Governo: P. De Luca, Mes non può giustificare apertura crisi

  • 17/01/2021

Facciamo chiarezza rispetto ad alcune dichiarazioni fuorvianti delle ultime ore. La linea di credito sanitaria da 36/37 miliardi di euro nell'ambito del Fondo MES è uno dei grandi successi ottenuti dal Governo in Europa nei mesi scorsi, grazie al lavoro in particolare dei Ministri democratici Gualtieri e Amendola. Si tratta di una misura straordinaria a disposizione del nostro Paese per spese e investimenti sanitari, diretti e indiretti, senza nessun vincolo o condizionalità tradizionale.

Mes: De Luca, posta in gioco è destino Italia ed Europa

  • 09/12/2020

“E’ evidente il senso storico dell’impegno che siamo chiamati ad assumere a livello europeo nel prossimo Consiglio. Non si tratta di confermare soltanto la riforma migliorativa del Trattato sul Mes, che consentirà di dare tutela maggiore ai risparmiatori, ma si tratta di decidere se continuare a percorrere il cammino politico delle riforme a Bruxelles, per costruire l’Europa del futuro, che può rinascere dopo la pandemia più forte, giusta e solidale.

Mes. Delrio: A rischio credibilità Italia in Europa

  • 04/12/2020

"La revisione del Mes è un cambiamento in meglio di questo strumento, costringe ad una maggiore solidarietà, fa un passo verso l'Unione bancaria ed il mercato unico dei capitali, in sostanza verso un Europa più politica, più forte ed anche più solidale. Il Mes è uno strumento che si può decidere di utilizzare o meno, ma se dopo aver fatto attendere un anno l'Europa ora l'Italia non dovesse procedere rischia di perdere la sua credibilità. Il fatto che alcuni parlamentari non intendano accettare questa modifica mette a rischio la maggioranza, soprattutto al Senato.

Tags: 

MES: P. De Luca, volontà testo risoluzione chiaro per pieno mandato a governo

  • 02/12/2020

“Un primo incontro positivo a cui ne seguiranno altri, si spera altrettanto fruttuosi, quello svoltosi oggi tra Vincenzo Amendola, ministro per gli Affari europei e i capigruppo di maggioranza di Camera e Senato sulla riforma del MES. Si è trattato di un’occasione di confronto importante, in cui è stata ribadita la volontà del Partito Democratico di elaborare un testo condiviso per la risoluzione parlamentare chiaro e che dia pieno mandato al governo, in vista del voto della riforma, in programma il 9 dicembre in Parlamento”.

Tags: 

Mes: Navarra, da Borghi solita pagliacciata, serve responsabilità

  • 30/11/2020

“Dispiace doverlo dire, ma le parole e i comportamenti dell’esponente della Lega Claudio Borghi ormai assomigliano più a siparietti da avanspettacolo che a posizioni politiche su cui discutere. E se non fossimo in mezzo a una pandemia, cercando di fronteggiare le emergenze sociali ed economiche che il covid ha causato, verrebbe da sorridere a questa ennesima sortita fuori luogo.

Mes: Pagano a Borghi (Lega), si scusi con Gualtieri e gli italiani

  • 30/11/2020

“Le parole del deputato della Lega, Claudio Borghi, nei riguardi del ministro Roberto Gualtieri non solo solo inaccettabili nei toni e nei contenuti, ma ci dimostrano ancora una volta come i sovranisti di casa nostra sanno solo vivere di propaganda. Borghi dovrebbe ricordarsi che fu il governo al quale partecipava la Lega a sottoscrivere il Trattato del Mes nel 2011 e fu poi l’esecutivo di cui era vicepremier il capitano Salvini, nel 2018, ad avviare la fase di modifica di quell’accordo.

Mes: De Luca, basta propaganda, verso Gualtieri parole inaccettabili

  • 30/11/2020

“Questa mattina abbiamo superato il segno. Abbiamo ascoltato parole forti che riteniamo inaccettabili, con minacce e accuse gravi rivolte al ministro dell’Economia. Un vero e proprio terrorismo psicologico e un allarmismo ingiustificato. Invitiamo l’esponente della Lega, Claudio Borghi, a scusarsi delle sue affermazioni e riportiamo il dibattito al merito e al contenuto concreto. Oggi stiamo semplicemente discutendo della riforma di un trattato, il Mes, che è attualmente già in vigore.

Mes: De Luca, meno propaganda e più attenzione a interessi Paese

  • 26/11/2020

“Nei prossimi giorni saremo nuovamente chiamati ad occuparci dell'ormai famoso Mes. Non si discute questa volta dell'utilizzo della nuova - rivoluzionaria - linea di credito sanitaria pandemica da 240 miliardi, di cui 36/37 rivolti al nostro Paese, su cui pure auspichiamo che si riesca ad assumere una decisione definitiva positiva. L'Italia e gli altri Stati membri saranno chiamati ad esprimere la propria posizione finale sulla Riforma del Trattato Mes, oggetto di un negoziato ormai in dirittura di arrivo in sede europea.

Tags: 

Mes. Delrio: Rinunciando, per risorse a sanità pagheremo di più

  • 17/11/2020

"Non è il tempo delle polemiche e delle bandierine, il Paese vive ancora un momento di grande difficoltà e sofferenza. Sul ricorso alla linea di credito del Mes per l'emergenza sanitaria si è trovata intesa nella maggioranza affinché si decida in Parlamento. Il "Mes sanitario" è diverso dal Mes del 2008. Il Presidente Sassoli ha detto che lasciare inutilizzati 400 mld (37 per Italia) e’ intollerabile.
Tutti i fondi del governo, anche per la sanità, sono debito assunto a condizioni peggiori rispetto al Mes sanitario, con costi quindi superiori per il Paese, le famiglie, i giovani".

Tags: 

Mes: De Luca, irragionevole No a priori. Discuta il Parlamento

  • 17/11/2020

“Basta propaganda e disinformazione sul MES. Il Pd continua a ritenere necessario fare una definitiva operazione verità sulla nuova linea di credito sanitaria prevista all'interno di questo strumento per aiutare gli Stati membri ad affrontare le sfide sanitarie che hanno dinanzi. I dubbi, le discussioni, il confronto sono sempre legittimi, le strumentalizzazioni demagogiche e le illazioni no.

Pagine