlamento devono varare norme e strumenti idonei al fine di trasformare exploit significativi in un trend consolidato di sviluppo economico ed occupazionale, a sostegno - conclude Gariglio - della vocazione turistica e ricettiva dei nostri territori”.

09/06/2022 - 13:45

Attenzione a proposte di autonomia differenziata che aumentino i divari e le distanze nel Paese. La nostra bussola deve essere l’unità nazionale. Il ragionamento sull’autonomia differenziata va fatto per rendere più efficienti e dinamici alcuni servizi, ma non può essere affrontato con soluzioni che vadano a discapito della solidarietà nazionale. Per questo motivo riteniamo necessario aprire una discussione sulla bozza cui sta lavorando la Ministra Gelmini, in particolare rispetto alla definizione e alla tempistica dei Livelli essenziali di prestazione, ai criteri di superamento della spesa storica e all’utilizzo di risorse derivanti in sostanza dal residuo fiscale per alcune Regioni, senza alcuna previsione espressa di perequazione. Il Pd è pronto a confrontarsi, ma partendo da ipotesi legislative che tengano saldo il principio dell’unità e della solidarietà nazionale.

Lo afferma Piero De Luca, vicecapogruppo del PD alla Camera.

09/06/2022 - 13:19

“Già a marzo con l’onorevole Boccia abbiamo formulato un’interrogazione alla ministra Bonetti per sollecitare il governo a intervenire sulla situazione siciliana, regione in cui viene negata l’applicazione del principio di democrazia paritaria della doppia preferenza di genere. La ministra ci aveva garantito che il governo avrebbe adottato ogni opportuna iniziativa.
La Regione Sicilia andrà al voto in autunno e, nonostante le richieste delle donne e della società civile siciliana, non ha adeguato la propria legge elettorale.
Torneremo a chiedere che, come già avvenuto per la Puglia e come chiesto in una lettera aperta di donne siciliane rivolta al Presidente Draghi, il Governo, eserciti il potere sostitutivo nei confronti della Regione, a capire quali iniziative sono state prese a fronte dell’immobilismo della Regione.
E’ uno scandalo che la maggioranza di Musumeci non muova un passo in questa direzione, un dispetto alla democrazia e alle donne siciliane. Non si tratta solo di applicare le indicazioni delle norme nazionali, ma di credere nella parità di genere e nella ricchezza che questa porta alla politica e allo sviluppo della Sicilia”.

Lo dichiara Cecilia D’Elia, deputata del Pd e portavoce nazionale della Conferenza delle donne democratiche.

09/06/2022 - 12:53

"Questi due anni di pandemia ci hanno fatto conoscere il virus ma nessuno può dirci con certezza cosa accadrà in autunno. Per questo ritengo che non si debba sottovalutare la possibilità che il covid possa non attenuarsi ma allo stesso modo dobbiamo lavorare affinché ciò non comporti una nuova rinuncia alla normalità che stiamo riconquistando". Così in una nota Beatrice Lorenzin, deputata del Pd.
"Dobbiamo prepararci, senza allarmismi, mantenendo alta la guardia del sistema di prevenzione: tracciamento, sequenziamento, osservazione degli effetti della nuova variante e organizzazione per ogni eventuale risposta", aggiunge Lorenzin.
"Dobbiamo organizzare il personale sanitario e formarlo e  promuovere la consapevolezza tra i cittadini che la pandemia non è finita, ma che si puó gestire l'impatto sulla salute delle nuove evoluzioni di Omicron a patto che ognuno di noi sappia consapevolmente adottare le corrette precauzioni. In ogni caso - conclude l'esponente del Pd - rimane e rimarrà cruciale la strategia vaccinale. In autunno speriamo in nuovi vaccini che ci coprano dalle nuove varianti".

09/06/2022 - 11:32

“Dalla destra silenzio quando si dà spazio a neo fascisti”

“Matteo Salvini ci attacca ancora per le parole dette da Michele Foggetta candidato del centrosinistra a Sesto San Giovanni 12 anni fa. Già da diversi giorni abbiamo dichiarato che le parole dette allora da Foggetta su Israele sono inaccettabili, vergognose incompatibili con il nostro pensiero. Ma 12 anni dopo Foggetta, scusandosi per quelle parole ha chiarito che non lo rappresentano più in alcun modo e che per lui il diritto di Israele ad esistere in pace e sicurezza accanto a uno Stato Palestinese è fondamentale. Dove erano invece i leader della destra italiana che ci accusano oggi quando il comune di Sesto accoglieva i fascisti di Casapound, dove era Salvini quando rifiutavano la cittadinanza onoraria a Lililiana Segre, dove era quando a Monza, comune guidato dal centrodestra, veniva fatto assessore un esponente di Lealtà e Azione, gruppo neo fascista che si ispira ai gerarchi delle SS? Troppo facile essere amico di Israele a intermittenza e stare zitti quando a destra la memoria zoppica”.

Lo dichiara il deputato democratico Emanuele Fiano

Pagine