02/04/2021 - 12:33

“Solidarietà a Roberto Speranza per le vili minacce rivolte a lui e la sua famiglia. Lo ringrazio per il lavoro, molto spesso difficile, portato avanti per garantire la salute pubblica e sconfiggere la pandemia. Un dovere per tutte le forze politiche fermare la campagna di odio, come esserti tutti vicini”.  Lo scrive su Twitter la deputata dem Elena Carnevali, capogruppo Pd nella commissione Affari Sociali della Camera.

02/04/2021 - 12:23

Per noi davvero preoccupante

"Gli amici di Salvini in Europa, Orban e Morawiecki, sono nemici dei diritti delle donne, dello stato di diritto e della libertà di stampa. Se è orgoglioso di incontrarli, la sua idea di Italia è davvero preoccupante". Lo scrive su Twitter la deputata Chiara Gribaudo, della segreteria nazionale del Pd.

02/04/2021 - 11:45

“Il Decreto fiscale del 2018 sta creando gravissimi problemi a molti lavoratori, soprattutto del settore agricolo, che non riescono a maturare i requisiti per andare in pensione nonostante abbiano già versato i contributi. E’ necessario sanare immediatamente questa situazione paradossale”. È quanto dichiara Luca Sani, deputato Pd in commissione Finanze della Camera, preannunciando un emendamento correttivo al Decreto Sostegni.

“Lo stralcio dei debiti fino a 1000 euro per i debiti contratti con l’erario dal 2000 al 2010 è avvenuto in modo automatico ma comprendeva anche i debiti previdenziali. Molti lavoratori, che avevano rateizzato i pagamenti dei contributi pensionistici, hanno oggi subito la cancellazione di versamenti fatti periodicamente (sotto i mille euro) con conseguente perdita di intere annualità già corrisposte. A causa di questa norma la pensione è stata quindi posticipata di anni. Il Decreto Sostegni rappresenta l’opportunità per il Parlamento di sanare questa ingiustizia”, conclude Sani.

01/04/2021 - 21:45

"Per i lavoratori della Cerutti di Casale Monferrato e Vercelli ci sarà un altro mese di cassa integrazione covid. Questo risultato è il frutto di un lavoro di squadra e della sensibilità dei Ministri Orlando e Giorgietti. Da parte della regione mancano invece ancora soluzioni concrete. L'assessore Chiorino non sprechi questo mese a scaricare responsabilità ed eserciti il suo ruolo. I tempi per la presentazione delle offerte stanno per scadere e questi lavoratori rischiano di rimanere senza lavoro e senza ammortizzatori sociali, in un contesto già colpito da tante crisi industriali e dalle difficoltà della pandemia. "Lo dichiara la deputata piemontese del Pd, Chiara Gribaudo.

01/04/2021 - 19:10

“Con il voto in Commissione Cultura della Camera si è compiuto finalmente un passo decisivo per il superamento del divieto di doppia iscrizione universitaria. Il Partito democratico sta combattendo da tempo questa battaglia per abolire una legge del 1933 che impedisce ad uno studente di iscriversi contemporaneamente a due corsi di laurea, un divieto anacronistico che ha comportato per l'Italia un ritardo anche rispetto agli altri Paesi europei, e che confidiamo presto di colmare”.

Lo dichiara Flavia Piccoli Nardelli, capogruppo Pd in commissione Cultura.

“Già nella scorsa legislatura, presentando una proposta in questo senso con Marco Meloni, e di nuovo in questa legislatura, con Anna Ascani, il Partito democratico si è impegnato in questa direzione. Nuovi spazi di cultura e di sapere si aprono per tutte quelle studentesse e quegli studenti che vorranno intraprendere contemporaneamente due diversi corsi di laurea, di laurea magistrale o di master, anche presso più università, scuole o istituti superiori. E lo stesso sarà possibile per l'alta formazione artistica, musicale e coreutica”.

“I saperi si contaminano ogni giorno di più, i confini tra le discipline cadono, dobbiamo dare ai nostri ragazzi gli strumenti adatti per affrontare le sfide del futuro. L'augurio e l’appello che lanciamo a tutte le forze politiche - conclude Piccoli Nardelli - è che adesso il testo venga approvato in tempi rapidi".

