09/09/2020 - 14:37

“Tempi duri per lo sport di base. Non solo c’è il rischio oggettivo che venga sacrificata l’educazione fisica, che è materia curricolare, perché nella maggior parte dei casi le palestre, in mancanza di ulteriori spazi, sono state riadattate ad aule, ma è a rischio anche il lavoro svolto dalle associazioni nelle palestre scolastiche in orario pomeridiano, un vero e proprio servizio sociale a favore dei territori. Per questo ho presentato una interrogazione ai ministri dello Sport e dell’Istruzione per sapere quali misure intendano adottare per impedire che tantissime associazioni sportive continuino ad essere sfrattate dalle scuole per paura del contagio e, allo stesso tempo, garantire il sacrosanto diritto allo sport per tutti”.

Così la deputata dem, Patrizia Prestipino, componente della commissione Istruzione e Sport.

09/09/2020 - 14:21

“Chiediamo al Governo cosa intenda fare per assicurare non solo il rilancio della produzione dello stabilimento Arcelor Mittal di Taranto ma per accelerare il pagamento dei credeti vantati dalle imprese dell’indotto che si stanno pericolosamente ampliando”. Lo dichiara il capogruppo Pd in commissione Attività produttive di Montecitorio, Gianluca Benamati, che ha presentato a nome del gruppo una interrogazione al Mise.

“La situazione dell’indotto è allarmante, visto che risulterebbe, da quanto si apprende, per il solo indotto locale una cifra di 38 milioni di euro scaduti a luglio e relativi a forniture fatte da 76 imprese iscritte a Confindustria Taranto ad ArcelorMittal, forniture non ancora pagate a cui si devono aggiungere quelle in scadenza onorati con urgenza”.

“Chiediamo dunque chiarezza e un rapido intervento del governo. Non sono ammissibili altri indugi”, conclude Benamati.

09/09/2020 - 14:07

Dichiarazione On. Flavia Piccoli Nardelli, capogruppo Pd in Commissione Cultura.
“Lo voglio ricordare innanzitutto ai genitori: nel momento in cui abbiamo deciso di garantire insieme il  diritto allo studio e diritto alla salute abbiamo anche messo in conto la complessità di portare avanti una sfida di questa portata”. Cosi l’on Flavia Piccoli Nardelli, capogruppo del Pd in commissione Cultura, nel corso del dibattito sull’informativa del ministro Azzolina in merito alla riapertura dell’anno scolastico. “E’ del tutto evidente, ha proseguito l’esponente del Pd -  che il tema della riapertura delle scuole non riguarda solo il nostro paese . Le chiusure hanno coinvolto  quasi un miliardo e mezzo di studenti  in più di 190 paesi e laddove le scuole sono tornate ad operare attraverso la didattica in presenza, si sono verificati vari casi di contagio che hanno costretto  a quarantene e nuove chiusure.” “Solo in Italia però – ha rivendicato Piccoli Nardelli -  le due esigenze,  il  diritto allo studio e quello alla  salute,  sono state messe sullo stesso piano con identica forza”.   Per Piccoli Nardelli si deve “sempre tenere presente quanto sia importante parlare di autonomia responsabile delle scuole in vista delle riaperture. Esiste tuttavia un problema strutturale – ha precisato - :  quello del reclutamento degli insegnanti, già affrontato nella passata legislatura con la “buona scuola”, poi cancellato dal successivo ministro leghista.  Ma   creare ordine e assicurare un sistema uniforme di reclutamento è  una esigenza  indifferibile per  questo paese,  che ha bisogno di riscrivere le regole  di  accesso al ruolo”. “Solo tenendo conto di questo – ha inoltre aggiunto Piccoli Nardelli-  potremmo  valutare la riapertura delle nostre scuole con necessario senso della misura,  perché si tratta  di un impegno che richiede  un patto tra istituzioni locali  e nazionali,  tra famiglie e scuole . Il contrario di ciò  che sta avvenendo proprio in questi giorni.” Concludendo il suo intervento, la capogruppo del Pd in commissione Cultura ha evidenziato che “la scuola è diventata soprattutto terreno di scontro,   eppure  parliamo della più importante  infrastruttura sociale ed  educativa per ogni paese . Di uno straordinario e indispensabile  bene comune. Per gestire il futuro, il partito democratico chiede un forte investimento su scuola e giovani,  non esiste altra strada.   Cosi come non esiste altra strada per accompagnare  la riapertura  della scuola assicurare tutti, di ogni schieramento politico,   il proprio sostegno  e il proprio aiuto a questo obiettivo.”

09/09/2020 - 13:18

“Il MISE istituisca in tempi brevi un tavolo istituzionale per discutere del futuro dei centinaia di lavoratori della Dema Spa di Somma Vesuviana”. Cosi in una nota il deputato democratico Piero De Luca.

