15/09/2020 - 13:48

“L’avvio dell’anno scolastico è stato complessivamente incoraggiante. Vanno ringraziati soprattutto i presidi, gli insegnanti ed il personale tecnico per l’impegno svolto in questi mesi per definire il ritorno delle lezioni in presenza cercando di limitare i disagi. Vanno inoltre ringraziate le famiglie per l’atteggiamento di corresponsabilità nei confronti degli istituti. Molte delle problematiche erano note e devono essere ancora risolte ma il distanziamento sociale impone soluzioni non facili ed immediate: realizzare in pochi mesi banchi singoli non è infatti semplice mentre per le mascherine che mancano ancora in troppe scuole forse si poteva fare meglio, anche perché gli annunci promettevano tutt’altro. Mi auguro però che anche dal ministero dell’Istruzione si utilizzi un profilo basso senza enfatizzare troppo i risultati positivi e sminuire le criticità evidenti”. Lo dichiara Lucia Ciampi, deputato Pd in Commissione cultura di Montecitorio.

15/09/2020 - 11:58

"Le notizie di stampa su un'attività di schedatura di cittadini italiani, compresi autorevoli esponenti del mondo politico ed economico, da parte di una società cinese richiede un inequivoco e immediato chiarimento. Per le implicazioni che la vicenda può avere sulle relazioni italo-cinesi e sulla politica estera italiana, proporrò alla Commissione Esteri l'audizione  dell'Ambasciatore cinese, nonche' di coloro che possano consentire una esaustiva conoscenza della vicenda."
Lo ha dichiarato l'on. Piero Fassino, Presidente della Commissione Esteri della Camera.

14/09/2020 - 17:09

"Eravamo stati facili profeti a denunciare il fatto che l'ordinanza del presidente della Regione Solinas era un pasticcio che avrebbe creato solo caos, E quanto sta accadendo oggi in Sardegna, in particolare nell'aeroporto di Elmas, ne è la prova più chiara. Invece di garantire sicurezza, è stata alimentata soltanto una situazione di grave incertezza che non può che penalizzare la nostra regione e scoraggiare chi deve arrivare. Quando si utilizza un'emergenza solo per fare propaganda e non per risolvere problemi non si poteva che arrivare a questo disastroso risultato. Riprenda, Solinas, la strada della collaborazione con il governo e abbandoni iniziative sconclusionate".

Lo dichiarano i deputati democratici Andrea Frailis, Romina Mura e Gavino Manca

14/09/2020 - 16:05

Dichiarazione on. Nicola Pellicani, deputato Pd

Venezia perde un altro dei suoi protagonisti della vita politica veneziana del Novecento. Toni Casellati avvocato del PRI non fu solo sindaco della giunta rossoverde della fine degli anni ottanta (1987/1990), bensì uno dei pionieri dell’ambientalismo veneziano con Italia Nostra fin dagli anni Sessanta.

Fu il primo assessore all’Ecologia del Comune di Venezia nel 1972 e in prima linea per chiedere, dopo l’Aqua Granda del ‘66, una legislazione straordinaria per Venezia, poi arrivata nel ‘73. Proprio per questo Casellati rappresenta ancora oggi una figura di grande attualità, in quanto fu tra coloro che per primi individuarono l'esigenza di una Legge Speciale per Venezia, che è ancora fondamentale per gli interventi per la salvaguardia della città Assieme a Bruno Visentini, Luigi Scano, Gaetano Zorzetto e altri faceva parte del gruppo di repubblicani del PRI che ebbe un ruolo strategico nella vita politico-amministrativa di Venezia.

