07/04/2021 - 17:12

“Apprendo che il Presidente Ostellari ha richiesto l’accorpamento della legge contro omotransfobia, misoginia e abilismo approvata alla Camera con altri quattro testi già depositati in Senato, passaggio a cui si poteva procedere ben prima. Mi auguro che dietro questa richiesta non ci sia l’ennesimo tentativo dilatorio verso un testo che, come è noto, gode del sostegno della maggioranza in Commissione ed è già approvato alla Camera. Rimandando la decisione alla Presidente Casellati sull’accorpamento, Ostellari ha esaurito tutti gli alibi. Se si tratta esclusivamente di risolvere un problema tecnico, la prossima settimana si dovrà dare il via libera ai lavori, come richiesto da PD, M5S, LeU e IV. Ora davvero per Ostellari non ci sono più scuse. Il tempo è scaduto".

07/04/2021 - 17:06

“Per uscire da questa crisi, l'Italia deve creare nuove opportunità per le giovani generazioni, a partire dal lavoro. Con il ministro Orlando abbiamo discusso in particolare delle modalità di ingresso nel mondo del lavoro, come tirocini e apprendistato, e della necessità di rafforzare le misure e le risorse previste nel Pnrr per i giovani. Sono loro, insieme alle donne, i più colpiti dalla crisi da Covid, perché più precari e non protetti dal blocco dei licenziamenti. Le giovani partite Iva e i nuovi lavori non possono essere trascurati nelle tutele come negli incentivi per la ripartenza del Paese. Ringrazio il ministro Orlando per la disponibilità e per la condivisione. Per il Partito Democratico, le soluzioni per disoccupazione giovanile e Neet e la lotta al precariato devono essere al centro dell'azione di governo”.

Lo dichiara la deputata Chiara Gribaudo, responsabile Missione Giovani in segreteria nazionale Pd, dopo l'incontro con il ministro Andrea Orlando.

07/04/2021 - 16:53

Dichiarazione on. Romina Mura, deputata Pd

Quanto emerge dal Rapporto Istat sulla competitività dei settori produttivi non fa che confermare ciò che diciamo da tempo: la necessità di intervenire con coraggio e con misure definitive sulla storica fragilità di alcuni sistemi regionali, la maggior parte dei quali al Sud. Per quanto attiene la Sardegna, lo stato di insularità deve essere la condizione da cui si parte per perequare ed equilibrare avendo prima individuato livelli essenziali di prestazione da garantire ( LEP) in materia di salute, istruzione, welfare e mobilità.  Occorre colmare il gap infrastrutturale, quello fisico, attinente i trasporti,  come quello  sociale, attinente l’efficienza dei servizi per famiglie e imprese,  e colmare una volta per tutte il divario digitale. Le risorse di New Generation EU sono allora occasione unica di intervento. Per rimettere in piedi  e rilanciare un sistema produttivo e imprenditoriale provato da decenni di difficoltà,  oltre che dal Covid.

07/04/2021 - 16:51

“Da tempo si discute dell'applicazione sul territorio europeo del cosiddetto Nutriscore: un sistema, mutuato dalla Francia, che fornirebbe informazioni sui prodotti alimentare relativamente alle proprietà nutrizionali, e che permetterebbe di confrontare tra loro i prodotti grazie ad una scala di colori (dal verde al rosso) e di voti (dalla A alla E) in base alla presenza negli alimenti di 4 macro-ingredienti: grassi, grassi saturi, zuccheri e sali di sodio. L'algoritmo Nutriscore ha subito forti critiche, tra gli altri dagli agricoltori europei e da numerosi nutrizionisti, perché semplifica eccessivamente le informazioni nutrizionali. Il nostro Paese si è battuto a Bruxelles contro questo sistema, a favore di un sistema normativo basato solo su rigorosi pareri scientifici.  Chiediamo quindi che il governo metta in campo tutte le iniziative possibili per scongiurare in maniera definitiva le ingiuste discriminazioni a danno di prodotti d'eccellenza del Made in Italy agroalimentare che il sistema del Nutriscore opererebbe”. Lo dichiara Antonella Incerti, capogruppo Pd in commissione Agricoltura della Camera, durante il question time.

