20/01/2022 - 18:06

“Questo ennesimo episodio di intolleranza non va sottovalutato. Ad Andrea Orlando va tutta la nostra solidarietà e vicinanza. Le forze politiche abbiano parole chiare e assumano un atteggiamento di netto rifiuto della violenza senza alcuna ambiguità o sfumatura. Ci auguriamo, allo stesso tempo, che gli apparati di sicurezza sappiano al più presto individuare gli autori della lettera di minacce al ministro del Lavoro”.

Così il presidente della commissione Bilancio della Camera, il deputato dem Fabio Melilli.

20/01/2022 - 18:05

“Tutta la mia solidarietà ' al Ministro Orlando per le minacce ricevute . Non saranno certo prepotenza e intimidazione a fermare il nostro doveroso impegno. Caro Andrea siamo con te”.

20/01/2022 - 17:51

“Grazie al Sindaco Roberto Gualtieri per l'ottima audizione alla Camera su risorse, ordinamento e poteri di Roma. È un onore poter contribuire da parlamentare a portare avanti insieme a un grande Sindaco un percorso di riforme decisive per il bene della Capitale e dell'intero Paese”.

Così in un tweet Andrea Casu, deputato e segretario Pd Roma.

20/01/2022 - 17:49

“Solidarietà al mio amico e compagno Andrea Orlando per le minacce ricevute oggi. Non si farà certamente intimidire da queste minacce. Deve anzi continuare con ancora più forza il suo lavoro così fondamentale per lo Stato sociale del nostro Paese. Noi tutti siamo con lui”. Lo scrive su Twitter il deputato dem Emanuele Fiano, della presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

20/01/2022 - 17:31

“La lettera di minacce fatta recapitare al ministro del Lavoro Andrea Orlando è l’ennesima dimostrazione della pericolosità delle frange più estreme no vax. Al ministro va la nostra piena solidarietà”. Lo dichiara in una nota il deputato dem Antonio Viscomi, capogruppo Pd in commissione Lavoro della Camera.

“Siamo tutti chiamati a condannare questi fenomeni di pericolosa intolleranza nel modo più fermo e assoluto. Mi auguro che le forze dell’ordine individuino presto i responsabili e un abbraccio ad Andrea che non si lascerà certo intimidire da questi criminali”, conclude Viscomi.

20/01/2022 - 17:29

“Tra i settori che maggiormente hanno risentito in questi due anni di pandemia delle maggiori restrizioni e che ancora oggi è completamente chiuso vi è sicuramente quello dell’intrattenimento notturno formato da discoteche, sale da ballo, eventi e concerti, coinvolgendo gestori e migliaia di lavoratori nelle varie rappresentanze artistiche e tradizionali.
Con la collega Chiara Gribaudo abbiamo presentato un emendamento al decreto milleproroghe che proroga il fondo contenuto nel decreto 73/2021 esteso, non solo al codice Ateco 93.29.10 relativo ai locali, ma anche ai codici 90.01.09 e al 90.02.09  relativamente alle rappresentazioni artistiche e attività di supporto alle presentazioni artistiche, chiedendo un’implementazione di tale fondo di altri 30 milioni con proroga al 30 giugno 2022.
L’iniziativa nasce da alcuni confronti avvenuti in queste settimane alla presenza anche delle nostre due capigruppo di Camera e Senato, Debora Serracchiani e Simona Malpezzi, con il sindacato italiano lavoratori dello spettacolo e i rappresentanti dei gestori di locali di pubblico spettacolo, ritenendo come il DL Milleproroghe è il primo sul quale intervenire, ma consapevoli che non può essere l’unico.
Ci aspettiamo infatti altre misure importanti per il settore nel decreto ristori: un contributo una tantum a fondo perduto ed esoneri di natura fiscale per i gestori e nello stesso momento erogazione di contributi mensili per i lavoratori del mondo dello spettacolo. È urgente e assolutamente prioritario dare una risposta a un settore economico e artistico che rappresenta un valore da un punto di vista culturale, musicale e di aggregazione sociale per il nostro Paese”. Lo dichiara il deputato del Pd, Andrea Rossi.