14/09/2020 - 14:52

Dichiarazione on. Andrea Frailis , deputato Pd

"Il centrodestra la smetta di cercare consenso attraverso una volgare  propaganda sulle pelle dei cittadini sardi. Questa irresponsabilità  può essere pagata a duro prezzo".
Così il deputato del Pd Andrea Frailis , che polemizza duramente nei  confronti dell'ultima ordinanza del governatore della Sardegna  Solinas e delle prese di posizioni dei parlamentari sardi del centrodestra . Per Frailis “l'ultima ordinanza è talmente confusa e pasticciata da compromettere seriamente la lotta  al coronovirus . Il  governo nazionale ha fornito alla Sardegna tutta la strumentazione necessaria per attivare le dovute terapie intensive ma dalla Regione registriamo  un drammatico ritardo, cosi come denunciamo che di  tamponi  se ne stanno facendo  pochi, troppo pochi. Chiediamo a Solinas e ai suoi sodali di smetterla di scaricare sul governo nazionale responsabilità che sono solo in capo a loro stessi . Da parte nostra - ha concluso Frailis - ribadiamo che  c'è il massimo  aiuto e  collaborazione  per trovare tutte le soluzioni più adeguate per mettere in sicurezza la popolazione, seppur in presenza  di una preoccupante e reiterata  inadeguatezza del governo regionale".

13/09/2020 - 19:30

Il Governatore Solinas continua a ingenerare confusione, e con l’ultima pasticciata ordinanza mette la Sardegna al di fuori del sistema costruito in collaborazione da Governo e amministrazioni locali per affrontare la recrudescenza del virus. Aveva a disposizione la possibilità di un accordo di reciprocità con la Regione Lazio e le altre Regioni ma non lo ha voluto sottoscrivere, invocando per l’ennesima volta un passaporto sanitario da esibire all’ingresso nell’Isola che, non solo non si può fare perché palesemente incostituzionale, ma che gli scienziati sono concordi nel ritenere totalmente inutile, perché portatore di un risultato cosi parziale da poter essere smentito nel giro di poche ore. La sanità sarda avrebbe bisogno di ben altro che abborracciate e propagandistiche soluzioni autarchiche, come dimostra il flop del sistema regionale. E’ bastato un lievissimo incremento nei contagi per mettere in crisi la rete delle terapie intensive a Cagliari e a Sassari, mentre gli insegnanti e il personale scolastico ancora attendono di poter fare tamponi e test (la Sardegna è l’ultima in Italia) e altrettanto accade con il personale sanitario. Il ministro Boccia ha confermato che iI Governo è al fianco della Sardegna per affrontare efficacemente l’emergenza; a patto che la Regione la smetta di utilizzare questo dramma per fare propaganda politica, e si decida una volta per tutte a imboccare la strada della soluzione dei problemi. Finora non lo ha fatto.

Lo dichiarano i deputati dem Andrea Frailis, Gavino Manca e Romina Mura.

12/09/2020 - 15:35

Come preannunciato nell'ultima riunione della Direzione il si' chiaro del Partito Democratico al referendum si arricchisce di precise proposte innovative offerte a tutte le forze sociali, politiche e parlamentari a cominciare da quelle della maggioranza. La seconda meta' della legislatura deve essere l'occasione propizia per un reale aggiornamento delle istituzioni reso possibile grazie alla propulsiva vittoria del si'. Lo dichiara Stefano Ceccanti capogruppo Pd in Commissione Affari Costituzionali della Camera e portavoce dei democratici per il si'.

11/09/2020 - 18:58

"Bene che il Presidente Conte partecipi ai funerali di Willy Monteiro sulla scia della forte emozione che ha percorso il Paese. Mi stringo ai familiari di Willy, e mi unisco al dolore e all’indignazione di chi ha conosciuto questo ragazzo generoso ucciso dall’odio del branco".

Lo scrive su Twitter Laura Boldrini,  ex presidente della Camera e deputata dem.
 

09/09/2020 - 20:37

“Sono molto soddisfatto perché finalmente arrivano le risorse per la bonifica dei poligoni militari, problema particolarmente sentito in Sardegna. In commissione Difesa alla Camera è stato approvato un decreto del governo che stanzia 1 milione di euro per il 2020, 5 milioni per il 2021 e 20 milioni ciascuno per 2022 e 2023. Le risorse serviranno al recupero dei residuati delle munizioni sparate nel corso delle esercitazioni, ma anche alla riduzione dell’amianto su navi e aerei militari. Grazie al decreto del governo si avvia concretamente l’attività di bonifica dei poligoni sardi, per troppi anni trascurata a causa di una normativa inadeguata”. Lo dichiara il deputato dem Andrea Frailis, il quale ha illustrato in commissione Difesa la posizione a nome del Gruppo del Partito Democratico.