 

Nella replica, affidata a Susanna Cenni, vicepresidente Pd della commissione Agricoltura e responsabile Politiche Agricole della Segreteria Nazionale Pd, viene evidenziato come “l’olio extravergine di oliva, con riconosciute proprietà antiossidanti e consigliato contro le malattie cardiovascolari, il parmigiano, con vitamina B, ferro e zinco di riconosciuto valore nutrizionale, sarebbero prodotti sconsigliati da Nutriscore, insieme ad altri prodotti della dieta mediterranea. A differenza, temo, di quanto succederebbe con qualche bibita gassata. Questa non è una strada che tutela la salute dei cittadini e non raccoglie nemmeno la sfida del green deal, mentre noi abbiamo bisogno di costruire filiere sane, a basso impatto ambientale, dalla terra fino alle nostre tavole. Noi sosteniamo, dunque, il governo in questa battaglia contro il Nutriscore in tutte le sedi nazionali ed europee. Perché questo sistema non tutela la salute e non tutela l'ambiente. Sarebbe davvero un paradosso anche considerando il momento che stiamo vivendo. L'agricoltura sostenibile deve essere al centro della ripresa, e al centro dell'agenda italiana ed europea”

07/04/2021 - 16:21

“Offensivo e grave il gesto di Erdogan nei riguardi della Presidente Von der Leyen, peraltro pochi giorni dopo l'annuncio del ritiro dalla Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne. Il Presidente turco porga le sue scuse formali a Von der Leyen e all'Europa intera”. Lo dichiara Piero De Luca, capogruppo Pd in commissione Politiche Ue di Montecitorio.

07/04/2021 - 14:17

“E’ davvero una buona notizia l'accordo tra governo, sindacati e imprese per la somministrazione dei vaccini in modo sicuro e veloce anche nelle aziende a tutela dei lavoratori e lavoratrici. L’arma più grande per ridurre i tempi della campagna di vaccinazione di massa è la diffusione più capillare possibile dei punti vaccinali. L’obiettivo di 500 mila dosi giornaliere passa anche da qui oltre che da un approvvigionamento sistematico utile per una buona programmazione”. Lo dichiara Elena Carnevali, capogruppo Pd in commissione Affari sociali di Montecitorio.

07/04/2021 - 13:31

“L’iniziativa del Ministro Giorgetti di convocare un tavolo istituzionale sulla vicenda Ex Embraco risponde alle ripetute pressioni degli enti territoriali e delle associazioni sindacali e rappresenta un punto di partenza per cercare di risolvere una vertenza drammatica e che rischia di compromettere il futuro di centinaia di famiglie”: è quanto dichiara Davide Gariglio, deputato Pd che ha presentato nei giorni scorsi una interrogazione parlamentare su tale tematica.
“E’ quindi necessario, per garantire concretamente la continuità occupazionale dei lavoratori, non perdere altro tempo ed evitare che l’incontro del 15 aprile si trasformi in un appuntamento autoreferenziale e con la presenza esclusiva dei i governatori delle Regioni interessate che hanno, peraltro, una responsabilità diretta rispetto alle criticità emerse fino ad oggi. Oltre ai sindacati, la cui presenza è già stata sollecitata da altri esponenti del Pd piemontese, dovranno infatti essere presenti all’incontro ministeriale anche gli enti locali, ed in primo luogo l’amministrazione comunale di Chieri, che si sono spesi affinchè la vicenda Ex Embraco uscisse dalla logica sterile della sola concessione di ripetuti ammortizzatori sociali e rappresentasse una nuova opportunità per la creazione di un polo industriale di lavoro stabile e qualificato”: conclude Davide Gariglio.