20/01/2022 - 17:27

"La solidarietà delle deputate e dei deputati del Pd al ministro Orlando per le minacce ricevute oggi. Non saranno queste intimidazioni a fermare il suo e il nostro impegno".

Così Debora Serracchiani, capogruppo Pd alla Camera.
 

20/01/2022 - 14:45

“L’irreprensibile lavoro fatto dalla Regione Puglia per l’organizzazione della campagna vaccinale e il grande senso civico dei pugliesi non poteva che tradursi in un primato che ci inorgoglisce profondamente: quello della regione "più vaccinata d'Italia" ed una delle più vaccinate di tutta Europa.” Lo afferma il Segretario del PD Puglia On. Marco Lacarra.

“Secondo il Report dell’Agenzia nazionale per la valutazione e il monitoraggio dei servizi sanitari regionali, ben l’86,6% dei cittadini pugliesi si è già sottoposto alla vaccinazione. Un dato superiore di tre punti percentuali rispetto a quello nazionale e che trova un riscontro ancora più eclatante per quanto riguarda i più piccoli, ossia la fascia 5-11, dove la copertura è più che doppia rispetto alla media nazionale.

Grazie a questi ottimi risultati e all’eccellente lavoro del Presidente Emiliano dall’inizio della pandemia, la popolazione pugliese è tra le più protette d’Europa, come testimoniano anche i tristi numeri su ospedalizzazioni e terapie intensive, che ci vedono fortunatamente agli ultimi posti per livello di saturazione. È comunque importante continuare su questa strada, senza lasciarsi andare ad alcun senso di appagamento. Bisogna completare il ciclo delle terze dosi e convincere chi, malgrado gli indubitabili benefici, è ancora scettico riguardo alla vaccinazione.”

20/01/2022 - 13:04

“A quanto pare, anzi a quanto dichiara Matteo Bassetti, non solo in Sicilia siamo in presenza di una bassa percentuale di vaccinati, ma i dati diffusi dall’assessorato alla Sanità stanno proprio facendo rincretinire l’Agenas e sfalsando i dati nazionali. ‘Scopriamo - ha detto l’infettivologo alle agenzie di stampa - che ci sono settanta morti registrati in Sicilia che invece si riferivano ai giorni scorsi’. ‘Stanno di nuovo spalmando i morti’, ha scritto il quotidiano La Sicilia a commento dell’inquietante notizia, riferendosi all’infelice frase dell’assessore Ruggero Razza che ha provocato una inchiesta-scandalo. Siamo in un momento delicatissimo della gestione pandemica, vediamo la luce in fondo al tunnel, finalmente si inizia a parlare di un ritorno a una vita quasi normale, e i dati siciliani, falsati, influendo sui conteggi nazionali, rischiano di mettere in pericolo le riaperture in tutta la nazione: come dire, ‘io spalmo, mi salvo io, e gli altri chi se ne frega’. Non solo non si riesce ad imparare dai propri sbagli, ma si persevera in una condotta che ha ricadute negative su tutta la nazione. Ritengo che la situazione sia grave e che le forze politiche, trasversalmente, dovrebbero a questo punto agire compatte per mettere un punto alla inadeguata gestione della sanità in Sicilia. Sarebbe doveroso farlo in ogni caso, ma ancora di più, se possibile, in un momento delicato come questo”.

Così il deputato dem. Santi Cappellani.

