Nucleare: Boldrini, "minaccia più grave di sempre ma l'Italia la ignora

  • 28/11/2023

"L'ho già detto, siamo seduti su una polveriera. L'ho ripetuto nel mio intervento, qui al Palazzo di Vetro di New York, alla Conferenza del Trattato Onu per la proibizione delle armi nucleari, sottolineando quanto la minaccia nucleare si faccia sempre più grave e come, nonostante questo, molti governi continuino a ignorarla. Tra loro, il governo italiano che ha scelto di non partecipare come osservatore alla Conferenza.

Nato: Carè, in Turchia, la spinta di Roma per Mediterraneo e Medio Oriente

  • 04/11/2023

“Ho partecipato in Turchia all’incontro del Gruppo speciale Mediterraneo e Medio Oriente dell’Assemblea parlamentare della Nato che si incontra due volte l’anno per affrontare temi prettamente politici e tutto ciò che riguarda i rapporti commerciali, le esplorazioni di gas, la possibilità di partenariati dal punto di vista strategico ed energetico. Ho avuto modo di incontrare il Vice-Ministro dell’Energia e Risorse Naturali della Turchia Ahmet Berat Conkar e il presidente Gutierrez (parlamentare spagnolo) presidente del GSM.

Nato: Carè, eletto Vicepresidente della sottocommissione Sicurezza e Capacità di Difesa

  • 16/10/2023

“Ho partecipato alla sessione annuale dell'Assemblea, che si è svolta a Copenaghen dal 6 al 9 ottobre 2023, facendo parte della Delegazione italiana presso l'Assemblea parlamentare della Nato guidata dal presidente Lorenzo Cesa. Le commissioni dell'Assemblea, Difesa, Economica, Scienza e Tecnologia, Politica, Democrazia e Sicurezza, hanno rinnovato i rispettivi uffici di presidenza e sono stato eletto alla carica di Vicepresidente della Sottocommissione Futuro della Sicurezza e delle Capacità di Difesa elemento che sottolinea il rafforzamento dell'Italia all'interno dell'Assemblea.

Migranti: Graziano, governo in confusione ogni giorno ne inventa una

  • 13/03/2023

“Il governo che non sa affrontare la questione migranti sembra invece esercitarsi nel tentativo di trovare ogni giorno un’argomentazione diversa per giustificare l’inefficacia della sua azione. Oggi chiama in causa anche la Nato per il problema del legame fra la Wagner e spinte che vengono dai Paesi africani (tema fra l’altro noto e che avevamo evidenziato). Ma le dimensioni e il cuore del tema degli arrivi in Italia non sono certo questi e i tentativi di Crosetto sembrano il solito scaricabarile a cui la destra ci ha abituato”.

Dl Nato: Furfaro, non votiamo emendamenti che stravolgono funzionamento Aifa e sistema sanitario

  • 14/12/2022

“Avremmo votato a favore del decreto, ma siamo costretti ad astenerci per la sgrammaticatura sguaiata che avete compiuto, inserendo la riforma dell'Agenzia del farmaco in un decreto che non c'entrava assolutamente niente.

AIFA è un organismo in cui non è rappresentato solo il Governo, ma sono rappresentate anche le Regioni, che nessuno ha sentito né coinvolto. Non era proprio la Lega sensibile ai territori? Con emendamenti che non c'entravano niente, avete profondamente modificato l’assetto dell’Aifa a partire dalla cancellazione della figura del direttore generale. 

Nato: P. De Luca, da Draghi parole chiare e definitive

  • 18/05/2022

“Da Draghi parole chiare e definitive che spazzano via ogni dubbio e ambiguità: l'Italia appoggia 'senza condizioni' l'ingresso nella Nato di Finlandia e Svezia e lavora per sostenere le procedure di adesione dei due Paesi baltici. Rafforziamo la nostra sicurezza e difesa comune”. Lo scrive su Twitter Piero De Luca, vicecapogruppo del Pd alla Camera.

Ucraina: Pagani, Italia farà la sua parte per fermare questa sciagurata guerra

  • 01/03/2022

L’Italia, insieme all’Unione europea e agli alleati Nato, farà la sua parte per fermare questa guerra. Chi è stato aggredito e lotta per la libertà non ha bisogno solo della nostra solidarietà, ma di aiuti concreti per resistere. Dovremo fare dei sacrifici e pagheremo anche noi un prezzo per le sanzioni, ma sappiamo che se riusciamo a isolarla, la Russia finirà in un vicolo cieco e dovrà negoziare.

Ucraina: P. De Luca, politica sia unita nella condanna di un attacco inammissibile

  • 24/02/2022

L'attacco russo all'Ucraina è un atto grave ed inammissibile da condannare con fermezza e in modo unanime, da parte di tutti i partiti politici, in particolare da parte di forze come la Lega che non hanno pronunciato finora parole chiare di censura netta delle azioni di Putin. Non sono consentite ambiguità sul punto, l'Italia è più forte se è unita nella condanna all'aggressione russa, che è un attacco alla democrazia, alla libertà, ai valori universali della convivenza umana, e richiede una risposta forte dell'Europa, della NATO e dell'intera comunità internazionale.

Pagine