“La crisi economica ed aziendale post Coronavirus - spiega il deputato Dem - ha messo in ginocchio l’azienda napoletana che opera nel campo dell’aeronautica e che si è vista respingere dall’Inps anche la richiesta di rimodulazione del debito in cinque anni con rate crescenti e non costanti. Una situazione preoccupante che necessita di un intervento immediato per trovare soluzioni alternative atte a salvaguardare l'azienda e i livelli occupazionali che, solo in Campania, si aggirano intorno alle 500 unità.

Un tavolo interistituzionale con tutti i soggetti interessati, Inps e ministero del Lavoro compresi, potrebbe far emergere nuovi percorsi da seguire per un eventuale ulteriore Piano di Risanamento e rilancio industriale. In questo modo, se da un lato l’azienda, eccellenza del settore aeronautico, potrebbe continuare la produzione, dall’ altro, si garantirebbe una possibilità di futuro agli operai ed alle loro famiglie, duramente provati da questa difficile situazione che si protrae da troppi mesi”.

09/09/2020 - 12:47

“Faccio un appello alle sottosegretarie del Mise Todde e del Ministero del Lavoro Puglisi affinché venga riconvocato al piu presto il tavolo ministeriale sulla vertenza Betafence del sito di Tortoreto. Le ringrazio per l’impegno già profuso e chiedo di rilanciare il tavolo.
Gia in data 1 settembre si è tenuto un tavolo di confronto in videoconferenza a cui hanno partecipato l’impresa, i rappresentanti dell’azienda, i sindacati e i ministeri. Ora auspico che venga predisposto un incontro possibilmente dal vivo con tutte le parti per scongiurare la chiusura di questo sito produttivo. È assurdo chiudere un sito che lavora a pieno ritmo e dove peraltro sono occupati 155 lavoratori. Oltretutto già in quella zona sono state chiuse altre due aziende importanti e ora questa situazione di estrema precarietà rischia di far perdere alla Betafence clienti e commesse importanti. Non possiamo assolutamente permetterci di perdere un altro sito produttivo importante, che causerebbe disoccupazione, perdite economiche e disagi sociali. Chiedo dunque che venga convocato questo tavolo di confronto con tutti gli attori dal vivo e chiedo di poter partecipare in prima persona per far sentire la voce del territorio”. Lo dichiara la deputata del Pd, Stefania Pezzopane.

09/09/2020 - 12:46

"Questa mattina, in occasione della sua presenza a Bologna, presso la sede del Quartiere Santo Stefano/Irnerio, su invito della Presidente Rosa Amorevole, ho incontrato, come Deputato eletto in quel collegio elettorale, il Viceministro dell'Interno Matteo Mauri. Con noi l'assessore alla sicurezza del Comune di Bologna Alberto Aitini ed il Capogruppo di maggioranza Paolo Cavalieri.
È stata l'occasione per approfondire i problemi di sicurezza del centro storico di Bologna, a partire dallo spaccio di sostanze stupefacenti, oggetto anche di una mia recente interrogazione al Ministro dell' Interno. Ho trovato nel Viceministro grande attenzione e l'impegno a seguire ed affrontare  queste problematiche, per quando riguarda le competenze del ministero dell' Interno".

Così Andrea De Maria, deputato PD e Segretario di Presidenza della Camera.

09/09/2020 - 11:34

“Chiesto incontro a Tridico su ragioni del no a richiesta azienda su piano rientro debito”

“Ho scritto al ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, su sollecitazione del consigliere regionale Antonio Marciano, per chiedere la convocazione urgente di un tavolo interistituzionale sulla crisi dell’industria Dema. Un tavolo che coinvolga anche il ministero del Lavoro e l’Inps; l’obiettivo è di giungere a una soluzione che garantisca il rientro dei debiti e la salvaguardia di centinaia di posti di lavoro”. Lo dichiara la presidente della commissione Lavoro Debora Serracchiani.

“Nello stesso tempo – aggiunge Serracchiani – ho chiesto un incontro al presidente dell’Inps Pasquale Tridico per discutere delle ragioni che avrebbero portato l’ente a rigettare la richiesta di Dema di un rientro dei debiti in un tempo superiore ai 5 anni a rate crescenti”.

“La Dema – ricorda la presidente della commissione Lavoro – è un’eccellenza industriale nel settore aeronautico con stabilimenti in Campania e in Puglia con ben 800 addetti di cui 500 impiegati nel sito di Somma Vesuviana. L’industria vive oggi una forte crisi per il rallentamento strutturale del comparto e per le difficoltà dovute al rientro dei debiti. Una situazione difficile – conclude - che non deve aggravarsi rischiando di indebolire un tessuto sociale già lacerato dai mesi della pandemia”.