20/01/2022 - 12:54

“Preoccupa un’eventuale diffusione dell’epidemia di peste suina africana - per ora limitata ad alcune regioni settentrionali - su tutto il territorio nazionale. Ora è fondamentale intervenire con urgenza su più fronti: verifiche mirate, controlli intensificati su merci importate e sul flusso animale, azioni efficaci sul contenimento dei cinghiali per ristabilire l’equilibrio tra territorio e pressione faunistica”. Lo dichiarano le deputate democratiche Antonella Incerti e Susanna Cenni, rispettivamente capogruppo e vice presidente della commissione Agricoltura”

“L’ordinanza dei ministeri della Salute e dell’Agricoltura – affermano le deputate dem - è stata tempestiva, ma resta una grande preoccupazione per la gestione del sovrappopolamento dei cinghiali. Per il Pd è fondamentale che, accanto al lavoro dell’unità di crisi, si attivi una task force permanente capace di monitorare e coordinare tutti gli interventi con le massime competenze tecnico scientifiche. Sono indispensabili, inoltre, un’iniziativa coordinata delle regioni confinanti con aree colpite ed una efficace azione per ridurre la popolazione dei cinghiali in quelle aree utilizzando le figure consentite e formandone altre ove necessario, anche rafforzando e rilanciando il ruolo della polizia provinciale”.

20/01/2022 - 12:53

“I comuni in ragione della pandemia si sono trovati in grande difficoltà; il comune di Matera ha fatto un grande lavoro con l’evento Matera Capitale europea della Cultura, un evento che è stato molto impegnativo sia dal punto di vista amministrativo che organizzativo. Ora dobbiamo dare il tempo al Comune di Matera di gestire le procedure amministrative che si sono rallentate a causa del Covid19 e per questo ho presentato un emendamento al Decreto Milleproroghe che proroghi appunto i termini per la conclusione delle procedure amministrative riguardanti l’evento Matera Capitale europea della Cultura 2019 fino al 31 dicembre 2023. Con tale emendamento si prorogano al 31 dicembre 2023 il termine per assumere a tempo indeterminato il personale non dirigenziale impiegato al Comune di Matera in ragione di quell’evento”.

Lo dichiara il deputato del Pd, Vito De Filippo.

20/01/2022 - 12:18

Il Partito democratico auspica l'elezione di un presidente della Repubblica di alto profilo istituzionale con il più ampio consenso possibile. Una figura di unità e coesione nazionale e non divisiva, come il nome messo in campo fin qui dal centrodestra. Il centrodestra non ha alcun diritto di prelazione sulla proposta del nome per il Quirinale e rigettiamo al mittente il tentativo di forzatura a colpi di maggioranza. Speriamo quindi che dopo la fuga in avanti, sbagliata sia nel metodo che nel merito, il centrodestra si fermi. Li invitiamo ad un confronto serio e responsabile su una figura di garanzia per i cittadini e per tutti i partiti, che abbia il profilo incarnato dal Presidente Mattarella in questi sette anni.

Lo ha dichiarato Piero De Luca, vicecapogruppo del PD alla Camera, intervistato da Rainews24.

20/01/2022 - 11:57

L’Università degli Studi di Messina negli ultimi quattro mesi ha affidato lavori e forniture per un importo complessivo di quasi 40 milioni di euro. Con una interrogazione parlamentare del Gruppo Pd alla Camera, a prima firma dell’On. Umberto Del Basso De Caro, si evidenzia che le delibere dell’Università si caratterizzano per la scelta diretta del contraente senza alcuna procedura ad evidenza pubblica, per il ribasso praticato da tutti gli aggiudicatari nella stessa misura e, soprattutto, per il riferimento improprio, a parere degli interroganti, alla normativa introdotta dal DL 76/2020 (articolo 2, comma 4). Tale disposizione normativa, la cui ratio è certamente rinvenibile nella necessità di incentivare gli investimenti pubblici in relazione all’aggiudicazione dei contratti pubblici sopra soglia, impedisce espressamente che l’ente appaltante possa derogare ai principi di trasparenza, di libera concorrenza, di non discriminazione previsti dagli artt. 18, 57, 58, 59 della Direttiva 2014/24/UE e l’art. 30 D.Lvo 50/2016.

Pertanto, vengono interrogati il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile e il ministro dell’Università per sapere se siano a conoscenza delle procedure adottate per gli affidamenti diretti plurimilionari da parte dell’Università di Messina, se intendano disporre ulteriori elementi conoscitivi e se, all’esito di una compiuta istruttoria, ritengano opportuno e doveroso adottare iniziative, per quanto di competenza, per far luce sull’intera vicenda che, ad avviso degli interroganti, integra profili di responsabilità amministrativa, contabile e penale.