01/04/2021 - 18:42

“La data di pubblicazione è evocativa, l’8 marzo, ma l’incardinamento e l’avvio dell’iter parlamentare in commissione Agricoltura è di questi giorni. Si tratta della legge a mia prima firma, a sostegno del lavoro e della imprenditoria femminile nell’agricoltura e nella pesca. La norma, sottoscritta da moltissime deputate Pd, nasce dall’esigenza di promuovere e valorizzare un settore economico in forte crescita ma dove permangono differenze e disparità di genere”. Lo dichiara Susanna Cenni, vicepresidente Pd della commissione Agricoltura alla Camera e responsabile Politiche Agricole della Segreteria Nazionale Pd.

“La norma – spiega Cenni – si pone il problema di conoscere e monitorare, con la creazione di un apposito ufficio dotato di risorse presso il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, la situazione delle donne nel lavoro e nell’impresa di questo comparto. Inoltre, propone di istituire un Osservatorio con il contributo delle rappresentanze, dei saperi e delle competenze della ricerca e dei servizi alle imprese ed al credito; di istruire misure e interventi utili a favorire il rispetto delle pari opportunità nel lavoro e nell’accesso agli strumenti di sostegno all’impresa femminile; di favorire la nascita di servizi per la conciliazione, per i trasporti, per la sicurezza nelle aree rurali. Le azioni saranno annualmente previste in un Piano nazionale”.

“Si interviene poi – aggiunge la deputata PD – per garantire il rispetto della parità nelle nomine di competenza del Mipaf nei vari enti, nei comitati, nella consulenza; si istituisce la figura del coadiutore anche nella pesca, facendo uscire dalla invisibilità molte donne oggi impegnate nel pescaturismo, nell’ittiturismo, nella vendita del fresco. Si istituisce, infine, un fondo per la promozione di studi sulle donne nell’agricoltura e nella pesca”

01/04/2021 - 17:42

“Voglio esprimere il mio supporto totale alla rete di giornaliste G.i.u.l.i.a e alla loro lotta contro il linguaggio d'odio on line che colpisce soprattutto le professioniste donne. Abbiamo avuto un approfondito quadro della questione ieri a San Macuto quando abbiamo audito Silvia Garambois e Paola Rizzi, autrici del libro-inchiesta '#StaiZitta giornalista! (All Around ed.) con il segretario Fnsi Raffaele Lorusso e la presidente della Cpo Fnsi Mimma Caligaris. Le autrici del libro hanno presentato un quadro complessivo degli interventi e delle ricerche sui dati relativi alle offese, agli attacchi, alle minacce sessiste ricevute dalle giornaliste, bersaglio prescelto "in quanto donne". Abbiamo il dovere di intervenire contro tutte le minacce, anche contro quelle sui social, subdole e pericolose. E prevenire il linguaggio d’odio. A tal proposito ricordo che la legge Zan è ancora inspiegabilmente bloccata al Senato e sarebbe un doveroso primo passo da fare, immediatamente, per mettere un argine a questo fenomeno”.

Così in una nota il deputato del Pd Paolo Lattanzio, componente della Commissione Parlamentare Antimafia.

01/04/2021 - 15:44

Diretta instagram con Fabio Canino, Diego Passoni e Alessandro Zan

venerdì 2 aprile, ore 19.00

Fabio Canino e Diego Passoni saranno in diretta Instagram con Alessandro Zan, deputato e relatore alla Camera della legge contro l'omotransfobia, la misoginia e l’abilismo, venerdì 2 aprile alle ore 19:00.

Si parlerà del provvedimento a contrasto dei crimini d'odio, che al momento è bloccato in commissione Giustizia del Senato per decisione del suo presidente di non calendarizzarlo, con un focus ben preciso: l'importanza della mobilitazione del mondo dello spettacolo a sostegno della legge.

Nei giorni scorsi infatti già diversi volti della musica hanno chiesto con forza la calendarizzazione in commissione Giustizia del Senato della legge Zan, nella speranza di arrivare all'approvazione in tempi rapidi. La diretta sarà visibile sui tre profili Instagram: @fabiocaninoreal, @diegopassoni, @alessandro.zan

01/04/2021 - 15:34

"Leggo con piacere dell'interesse del Movimento 5 Stelle per una proposta che consenta il voto ai fuori sede senza obbligarli a spostamenti che compromettono i loro impegni di studio e di lavoro. Il PD ha già presentato in questa legislatura dei testi di legge delle deputate Madia, Pini e Piccoli Nardelli raccogliendo un lavoro dal basso dei Giovani Democratici e dell'associazionismo studentesco. Siamo felici che altre forze politiche vogliano unirsi a noi in questa battaglia”.