09/09/2020 - 11:28

“Sono molto soddisfatta che 42 deputate e deputati abbiano voluto sottoscrivere l’interpellanza urgente da me presentata al Ministro dell’Università sulle offese sessiste che il professor Marco Gervasoni, docente dell’Università del Molise, ha rivolto alla vicepresidente della Regione Emilia Romagna Elly Schlein”. Lo ha detto la deputata del Pd, Laura Boldrini.
“Domani illustrerò nell’aula di Montecitorio al Ministro dell’Università le ragioni per le quali non ritengo accettabile che colui che dovrebbe essere tra gli “educatori” dei giovani si faccia promotore di espressioni offensive e denigratorie nei confronti di una donna. L’insegnamento universitario si ispira ai valori democratici della nostra Costituzione. Nessun atteggiamento discriminatorio e misogino deve essere tollerato nei nostri atenei”, conclude l’ex presidente della Camera.

08/09/2020 - 19:03

“Stanziati 103 milioni di euro complessivi per le aziende che svolgono con autobus servizi di lunga percorrenza e trasporto turistico e scolastico, e che stanno vivendo una gravissima crisi a causa della pandemia”.

Lo dichiara Davide Gariglio, capogruppo Pd in commissione Trasporti della Camera.

“Con il Decreto Agosto, attualmente in discussione al Senato, sono previsti 53 milioni di euro a cui si aggiungono altri 50 milioni della ripartizione del Fondo per il rilancio degli investimenti delle amministrazioni centrali dello Stato per l'anno 2020. Si tratta di un sostegno concreto per un comparto in difficoltà, che interessa oltre 6mila imprese in tutta Italia, ottenuto - conclude Gariglio - grazie a un'efficace azione parlamentare recepita dal governo”.

08/09/2020 - 17:17

Dichiarazione on. Enrico Borghi,
Consigliere del Governo per la Montagna e Segretario del Gruppo PD alla Camera dei Deputati.

"Domani il Comitato Interministeriale per gli Affari europei varerà le linee guida del Piano nazionale di ripresa e resilienza che andremo a sviluppare in Parlamento dalla prossima settimana. È uno strumento importante, insieme alla prossima legge di bilancio e alla programmazione comunitaria 2021-2027, per rigenerare il Paese dopo una crisi economica forte ma che non ha messo a terra le forze sociali ed economiche . Il PNRR è lo strumento per ridurre le sperequazioni territoriali e consentire investimenti in tutte le aree del Paese, comprese quelle montane, rurali, interne. A Roccaraso, un mese fa, agli Stati generali della Montagna con il Ministro Boccia , abbiamo confermato che in questo pezzo di Paese, il 54 per cento del territorio dove vivono oltre 10 milioni di persone, servono azioni stabili con lo Stato che investa in digitalizzazione ed economia verde, welfare e servizi. Il covid ha aumentato le sperequazioni territoriali, facendo crescere le distanze tra aree rurali e montane. Ecco perché lavoreremo in Parlamento per inserire nel PNRR la specificità dei territori montani. La montagna è trasversale a tutti i capitoli di investimento e vi è la necessità di individuare peculiarità territoriali e riserve di risorse del Recovery Fund per gli Enti e le imprese. Il perimetro dell'azione sono gli articoli della legge 158/2017 sui piccoli Comuni, che vede i Comuni al lavoro insieme per lo sviluppo e il sistema di imprese e terzo settore lavorare congiuntamente per contrastare disuguaglianze, desertificazione e abbandono".
Lo afferma l'on. Enrico Borghi, Consigliere del Governo per la Montagna e Segretario del Gruppo PD alla Camera dei Deputati.

08/09/2020 - 14:42

“Registriamo con grande stupore l’incomprensibile ostruzionismo dei gruppi di opposizione sull’adozione del testo base sulla legge elettorale che secondo le decisioni già assunte nell’Ufficio di Presidenza avrebbe dovuto essere votato oggi e che ha costretto il Presidente Brescia a rinviare il voto a giovedì al termine dell’Aula. Il testo base non impedisce in alcun modo il lavoro serio sugli emendamenti, ma ne è anzi un prerequisito indispensabile. Lavoro che inizierà comunque giovedì”.

Lo dichiarano il capogruppo Pd in commissione Affari Costituzionali Stefano Ceccanti e il relatore Emanuele Fiano.