20/01/2022 - 11:38

Dichiarazione on. Elena Carnevali, capogruppo Pd commissione Affari Sociali

“Indebolire e minare la credibilità delle istituzioni in questo duro compito che ancora abbiamo davanti per sconfiggere la pandemia è un errore gigantesco al quale il Partito democratico non parteciperà mai”.
Così Elena Carnevali, capogruppo Pd in Commissione Affari Sociali, nella dichiarazione di voto al decreto sul super green pass.
“Estendere  l'obbligo vaccinale, e  non a sorteggio come qualcuno dell'opposizione ha insinuato, è  una decisione che risponde al principio di gradualità: lo si è esteso  soprattutto a coloro che, per condizioni di lavoro, vivono in un contesto , per esempio la scuola, dove più facile è essere esposti al rischio di infezione. Le vaccinazioni, e lo voglio ribadire con fermezza,  proteggono dal rischio , non dall'impossibilità . Il principio – ha proseguito Carnevali-  è sempre lo stesso: proteggere se stessi per proteggere anche gli altri , salute individuale e interesse collettivo che è quello scritto nell'articolo 32 della costituzione.
“Troppe volte – ha sottolineato la parlamentare dem - è stato declinato l'invito del presidente Mattarella a riconoscersi nell'unità del dovere civico e morale.  E lo voglio ringraziare a nome del Partito democratico perchè, tra i tanti pregi del suo settennato, è stato tra i migliori testimonial dell’importanza dei vaccini,  della valorizzazione della  scienza e anche  nei momenti più difficili e ardui non ha mai  derogato e lasciato solo il paese.” Infine,  Carnevali, ha ricordato l'appello recente della federazione italiana degli infermieri - FNOPI - rivolto a “tutti noi rappresentanti delle istituzioni . In questi due anni li abbiamo definiti  con enfasi eroi . Eppure manca ancora il riconoscimento e la valorizzazione della formazione, di percorsi di carriera professionale ed economica.E poi, diciamolo ad alta voce, siamo tra i paesi che li paga di meno:1400 -1500 euro al mese per infermieri e  personale del comparto che sostengono il Ssn, insieme alle altre professioni. Una situazione che va superata al più presto”.

20/01/2022 - 11:19

“Oggi in via degli Orti di Malabarba a Casal Bertone, nel IV Municipio di Roma ci sono stati scontri durante lo sgombero di un locale occupato da militanti di Casapound. L'ex sede Inps, chiusa e murata dai fascisti del terzo millennio. Lo sgombero di questa sede è una buona notizia per Roma e per il paese, già in passato CasaPound aveva messo a fuoco i quartieri del IV municipio Casal Bruciato, Pietralata, Casal Bertone, aveva addirittura preso di mira Massimiliano Umberti, oggi presidente del IV Municipio, pubblicando la sua foto sui social e attaccandolo per il fatto che da capogruppo di opposizione si era schierato contro queste manifestazioni razziste. Apprendiamo da fonti di stampa una notizia orribile, negli scontri è rimasto ferito un poliziotto, nell'esercizio del suo dovere. Giunga a lui e a tutte le forze dell'ordine la totale vicinanza e solidarietà e il più profondo ringraziamento. Oltre 50 parlamentari hanno sottoscritto l'interrogazione che abbiamo presentato al Governo per chiedere di dare seguito all'impegno preso in quest'aula per sciogliere le organizzazioni neofasciste. È un impegno fondamentale che dobbiamo portare avanti per sostenere tutte quelle forze politiche e sociali che ogni giorno si battono per fermare l'onda nera che calpesta la storia e la Costituzione”.

Lo dichiarano i deputati democratici Andrea Casu (Segretario Pd Roma, intervenuto in aula alla Camera a fine seduta) ed Emanuele Fiano.

Pagine