09/09/2020 - 19:34

<Una bella pagina oggi al Senato con il voto che ha equiparato l’elettorato attivo delle due Camere. E’ un voto di grande valore perché, consentendo anche ai diciottenni di eleggere i senatori, cancella una disparità ingiustificata e elimina l’eventualità di due maggioranze diverse nei due rami del Parlamento. Anche questa decisione conferma che il cantiere delle riforme, su cui i Democratici hanno lavorato con convinzione in questi mesi nell’ottica di creare quel “contesto organico di riforma” all’interno del quale trova posto la riduzione del numero dei parlamentari, è in piena attività>.

Così il capogruppo democratico alla Camera Graziano Delrio.

09/09/2020 - 19:08

Con il Decreto Semplificazioni arrivano nuovi strumenti per contrastare la sosta selvaggia. Con queste misure garantiremo il diritto alla mobilità alle fasce deboli, disincentivando comportamenti scorretti che troppo spesso causano problemi alla viabilità e insicurezza nelle nostre strade”.

E’ quanto dichiara Davide Gariglio, capogruppo Pd in commissione Trasporti sul provvedimento approvato oggi dalla Camera dei Deputati.

“La norma consente infatti ai Comuni di avvalersi dei propri dipendenti e di quelli delle società esercenti la gestione della sosta a pagamento per accertare le violazioni in materia di sosta sulle aree oggetto dell'affidamento, riconoscendo a questo personale la qualifica di pubblico ufficiale. Le stesse funzioni potranno essere conferite al personale ispettivo delle aziende esercenti il trasporto pubblico locale, con riguardo alle corsie e strade ove transitano i veicoli del tpl. Vengono inoltre introdotte nuove tecnologie per controllare lo sosta irregolare come strumenti elettronici, fotografici e l'uso della digitalizzazione. Si tratta di un provvedimento che avevo presentato nei mesi scorsi e che era stato già inserita nel Nuovo Codice della Strada approvato nelle Commissioni competenti di Montecitorio, e che concretizza un importante risultato politico: finalmente vengono definiti poteri e ruoli,e vengono attribuiti ai sindaci italiani strumenti fondamentali per poter controllare la sosta sul territorio delle nostre città”.

09/09/2020 - 17:34

Le deputate del Pd Enza Bruno Bossio e Alessia Rotta  hanno presentato una  interrogazione al ministro degli Esteri sul caso della donna italiana uccisa in Svizzera

“Chiediamo sia fatta completa luce sul  caso di femminicidio commesso recentemente in   Svizzera nei confronti di una  donna italiana, Teresa Scavelli,  originaria di Cotronei in Calabria e veronese d'adozione,  per rendere giustizia a questa donna e in particolare alla sua famiglia.” E’ quanto scrivono in una interrogazione urgente al ministro degli Esteri, le parlamentari del Pd Enza Bruno Bossio e Alessia Rotta, e sottoscritta da altre 15 deputate democratiche.
Rotta e Bruno Bossio, nel ricostruire il drammatico episodio, hanno ricordato al ministro Di Maio che “l’uccisione di Teresa Scavelli, di 46 anni, è avvenuta nel comune di San Gallo, nella Svizzera tedesca,  alcuni giorni fa e che  la donna è stata uccisa per opera di un giovane di 22 anni ,  successivamente colpito a morte dalla polizia”. “La donna – si legge sempre nell’interrogazione- era originaria di Cotronei in Calabria e veronese d'adozione, e aveva lasciato per lavoro il marito e i tre figli a Oppeano, nel veronese, per fare la babysitter in una famiglia nell’omonimo cantone di San Gallo. Secondo quanto ricostruito dalla polizia Svizzera, il 22 enne, che soffriva di problemi psichici, sarebbe entrato nella casa in cui la donna prestava servizio. Pare che la donna – aggiungono le parlamentari del Pd-  abbia cercato di difendere i bambini a lei affidati, affrontando con coraggio l’omicida per evitare che si accanisse sui piccoli e che per questo sia stata colpita con particolare violenza riportando numerose ferite che hanno poi causato la morte.” Per Bruno Bossio e Rotta , “da quel che è emerso, anche dalle dichiarazioni del sindaco di Cotronei e della comunità veronese di Palù, dove ancora risiede la famiglia, la storia di Teresa Scavelli racconta dell’impegno e della dedizione di una donna esemplare e coraggiosa  che ha lasciato la sua casa e suoi affetti per rimboccarsi le maniche in un Paese straniero e contribuire al sostentamento della sua famiglia, a cui oggi resta solo il grande dolore per una morte così atroce.” Le deputate democratiche hanno chiesto al ministro Di Maio di “fare chiarezza su questo caso di femminicidio” e di sapere quali “ iniziative intenda intraprendere, anche attraverso contatti diretti con l'ambasciata Svizzera in Italia, per seguire con attenzione l’evolversi delle indagini”.
 