Così la deputata dem, Chiara Gribaudo.

01/04/2021 - 13:20

Dichiarazione di Stefania Pezzopane, deputata Pd                                                      
La  misura è colma. Non è più tollerabile assistere inermi a queste ripetute aggressioni nei confronti delle forze di Polizia mentre stanno svolgendo il loro meritevole lavoro:  quello di far rispettare le regole per salvaguardare la nostra salute . Gli episodi avvenuti a L’Aquila ed Avezzano sono un ulteriore segno di degrado e di imbarbarimento. Siamo ancora in piena pandemia, con gli ospedali che curano solo malati Covid , con le terapie intensive intasate e malati “normali”  in attesa  da mesi di essere curati. Eppure, in questa situazione così drammatica si diffonde un sentimento indegno e infame che porta a colpevolizzare i tutori dell'ordine che rischiano quotidianamente anche le loro vite pur di far osservare regole essenziali per la salute di tutti i cittadini. E' ora di dire basta, perchè la solidarietà, che qui ovviamente esprimo nei confronti delle persone colpite e del corpo che rappresentano, non basta più. Chiederò al ministro della Difesa e a quello dell'Interno di intensificare i pattugliamenti ma soprattutto  occorre prevedere pene certe per questi violenti che non possono uscire di galera dopo pochi giorni dal loro arresto. Non si tratta di creare uno Stato di polizia ma di assicurare alla giustizia i violenti con condanne severe, proporzionate agli atti criminali compiuti. Il problema esiste e non si può più far finta di nulla.

01/04/2021 - 12:44

“Quella messa in campo dal Pnrr è una straordinaria occasione per rafforzare il futuro della sanità e del welfare del Paese, superata l’emergenza Covid con l’attuazione del piano vaccinale. La Missione 6 del Pnrr, denominata appunto ‘Salute’, si caratterizzata da linee di intervento volte a rafforzare e rendere più sinergica la risposta sanitaria territoriale e ospedaliera, a promuovere e diffondere l'attività di ricerca del Servizio sanitario nazionale. La priorità è promuovere e rafforzare un'assistenza di prossimità, anche con il forte investimento tecnologico e della telemedicina, e che trova nelle case di comunità l’architrave per una reale integrazione tra sanità, sociale e terzo settore vicina ai bisogni dei cittadini, con l’obiettivo di consentire un'effettiva equità di accesso della popolazione alle cure sanitarie e sociosanitarie, attraverso la definizione di standard qualitativi e quantitativi uniformi e tenendo conto delle aree interne e montane. Si pone così la necessità di rivedere il Dm 70/15 anche per dare corpo agli ospedali di comunità”.

Così Elena Carnevali, capogruppo dem in commissione Affari sociali alla Camera e relatrice sul Piano nazionale di ripresa e resilienza.

“Fondamentale sarà - aggiunge la deputata dem - il rapporto tra Salute e Ricerca prevista nel Pnrr, a cominciare da una rivisitazione del regime giuridico degli Irccs e delle politiche del ministero della Salute, sostenendo l'attività di ricerca e rafforzando le capacità di risposta del Ssn alle emergenze sanitarie, alla transizione epidemiologica e ai fabbisogni sanitari legati al quadro demografico. Le risorse complessivamente destinate alla Missione 6 ammontano a 19,72 miliardi di euro, pari al 9% delle risorse totali del Piano. Due le componenti progettuali di indirizzo: l’assistenza di prossimità e la telemedicina, con 7,90 miliardi di euro; e l’innovazione, la ricerca e la digitalizzazione dell'assistenza sanitaria, con 11,82 miliardi di euro. Si tratta - conclude Elena Carnevali - di un’opportunità unica per il Sistema Sanitario del nostro Paese che ha bisogno anche di un forte rafforzamento nel suo capitale umano e professionale”.