07/04/2021 - 13:16

“Bene l’accordo siglato tra il ministro del Lavoro Andrea Orlando e tutti i sindacati e le imprese per le vaccinazioni e l’aggiornamento del protocollo per la sicurezza Covid-19. È importante, e bene ha fatto il ministro Orlando ad operare non solo tenendo fermo il principio cardine che la salute di chi lavora è condizione essenziale per la ripartenza economica, ma anche ribadendo l’importanza del dialogo tra le parti sociali come modo migliore per realizzare interessi di carattere generale. Relazioni industriali corrette e positive costituiscono un elemento importante per accompagnare il sistema economico e produttivo in questo periodo così difficile”. Lo dichiara in una nota il deputato dem Antonio Viscomi, capogruppo Pd in commissione Lavoro della Camera dei Deputati.

07/04/2021 - 12:42

L'approvazione del parere sul decreto inerente le tariffe delle intercettazioni in commissione Giustizia è una buona prova di tenuta della maggioranza e di come anche sulla giustizia, quando si abbandonano le posizioni strumentali e pregiudiziali e si cercano le soluzioni di merito, si trova ampia condivisione. Il decreto si era caricato di eccessive valenze tecniche e politiche, alla luce di una interpretazione corretta delle norme del codice e di dubbi che potevano probabilmente trovare un chiarimento già nel testo iniziale. Ad ogni modo, l'attività di mediazione svolta dal governo e dal Partito Democratico, che alla demagogia antepone sempre merito e contenuti, ha consentito di formulare rilievi che chiariscono, al di là di ogni ragionevole dubbio, che le attività di captazione e intercettazione debbono svolgersi nel rispetto delle norme del codice di procedura penale, e che vi sono documenti e file che possono essere acquisiti solo tramite perquisizione. Nessuna innovazione nella disciplina vigente, ma solo precisazioni utili e idonee a ribadire che è necessario salvaguardare indagini e garanzie, e su cui si è trovato l'accordo di tutta la maggioranza.

Lo affermano i deputati dem Alfredo Bazoli, capogruppo Pd in commissione Giustizia, e Carmelo Miceli, componente della commissione Affari costituzionali della Camera. 

07/04/2021 - 12:40

“Fonti di agenzia riferiscono che 15 aprile ci sarà un incontro con il ministro dello Sviluppo Economico, Gianluca Giorgetti, i presidenti delle Regioni Piemonte e Veneto, Alberto Cirio e Luca
Zaia e i lavoratori dell’ex Embraco, in presidio permanente davanti alla sede della Regione Piemonte, a 18 giorni dai licenziamenti di 400 lavoratori di Riva di Chieri che scatteranno il 25 aprile. Da tempo è stato chiesto al ministro Giorgetti di occuparsi della questione e speriamo che il 15 aprile sia la volta buona. Tuttavia, trovo singolare che alla riunione non siano state invitate le sigle sindacali che sono in piazza a Torino, in presidio permanente, insieme ai lavoratori e chiedo pertanto al ministro Giorgetti che siano presenti al tavolo anche loro”. Lo dichiara la deputata piemontese del Pd Francesca Bonomo.

07/04/2021 - 11:47

“Ieri la LFoundry ha comunicato l’avvio della cessione di un ramo d’azienda. In una lettera recapitata alle organizzazioni sindacali e alle Rsu dello stabilimento, si comunica che non prima del 3 maggio, si procederà alla cessione delle funzioni del CRM, il customer relationship management, alla sede italiana della società tedesca denominata SPARC EU GmbH. Sebbene l’operazione sembrerebbe una semplice razionalizzazione, ciò che desta preoccupazione è il rischio che il sito venga progressivamente depauperato di know-how e competenze a maggior valore aggiunto, oltre che privato del rapporto diretto con i clienti”. Lo dichiara in una nota la deputata abruzzese del Pd Stefania Pezzopane.

“Secondo il management – aggiunge la deputata dem - questo permetterebbe di mantenere efficienza e qualità, minimizzando l’esposizione alle fluttuazioni dei mercati attraverso un contratto di fornitura col gruppo Wuxi Xichanweixin Semiconductor Co. Ltd. Tuttavia, con la progressiva trasformazione dello stabilimento di Avezzano in un sito esclusivamente produttivo e senza brevetti propri, LFondry si ritroverebbe in balia del mercato e di una concorrenza insidiosa. Vista l'esperienza trentennale, i punti di forza di LFoundry vanno invece ricercati nelle professionalità e nella qualità delle produzioni”.