09/09/2020 - 17:19

"Con la scomparsa di Amos Luzzatto ci lascia una delle più eminenti personalità dell'ebraismo italiano, sempre in prima linea in ogni battaglia per l'affermazione delle libertà civili, dei diritti umani, di una società multiculturale libera da ogni forma di antisemitismo, razzismo e discriminazione. Alla profonda cultura e lucidità di pensiero univa l'ironia dell'intelligenza e la passione civile del sincero democratico. Resterà nel cuore dei tanti che lo hanno conosciuto, stimato e amato".
Così il Presidente della Commissione Esteri della Camera Piero Fassino ha espresso il suo cordoglio per la scomparsa di Amos Luzzatto.

09/09/2020 - 17:04

Siamo dinanzi ad un’occasione storica per indirizzare il nostro modello di sviluppo. Dal lavoro di creazione, di progettazione e di realizzazione dei piani da finanziare con il Recovery fund dipende non solo la ripresa ma il futuro dell’Italia: servono progetti realmente innovativi che corrispondano agli orientamenti definiti dall’Europa, a cominciare dalla transizione ecologica e dalla trasformazione digitale e che puntino a superare il gap di genere che penalizza il nostro paese anche in confronto alle altre nazioni europee. Il compito del Parlamento è di dare indirizzi e cornice all’azione dell’esecutivo e si è iniziato nelle scorse settimane un lavoro serio in tal senso al termine del quale ci sarà il confronto con il governo che oggi ha presentato le sue Linee guida>.

Così il capogruppo democratico alla Camera Graziano Delrio.

09/09/2020 - 14:39

“La sospensione cautelare della sperimentazione sul vaccino per il coronavirus di AstraZeneca dimostra come la sperimentazione sui vaccini sia una cosa seria, fatta in trasparenza, secondi i principi di massima cautela.

Per fare un vaccino mediamente ci vogliono 3 anni, la corsa contro il tempo messa in campo dai maggiori centri di ricerca occidentali non può e non deve comprimere il fattore sicurezza, come dimostra questo caso. Rimaniamo ottimisti sullo sviluppo di questo o di altri vaccini, nel più breve tempo possibile, ma questa vicenda ci dimostra che non c'è una soluzione facile e veloce al tema del Covid-19 quanto piuttosto una serie di procedure che vanno messe in campo per convivere con il virus”.

Così in una nota, Beatrice Lorenzin, ex ministro della Salute e responsabile del forum salute del Partito Democratico.

“Nell’attesa del vaccino o della terapia - prosegue l'esponente dem - non possiamo perdere tempo. Per questo, a mio parere, è importante utilizzare le risorse del MES per un grande piano per la prevenzione e la messa in sicurezza del sistema sanitario nazionale. Bisogna rafforzare il territorio, aumentando la capacità di presa in carico dei pazienti a domicilio o in strutture dedicate; mantenere alta la qualità della presa in carico dei pazienti cronici o acuti non affetti da Covid-19; potenziare la capacità di intercettazione di nuovi focolai; riformare i dipartimenti di prevenzione; investire in innovazione e ricerca; ripristinare un servizio attualizzato di medicina scolastica, oltre ad una vaccinazione di massa per l'influenza stagionale”.

“Queste sono solo alcune delle misure che ci permetterebbero di affrontare più serenamente l'autunno e l'inverno - conclude Lorenzin - oltre a rafforzare strutturalmente il sistema sanitario nazionale”.

Pagine