01/04/2021 - 11:17

“Molti giornalisti (Antonella Napoli, Graziella Di Mambro, Angela Caponnetto, Sara Lucaroni, Riccardo Cristiano, Shady Hamadi) sono oggetto, sulla Rete, di vere e proprie campagne di odio, di insulti, intimidazioni, minacce da parte di un soggetto che si chiama Totolo e che scrive su Primato Nazionale. Sono campagne deliranti, un vero e proprio squadrismo, che potrebbe produrre conseguenze e pericoli concreti per le persone coinvolte. Sono tutte giornaliste che scrivono quello che vedono; ci sono state querele però inspiegabilmente tutte senza alcun esito. Noi del Comitato Antimafia ma anche la Presidenza della Camera abbiamo il dovere di coinvolgere il Viminale, in particolare l'Osservatorio per la difesa e il monitoraggio delle minacce ai giornalisti, perché è impossibile che tutti i giorni, da quella azienda che fabbrica odio, vengano queste cose, perché non è possibile che, in un Paese come il nostro, i giornalisti che lavorano siano così minacciati  ed esposti”.

Lo ha detto Walter Verini, deputato Pd e presidente del Comitato Antimafia che si occupa di intimidazioni e minacce ai giornalisti.

01/04/2021 - 11:10

“Molti giornalisti (Antonella Napoli, Graziella Di Mambro, Angela Caponnetto, Sara Lucaroni, Riccardo Cristiano, Shady Hamadi) sono oggetto, sulla Rete, di vere e proprie campagne di odio, di insulti, intimidazioni, minacce da parte di un soggetto che si chiama Totolo e che scrive su Primato Nazionale. Sono campagne deliranti, un vero e proprio squadrismo, che potrebbe produrre conseguenze e pericoli concreti per le persone coinvolte. Sono tutte giornaliste che scrivono quello che vedono; ci sono state querele però inspiegabilmente tutte senza alcun esito. Noi del Comitato Antimafia ma anche la Presidenza della Camera abbiamo il dovere di coinvolgere il Viminale, in particolare l'Osservatorio per la difesa e il monitoraggio delle minacce ai giornalisti, perché è impossibile che tutti i giorni, da quella azienda che fabbrica odio, vengano queste cose, perché non è possibile che, in un Paese come il nostro, i giornalisti che lavorano siano così minacciati  ed esposti”. Lo ha detto Walter Verini, deputato Pd e presidente del Comitato Antimafia che si occupa di intimidazioni e minacce ai giornalisti.

01/04/2021 - 10:52

"Nessuno può mettere in dubbio la vocazione europeista del Partito democratico e del governo Draghi, ma è oggi inaccettabile che la rigidità di Bruxelles comprometta il rilancio della nostra compagnia di bandiera proprio mentre deve essere programmata la prossima stagione turistica estiva. Il nostro trasporto aereo è il più liberalizzato tra tutti i Paesi europei. Con la pandemia che sta bloccando il settore è francamente assurdo che sia proprio l'atteggiamento restrittivo dell'Unione europea a bloccare non solo la nascita della nuova compagnia 'Ita', ma addirittura gli attuali stipendi dei lavoratori”.

Così Davide Gariglio, capogruppo Pd in commissione Trasporti alla Camera.

"I paletti che vorrebbe imporci l'Ue, a partire dal dimezzamento degli slot di Milano Lainate - aggiunge il deputato dem - sono irricevibili e rappresentano penalizzazioni assurde mai richieste ad altre compagnie aeree sostenute da aiuti di stato. La situazione è complicata - conclude Davide Gariglio - ma resto comunque fiducioso che possa sbloccarsi grazie a un deciso intervento del Governo Draghi in sede comunitaria”.

01/04/2021 - 10:50

"Nessuno può mettere in dubbio la vocazione europeista del Partito democratico e del governo Draghi, ma è oggi inaccettabile che la rigidità di Bruxelles comprometta il rilancio della nostra compagnia di bandiera proprio mentre deve essere programmata la prossima stagione turistica estiva. Il nostro trasporto aereo è il più liberalizzato tra tutti i Paesi europei. Con la pandemia che sta bloccando il settore è francamente assurdo che sia proprio l'atteggiamento restrittivo dell'Unione europea a bloccare non solo la nascita della nuova compagnia 'Ita', ma addirittura gli attuali stipendi dei lavoratori”.

Così Davide Gariglio, capogruppo Pd in commissione Trasporti alla Camera.

"I paletti che vorrebbe imporci l'Ue, a partire dal dimezzamento degli slot di Milano Lainate - aggiunge il deputato dem - sono irricevibili e rappresentano penalizzazioni assurde mai richieste ad altre compagnie aeree sostenute da aiuti di stato. La situazione è complicata - conclude Davide Gariglio - ma resto comunque fiducioso che possa sbloccarsi grazie a un deciso intervento del Governo Draghi in sede comunitaria”.

Pagine