“In questo contesto – conclude Pezzopane - sarebbe opportuno che il Mise aprisse un tavolo di monitoraggio su LFoundry, così come richiesto dalle organizzazioni sindacali. A tal fine mi sono rivolta alla viceministra dello sviluppo economico Alessandra Todde perché si convochi il tavolo”.

07/04/2021 - 10:03

“L’accordo per una mozione unitaria sulla riapertura delle scuole in presenza è un segnale importante che accogliamo con soddisfazione. Per noi la scuola è una priorità assoluta, il futuro delle ragazze e dei ragazzi è il futuro del nostro Paese. Consideriamo, dunque, la mozione che impegna il governo ad agire secondo questa priorità un passo importante nella giusta direzione”.

Lo dichiara Flavia Piccoli Nardelli, capogruppo Pd in commissione Cultura della Camera.

“Il testo - prosegue l'esponente dem - tiene nel giusto equilibrio il diritto all'istruzione e il diritto alla salute e impegna il governo ad ogni possibile iniziativa finalizzata alla riapertura in sicurezza degli istituti scolastici; a curare gli ambienti scolastici e l'impianto organizzativo a sostegno degli alunni con disabilità; a garantire uniformità in tutto il territorio nazionale; a concludere nel minor tempo possibile la vaccinazione del personale scolastico; a dotare le scuole di mascherine adeguate all'età dei ragazzi”.

“La fatica degli alunni, degli insegnanti e dei genitori è molta, e la pandemia ha senz'altro danneggiato maggiormente i soggetti più fragili, quelli che vivono in ambienti con minori mezzi. Il nostro impegno è prioritario sulla riduzione di tali differenza, per garantire a tutti le stesse possibilità. Non si tratta di fare facile demagogia - conclude Piccoli Nardelli - ma di prendere atto che tutti, governo e Parlamento, dobbiamo dare alla riapertura delle scuole in sicurezza la massima attenzione e il massimo impegno”.

06/04/2021 - 19:32

I deputati democratici Emanuele Fiano e Filippo Sensi hanno ricevuto una delegazione composta da rappresentanti di diverse categorie che hanno protestato oggi a Montecitorio. Sono stati prima di tutto ribaditi il netto rifiuto e la condanna di ogni manifestazione violenta, anche per le situazioni di grande sofferenza che molti stanno vivendo in questa drammatica fase.

L’impegno dei deputati democratici è stato quello di portare all’attenzione del governo alcuni punti che sono stati oggetto del confronto. In particolare le questioni della moratoria sui debiti, degli indennizzi e delle riaperture. I rappresentanti delle categorie inoltre hanno chiesto l’impegno del Pd per favorire un incontro rapido con il governo.

Allo scopo di non far crescere le tensioni in atto, per deputati democratici è evidente come sia necessaria da parte del governo un’iniziativa per aprire un confronto sulle criticità emerse e promuovere al più presto concreti interventi.

06/04/2021 - 19:20

Altri 45 giorni di detenzione per Zaki. Un atto gravissimo. Contro la giustizia ed i diritti umani. Un insulto anche al nostro Paese. Si eserciti la massima pressione sul Governo egiziano contro questa ulteriore ingiustizia.

Così Andrea De Maria, Deputato PD e Segretario di Presidenza della Camera.

06/04/2021 - 18:17

“Un secco no alla richiesta di cambio dei giudici e altri 45 giorni di custodia cautelare per Patrick Zaki. La sua prigionia è inaccettabile. Il Governo si attivi per la cittadinanza italiana a Patrick e con l'UE si impegni al massimo per garantirne la liberazione #freepatrickzaki”. Lo scrive su twitter Piero De Luca, capogruppo Pd in commissione Politiche Ue di Montecitorio.

Pagine