08/09/2020 - 14:04

“Definendo i sacerdoti ‘gregari di Zingaretti’ per le posizioni che la chiesa Cattolica siciliana ha assunto sul tema dei migranti, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha toccato il fondo.
Adesso che il Vescovo di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero, ha ricordato che ‘diventare accoliti di chi pretende respingimenti, rifiuto di soccorso, discriminazioni razziste’ è un ‘tradimento del Vangelo’, i cattolico-cristiani siciliani hanno il dovere di prendere immediatamente le distanze da Musumeci, specie quelli che, fino ad oggi, hanno condiviso con lui l’esperienza di un governo razzista, lontano anni luce da quel senso di umanità e fratellanza che ha sempre contraddistinto la Sicilia e i siciliani”.

Così il deputato siciliano dem, Carmelo Miceli, responsabile nazionale Sicurezza del Partito Democratico.

08/09/2020 - 13:58

"Ho il massimo rispetto per il dibattito interno ad un altro movimento politico e non mi permetto di entrare nel merito sul dibattito in atto fra esponenti dei 5 Stelle in Emilia-Romagna.
Voglio però sottolineare il valore di un confronto non improvvisato fra PD, centrosinistra e 5 Stelle, che nasca dai territori, su temi concreti. In realtà importanti come Bologna.
Un dialogo che auspico non si interrompa".

Lo dichiara Andrea De Maria, deputato Pd e membro Ufficio di Presidenza Camera dei Deputati.

08/09/2020 - 12:59

Nessuno scontro con la Soprintendenza. Non sosteremmo mai progetti che ‘devastino’ lo Stadio Franchi. Voglio rassicurare il Soprintendente con cui ho avuto uno scambio di opinioni molto proficuo. Non concordo assolutamente con le recenti dichiarazioni di Matteo Renzi che escludono il ruolo del Ministero dei Beni Culturali. Quando ha firmato il nostro emendamento, presentato dalla senatrice Biti, chiedendo di esserne il primo firmatario, ha condiviso il nostro testo, su cui lavoravamo da mesi, in solitudine, che semplificava l'iter di approvazione dei progetti sugli stadi, dando priorità al mantenimento delle funzioni, ossia del gioco del calcio. Apprezzo quanto dichiara il sindaco Dario Nardella che ben ha compreso il senso del nostro emendamento. Si dovrà collaborare con la Soprintendenza e dovranno essere esaminati i progetti in armonia fra le istituzioni preposte, ossia il Comune e la Soprintendenza".

Così Rosa Maria Di Giorgi, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera e componente della Commissione Cultura e Sport.

"Ora - prosegue Di Giorgi - vorremmo vedere i progetti. Vorremmo qualcosa di concreto. Il Pd in Parlamento e con la Presidenza del Consiglio ha fatto un ottimo lavoro di cui siamo giustamente soddisfatti. Ho letto in questi giorni di un'appropriazione dell'iniziativa da parte di Italia Viva e del suo leader, compresi altri autorevoli esponenti fiorentini di quel partito. Così come la Lega, disinteressata da sempre e poi improvvisamente pronta a rivendicare un successo che solo il lavoro del Pd, paziente e misurato, ha invece consentito di acquisire. Ricordo che la proposta di legge a mia prima firma e di altri 50 deputati del Pd è la base del lavoro che abbiamo portato avanti per mesi fino all'emendamento, scritto da noi Pd, poi ‘rivendicato’ da altri con le consuete ‘mosse del cavallo’ cui siamo abituati. Serietà ed equilibrio. Questo serve adesso. Ampia collaborazione fra istituzioni per trovare la soluzione per lo stadio Franchi che tutti aspettiamo. La legge certamente cambia lo scenario. I parlamentari e il Governo hanno fatto la loro parte. In questa settimana voteremo il Decreto Semplificazione alla Camera e sarà legge. Adesso fateci vedere i progetti per il Franchi su cui discutere. Concretezza e ‘velocità’. Ora - conclude la deputata Pd - non ci sono più scuse.

07/09/2020 - 19:06

“Il dibattito che terremo domani a Modena alla Festa Nazionale dell'Unità, insieme a Vasco Errani, Giovanni Legnini, Giovanni Moro e Angelo Borrelli sulle nuove forme di cittadinanza attiva, dalla Protezione civile al volontariato, rappresenta un’occasione importante per rilanciare i progetti di ricostruzione non solo materiale, ma anche sociale e culturale. Per dare forza a quello spirito di comunità che con le sue reti di mutua assistenza rappresentano un tratto importante e distintivo del nostro vivere in Italia. Sono passati 40 anni dal terremoto in Irpinia e Basilicata, e purtroppo in questi anni altri eventi sismici hanno colpito il nostro Paese. Dobbiamo imparare anche dagli errori fatti e farne tesoro, per rendere il nostro territorio il più sicuro possibile e le nostre comunità ancor più vive e attive. Ci vediamo domani a Modena per discuterne insieme”.

Così Stefania Pezzopane, della presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

Pagine